STATO DI MASSIMA ALLERTA…UN TAPERING TIRA L’ALTRO!

Scritto il alle 11:38 da icebergfinanza

Come ho scritto la scorsa settimana riportando l’affascinante dinamica dei tassi ipotecari americani  …

Quel che è certo, almeno per il momento, è che per la Fed il mercato del lavoro resta nel complesso “debole”e nel Fomc  non è passato inosservato il recente rialzo dei tassi dui mutui, cosa che potrebbe minare la ripresa dell’economia. Anche in questo caso però c’è chi ha sostenuto il contrario dicendo che il settore immobiliare è “resistente” a tali movimenti…

Detto,  fatto! La resistenza del settore immobiliare si è rivelata in maniera indiscutibile…

In luglio le vendite di case nuove negli Stati Uniti sono calate più delle previsioni e ai minimi in nove mesi, fatto che alimenta il timore che un aumento dei tassi di interesse dei mutui possa rallentare la ripresa del mercato immobiliare. Secondo quanto riportato dal dipartimento del Commercio americano, il dato è calato del 13,4%, a 394.000 unità, il minimo dallo scorso ottobre e molto al di sotto delle 490.000 unità attese dagli analisti. In giugno il dato aveva segnato un aumento a 455.000 unità (dato rivisto al ribasso rispetto alle 497.000 della prima stima).Nonostante il brusco calo, su base annuale il dato èancora in rialzo del 6,8% rispetto a luglio 2012. Le case nuove disponibili per la vendita erano 171.000 e servirebbero 5,2 mesi per esaurirle completamente. In lieve calo (-0,5%) il prezzo mediano delle case nuove, sceso a 257.200 dollari.America 24

Inoltre ho aggiunto, prima dell’uscita dei dati relativi alle vendite di case esistenti …  in giornata alcune sorprese positive per quello che valgono, dal vicino ad un nuovo punto di rottura …

Ed in effetti … Usa:vendite case esistenti luglio +6,5%

Ma come i lettori di Icebergfinanza ben sanno vi è una differenza sostanziale tra le vendite di case nuove o esistenti, mentre la vendita delle nuove abitazioni viene registrata alla firma del contratto preliminare, quella relativa alle abitazioni esistenti viene registrata al rogito, alla chiusura dell’operazione immobiliare.

Quindi in molti hanno accelerato l’acquisto per ottenere tassi fissi favorevoli e altri hanno rimandato l’acquisto in attesa di tempi migliori. Ricordo solo che il calo delle vendite di case nuove è il maggiore dal maggio del 2010 e che per quelle esistenti c’è da aspettarsi una flessione a partire dal prossimo mese.

A noi non interessano le revisioni dei mesi precedenti, tanto in un’economia di revisione come quella americana ci siamo abituati, ma la revisione al ribasso del mese precedente passata da 497.000 unità a 455.000 per poi scendere ulteriormente a 394.000 ovvero una variazione negativa di oltre il 20 % una variazione importante.

Non ci voleva chissà quale scienza per comprendere che un passaggio dei tassi sui mutui trentennali in media dal 3,42 % al 4,39 % in soli otto mesi avrebbe prodotto insicurezza e un temporaneo declino delle vendite e soprattutto dei prezzi, ma quando il gregge si muove, i lupi sono in agguato.

Niente di preoccupante sia ben chiaro, ma questo suggerisce che la ripresa del mercato immobiliare non era cosi forte come si pensava e per il mercato del lavoro come sarà?

Ora basterebbe un pò di buon senso, senza l’eccessiva enfatizzazione delle oche giulive che popolano le analisi del mercato del lavoro, analisi che ignorano questa tabella Table A-15. Alternative measures of labor underutilization che ultimamente invece la Fed sembra tenere in seria considerazione. Miracolo!

