DEUTSCHE BANK …IS BACK!

Scritto il alle 09:56 da icebergfinanza

 

Mentre capitali immaginari provenienti dalla voragine con la banca intorno inondano quello che resta dell’inter, in America si svegliano anche gli analisti di JPMorgan e tra una bella addormentata e l’altra in molti tornano ad occuparsi dei derivati della banca tedesca…

Deutsche Bank Needs Capital Amid Higher Leverage, JPMorgan Sa

Deutsche Bank AG (DBK) may face a capital shortfall of 12.3 billion euros ($16 billion) under a proposal on leverage by the Basel Committee on Banking Supervision, according to JPMorgan Chase & Co.

 

The Basel proposal, which is designed to include assets that are off banks’ books, would lead to a 33 percent average increase in the balance sheet among the global investment banks tracked by JPMorgan, analysts led by Kian Abouhossein in London wrote in a report to clients today.

Deutsche Bank “needs to raise capital in our view” or reduce assets by 409 billion euros to reach the 3 percent leverage ratio target set by Basel, the analysts said.

Ormai è un balletto di cifre senza ritegno, secondo me, secondo lui, secondo Basilea, mentre qualche mese fa l’agenzia di rating Egan Jones parlava di 100 miliardi circa.

Un deficit patrimoniale di circa 12,3 miliardi di euro secondo JPMorgan, più o meno gli stessi 12 miliardi di perdite sui derivati che Deutsche Bank ha nascosto durante la grande crisi secondo l’accusa di ex dipendenti funzionari.o

Deutsche Bank “ha bisogno di raccogliere nuovi capitali a nostro avviso” o di ridurre il patrimonio corrispondente a 409 miliardi di euro per raggiungere l’obiettivo della leva finanziaria del 3 per cento,  rapporto stabilito dal Basilea hanno detto gli analisti di JPMorgan, che chissà perchè si svegliano solo ora.

Nel mondo finanziario le coincidenze sono sempre casuali!

Ovviamente a Deutsche Bank non commentano le analisi altrui anche perchè a loro volta …

Il progetto della Zona euro dovrebbe ritornare alla sua versione originale, al Trattato di Maastricht, altrimenti la Finlandia considererà seriamente di abbandonare la moneta unica.

 

Ne è convinto il capo economista di Deutsche Bank, Thomas Mayer. Il rischio è che molti paesi vogliano una moneta più forte e se non verranno accontentati se ne andranno – ha dichiarato Mayer al quotidiano svedese Dagens Industri.

 

La Finlandia ha raggiunto il limite di sopportazione : “Non partecipa più ai piani di aiuto e chiede sempre una garanzia collaterale per tutti i soldi che concede in prestito.
Se fossi un consulente coniugale direi che il matrimonio dell’euro ha dei problemi e che il modo con cui i partner hanno deciso di collaborare non funzionerà.
Dovrebbero fare un passo indietro e tornare alle promesse originali per la creazione di una base sicura”. La Finlandia pensa di lasciare la Zona euro

Peccato però che …

In un rapporto pubblicato l’11 giugno scorso dalla Banca centrale finlandese, l’andamento dell’economia del paese scandinavo è vista, per la prima volta negli ultimi anni, negativamente. (…) La nuova previsione sull’andamento del pil nel 2013 si attesta su un calo del 0,8%. La precedente si attestava invece intorno a una crescita contenuto (0,4%). (…) Il governatore della Banca centrale finlandese Erkki Liikanen imputa la previsione negativa sul pil alla recessione globale causata dalla crisi finanziaria e alla struttura stessa dell’economia finlandese, basata prevalentemente sui cellulari Nokia e sulle cartiere, ambiti in cui negli ultimi anni si è registrato un significativo calo della domanda estera. Infatti, se agli inizi degli anni Duemila l’industria elettronica e cartiera contribuivano circa al 10% dell’interno pil finlandese, un decennio dopo la quota è calata a circa il 4%. Crisi: anche la Finlandia trema …

Senza dimenticare quello che abbiamo visto recentemente …FINLANDIA: il buchetto privato con il paese intorno.

Se il sottoscritto fa notare anche le miserie altrui state tranquilli a quelle del nostro Paese ci abbiamo già pensato e quotidianamente ci pensano altri non solo blogger ma soprattutto la carta straccia del Paese, belle addormentate nel bosco che quando si tratta di fare un articolo sulle fragilità altrui, l’unica cosa che sanno scrivere è che il nuovo sponsor dell’Inter è la leggendaria Deutsche Bank…amen!

