Cerca nel Blog

RENZI: CORRI ITALIA CORRI…

Scritto il alle 11:00 da icebergfinanza

Direi che come inizio non c’è male davvero per un Governo che doveva essere una novità assoluta in positivo, uno spread primaverile per dirlo in gergo finanziario. Tom Hanks nel film Forrest Gump amava ripetere … “Di solito correvo per andare dove stavo andando.”

A noi ci stanno facendo correre senza sapere dove stiamo andando!

Tralasciamo per  carità di patria le ultime vicende politiche riguardanti l’Italicum e la questione dei sottosegretari soprattutto se fanno parte del PD che ovviamente si presumono innocenti sino a prova contraria mentre gli altri vanno cacciati un Barraciu a tutti e statemi bene sino a prova contraria, due pesi, due misure!

Ma andiamo a vedere cosa succede dopo che a Renzi è stata recapitata la gentile richiesta di andare si nelle scuole, ma senza farsi troppa pubblicittà, portandosi dietro televisioni e gionalisti…

«Ho quasi un milione di follower su Twitter e migliaia di amici su Facebook, ma vi assicuro un abbraccio vero vale di più».

Ego allo stato puro!

Nel frattempo i sicari della Troika declassano l’Italia Ue declassa Italia: squilibri eccessivi si da soli insieme alle ultime arrivate Slovenia e Croazia, il benvenuto dell’Europa mentre la Spagna no, non è più un paese con squlibri eccessivi.

Ora se questo barca che fa acqua da tutte le parti, se questo Paese avesse un “capitano” con le palle d’acciaio vere, risponderebbe per le rime a uno come Rehn che non perde occasione di fare buchi allo scafo sotto il pelo dell’acqua… vi abbiamo declassati cosi incoraggiamo Renzi a fare le riforme… Italia: Rehn, incoraggiamo Governo ad azioni rapide su crescita/lavoro

E il comandante in capo cosa risponde…  Renzi: “Dobbiamo correre, senza  scherzare”       ROMA – Nervi saldi, partita lunga. Ma la sortita di Bruxelles non è stata senza contraccolpi e il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha commentato aspramente con i suoi, alle prime notizie sulla bocciatura dell’Italia: “Sapevamo che i numeri non erano quelli che raccontava Letta, ma siamo gentiluomini e non abbiamo calcato la mano. Ora dobbiamo correre: se è vero che i mercati hanno fiducia in noi, è vero anche che non possiamo scherzare”.

Capito ora con chi avete a che fare?

Ma abbiamo o no un minimo di dignità in questo Paese? Ma abbiamo o no un minimo di dignità in questo Paese? Ma abbiamo o no un minimo di dignità in questo Paese? Ma abbiamo o no un minimo di dignità in questo Paese? Ma abbiamo o no un minimo di dignità in questo Paese? Ma abbiamo o no un minimo di dignità in questo Paese? Ma abbiamo o no un minimo di dignità in questo Paese?

Dobbiamo correre per fare che, per svendere o privatizzare.

Nel frattempo dopo aver negato per anni La Germania ammette: “Il nostro surplus di esportazioni danneggiano l’Eurozona”

E quindi? Dopo aver ascoltato il FMI e la Troika ammettere di aver sbagliato con le loro politiche suicide con i loro moltiplicatori fiscali e la loro austerità, ora abbiamo anche l’amissione tedesca ma non cambierà nulla perchè la nemesi andrà sino in fondo.

E ora una rapida occhiata a quello che sta accadendo in America senza perderci poi tanto tempo visto che per il terzo mese consecutivo si preannunciano dati dal mercato del lavoro terrificanti per un’economia in grande salute come quella americana…

Lavoro settore privato Usa +139.000 nuovi salariati a febbraio

Crescita inferiore alle previsioni dell’occupazione nel settore privato americano in febbraio, segno che i progressi del mercato del lavoro negli Stati Uniti proseguono solo lentamente. Il dato solleva qualche preoccupazione sul rapporto sull’occupazione relativo al mese scorso, atteso per venerdì. Secondo il rapporto mensile redatto da Macroeconomics Advisers e dall’agenzia che si occupa di preparare le buste paga Automatic Data Processing, in febbraio sono stati creati 139.000 posti di lavoro, meno dei 160.000 attesi dagli analisti.

Quello che non vi hanno detto è che in gennaio gli iniziali 175,000 sono stati rivisti al ribasso a soli 129.000!

E ancora…

In febbraio l’Ism servizi, l’indice che misura la performance del terziario negli Stati Uniti, si è attestato ribasso e a un livello inferiore alle previsioni degli analisti.L’indice di riferimento redatto dall’Institute for Supply Management è calato a 51,6 punti, dai 54 di gennaio. Gli analisti avevano previsto un ribasso a 53,5 punti.