Nessuna sorpresa per noi i dati in nostro possesso raccontano un’altra storia rispetto a quella ufficiale, ma vi lascio al post dell’amico Dream Gallup: la disoccupazione USA ad agosto…sta aumentando!  e a quelli di Mike …Outlook for Jobs and Confidence in Economy Sink  ma soprattutto Gallup Unemployment Rate Spikes from 7.9% on Aug 1 to 8.9% on August 20! Sampling Error or Seasonal Effect? dove si dimostra che gli effetti stagionali sono solo illusioni estive e che se il dato Gallup è testimone di una tendenza nei prossimi mesi vedremo un sensibile ridimensionamento dei dati ufficiali, sempre che nel cassetto del BLS qualcuno non stia usando le armi di distruzione di massa …per arrivare ad una nuova guerra, sostenendo così l’occupazione come suggeriscono premi Nobel vari.

Ma questo ovviamente è un discorso tratto da uno dei soliti gomblotti, come tanto amano evidenziare i media allineati alla versione ufficiale, leggenda del gomblotto che si usa per screditare chi a sua volta non è allineato al pensiero unico, ma per questo c’è sempre tempo di ricredersi tra un cruise e un tomahawk, soprattutto se in Siria non c’è petrolio, ma l’innesco serve per esportare democrazia in altri paesi dopo averli foraggiati per anni.

Comunque tornando a noi a questo indirizzo Historical revision data, 1979 to current potete divertirvi ad individuare le tendenze estive del mercato del lavoro con revisioni annesse, senza dimenticare che spesso e volentieri migliaia di insegnanti che tornano al lavoro, cambiano le dinamiche di agosto e settembre, ricordando inoltre che nel 2006, l’anno prima dell’ultima recessione, nel terzo trimestre si ebbe una revisione negativa di quasi 500.000 posti di lavoro, ma questa è un’altra storia, la verità sarà figlia del tempo nei primi mesi del prossimo anno.

Tornando al magico tapering volante e alle continue discussioni che gravitano intorno… Roma, 24 ago. (TMNews) – Le principali banche centrali al mondo hanno aiutato le rispettive economie con misure straordinarie di stimolo e in questo momento non possono permettersi di tirare i remi in barca. Lo ha detto il numero uno del Fondo monetario internazionale, Christine Lagarde, parlando ieri nel pomeriggio americano, la tarda serata italiana, dal summit in corso a Jackson Hole, Wyoming, e che riunisce il gotha della finanza mondiale.  Lagarde ha spiegato che politiche monetarie accomodanti come quelle ancora in atto della banca centrale americano “sono ancora necessarie ovunque” esse siano in corso. “Non suggerisco una corsa verso un’exit” strategy, ha dichiarato spiegando che in Europa “c’è ancora molto di cui beneficiare” da misure monetarie non convenzionali. (…) il presidente della Fed di San Francisco John Williams aveva sostenuto che tutto porta a pensare che l’inizio del “tapering” avverà entro fine anno. Poco prima il presidente della Fed di Atlanta, Dennis Lockhart, aveva spiegato che un taglio al quantitative easing dovrebbe iniziare a settembre, come ampiamente atteso dal mercato. Il presidente della Fed di St. Louis, James Bullard, aveva invece detto che non c’è alcuna fretta nel rallentare le misure di stimolo.

Tanti due di picche intrisi di ottimismo istituzionale, ma noi sappiamo dove è nascosto l’asso. Continuous Fed coverage from Jackson Hole

Mi raccomando rileggetevi L’ULTIMO TRENO! scritto nel 2009 ma sempre attualissimo!

…La conoscenza anche quando si avvicina alla verità, non porta sempre ad azioni adeguate, perchè se non facciamo attenzione, tendiamo sempre a dimenticare ciò che conosciamo oppure scordiamo come elaborarlo in modo corretto… (N.Taleb)

Jackson Hole Presenter Warns: “Bottom Could Fall Zero Hedge e ancora Perché i banchieri centrali sono maestri di retorica aspettando mille tappeti volanti.