A proposito ieri Draghi non ha detto nulla di nuovo che non si sapeva anche perchè non aveva null’altro da dire, ma in realtà non ha fatto nulla, non ha toccato i tassi, non ha portato in negativo quelli delle banche, non ha fatto assolutamente nulla per le piccole e medie imprese in sintesi sta aspettando le elezioni tedesche.

Sino a quando durerà la politica degli annunci e sino a quando i mercati eviteranno accuratamente di andare a vedere il bluff. Ai posteri e a Machiavelli l’ardua sentenza!

Nel frattempo Machiavelli …punto mio libera tutti,  ha elaborato tutto quello che è accaduto in questi ultimi mesi raggiungendo tutti coloro che sostengono e vorranno liberamente sostenere Icebergfinanza e il nostro viaggio.

« SOSTIENI L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta … Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando sul banner in cima al blog o sul lato destro della pagina Semplicemente Grazie!

Inoltre Vi aspettiamo tutti per la nuova avventura su   METEOECONOMY  per condividere insieme nuove informazioni e analisi non solo economico/finanziarie attraverso la tempesta perfetta.

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 8.9/10 (18 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +6 (from 8 votes)
DEUTSCHE BANK ...IS BACK!, 8.9 out of 10 based on 18 ratings
Tags: ,   |
19 commenti Commenta
veleno50
Scritto il 5 luglio 2013 at 14:00

meglio guardare la trave che abbiamo noi negli occhi che la pagliuzza dei tedeschi o no?.127% debito sul pil inarrestabile. manca la fiducia in tutto e in tutti,con chiunque parli non ha più punto di riferimento .ieri i grillini hanno reso una cifra discreta tutto è stato banalizzato dio mio che delusione. i giornali parlano solo di pitonesse e di fonzarelli.e tu credi ancora che l’italia può essere salvata? ma da chi.per favore fammi due nomi. ciao buona giornata

icebergfinanza
Scritto il 5 luglio 2013 at 14:16

veleno50@finanza,

IO e TE ovvero noi sempre più consapevoli ma ci vorrà del tempo e magari non riusciremo a vederne i frutti dopo avere seminato intorno a noi… lo so che è un pò poco come soluzione ma a Roma non c’è nulla

aglio
Scritto il 5 luglio 2013 at 14:31

icebergfinanza,

Grandissimo ancora una volta, Capitano!!

@bergasim, in rif.to al tuo precedente post:
Credo che anche chi non ne è consapevole, inconsciamente ricerca comunque “quella” linea di pensiero. Ha una forza d’attrazione, mite e autentica, senza pari.
E’ che finchè si cerca altrove e non ci si ferma a fare un po’ di silenzio dentro, non puoi quasi mai captarne la voce!

icebergfinanza
Scritto il 5 luglio 2013 at 15:04

In sintesi esplode il tasso dei sottoccupati in America, lavorti part-time. lavori a termine, disoccupati scoraggiati…il resto è puro marketing. La verità è figlia del tempo!

dorf001
Scritto il 5 luglio 2013 at 15:35

buongiorno signori. vi presento oggi i pecoroni italiani. ecco a voi, siore e siori, la pecora numero 1. quello che ha una lingua lunga 1 km. quando si tratta di dire semrpe di si’ al padrone. embè da buon democrisitano non poteva smentirsi. uno che adorava quella serpe di andreatta. il mario monti di allora. anni 80. uno che ha sfasciato l’italia. or vediamo il nostro eroe all’opera. ecco a voi sior enrico letta.

LETTA, L’ESULTANZA, LA REALTà.

DI MARCO DELLA LUNA
marcodellaluna.info

Le vittorie di Letta sono quantitativamente insignificanti e servono a non parlare dei vizi strutturali macroeconomici dell’Eurosistema

Letta esulta. Dal potere europeo ha ottenuto 1,5 miliardi la settimana scorsa, spendibili in 2 anni dal prossimo gennaio; e ieri altri 7 miliardi in cofinanziamento, cioè 3,5 messi dall’Italia e 3,5 messi dall’UE, però con soldi dei contributi italiani, grazie a una deroga al plafond del 3% di disavanzo pubblico.

