FINLANDIA: IL BUCHETTO PRIVATO CON IL PAESE INTORNO!

Scritto il alle 10:18 da icebergfinanza

Sino ad ora ci siamo occupati dei buchi o voragini con le banche intorno tedesche, del buco privato olandese con il paese intorno e ora è il momento di rivolgere lo sguardo al buchetto finlandese, altro cane da guardia dell’austera ortodossia calvinista, altro moralista europeo in grande difficoltà.

Prima diamo un’occhiata veloce al quadro d’insieme, senza dimenticare la bolla immobiliare che sta per esplodere, altro paese che ha usato allegramente la casa come un bancomat…

Source: Housingfinland

Se serve qualche altra visuale nordica ecco qui…

Dell’indebitamento della familie sappiamo già tutto…

Alla fine se si mette insieme il debito privato, quello pubblico, quello delle banche e delle imprese siamo sempre li dietro …

Per esempio abbiamo scoperto che anche la  …Finland Turns to Venture Funds to Rescue Economy: Nordic Credit Bloomberg  …la Finlandia si sta trasformando in un gigantesco fondo di venture capital per cercare di scuotere l’economia dalla recessione senza mettere a rischio l’ultima frontiera della tripla A

The northernmost euro member wants to attract investors for a new 1 billion-euro ($1.28 billion) program and help startup companies without adding to its budget deficit. Finland is promising that investors who buy into the venture will take the lion’s share of potential profits.

Nella sostanza si cerca di far tornare investitori privati, le famose IDE …di marzo disponibili ad assumersi maggiori rischi e partecipare a futuri maggiori profitti.

Vi ricordiamo che è nato METEO ECONOMY  vi aspettiamo tutti per la nuova avventura su   METEOECONOMY  per condividere insieme nuove informazioni e analisi non solo economico/finanziarie attraverso la tempesta perfetta.

L’economia finlandese a dicembre è caduta in recessione tecnica, ovvero du trimestri negativi consecutivi anche se per poco dopo la dìcaduta del PIL a – 1,1 % del secondo trimestre portando a cinque anni consecutivi di deficit di bilancio situazione che non si registrava dalla notte dei tempi.

Aumenti fiscali e tagli alla spesa, la solita litania austera applicata ovunque in Europa, in crisi con Nokia e due dei maggiori produttori di carta europei Stora Enso Oyj e UPM-Kymmene Oyj un rallentamento che ha spinto le aziende a tagliare posti di lavoro, spingendo la disoccupazione al 8,7 per cento nel mese di febbraio dal 7,7 per cento di un anno prima. L’invecchiamento della popolazione è il colpo di grazie alle casse del governo.

A proposito di debito implicito, il debito dei sistemi pensionistici pubblici, ovvero una sorta di valore attuale del debito depurato dalle prestazioni pensionistiche future sulla base delle legislazioni attuali in tema di pensioni appunto, se qualcuno ha l’occasione di parlare con i virtuosi finlandesi, avvertiteli che un paio o anche tre riforme delle pensioni non fanno poi male visto la situazione del loro paese qui sotto…

“After the decline of Nokia and the paper industry, Finland has been puzzled as to where growth would come from,” Tuulia Asplund, an economist at Svenska Handelsbanken AB in Helsinki, said by phone.

No Nokia, no carta…ahi ahi ahi…magari produrre ghiaccioli e baccalà surgelato potrebbe risollevare la nazione che ne dite!

Giù il cappello invece per il modello culturale, tecnologia ed innovazione,  per il modello scolastico, abbiamo solo da imparare.

In Finland’s venture capital program, about 10 funds will invest in about 100 companies, helping to create about 6,000 jobs over five years, according to an estimate by the Economy Ministry.  (…) The state will reallocate 20 million euros each year of existing funds through Tekes, the financing agency for technology and innovation, into startup funds.

Gli investitori potranno beneficiare di un modello “asimmetrico” di partecipazione agli utili, perdite e circa tra il 4 e il 6 per cento dei profitti saranno divisi equamente tra Stato e private equity, profitto addizionale agli investitori privati che potranno beneficiare anche dell’intervento del governo per finanziare le imprese meritevoli.

In Italia invece …lasciamo perdere che è meglio!