(…) Guardando alle singole componenti, 8…)  quella dell’occupazione è crollata da 56,4 a 47,5 punti

Siccome a Voi piace avere una dimensione grafica per comprendere il crollo del sottoindice occupazionale etvoilà…

Un crollo come non si vedeva dai tempi del fallimento di Lehman Brothers.

Ovviamente da ormai tre mesi è tutto colpa della neve e del freddo, noi invece suggeriamo una variante…

a) colpa della suocera

b) colpa di una rondine che non riesce a fare primavera

c) colpa di Putin.

A proposito di Putin e dell’Ucraina interessante visione alternativa che vi aiuta ad uscire dall’ipnosi quotidiana nella quale vi immergono media e televisioni mainstream, mentre a Kiev fascisti e neonazisti si sono dati da fare per far avviare la rivoluzione …Kiev, ecco la telefonata choc che scredita il nuovo governo. Chi ha pagato i cecchini?

Ci penserà L’Europa a salvare l’Ucraina con i nostri soldi, sembra 11 miliardi di aiuti, veloci, veloci, come quelli che avrebbero salvato la Grecia se fossero arrivati veloci, veloci, senza essere rallentati dagli interessi delle banche tedesche.

Ucraina: prove dialogo KerryLavrov, occidente diviso su sanzioni

Ma ovviamente nessuno ha bisogno del gas russo, sono tutti indipendenti dalla Russia…

http://icebergfinanza.finanza.com/files/2014/03/Import+Dependency+on+Gazprom.png

State sintonizzati sarà una primavera molto ma molto calda, almeno il freddo e il gelo non saranno più una scusa per non affrontare la realtà!

« SOSTIENI L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta …Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando sul banner in cima al blog o sul lato destro della pagina. Semplicemente Grazie

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.5/10 (25 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +11 (from 15 votes)
RENZI: CORRI ITALIA CORRI..., 9.5 out of 10 based on 25 ratings
26 commenti Commenta
john_ludd
Scritto il 6 marzo 2014 at 11:29

La scorsa settimana ho iniziato un piccolo esperimento comportamentale. Ho inviato una mail a un gruppo di persone che conosco da molti anni… 30 persone circa dove scrivo le solite cose ma più soft che qui, tutte istruite a livello di laurea e post laurea, nessun sotto i 35 anni. Alcuni non rispondono, altri scrivono che sono un catastrofista rimandandomi a quanto scrive Repubblica o il Corriere, alcuni che comunque non ci possono fare nulla anche se fosse vero, alcuni che non mi vogliono più vedere e solo uno in maniera precisa e puntuale ne ha discusso con me. E’ l’unico che non vive in Italia e lavora per una banca di investimento a Londra dove “alcuni gruppi” fanno girare simulazioni e conoscono i numeri. Quindi se il mio campione è rappresentativo la tua retorica domanda se questo paese ha ancora un pò di dignità è mal posta e irrilevante ai fini pratici. Sorry.

carpif74
Scritto il 6 marzo 2014 at 11:40

Andra io non capisco una cosa: se con i dati che fanno schifo le borse continuano a salire quale sarà la miccia per innecsare la discesa che anhe tu prospetti? Grazie

reragno
Scritto il 6 marzo 2014 at 11:43

john_ludd@finanza,

Hai ragione un popolo di egoisti, vili, bugiardi e disonesti. La maggior parte ovviamente non tutti.
Io oggi giorno mi sogno la rivoluzione che mai non verrà……..e la mia frustrazione è tanta. Mi espongo ormai già tanto in prima persona, ma non vedo la scintilla che possa modificare lo status quo.
Oggi ho incontrato un cliente che vive e New York da 40 anni. La situazione negli States a livello occupazionale è peggio che in Europa e i sinfacati orami inesistenti. Pochi ultramiliardari protetti dalla lobbies e tantissimi poveri. Che tristezza……..

draziz
Scritto il 6 marzo 2014 at 11:45

john_ludd@finanza,

E’ ormai di pubblico (quale?) dominio il fatto che il cervello (inteso come capacità di ragionamento e deduzioni logiche) della maggior parte degli Italiani sia sprofondato dalla posizione sopra il tronco del corpo, utilizzata da madre natura da circa 4 milioni di anni, ad una più in basso e prossima a due rotondità che ne paiono cullare emisferi e circonvoluzioni.
Non si spiega altrimenti quello cui abbiamo assitito in questo Paese negli ultimi decenni…

will
Scritto il 6 marzo 2014 at 11:55

john_ludd@finanza,

Il tuo campione è sufficientemente rappresentativo.
La risposta più comune all’argomento sulla sostenibilità energetica e la disponibilità di risorse è: “Qualcosa di nuovo troveremo, come abbiamo sempre fatto”
Sono gli stessi che credono che in Ucraina il popolo abbia fatto la rivoluzione per la libertà e che noi dovremmo seguire il loro esempio: “Vedi? Loro sanno come si fa! Mica noi pecoroni!”
Stesso discorso sentito e risentito per la situazione in Egitto, in Siria e simili

icebergfinanza
Scritto il 6 marzo 2014 at 11:57

draziz@finanza,

john_ludd@finanza,

reragno@finanzaonline,

E’ nella natura intrinseca della storia del popolo italiano quello di avere al proprio interno dei mercenari e rinnegati, gente che coltiva solo i propri interessi, gente che ti sparerebbe alle spalle per quattro spiccioli, come dimostra la storia.