Sostanzialmente si tratta, quindi In tutto, cioè, per il 2014, dell’autorizzazione a spendere soldi quasi tutti nostri per un importo di circa 7,75 miliardi, pari a meno dell’1% della spesa pubblica complessiva, a meno dello 0,5% del pil, a meno del 50% da meno del 20% di quanto l’Italia ha versato nel MES, a meno del 3% dei capitali italiani fuggiti all’estero sotto l’azione del governo Monti, a circa lo 0,7% della svalutazione del patrimonio immobiliare nazionale durante governo Monti, a circa il 25% del calo del pil previsto per quest’anno. Ma Letta esulta e nei sondaggi cresce: l’impatto psicologico è soggettivo e non risponde ai numeri oggettivi. E opera sull’immediato, non tenendo conto delle scadenze di autunno: ammortizzatori sociali, F35, ondata di licenziamenti, legge di bilancio, etc.

Altro dato socio-psicologico: governo e mass media codificano simili successi in questi termini: siamo stati obbedienti al modello economico-finanziario dominante e alla conseguenti prescrizioni dell’Autorità, quindi il potere effettivo ci premia permettendoci di spendere di più (dei nostri soldi) e dandoci da spendere un po’ di soldi suoi (una piccola parte quelli che le avevamo versato noi). Una visione, quindi, paternalistica, nella quale vi è appunto un’Autorità ontologicamente nel vero e nel giusto, ontologicamente legittimata, che ci insegna come funziona l’economia, che ci dice come dobbiamo fare, che ci punisce se non obbediamo, che ci premia se obbediamo (compiti a casa) – peraltro il premio consiste nel lasciarsi usare i soldi nostri o nel renderci un po’ di quelli che le abbiamo dati. In questa visione, di tipo autoritario, antiscientifico e dogmatico, non è previsto che si verifichi se il modello economico-finanziario adottato sia stato confermato o smentito dai fatti e se e le ricette prescritte abbiano avuto gli effetti promessi oppure siano state smentite. Quello che conta è il rapporto di approvazione-disapprovazione con l’Autorità, non di successo-insuccesso con la realtà.

prego leggere tutto, qui : http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=12042

io no riesco a capacitarmi come ci possano essere 9 milioni di persone che votano questa fogna di partito, il pd. non è che il pdl sia meglio è . altra fogna pure quello.

sono tutti del gruppo del PUDE. il partito unico dell’euro. ma ditemi: gli italiani quanto ignoranti sono??? a livelli astronomici!!! sono 8 anni che predico a tutti quelli che conosco di svegliarsi. e gli porto sempre dati e numeri alla mano. eppure niente.

ripeto: 18 milioni di persone dovrebbero vegognarsi, di aver votato pd + pdl. una minoranza di 18 fa morire 60 milioni di persone. una cosa allucinante!!! e i sondaggi li danno pure in aumento. a parte qulche riccone interessato, mi chiedo, ma l’operaio, l’impiegato, il poveraccio, e altri, come fanno a votare pd? per me è il peggior partito ci sia in italia. è grazie a lui se siamo dentro questo baratro dell’euro. smepre supini, sempre zerbini all’europa. non hanno un minimo di orgoglio. gente senza palle. dei venduti. buoni a nulla. e non hanno un minimo di vergogna. gli si è bruciato il cervello. e milioni di persone patiscono di brutto, a causa di questa idea demenziale di farsi comandare dai banchieri centrali.

non la vedo bene. no no.

spero che se c’è un DIO intervenga subito. non possono morire milioni di persone solo x l’ingordigia dei banchieri pazza, massoni, psicopatici. esserei squallidi, senza DIO.

DORF

Scritto il 5 luglio 2013 at 16:50

icebergfinanza,

A parte che ci sono anche IO e TUTTI quelli che seguono questo Grande Blog, :wink:
e poi personalmente sono convinto che arriverà anche per Noi
il momento della rivincita, :mrgreen: :twisted:
fiducia ragazzi…. fiducia . 8)
OSS

cellula labile
Scritto il 5 luglio 2013 at 18:12

veleno50@finanza,

icebergfinanza,

TU, IO , NOI……impegnamoci, nella nostra vita, a togliere anche solo un sassolino dal sentiero che percorriamo e I NOSTRI FIGLI, NIPOTINI troveranno un SENTIERO PULITO!