Per chi volesse sostenere liberamente il nostro viaggio è disponibile MACHIAVELLI 2013 UN ANNO DOUBLE FACE un post da non perdere sulle prospettive geopolitiche, macroeconomiche e tecniche di un anno che si preannuncia decisamente DOUBLE FACE!

« SOSTIENI L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta …Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando sul banner  in cima al blog o sul lato destro della pagina può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando qui sopra o in cima al blog Semplicemente Grazie!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (12 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +6 (from 6 votes)
FINLANDIA: IL BUCHETTO PRIVATO CON IL PAESE INTORNO!, 10.0 out of 10 based on 12 ratings
11 commenti Commenta
sherpa
Scritto il 8 aprile 2013 at 10:37

“…ora è il momento di rivolgere lo sguardo al buchetto finlandese, altro cane da guardia dell’austera ortodossia calvinista”.
“Giù il cappello invece per il modello culturale, tecnologia ed innovazione, per il modello scolastico, abbiamo solo da imparare”.
Mi piace sottolineare l’onesta e la competenza di Andrea.
Non spara a zero, ma sottolinea ciò che non và ed anche ciò che va bene di una nazione.
Questo lo rende credibile. Ed è una grossa ricchezza. Per tutti

tesiag
Scritto il 8 aprile 2013 at 11:52

bravo andrea…anche se dal titolo “buchetto finlandese” mi aspettavo altro tipo di “informazione” :-):-)

giobbe8871
Scritto il 8 aprile 2013 at 15:32

Troppo Buono Andrea, troppo corretto sei :wink: :D

coi finlandesi filo Crucchi bisogna andar giù pesante.

in altre parole DICO DI ESSERE DISONESTI CON LORO :mrgreen: :twisted:

giobbe8871
Scritto il 8 aprile 2013 at 15:34

quando dici :L’invecchiamento della popolazione è il colpo di grazie alle casse del governo.

Noi dobbiamo ridergli in faccia quando ci criticano, un giorno si e un giorno pure… :mrgreen: :twisted:
dobbiamo mandarli a ca.ga.r ! :twisted:

giobbe8871
Scritto il 8 aprile 2013 at 15:49

Di chi spada ferisce , di spada perisce.
Se non diventiamo determinati , feroci, coraggiosi a difendere l’Italia con le sue piccole aziende e le sue famiglie contro tutti, attaccando , odiando, e facendo i disonesti contro i nostri nemici-concorrenti nella sopravvivenza economica siamo morti, falliti, :( ed è meglio emigrare :cry: :? :x

dorf001
Scritto il 8 aprile 2013 at 15:54

sherpa@finanza,

ciao sherpa. volevo dirti una cosa. in riferimento al tuo mess di ieri. sull’informazione. è li’ il punto. e sulla pigrizia degli italiani. bbeeeeeeee leggi sotto.

tieni presente che noi viviamo dentro matrix. tu come NEO avevi gli occhi chiusi. e poi dopo il risveglio ti facevano male. perchè non li avevi MAI usati. ecco ora puoi usarli. dillo pure ai tuoi familiari e amici.

leggi qua:

Molti mi chiedono perché i partiti che hanno ridotto l’Italia in una comprimaria e consegnato le prossime generazioni alla miseria e all’emigrazione hanno avuto ancora la maggioranza dei voti alle scorse elezioni. La risposta è che una parte della popolazione italiana vive in un gigantesco Truman show, la cui responsabilità va attribuita per intero ai giornalisti italiani, con le solite poche e, in un Paese come il nostro, più che lodevoli eccezioni.E’ in atto una guerra dichiarata contro la realtà, mistificazioni, allusioni, menzogne vengono sputate dall’informazione quotidianamente. E’ un’informazione di regime, totalitaria, simile alle purghe staliniane degli anni ’30. Un’informazione omologata in un grande inciucio per mantenere privilegi, caste, parassiti sociali trasversali. Questa peste che tocca e ammorba chi non ha altre fonti di informazione è pagata dalle stesse vittime attraverso i contributi (diretti e indiretti) ai giornali e dal canone e dalle tasse per la RAI per un servizio pubblico indecente. La RAI è il megafono dei partiti, se la paghino loro. La RAI ha 13.000 dipendenti, di questi meno di 50 sono giovani under 30: lo 0,37%. Nel 2012 nonostante canone e pubblicità ha perso 250 milioni di euro. Chi sono i responsabili di questo sfascio? La RAI va rifondata e trasformata in un servizio pubblico sul modello della BBC senza alcun collegamento con i partiti, senza pubblicità, con produzione di contenuti di qualità sviluppati in prevalenza all’interno e non come ora affidati spesso a società esterne, sommando costi a costi. Il M5S proporrà in Parlamento, come da programma, l’istituzione di un solo canale RAI, senza vincoli verso i partiti, senza pubblicità e la vendita dei rimanenti due canali. Un’informazione libera è fondamentale per il futuro del Paese e per uscire da Matrix.