Nel frattempo in Germania, il gatto Schauble e la volpe Weidmann, incominciano a fremere per un rialzo dei tassi, l’ennesimo frutto del campo dei miracoli, nascosto nelle paranoie di Weimar.

Rendimenti, oro e valute hanno sempre risposto presente agli ultimi dati macroeconomici!

Concludendo come ha scritto Machiavelli … Luglio, col bene che ti voglio vedrai non finirà. (…) amore mi dicevi: “luglio ci porterà fortuna” poi non ti ho vista più…
Qualunque sia la rotta che Agosto proporrà, non bisogna dimenticare che si tratta di un mese con scarsa liquidità e volumi, dove la tendenza può essere amplificata in qualunque direzione… buona riva del fiume a tutti!

In agosto in effetti si è saliti per le scale e si è scesi con l’ascensore, ora si riprova tra una guerra e l’altra, presunta o reale che sia, ma molto dipenderà dall’America e dalle notizie macroeconomiche, bad news, good news. Le vicende politiche italiane ormai fanno parte del gossip quotidiano, bellamente ignorate dai mercati che credono sono al pilota automatico almeno sino a quando … ma questa è un’altra storia e ne riparleremo nei prossimi giorni.

Come ho già scritto abbiamo rivisto le mailing list rivedendo anche il sistema di invio dei manoscritti, ma i disguidi sono sempre all’ordine del giorno per qualsiasi problema fatecelo sapere.

Il nostro Machiavelli è di nuovo con noi, con la sua nuova visione in “Luglio con il bene che ti voglio…”, per tutti coloro che hanno contribuito o vogliono liberamente contribuire al nostro viaggio.

« SOSTIENI L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta …Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando sul banner in cima al blog o sul lato destro della pagina. Semplicemente Grazie!

Inoltre Vi aspettiamo tutti per la nuova avventura su   METEOECONOMY  per condividere insieme nuove informazioni e analisi non solo economico/finanziarie attraverso la tempesta perfetta.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 8.7/10 (20 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +9 (from 13 votes)
STATO DI MASSIMA ALLERTA...UN TAPERING TIRA L'ALTRO!, 8.7 out of 10 based on 20 ratings
10 commenti Commenta
stanziale
Scritto il 26 agosto 2013 at 12:03

Io credo che il tapering sia una colossale balla, fatta poi dagli americani che sono alla testa del colossale schema Ponzi! infatti gli interessi annui da pagare, per reggere il sistema finanziario e bancario mondiale, assommano ad oltre 100000 miliardi di dollari, con i pil nazionali che sono di soli 70000 miliardi. La cosa e’ palesemente insostenibile, prima o poi si andra’ incontro ad una mega svalutazione generale, o reset delle valute, chiamamola come si vuole. Il problema e’ capire quando. Quando?

stanziale
Scritto il 26 agosto 2013 at 12:22

stanziale@finanza,
Ovviamente il piu’ tardi possibile. Prima vorrei andare in pensione!

icebergfinanza
Scritto il 26 agosto 2013 at 14:41

Tip tap tip taperiiiiing Usa: nuovi ordini beni durevoli luglio -7,3%
26 Agosto 2013 – 14:33

(ASCA) – Roma, 26 ago – Brusco calo dei nuovi ordini di beni durevoli negli Usa. Secondo di dati del dipartimento del Commercio statunitense, a luglio, gli ordini sono scesi del 7,3%, ben piu’ di quanto atteso dagli analsiti che avevano stimato un ribasso del 4%. Sul risultato ha pesato il settore trasporti. Escludendo tale comparto infatti, gli ordinativi, a luglio, hanno mostrato un calo dello 0,6%. sen/

dorf001
Scritto il 26 agosto 2013 at 19:07

ho trovato un documento esplosivo su larry summers. conoscete sto sant’uomo giusto?

