FAREMO TUTTO IL NECESSARIO !

Scritto il alle 09:45 da icebergfinanza

Come ci ha segnalato il nostro Paolo sempre più governatori incominciano ad agitarsi per la crescita americana, mentre qualche anima ingenua sogna mille luci in fondo al tunnel…

From Kocherlakota’s Speech today:

Doing whatever it takes in the next few years will mean something different. It will mean that the FOMC is willing to continue to use the unconventional monetary policy tools that it has employed in the past few years. Indeed, it will mean that the FOMC is willing to use any of its congressionally authorized tools to achieve the goal of higher employment, no matter how unconventional those tools might be.

In sintesi la Fede deve fare qualunque cosa per sostenere la crescita e come dice Tyler, lo ha rimarcato ben sette volte …qualunque cosa! Ma interessante è che il governatore della Fed di Minneapolis sottolinea che serve … qualcosa di diverso, fare tutto il necessario nei prossimi anni, significherà fare qualcosa di diverso!

Qui sono terrorizzati dalla deflazione e pensare che lo scorso anno in maggio ha dichiarato … L’andamento dei prezzi ci dice che l’economia statunitense è più vicina di quello che generalmente si pensa alla piena occupazione. Lo ha dichiarato Narayana Kocherlakota, il presidente Federal Reserve di Minneapolis. “La dinamica inflattiva –ha detto Kocherlakota nel corso di un intervento- ci dice che probabilmente il mercato del lavoro non è lontano dalla condizione di piena occupazione”. Secondo Kocherlakota è tempo che la Banca (Santiago: BANCA.SNnotizie) centrale statunitense abbandoni le politiche ultra-espansive degli ultimi anni. “Come ho già detto in passato, le politiche della Fed dovrebbero tener conto di questi segnali”.

Roba da matti, questi strambano che è una meraviglia, ma di cosa hanno paura oggi, cosa non ci stanno dicendo, chiedendo insistentemente più QEinfinity? Quasi tre anni fa, abbiamo notato la strana arroganza-piena fiducia di Ben Bernanke della sua capacità di “uscita” dalle politiche monetarie estreme sperimentali:

“Quale è il grado di fiducia nella vostra capacità di controllare tutto questo?” Bernanke: Il cento per cento.

 

Bernanke ha sempre sostenuto che la Fed aveva tutto sotto controllo, che l’uscita dal QEinfinity era un gioco da ragazzi ma Dundley ha ricordato a tutti che pur essendo fattibile un’uscita, bisognerebbe essere un pò più umili su quello che la Fed non conosce e loro non sanno quello che capiterà a livello macro negli ultimi mesi dell’anno, ciò che diventerà evidente nei primi mesi del prossimo anno.

 

Doing whatever it takes in the next few years will mean something different. It will mean that the FOMC is willing to continue to use the unconventional monetary policy tools that it has employed in the past few years. Indeed, it will mean that the FOMC is willing to use any of its congressionally authorized tools to achieve the goal of higher employment, no matter how unconventional those tools might be.Moreover, doing whatever it takes will mean keeping a historically unusual amount of monetary stimulus in place—and possibly providing more stimulus—even as: Interest rates remain near historic lows. Economic growth rises above historical averages. Per capita employment begins to rise appreciably.

Ma mi aspetto che i vantaggi, in termini di aumento dell’occupazione, saranno significativi.

Roba da matti e questi sono li a discutere se alzare o no il tetto del debito, il tetto della demenza made in USA!

In sintesi vi spiego per quale motivo avete a che fare con degli uomini qualunque, ognuno di Voi potrebbe fare il governatore di una banca centrale, qui serve neuroeconomia altro che macroeconomia…

Recentemente Esther George della Fed di Kansas City … “passi impegnativi erano stati fatti per iniziare a preparare i mercati ad un adeguamento del ritmo di acquisto di asset. La decisione di questa settimana da parte della Fed di non ridurre l’ acquisto di bond ha sorpreso molti e deluso alcuni, come me “.

Ma l’altra faccia della medaglia, ovvero Bullard della Fed di St. Louis ci segnala … “Sono un po ‘costernato per  quello che i mercati stanno dicendo, che sono sorpresi da questo. Avevamo detto che se l’economia migliorava avremo ridotto il ritmo degli acquisti ma il realtà non è accaduto, quindi non capisco la sorpresa in sintesi…

Non sanno neanche loro quello che vogliono!