by DORF

dorf001
Scritto il 8 aprile 2013 at 16:03

sherpa@finanza,

mentre i nostri soliti politici si fanno le pugnette, i grilini vanno all’attacco giorni fa in senato per poter recuperare i 98 miliardi dela storia delle slot-machine. leggi sotto:

Stop gioco azzardo diffuso. M5S all’attacco: recuperare 98 miliardi euro evasi, mettere al bando macchinette e giochi online

“Quali azioni intende mettere in campo il governo italiano per recuperare i 98 miliardi di euro evasi dal slot machines ?”. “A fronte a fronte di un costo sociale così elevato e delle sempre più numerose patologie dovute al gioco d’ azzardo, il governo non ritiene opportuno vietare su tutto il territorio nazionale gli apparecchi quali slot machines, videolottery e i giochi d’ azzardo online?”. Sono queste le due domande poste dai 61 parlamentari del Movimento 5 Stelle in una interrogazione a risposta scritta che vede come primi firmatarie Maria Edera Spadoni alla Camera ed Elisa Bulgarelli al Senato.

DATI ALLARMANTI

……“Secondo una rielaborazione dei dati AAMS del 2012, la spesa annua pro capite sul gioco d’azzardo è di 1703 euro e per il CNR, il gioco d’ azzardo coinvolge il 58,1% dei maschi tra i 15 e i 19 anni e il 36,8% delle ragazze”

EVASIONE FISCALE & SLOT MACHINES : IL CASO DEI 98 MILIARDI DI EURO

“ Chi vede nel gioco d’ azzardo diffuso e liberalizzato un fattore economico positivo per il Paese si sbaglia” spiegano gli interroganti fornendo ulteriori dati.

“Di fronte ad un aumento della spesa sul gioco d’azzardo, le entrate per l’ erario hanno visto una riduzione di circa il 10% rispetto allo stesso periodo dell’ anno precedente, e secondo le indagini della Guardia di Finanza, ammonta ad oltre 98 miliardi di euro l’evasione fiscale di alcune società concessionarie di slot machines, dei quali solo una minima parte è stata ad oggi recuperata”. Un caso questo, nato dalle inchieste del colonnello Rapetto, denunciato con forza già dal 2007 e che fu rilanciato pubblicamente nel V day “Parlamento Pulito” del 2007 da parte di Beppe Grillo.

COSTI SANITARI E SOCIALI: OLTRE 6 MILIARDI EURO ANNO

Nell’ interrogazione si ricorda che “il rapporto 2011 della Corte dei Conti dice che “il consumo dei giochi interessa prevalentemente le fasce sociali più deboli” e, secondo Conagga, gioca di più chi ha una minore scolarizzazione”…………..

MANCATA IVA INCASSATA SUI CONSUMI: 3,8 MILIARDI EURO ANNO …………….

SLOT E GIOCHI ONLINE CAUSA DI DIPENDENZE……………..

i firmatari

Cittadine/i portavoce alla Camera dei Deputati Movimento 5 Stelle : Spadoni, Dell’Orco, Ferraresi, Sarti, Di Stefano, Bernini, Dell’Osso, Mucci, Colletti,Cominardi, Giordano, Tacciono,Grande,Di Battista, Sibilia , Scagliusi.