C’è sempre qualche idiota pronto a cercare di dimostrarti che questa non è una crisi antropologica, ma d’altronde hanno subito e stanno subendo il lavaggio del cervello nelle università, nella politica e talvolta anche in quel che resta della famiglia…con il cervello collegato al mondo tecnologico.

Per fortuna esiste anche l’altra faccia della medaglia, ma quella ormai da tempo non è all’altezza della sua migliore esperienza!

luigiza
Scritto il 6 marzo 2014 at 12:15

Gente mettiamoci l’anima in pace e diamo credito alla antropologa Amalia Signorelli. Renzi é:

Un cretino vestito da bambino

[email protected]
Scritto il 6 marzo 2014 at 15:41

…non cambierà nulla perchè la nemesi andrà sino in fondo!
Andrea, credi che un punto di rottura prima o poi non ci sarà? :roll:
OSS

tazmin
Scritto il 6 marzo 2014 at 15:43

ciao a tutti! concordo con chi dice che siamo sine ulla spe… non perchè non sappiamo fare, anzi… ma perchè oramai si concretizzata, cristallizzata una cialtroneria cronica che attanaglia e demotiva chiunque voglia provare a fare qualcosa.. in ogni momento, in una posizione ovviamente apicale, ci sarà un creti.. o stro..o che impedirà un qualsivoglia cambiamento… non solo “x suo merito”, ma anche e soprattutto perchè la maggioranza è cosi, fa la furba, ognuno è il più furbo.. ognuno pensa a se stesso, al max alla propria famiglia, non si ha nessuna visione collegiale delle cose e o dei rimedi ai problemi, è solo una sfrenata corsa all’individualismo più bieco.. e il rimedio a tutto ciò si avrà colo con l’educazione, e ci vorranno anni per invertire il trend :-(

carpif74
Scritto il 6 marzo 2014 at 15:45

Grazie per la risposta! :( :roll:

kry
Scritto il 6 marzo 2014 at 16:40

icebergfinanza,

***C’è sempre qualche idiota pronto a cercare di dimostrarti che questa non è una crisi antropologica, ma d’altronde hanno subito e stanno subendo il lavaggio del cervello nelle università, nella politica e talvolta anche in quel che resta della famiglia…con il cervello collegato al mondo tecnologico.**** In questi giorni mi è capitato di assistere in un negozio ai capricci di una bambina di colore di circa 2 anni che voleva a tutti i costi delle bolle da 0,50€ e che aveva già a casa. Dire che tutto il mondo è paese e che alla fine tutte le persone sono uguali è certamente banale ma questa bimba non va all’università, non segue la politica non usa tecnologia ha una famiglia che non penso la vizi ( infatti le bolle non gli sono state comprate ) eppure sin da piccoli si è influenzati dal voler avere. La scena mi ha fatto molto riflettere sullo stato di manipolazione a cui siamo soggetti quotidianamente e in maniera inconsapevole al punto che tra poco daremo la colpa all’aria che respiriamo.

john_ludd
Scritto il 6 marzo 2014 at 16:50

carpif74@finanzaonline,

il fallimento dell’Abenomomics prossimo venturo e la fine del carry trade da 100 miliardi/mese. Cazzo può fare Draghi contro decine di miliardi di yen contro euro + la leva. Si è voluto la deregulascion ? Bene allora BUM !

alessandroecristina
Scritto il 6 marzo 2014 at 18:48

john_ludd@finanza,

stessa cosa fatta 5 anni fa con modalità quasi identiche con risultati ancor + devastanti… :cry:

stanziale
Scritto il 6 marzo 2014 at 21:21

icebergfinanza,

E’ a tal punto il lavaggio del cervello, vedere appunto anche i fatti dell’Ucraina che ormai, dopo oltre 30 anni di ordoliberismo , se si discute con una normale persona in una strada, rischiamo di venire aggrediti. Rubo la frase a 48 (orizzonte 48), sono “posseduti”, come nei migliori film sugli alieni .

signor pomata
Scritto il 6 marzo 2014 at 21:43

Caro andrea credo che sto cazzo di euro per adesso non scenderà, e gia pregusto la discesa degli ordini e nuova disoccupazione…….vedremo le stelle?