LARRY SUMMERS : IL MEMO SEGRETO DI “END-GAME”

DI GREG PALAST
dissidentvoice.org

Quando un uccellino ha lasciato cadere il promemoria di “End Game “ sul mio davanzale non riuscivo a credere a quello che c’era scritto tanto era esplosivo, nauseante e dannatamente malvagio .

Quel Memo confermava anche la più stramba delle fantasie complottistiche : alla fine degli anni ‘90, alti funzionari del Tesoro americano segretamente cospirarono con una piccola cricca di banchieri per fare a pezzi tutte le regolamentazioni finanziarie del pianeta. Quando vediamo il 26,3% di disoccupazione in Spagna, vediamo la disperazione e la fame della Grecia, gli scontri in Indonesia e vediamo Detroit in bancarotta, dobbiamo tornare indietro col pensiero fino a risalire a questo “ End Game”: Genesi di sangue e lacrime.

per chi sà l’inglese c’è un bel documento. leggere qui : dipartimento del tesoro. http://www.gregpalast.com//vulturespicnic/pages/filecabinet/chapter12/Geithner_Summers%20Memo.pdf

Il memo è autentico

Per avere questa conferma, avrei dovuto volare a Ginevra e simulare un incontro con il Segretario Generale dell’Organizzazione Mondiale del Commercio, Pascal Lamy. L’ho fatto e Lamy, il Generalissimo della globalizzazione, mi ha detto che l’OMC non è stata creata da loschi individui delle multinazionali che volevano armare complotti segreti contro il popolo …. “Noi non siamo quelli che fumano sigari mentre negoziano con ricchi banchieri pazzi.”

Poi gli ho mostrato il memo

Si comincia con, Timothy Geithner, il leccapiedi di Summers che sta ricordando al suo capo che deve chiamare i più potenti amministratori delegati del pianeta e convincerli a ordinare ai loro lobbysti di serrare i ranghi:

Dato che stiamo cominciando a giocare con “ End- Game” la-partita dei negoziati dell’OMC per i servizi finanziari, credo che sia una buona idea prendere nota dei contatti diretti degli amministratori delegati ….

Per evitare a Summers di chiederli al suo ufficio Geithner ha elencato i numeri di telefono personali dei CEO (che, secondo la legge degli Stati Uniti, dovrebbero essere pubblici). Eccoli:

Goldman Sachs: John Corzine (212) 902-8281
Merrill Lynch: David Kamanski (212) 449-6868
Bank of America, David Coulter (415) 622-2255
Citibank: John Reed (212) 559-2732
Chase Manhattan: Walter Shipley 212) 270-1380

Lamy aveva ragione: non fumano sigari. Andiamo avanti e chiamiamoli. Ho chiamato, e sono abbastanza sicuro di aver sentito un allegro e caloroso “ciao” da Reed- che è rimasto allegro solo fino a quando ha scoperto che non ero Larry Summers. (Nota:.. Gli altri numeri chiamati hanno riattaccato subito, invece Corzine non può essere raggiunto perché sotto processo penale)

Ma non è la piccola cricca di confabulatori che dice Summers e nemmeno i bankster preoccupare tanto, ma è L’orrore che è nello scopo stesso di “END GAME”.

Mi spiego meglio: il tutto è qui : http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=12234

DORF

[email protected]
Scritto il 27 agosto 2013 at 08:05

Caro capitano, ma hanno ragione secondo te i “complottisti” o no?

giobbe8871
Scritto il 27 agosto 2013 at 14:39

volete una scusa per far scendere le borse ( DJe SP500 + DAX ) del 20% ?