Cittadine/i portavoce al Senato della Repubblica Movimento 5 Stelle: (prime firmatarie/i) Bulgarelli, Mussini, Montevecchi, Gambaro, Taverna, Scibona, Cioffi, Martelli, Puglia e altre/i.

il tutto qui: http://www.reggio5stelle.it/author/movimento-5-stelle/

dove sono quei somari di repubblica e company?

by DORF

sherpa
Scritto il 8 aprile 2013 at 16:47

dorf001@finanza,

Speriamo in Grillo allora?
Gli altri li abbiamo già provati
sappiamo come funzionano.
Male.

sherpa
Scritto il 8 aprile 2013 at 16:53

dorf001@finanza,

Dove vuoi che siano?
A fare il loro lavoro.
Pagato dal pubblico.
Ma non per il pubblico.
Viva l’ Italia.

dorf001
Scritto il 8 aprile 2013 at 17:06

sherpa@finanza,

speriamo. io l’ho votato. perchè voglio il reddito di cittadinanza. se qualcuno riesce a parlare con messora. a me non risponde, nonostante continui a provarci. e ti spiego il motivo. anche se grillo dovrebbe saperlo. cioè grillo DEVE battere il tasto sulla questione soldi. la questione economia. come và gestita. e deve affidarsi a gente competente. grillo o lo sà già di suo, oppure si deve affidare a persone oneste e competenti. i nomi li ho fià fatti mesi fa. gente tipo: nino galloni, bagnai, mazzalai, becchi, brancaccio, et simili. altrimenti siamo fottuti, siamo morti. perchè bersani e berlusca stanno dalla parte dei grandi banchieri. non certo del popolo. berlinguer si rivolta nella tomba a veder che schifo è diventato il suo partito dei lavoratori. ora si chiama PDB. partito delle banche. e sempre grillo deve dire cosa vuol fare di questo merdoso euro. cosa vuol fare di queste europa fascista, immorale, egoista, che non gliene frega niente ne dei poveri ne di quelli che si suicidano, causa loro.

avrebbe grandi chance. fossi lui farei un post e mi farei intervistare da tv straniere, o manderei un video che non DEVE essere tagliato a tutta la nazione italia. dicendo che: ma come faccio io a mettermi con dei traditori? cioè pd e pdl. come faccio a stare con chi ha votato il MES e il FISCAL COMPACT? questa roba vuol dire pagare 125 miliardi l’anno. altro che IMU. quella son 4 miliardi, qui 125. è una strage! senza contare i soliti 80 miliardi l’anno da pagare di interessi sul debito pubblico. e ci sarebbero altre spese da conteggiare.

grillo sà come parlare, conosce i trucchi. non capisco perchè non lo faccia. farebbe crollare in pochi giorni il pd e il pdl.

sherpa ora voglio farti sorridere. che ti serve. ti mando un video, bellissimo.

Messaggio di fine anno del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano – 2012
ma leggermente un pochino modifcato. ha la barba e capello folto. leggermente di genova. devi solo sentire.

ed è di 15 anni fa. già lo diceva, si sapeva. occhio eh: http://www.youtube.com/watch?v=HFgSfvoO2u8&feature=endscreen&NR=1

by DORF

sherpa
Scritto il 8 aprile 2013 at 21:33

dorf001@finanza,

Che si conservi in salute!!! E’ uno dei pochi che, con la sua capacità di espressione e con la sua comicità, è in grado di coinvolgere anche i più addormentati tra noi su temi essenziali per ognuno.
E fa paura al potere per questa sua capacità, basta vedere come cercano con ogni pretesto di denigrare lui ed il suo movimento.

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
FTSE Mib: Apre in lieve ribasso il listino italiano dopo aver evidenziato ieri una seduta interloc
Come già detto negli ultimi giorni continuiamo ad ignorare i dati provenienti dall'economia ame
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Oggi rinnoviamo la previsione del FTSEMIB nel medio lungo periodo. Come possiamo vedere dall’im
Lo abbiamo scritto più volte, le banche centrali, sono le principali responsabili di questa cri
FTSE Mib: il listino italiano oggi in apertura conferma il rimbalzo delle due sedute precedenti anda
A conclusione del confronto svolto con le Organizzazioni sindacali sugli interventi di natura social
Non ci sono particolari novità, anche se lo SP500 ha dato qualche segnale di debolezza. La situaz