buon fine settimana a tutti 8)
anna

silvio66
Scritto il 5 luglio 2013 at 18:51

…a parte che ci sono pure io, e a parte che si filosofeggia con piacere, non si capisce se questa estate ricordi quella del 2009, ove uscivano dati terrificanti a grappoli e i mercati salivano, oppure quella del 2008, ove uscivano dati lordi spacciati per netti e i mercati salivano…

zer
Scritto il 5 luglio 2013 at 21:46

Capitano, nutro troppo rispetto e gratitudine per fare polemica con te, per cui che ognuno sia libero di seguire le sue ipotesi—gianni z. :P

stanziale
Scritto il 5 luglio 2013 at 22:09

Posibile che gli americani siano messi cosi’ male da non assestare un bel cazzotto, tramite quel cesso di deutsche bank, alla kulona ed alle sfrenate ambizioni di dominio sull’europa? Aime’, se non succede ORA quando puo’ succedere? Attendo preoccupato e speranzoso, se un 48 ci deve essere, meglio che sia alla vigilia delle elezioni tedesche.

signor pomata
Scritto il 5 luglio 2013 at 22:35

Buonasera , leggo spesso il blog e oggi ho deciso di intervenire perche anche io nel mio piccolo mi trovo nelle stesse e medesime situazioni.
Io sono uno di quelli che credeva che il debito pubblico fosse colpa di craxi e dei magna magna che la bce fosse la mia banca e che l” euro fosse una opportunità.
Dentro però qualcosa non tornava e i discorsi che oramai vengono e venivano detti dai politici erano opachi e in contrasto con quel poco che capivo, faccio l” operaio e ho la media quindi non capivo gran che di finanza e macroeconomia ma una vocina mi diceva che le cose non stavano cosi.
Il problema è che ci devi arrivare seguendo il tuo percorso, io il mio l” ho iniziato vedendo una intervista di un economista sconosciuto su byoblu:ALBERTO BAGNAI.
Un rompica zzo da paura , narciso e a tratti irritante ma con tanta passione per il suo lavoro e per il bene del paese, fine umorista e forse….anzi senza forse il miglior economista italiano se si parla di debito estero e problemi inerenti a crisi di debito.
Fu una badilata tirata tra capo e collo, parlava di moneta sovrana di democrazia di squilibri di debito estero di tutto quello che le tv non possono dire.
Da allora non mi sono più fermato….cerco continuamente e più cerco e più mi arrabbio perche capisco che è palese la menzogna……seguo questo blog perche dalla prima volta che l” ho letto ho capito che il proprietario del blog aveva capito….diceva il vero e quindi vale la pena leggere una persona che parla di fatti e con le cifre in mano che sentire gente che parla per luoghi comuni, come dice bagnai,….mai uno che dicendo che se usciamo dall” euro il debito si raddoppia o che l” inflazione và a due cifre e poi cita il come il perche e mette in videnza i fatti già avvenuti….mai uno….solo slogan….come per una unione grande serve una moneta grande….e forte.Gia perche loro dicono che tutti ambiscono alla moneta forte….loro dicono ma poi, come mai tutti cercano di svalutare per restare conpetitivi , del resto se svalutare è brutto e rivalutare è bello allora sti stupidi che cercano????Ritornando sulla finlandia, mi fa ridere leggere che vorrebbero una moneta più forte……più forte di chi????più forte di chi??? Se la domanda scarseggia la papara non galleggia e se tieni la moneta fortissima e compri le materie prime a buon mercato( come dicono i soloni) poi il prodotto ti rimane in magazzino perche costa troppo………perche il costo risparmiato sul materiale non copre il sovrapprezzo della moneta e la stessa cosa capita o capiterà alla finlandia.
Tutto il gioco consiste nel prendere tempo, la germania deve decidere se tenere in piedi la baracca pagando….poco come sempre e farci diventare tutti nord africa e colonizzare o sfasciare tutto dopo aver depredato tutto il più possibile….tutto qua.
L” incognita è se all” america servisse un pretesto per far crollare nuovamente i mercati….non come il 2009 ma una bella mazzata, allora noi e le nostre frescacce euronaziste saremmo perfetti per far scoppiare il casino e sfasciare tutto…….in pratica siamo nelle mani del carnefice alias egemone europeo e egemone mondiale…..bene che ci và scorreranno fiumi di cacca….