Inoltre come ci ha segnalato il nostro Raffaele Bank Of England Experiencing Technical Difficulties  ve le immaginate le leggendarie ed inaffondabili banche centrali con qualche problemuccio tecnico proprio nel momento decisivo?

Nel frattempo il Pending Home Index quello che segnala le prospettive future per il mercato immobiliare…Compromessi case esistenti -1,6%, terzo calo mensile di fila

In agosto i compromessi sulle case esistenti degli Stati Uniti sono calati per il terzo mese consecutivo. Il timore è che l’aumento dei tassi di interesse dei mutui possa fare perdere ancora slancio al settore. Benedetto Machiavelli ma chi l’avrebbe mai detto!

 Il resto è semolino riscaldato della politica italiana, salgo al Colle, scendo dal Colle e via dicendo, tra un talk show e l’altro con contorni di partite di calcio, buon fine settimana a tutti e non dimenticatevi di rileggere Machiavelli!

In attesa che l’Italia fallisca in autunno come suggerivano maghi e druidi vari e che qualcuno torni ad urlare di gettare nell’immondizia titoli di stato, calma e sangue freddo, ormai avete l’esperienza che serve per gestire ogni momento.

Mentre il credit crunch in Europa si amplifica crediti al settore privato meno 2 % ad agosto, e meno 3.8 alle imprese … faremo qualunque cosa per preservare la stabilità dell’euro e credeteci sarà abbastanza, certo una politica accomodante per tanti e tanti anni ancora! 

Nel frattempo con un piccolo sforzo non perdetevi ” Machiavelli, sbarca in America la nuova terra promessa”  per tutti coloro che hanno contribuito o vogliono liberamente contribuire al nostro viaggio.

« SOSTIENI L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta …Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando sul banner in cima al blog o sul lato destro della pagina. Semplicemente Grazie!

Inoltre Vi aspettiamo tutti per la nuova avventura su   METEOECONOMY  per condividere insieme nuove informazioni e analisi non solo economico/finanziarie attraverso la tempesta perfetta.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.6/10 (17 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +11 (from 11 votes)
FAREMO TUTTO IL NECESSARIO !, 9.6 out of 10 based on 17 ratings
6 commenti Commenta
mirrortrader
Scritto il 27 settembre 2013 at 16:15

Buongiorno, che succede allo spread? a Monti gli verra un colpo?

dorf001
Scritto il 27 settembre 2013 at 17:45

mirrortrader@finanza,

spread, monti, colpo?

MAGARI!!!!!!!!!!!!!!

chad
Scritto il 27 settembre 2013 at 18:32

Fiscal Compact… quello si che è un problema…dove li troveremo tutti quei soldi per 20 anni?

dorf001
Scritto il 28 settembre 2013 at 18:30

chad@finanza,

hei chad. fiscal compact più il MES. i soldi dove li trovi? chiedi a quegli imbecilli del PD che tutti contenti hanno votato queste mega porcate. insieme al pdl e a tutti i cazzoni di boconiani. monti in testa. tanto x capirci qualcosa. qui : http://www.byoblu.com/post/2012/12/10/il-fiscal-compact-trucchi-imbrogli-arbitri-e-illegalita.aspx

eppoi lo sai chi è mario monti? no? vedi qua : http://www.youtube.com/watch?v=JCmTsHxIank

by DORF

stanziale
Scritto il 28 settembre 2013 at 21:35

Un grande post che fa le pulci alla Finlandia, fratellini dei tedeschi
http://orizzonte48.blogspot.it/2013/09/la-solidarieta-di-babbo-natal.html

chad
Scritto il 30 settembre 2013 at 12:58

dorf001@finanza,

Hai ragione, ma alla fine siamo sempre e solo noi cittadini a pagare

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Stoxx Giornaliero Buona domenica, anche questa volta lo Stoxx ce l’ha fatta, alla fine di u
Analisi Tecnica Rottura di forza della resistenza a 22300 con long black ma, subito la reazione d
Finora si è sempre speculato su quello che potrebbe accadere. Ma adesso le cose cambiano. Si pa
Tornando ai principi fondamentali, che possono schiarire le idee in momenti di difficile di interpre
Recentemente vi abbiamo proposto la bolla del secolo, si quella sulle obbligazioni sovrane, la c
Partenza positiva per le piazze finanziarie europee stamattina. Dopo la brusca flessione di ieri, gl
Loro fanno finta di nulla, nessuno problema, continuano ad introdurre gas soporifero in Europa,
Con la pubblicazione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 4 settembre 2017, n. 150
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us