Siria ! :mrgreen: :wink:

giobbe8871
Scritto il 27 agosto 2013 at 14:41

e tutto sto casino è strumentale al petrolio dell’IRAN :mrgreen: :wink:

batti un colpo John Ludd . :wink:

a noi occidentali serve serve il petrolio….. :cry::cry:

dorf001
Scritto il 27 agosto 2013 at 18:57

come si fà a fermare quei pazzi criminali di americani? sono solo capaci di inventarsi bugie mega galattiche su qualsiasi tema. sia sull’economia -denaro, sia sulle finte armi chimiche del finto nemico, per cosi’ poterlo massacrare, e portare la loro democrazia di merda bombe capitalistiche in tutto il mondo. e chi non la vuole, giù bombe. ma come fanno tutti i governi di mezzo mondo e di tutta europa compreso il nostro governo di fasulli incompetenti a credere a tutte le loro falsità? è una cosa che mi fa impazzire. neache un ragazzo di 3 media ormai ci casca più. o no?

DI DIEGO FUSARO
lospiffero.com

L’opera di demonizzazione preventiva è sempre la stessa. La si ritrova, ugualmente modulata, su tutti i quotidiani e in tutte le trasmissioni televisive, di destra come di sinistra. In quanto totalitario, il sistema della manipolazione organizzata e dell’industria culturale occupa integralmente la destra, il centro e la sinistra. Il messaggio dev’essere uno solo, indiscutibile. Armi chimiche, armi di distruzione di massa, violazione dei diritti umani: con queste accuse, la Siria è oggi presentata mediaticamente come l’inferno in terra; per questa via, si prepara ideologicamente l’opinione pubblica alla necessità del bombardamento, naturalmente in nome dei diritti umani e della democrazia (la solita foglia di fico per occultare la natura imperialistica delle aggressioni statunitensi).

Alla demonizzazione preventiva come preambolo del “bombardamento etico” siamo abituati fin dall’inizio di questa “quarta guerra mondiale” (cfr. C. Preve, La quarta guerra mondiale, All’insegna del Veltro, Parma 2008). Successiva ai due conflitti mondiali e alla “guerra fredda”, la presente guerra mondiale si è aperta nel 1989 ed è di ordine geopolitico e culturale: è condotta dalla “monarchia universale” – uso quest’espressione, che è di Kant, per etichettare la forza uscita vincitrice dalla guerra fredda – contro the rest of the world, contro tutti i popoli e le nazioni che non siano disposti a sottomettersi al suo dominio.

Iraq 1991, Jugoslavia 1999, Afghanistan 2001, Iraq 2004, Libia 2011: queste le principali fasi della nuova guerra mondiale come folle progetto di sottomissione dell’intero pianeta alla potenza militare, culturale ed economica della monarchia universale.

La Siria è il prossimo obiettivo.

qui il tutto : http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=12237

DORF

tirlusa
Scritto il 27 agosto 2013 at 21:12

A proposito di tapering, gli effetti sulle valute dei paesi emergenti sono devastanti, real, rand e lira turca hanno perso due cifre percentuali per un semplice annuncio. Mi chiedo che succederà alle loro bilance commerciali………..è un mondo casinò globale…..stamperia fed e disordini in tutto il globo, prezzo delle commodities, valute degli emergenti, assets dei piigs……..tutto è estremamente volatile e non ancorato ai fondamentali……..cosi si rischia un big bang!

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
PREVISIONE Ancora una volta l'Euro Dollaro è stato preciso, pur con l'incertezza previ
Piazza Affari è sopravvissuta alla calda settimana di Ferragosto appoggiandosi ai supporti collocat
Analisi Tecnica Come vi dicevo e .... "tutto il contrario di tutto".... Ecco far un harami rialzis
T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. yy)[Base
T-1 [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 [3-5 Giorni] (h. yy)[Base Dati: 15 minuti]
Velocità T-1 / T / T+1 / T+2[Base Dati: 15 minuti] Velocità T-1 / T / T+1 / T+2[Base Dati:
La scorsa settimana alla fine di uno dei miei post ho scritto... A proposito di dollaro e delle
Stoxx Giornaliero   Buongiorno, la settimana di ferragosto ha lasciato tutto invariat
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us