dorf001
Scritto il 6 luglio 2013 at 16:13

signor pomata@finanzaonline,

caro pomata, benvenuto sulla terra. nel mondo reale. ti sei svegliato ora dici? bene, meno male. quello che ti è capitato io l’ho scoperto 8 anni fa. qui in questo blog siamo avanti. di notizie utili ne trovi finchè sei stufo.

ti do delle dritte. credimi, è cosi’. negli ultimi tuoi 30 anni, non solo ti hanno imbrogliato sull’economia, ma su tutto. ciò che ti hanno detto su storia, politica, filosofia, libertà, guerre, 11 settembre, guerra in libia, siria, è tutto falso! non c’è campo umano che non sia stato contagiato e imbrogliato. medicina in primis. devi cancellare dalla tua mente 30 anni di cazzate che ti hanno raccontato da sempre. il tuo peggior nemico è la tv, eppoi ci sono i giornali. non ti fidare MAI di loro.

di bagnai ho il libro. il tramonto dell’euro. sappiamo bene chi è. ha ragione. è un pò stronzetto ma va bene cosi’. in mezzo agli squali se non sei bastardo ti massacrano. guarda che mazzalai lo conosce bagnai. io dico sempre che ci vorrebbe al govenro gente come NINO GALLONI, MAZZALAI, E BAGNAI. Mazzalai perchè oltre alla competenza può dare un valore morale sociale e cristiano a tutta la faccenda. informati da byoblu chi è galloni. lo conosco da anni. uno forte!

chiudo dicendoti che devi assolutamente studiare per primo di tutti, il grande GIACINTO AURITI. quello si’ era un vero uomo, un grande uomo dal cuore d’oro. guarda questo video, tra i tanti fatti su di lui. indispensabile x te sapere chi è, qui : http://www.youtube.com/watch?v=p04UdxVuK8c&feature=c4-overview-vl&list=PL22A3D24EE5C6A07F

DORF

Scritto il 6 luglio 2013 at 19:11

Perchè non si reagisce? perchè al posto di lamentarci, litigare, insultarci, pontificare, filosofeggiare non dfacciamo qualcosa? Perchè non raccogliamo fondi per iniziare una campagna pubblicitaria nazionale per OBBLIGARE la massa ad aprire gli occhi? Perchè al posto di prendercela con i politici, non attacchiamo il mondo dei giornalisti che deformano la realtà? I politici cosa possono fare? Dire la verità? Ma non si vuole sentire la verità, specie dai politici che eleggiamo noi, ma solo sentirci dire ciò che vogliamo come il pagliaccio di Arcore ha abbondantemente dimostrato. I grandi media sono i responsabili, e loro sono gli unici che possono dare l’allarme prima che sia troppo tardi, anche se temo sia già troppo tardi. Ma qui parliamo solo tra noi, sui vari blog, ma alla fine credo che siamo sempre i soliti che girano, ogni tanto appare una voce nuova, ma sono sempre casi rari. Avete mai seguito una pagina facebook? il 95% sono stronzate allucinanti, e quello rappresenta la massa, il bestiame umano che spesso mi fa desiderare di diventare disonesto, di essere capace di sfruttare e derubare, anzichè cercare aiutarlo a capire come evitare il baratro, questa massa di buoi e pecore. Ascolto una trasmissione televissiva lombarda dove chiamano gli spettatori, al 99% sono persone che si lamentano delle tasse o che vogliono aiuto del governo, spesso contemporaneamente. E nessuno sembra rendersi conto della stupidità della cosa, pretendere di bere e contemporaneamente vedere la bottiglia che si riempie. A volte i politici ospiti mi fanno pena, e leggo nei loro occhi un grande, forte, disperato desiderio di mandare tutti a fan….

dorf001
Scritto il 7 luglio 2013 at 10:48

hei kursit, tu vuoi sempre rispsote. e che cazzo. però non leggi mai, e non vuoi vedre i video che mando. c’è tutto li’ dentro. le risposte che cerchi. fermati un attimo, e vedi i video. devi intanto guarda questo video 1) http://www.youtube.com/watch?v=p04UdxVuK8c&feature=c4-overview-vl&list=PL22A3D24EE5C6A07F

poi devi vedere video 2) http://www.youtube.com/watch?v=oadtWv8W13E&list=PL22A3D24EE5C6A07F

basta, non ti serve altro.