zer
Scritto il 6 marzo 2014 at 21:57

su quello che succede non c’è nulla distrano, gente sottoposto al lavaggio del cervello da 40 anni da parte di comunisti e preti… non abituati a votare sui risultati ma sulla fede, che guardano trasmissioni televisive che obnubilano il cervello, che sono ignoranti benchè laureati non hannola capaità criticadi informarsi, che si nascondono dietro la loro bandiera..questa è l’ italia oggi, governati da un borioso fiorentino che gioca a fare l’arlecchino…Gianni :twisted::twisted::twisted:

sd
Scritto il 6 marzo 2014 at 23:11

Buona sera

Probabilmente è inutile prenderserla con la natura umana, che nel caso vi interessi conoscerlo è semplicemente un essere vivente bipede con un grosso cervello, che con alte probabiltà in un prossimo futuro (misurato in termini reali e non soggettivi) sarà destinato a non lasciar traccia su questo pianeta.

E in atto una GUERRA di 3° tipo, l’Impero che ci ha governato stà morendo, è solo questione di tempo non è nè la prima nè l’ultima vola che accade…..potrebbe essere anche peggiore di così.

SD

veleno50
Scritto il 6 marzo 2014 at 23:28

Gennaio +3,5% di entrate fiscali aumenta anche il gettito iva. le entrate fiscali hanno poco significato prendendo riferimento solo un mese, però aumento gettito iva è interessante se prosegue nei mesi a venire.

kry
Scritto il 6 marzo 2014 at 23:54

sd@finanza,

…..potrebbe essere anche peggiore di così. http://ugobardi.blogspot.it/2014/03/picco-del-cibo-il-drammatico-declino.html#comment-form Ciao e buona fortuna.

kry
Scritto il 7 marzo 2014 at 00:02

veleno50@finanza,

se prosegue nei mesi a venire. Finiremo tutti i risparmi ed evitiamo cosi di parlare di tassazione delle rendite finanziarie.

alessandroecristina
Scritto il 7 marzo 2014 at 07:40

veleno50@finanza,

c’è la ripresa… :roll:

veleno50
Scritto il 7 marzo 2014 at 08:26

kry@finanza,

alessandroecristina@finanza,

Dal giornale filo STALINIANO(il sole 24 ore) ho letto la notizia, non ho parlato di ripresa.comunque ,remate, remate,remate.

kry
Scritto il 7 marzo 2014 at 08:39

veleno50@finanza,

Dai sopportami e permettimi di dirti che non spendo soldi per carta di giornale. http://www.rischiocalcolato.it/2014/03/il-fisco-fa-il-pieno-a-gennaio-entrate-a-35-iva-a-64.html Comunque nemmeno io ho parlato di ripresa. Ciao e buona giornata.

kry
Scritto il 7 marzo 2014 at 08:46

john_ludd@finanza,

alessandroecristina@finanza,

alessandroecristina@finanza,

Invece di mail io posso portare dati oggettivi. 15 giorni fa riunione di un associazione per figli con disabilità ( 200 iscritti) 8 presenze di cui 3 componenti del direttivo. Ieri sera riunione associazione genitori scuola primaria ( 220 bambini ) 9 presenze con 4 componenti del direttivo. Veramente non so più cosa pensare oltre a non essere ottimista di mio.

kry
Scritto il 7 marzo 2014 at 09:34

veleno50@finanza,

Preferisco leggere questo http://ugobardi.blogspot.it/2014_03_01_archive.html Buona lettura. Ciao.

gnutim
Scritto il 7 marzo 2014 at 16:06

ragazzi ci pikkieremo un pò con sti commenti, ma quanti siamo diventati?

non avete notato che siamo molti di più a commentare i post del Capitano?

Uè Capitano te ne sei accorto vero?

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Enrico Malverti ed Andrea Unger, moderati da Ascanio L. Strinati, discuteranno di sistemi automatici
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2012 (range 12299/17158) [uscita
Gli imperdibili di febbraio Gli eventi culturali, fieristici e musicali di più alto livello
  In questi ultimi mesi abbiamo avuto un assaggio di quello che succede quando una bolla azionaria
Il rimbalzo dei mercati di ieri è sicuramente importante per il morale degli investitori. Ma co
Il rimbalzo dei mercati di ieri è sicuramente importante per il morale degli investitori. Ma co
L’imprenditore inglese James Green ha lanciato una produzione di whiskey che porta il marchio Lehm
12,3% Il valore dell’incremento di investimenti pubblici e privati in Irlanda nel 2015. La
In questi giorni ho ricevuto una mail nella quale uno dei nostri compagni di viaggio mi comunica
Il rimbalzo delle borse europee era nell'aria, i livelli raggiunti da molte azioni erano eccessiva