BY DORF

sd
Scritto il 7 luglio 2013 at 15:11

Per Kurskit

ed anche
signor pomata@finanzaonline,

che forse potrebbe interessarti.

Guardare i video segnalati da Dorf di Giacinto Auriti (c’è ne sono molti e TUTTI interessanti e molto istruttivi !!!) è una cosa importatnte o sicuramente utile per comprendere, oltre a cos’è la MONETA anche ha comprendere il DIRITTO di PROPRIETA’ di una cosa (in questo caso la MONETA).

La BCE & C. oppure le altre Banche sono PROPRIETARIE della moneta che emettono ?
Quale DIRITTO hanno di prestare una cosa che non è di loro PROPRIETA ?
Per quanto TEMPO questo sistema potrà durare ?

Si può ingannare TUTTI per un pò di tempo, qualcuno per sempre ma non TUTTI per SEMPRE.
Sicuramente a lungo andare chi ha qualcosa si accorgerà che questo sistema monetario gli stà semplicemente sottraendo ricchezza per “trasferirla” a chi è più in alto di lui………….senza dargli in cambio NIENTE !!!!!!!!!!!!!!! è solo questione di tempo.

Un saluto e buona fortuna.

SD

Scritto il 7 luglio 2013 at 16:18

dorf001@finanza,

Conosco Auriti, anche se non condivido tutto ciò che diceva, ma a parte questo, continuo a domandare che cavolo facciamo, oltre a prepararci alla fine del mondo? Anche perchè personalmente non è che ci tenga a sopravvivere vivendo come 100 anni fa. Almeno un tentativo organizzato di risvegliare le masse non è proprio possibile? Se non lo è, perchè perdiamo il nostro tempo? Figa e alcool finche dura anziche stare qui a rovinarci il fegato. O no?

icebergfinanza
Scritto il 7 luglio 2013 at 23:10

silvio66@finanza,

Si sale si sale… in mezzo ad estrema volatilità ma si sale, si sale ma non per sempre!

icebergfinanza
Scritto il 7 luglio 2013 at 23:19

Kurskit… nonostante abbia subito molte delusioni in merito ad alcuni appelli non ultimo quello sulle piccole e medie imprese io sono sempre qui, complessione umidissima come direbbe Luigiza, ma sono sempre qui, nonostante tutto perchè nella mia vita ho visto muoversi intere montagne anche se nessuno sembra essersene accorto. Non ho l’ambizione di assistere ad una rivoluzione, noi dobbiamo cercare di preparare il terreno per coloro che verranno e non è filosofia…

Lo so, lo so sono ripetitivo … … aI amar prestar aen. Il mondo è cambiato. Han mathon ne nen. Lo sento nell’acqua. Han mathon ne chae. Lo sento nella terra. A han noston ned ‘wilith. Lo avverto nell’aria. Molto di ciò che era si è perduto… ma l’alternativa esiste aggiungo io!

«“Avrei desiderato che tutto ciò non fosse mai accaduto ai miei giorni” esclamò Frodo. “Anch’io” annuì Gandalf “come d’altronde tutti coloro che vivono questi avvenimenti. Ma non tocca a noi scegliere. Tutto ciò che possiamo decidere è come disporre del tempo che ci è stato dato”. […] “Affinché il male prevalga, è sufficiente che gli onesti non facciano nulla. […]. Ma non tocca a noi dominare tutte le maree del mondo, il nostro compito è di fare il possibile per la salvezza degli anni nei quali viviamo, sradicando il male dai campi che conosciamo, al fine di lasciare a coloro che verranno dopo una terra sana e pulita da coltivare”» (John Ronald Reuel Tolkien).

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Oggi il Ftse Mib si sta comportando nelle prime battute meglio degli altri indici europei dopo aver
Nei miei post ho sempre cercato di “stimolare” la mente dei risparmiatori e anche dei consul
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
I giornali vivono di mode. Tendono a pubblicare e dare maggior visibilità alle notizie “che t
Ftse Mib: l'indice tricolore tenta nuovamente il break dei 22.000 punti, anche se la conferma l'avre
I fondi pensione sia a prestazione definita che a contribuzione definita possono soddisfare gli  ob
Audizione del presidente della FED. Tutto va a gonfie vele, tutto va come previsto, tutto bene. E
Di cosa pensa la storia sulle banche centrali lo sapete già, la rersponsabilità delle più gra
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec