Cerca nel Blog

CIPRO BRUCIA CYPRUS BURNS: IL RATTO DEI RISPARMI!

Scritto il alle 08:44 da icebergfinanza

Mentre nel nostro Paese i media italiani parlano del sesso della Camera e del Senato e gli italiani firmano petizioni che parlano del sesso degli angeli ma ignorano completamente quelle che riguardano il loro futuro, noi andiamo a dare un’occhiata all’incendio di Cipro, l’ennesimo capitolo delle eroiche geste dei piromani dell’Unione Europea, piromani tra i quali coloro che in rappresentanza del nostro Paese hanno firmato l’accordo!

Il nostro rappresentate ha una pur pallida idea di cosa potrebbe ora capitare in Italia e in Europa dopo avere approvato questa vera e propria IDIOZIA?

Immagino che per qualcuno sto enfatizzando la cosa, ma nelle favole le belle addormentate nel bosco abbondano, mentre incominciano a scarseggiare i baci del principe.

Siamo in guerra Signori e Signore…e state sintonizzati sarà un lungo lunedi sugli schermi di Icebergfinanza.

Vi ricorda nulla un paese come Cipro che con un PIL di 17 miliardi ha un sistema finanziario che vale almeno più di sette volte la sua ricchezza prodotta secondo dati IMF con esposizione tra i 23/29 miliardi alla tragedia greca che nella ristrutturazione del debito greco appunto ha reso insolventi la gran parte delle sue banche?   The Coming Cyprus Challenge for the Area Euro 

Vi ricorda nulla , la verde Irlanda o l’Islanda delle nebbie eterne, il debito privato che fa esplodere il debito pubblico, banche che levereggiavano sino a 12 volte la ricchezza annua del proprio Paese?

Serve ben poco per sintetizzare quanto è accaduto nella notte tra venerdi e sabato, l’ennesimo atto della socializzazione del debito privato, delle perdite, proseguendo sulla strada della privatizzazione dei profitti, gonfiando i debiti pubblici, saccheggiando i risparmi per salvare azionisti e obbligazionisti, rifiutando gli estitori nascosti nella nazionalizzazione del sistema finanziario.

Ovviamente come spesso accade e come ancora accadrà statene certi, nella settimana antecedente all’accordo 4,5 miliardi di euro sono fuggiti da Cipro, molti dei quali ovviamente di proprietà di politici, finanziari mafiosi e banchieri. Se si volevano colpire le lavatrici del denaro sporco internazionale, le strade erano altre e non certo questa.

Non è vero secondo alcune fonti che i depositi russi nelle banche cipriote siano in prevalenza oltre il 50 % ma meno del 30 %. Gli inglesi rimborseranno i risparmi dei militari di stanza sull’isola di Cipro.

La UE trova l’accordo per gli aiuti a Cipro o ancora L’Europa salva Cipro, con questi titoli aprono i maggiori quotidiani on line italiani, senza alcun commento, ZERO!

I piromani europei hanno inescato un incendio che prevede una tassa eccezionale come la chiamano loro, sui depositi sino al 9,9% con un prelievo minimo del  6,75% per i depositi inferiori a 100.000 euro.

Ovviamente siccome l’ Europa intera è diventata una barzelletta … Cypriot Authorities in Revised Deal Talks  Officials involved in last night’s talks said the changes in the levy’s rates were in flux, but they could see the higher rate increase to as much as 12.5 percent while the smaller deposits could be about 3.5 percent.   Olli Rehn, the European Commissioner in charge of economic affairs, told the Financial Times that bailout lenders would not object to a shifting of the burden. “If the Cypriot political leaders decide on a more progressive scale for the one-off levy for the sake of social fairness, and if this has the same financial impact, the commission is ready to recommend that the eurogroup endorse such a decision.”

Chiaro no, vista l’aria si è pensato bene dopo aver appicato l’incendio di alzare la tassazione sopra i 100000 euro al 12,5 % e di ridurre quella sotto il livello al 3,5 %

Avete capito , l’Unione Europea non si opporrebbe ad una revisione delle percentuali e Rehn suggerisce che se per motivi di equità sociale su vuole modificare in senso progressivo la percentuale di prelievo purchè abbia lo stesso impatto finanziario, la Commissione è pronta a raccomandare all’Eurogruppo di approvare tale decisione, roba da non credere, ma chi l’ha presa questa decisione, voglio il nome del rappresentate italiano che ha firmato questa accozzaglia di idiozie!

Il capo dei piromani europei ha affermato che  «La situazione di Cipro è unica in ragione del suo «settore bancario ipertrofico –  ha spiegato il presidente dell’Eurogruppo  Jeroen Dijsselbloem – ed è per questo che abbiamo ritenuto giustificato il tassare i depositi».

Loro dicono che non potevano dare un segnale di aggressione nei confronti del risparmio estero colpendo solo gli importi sopra i 100.000 euro, scatenando una fuga di capitali e allora hanno sparato nel mucchio, sotto i 100.000 colpendo la massa del popolo cipriota.

Prendete pure con il beneficio di inventario, visto il decesso dei patrimoni,  la notizia secondo la quale … Cyprus state broadcaster CyBC reported on Saturday that German Finance Minister actually entered the Eurogroup meeting on Friday proposing a 40 percent haircut on Cypriot bank accounts. Sarris stated on Saturday that this had also been the proposal of the International Monetary Fund. Ekathimerini

La televisione di Stato cipriota CyBC ha riferito che il ministro delle finanze tedesco insieme ai sicari dell’economia del Fondo monetario internazionale,  aveva proposto un taglio del 40 % sui conti bancari di Cipro.

Ovvero un modo come un altro per suggerire ai cittadini europei, di trasferire nelle “sicure” suppongo banche tedesche, gli ultimi capitali e risparmi rimasti ai paesi del club MED. Ma di questo parleremo nel prossimo articolo.

Non solo la Banca centrale europea impone al governo  Nicos Anastasiades di approvare al più presto la trappola europea, vista la resistenza politica e l’esplosione della rabbia sociale. Suggerisco a Draghi di andare personalmente tra la folla a spiegare le motivazione di questa decisione che colpisce indistintamente tutti e non solo i patrimoni evasi o mafiosi esteri, principalemente russi e inglesi oltre che greci.

Ovviamente per alimentare ancor di più il panico, il “corralito” di memoria argentina entra in funzione anche a Cipro, su suggerimento della BCE, la banca centrale blocca qualunque movimento di giroconto e l’intera operatività sino almeno a mercoledi.

Sabato, un cittadino cipriota che si è visto chiudere in faccia lo sportello della sua banca ha pensato di utilizzare il mezzo con il quale ha riempito il suo conto corrente lavorando duramente ovvero un bulldozer… BBC News – Cyprus bailout: Man threatens bank with bulldozer

Tornando a noi gli incendiari europei, non si sono limitati solamente ad originare il solito bail out, ma hanno orchestrato anche un bail-in, l’ennesima fregatura ovvero che dispone sino a venerdi di obbligazioni junior e non senior si è visto recapitare sul deposito titoli un pacchetto esplosivo di azioni, azioni al posto di obbligazioni, ovvero il nulla!

La BCE insiste su una rapida approvazione politica al piano di “salvataggio” come lo chiamano loro e come ho scritto ieri su TWITTER secondo la stessa, sembrano già esserci segnali di un ” effetto domino” che potrebbe diffondere l’incendio sui mercati e nelle banche di mezza Europa.

Morale della favola, se non accettate non perderete “INTANTO” solo il 10 % ma tutti i Vostri risparmi, vi taglieremo i rifornimenti, il mostro della svalutazione mangerà voi e i vostri figli e Cipro verrà rasa al suolo. Più Europa signori altro che bank run, più Europa mi raccomando!

Osserveremo con attenzione se l’anno DOUBLE FACE sarà anticipato dalla criminale ed irresponsabile condotta dei carnefici europei.

Per chi volesse sostenere liberamente il nostro viaggio è disponibile MACHIAVELLI 2013 UN ANNO DOUBLE FACE un post da non perdere sulle prospettive geopolitiche, macroeconomiche e tecniche di un anno che si preannuncia decisamente DOUBLE FACE!

« SOSTIENI L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta … Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando sul banner  in cima al blog o sul lato destro della pagina può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando qui sopra o in cima al blog Semplicemente Grazie!

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (18 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +9 (from 9 votes)
CIPRO BRUCIA CYPRUS BURNS: IL RATTO DEI RISPARMI!, 10.0 out of 10 based on 18 ratings
28 commenti Commenta
faustino
Scritto il 18 marzo 2013 at 09:10

Grazie per la tempestività.

bombadillo
Scritto il 18 marzo 2013 at 09:18

Pazzi, pazzi sociopatici con la licenza di distruggere la società civile…

Alessio Vulcan
Scritto il 18 marzo 2013 at 09:28

uno schifo.

_francesco_
Scritto il 18 marzo 2013 at 09:43

Andrea, è una guerra !

Il concetto è chiaro scatenare il panico, fare fuggire i capitali dai paesi ” a rischio” che affluiranno nelle casse delle banche tedesche ritenute “sicure”.

Mi fa incazzare tremendamente che i nostri generali siano idiori o corrotti a tal punto che non siano in grado di difendere il Paese.

A cominciare dal capocomico Grillo, che oltre a un generale “referendum on line” non riesce ad andare, proseguendo con il PD che ha venduto il proprio elettorato con “svalutiamo il salario” e il vecchio satiro ormai con un occhio ah Hammamet!

Siamo in guerra ma il nostro Stato Maggiore si è pateticamente già arreso !

john_ludd
Scritto il 18 marzo 2013 at 09:59

“…Plenty of people have questioned why small depositors had to be hit at all. The German financial minister, Wolfgang Schäuble, who appears to have masterminded the bailout plan, wanted large depositors to take a much larger hit so that small depositors could be protected. The IMF took a similar view. It seems that the Cypriot government did not agree. There is considerable speculation as to why the Cypriot government preferred to see small depositors hit. To me it seems most likely that it has to do with the Cypriot government’s wish to avoid upsetting Russia, given Nicosia’s hope that Russia will contribute to the bailout by softening the terms of its existing sovereign loan, and the considerable amount of money (some of it undoubtedly dirty) from Russian oligarchs that is held in Cypriot banks. But it is also possible that Nicosia is still hoping to maintain its foothold in the international tax haven network. Even with the 2.5% increase imposed as part of this bailout, corporation tax is a very competitive 12.5%, and the Cypriot government has encouraged growth of the financial sector by attracting deposits from overseas investors. Frankly I think this is pie in the sky. A 10% loss may be all in a day’s work for corrupt depositors, but that doesn’t mean they will continue to deposit funds in a country that imposes losses like that when there are others that don’t. The large depositor haircut is a mortal blow to Cyprus’s ambitions to be an international financial centre – and that has serious implications for its economy.

Cyprus’s economy is dwarfed by its financial sector, whose total assets are 8 times its GDP. It’s uncannily like Ireland without the property bubble but with a much larger neighbour and trading partner in a horrible mess. And like Ireland, the sovereign cannot afford to bail out its banks. A taxpayer bailout like that done in Ireland would leave the sovereign with estimated debt of 145% of GDP. The IMF considers this unsustainable, and under its own rules would therefore be unable to contribute to the bailout fund. As the Eurogroup is expecting the IMF to contribute, clearly a taxpayer bailout of Cyprus banks would be out of the question, unless it was immediately followed by Greek-style PSI restructuring of sovereign debt. No-one wants to go there….

Except that they will go there, eventually….”

john_ludd
Scritto il 18 marzo 2013 at 10:13

Di tutti i commenti letti stamani questo è il più lucido come lecito aspettarsi dal rispettatissimo autore:

Cyprus: The next blunder

Charles Wyplosz, 18 March 2013

http://www.voxeu.org/article/cyprus-next-blunder

icebergfinanza
Scritto il 18 marzo 2013 at 10:44

john_ludd@finanza,

…without any awareness of its unintended consequences.!!!!!!!!!!! 8O8O8)8)8) ci prendiamo per le chiappe?

icebergfinanza
Scritto il 18 marzo 2013 at 10:46

MILANO (Finanza.com)
Non c’è da drammatizzare sul caso Cipro, si tratta di una realtà molto piccola e limitata, molto diversa da quella italiana. Così Giuseppe Vegas, presidente della Consob, in occasione del convegno annuale a Milano dell’Aifi, come riportato dalle maggiori agenzie di stampa, a commento dell’accordo sull’isola raggiunto dall’Eurogruppo e che prevede il prelievo forzoso sui depositi. Il numero uno della Commissione esclude categoricamente l’adozione di un provvedimento del genere anche in Italia

Levatemelo dai piedi…

john_ludd
Scritto il 18 marzo 2013 at 11:04

icebergfinanza,

ci sono solo soluzioni (???) cattive, pessime o tragiche. L’unica soluzione che poteva nel tempo portare a risultati positivi e stabilizzare il sistema doveva essere presa nel 2008/09 ma hanno deciso diversamente, TUTTI, europei, inglesi, americani, giapponesi, cinesi…

icebergfinanza
Scritto il 18 marzo 2013 at 11:16

john_ludd@finanza,

conseguenze non intenzionali, non ne erano consapevoli ma lasciamo perdere ma chiè quel pinguino che scrive!

john_ludd
Scritto il 18 marzo 2013 at 11:35

icebergfinanza,

è un anno che ci pensano… “Historians will one day explore the dark political motives behind this move…”

gnutim
Scritto il 18 marzo 2013 at 11:41

oggi non riuscivo a trovare una notizia su nessun giornale on-line che parlava di cipro, ho dovuto aprire il link di cobraf o su google news!!!!!!!!!!!!!!!!

non ho parole i nostri giornali sono le più grosse ciofeche asservite al regime della crande cermania

e questo PD che cakkio sta facendo? si è già preso le prime due scranne ora vuole il presidente e domani anche il governo e poi ???

le mie kiappe?

stanziale
Scritto il 18 marzo 2013 at 11:45

Naturalmente Cipro e’ una piccola cosa, l’intenzione e’ di colpire tutto il sud soprattutto l’italia, provocare una ulteriore fuga di capitali e annettere o fare fallire le nostre aziende. Inutile dire che il governo italiano uscente e’ come sempre d’accordo.

john_ludd
Scritto il 18 marzo 2013 at 12:06

stanziale@finanza,

sarà anche vero però perchè mai le assicurazioni tedesche hanno comprato a piene mani titoli di stato italia a un prezzo maggiore di quello odierno perchè a casa loro il rendimento è così basso che i loro bilanci piangono ? devono essere davvero dei perversi o talmente furbi che io non comprendo… per non parlare di titoli d’oro come saipem che qualche giudice nostrano ha pensato bene di abbattere… chissà dove sono ora gli analisti tecnici che consigliavano di comprare a 36 perchè il grafico era ok mentre a 19 invece no… chissà ? io speravo di vederla a 19 di nuovo e invece no, è già a 25, chissà perchè

icebergfinanza
Scritto il 18 marzo 2013 at 13:03

john_ludd@finanza,

la mano destra non sa quello che fa la mano sinistra e cosi per tutto ciò che avviene sui mercati tutto si crea nulla si distrugge tutto si trasferisce da una tasca all’altra…

Dal letame nascono i fiori e nel letame odierno sono nascosti i fiori…chi ha orecchie per intendere intenda!

john_ludd
Scritto il 18 marzo 2013 at 13:50

icebergfinanza,

già ma per trasferirla da una tasca all’altra qualcosa bisogna fare e in questo gioco ci sono gli artisti, le comparse e i gonzi

faustino
Scritto il 18 marzo 2013 at 15:16

COMUNQUE OGGI MI SPIEGO I MOVIMENTI DI GIOVEDI E VENERDI SU UNICREDIT IN PARTICOLAR MODO E SU MEDIOBANCA.

Qualcuno oggi festeggia, ma il mio STOP non lo beccano. O fanno fallire tutto o se la pigliano nel ….. :mrgreen:

E vai con lo shopping. Grazie Andrea, hai un pranzo pagato se vieni in Umbria.

giobbe8871
Scritto il 18 marzo 2013 at 17:31

il “casino” di Cipro è stato voluto dal Lebensraum…. :mrgreen: :twisted::twisted:

giobbe8871
Scritto il 18 marzo 2013 at 17:32

dire che i Crucchi non abbiano valutato attentamente le conseguenze non è solo stupido ma è pure perfido. :evil:

giobbe8871
Scritto il 18 marzo 2013 at 17:33

Secondo un Reporter greco, Gazprom fatto un’offerta durante il fine settimana al governo di Cipro per finanziare la ristrutturazione delle banche prevista per il piano di salvataggio cipriota (che è valutato costare fino a €10bn,) in cambio di diritti esclusivi di esplorazione nelle acque territoriali cipriote.

Se questa notizia fosse confermata, sarebbe credo la prima volta che, ufficialmente, una Corporation si offre di salvare un Paese sovrano, tutto “chiavi in mano”

QUANTO SAREI CONTENTO SE SANTA MADRE RUSSIA INTERVENISSE CON PUTIN CONTRO l’UE-Lebensraum :mrgreen::mrgreen:

longjohnsilver
Scritto il 18 marzo 2013 at 18:27

il 4° capitolo della pagina mondialista del debito europeo entra nel vivo…seguirà a breve effetto domino in tutte le banche europee…e il tetrino continua!!!

PS:si salvi chi puòòòòò!!!!!!

longjohnsilver
Scritto il 18 marzo 2013 at 18:32

Dimenticavo…per chi mastica un po’ di francese….

http://www.mecanopolis.org/?p=24500&type=1

;)

longjohnsilver
Scritto il 18 marzo 2013 at 18:37

E chissà che nel corso dell’anno non venga il momento (magari ancora qualche mesetto…) di sfruttare le nuove clausole CAC per i btp di nuova emissione…

http://www.pasqualemarinelli.com/index.php?subaction=showcomments&id=1358773206&archive=&start_from=&ucat=3&include_id=101

dorf001
Scritto il 18 marzo 2013 at 18:46

Ovvio che qui hanno voluto fare di tutto per compiacere la Merkel che deve assolutamente vincere l’elezione di settembre: per cui da una parte non hanno voluto un default seppure di un piccolo paese come Cipro e dall’altra hanno violato ogni principio e prassi per fare sì che il salvataggio fosse però sopportato per 1/3 da altri (in maggioranza stranieri, specie russi e parte anche ciprioti). In questo modo hanno creato il panico totale del pubblico di Cipro che sta assediano le banche e violato il principio base del funzionamento delle banche, che ci metti i soldi perché, perlomeno nel conto corrente, sono sicuri.

Le indiscrezioni sono che la Germania però non voleva che i depositi sotto 100mila euro fossero colpiti e invece quelli sopra 100mila fossero colpiti molto di più, dell’ordine anche del 40% dei depositi (!!!), ma è stato il governo cipriota che per non scontrarsi troppo con i russi che ha insistito perché si colpisse tutta la popolazione (3) locale!

E’ una mossa a sorpresa, senza precedenti e che può diventare un boomerang. Dimostra che sarà molto molto difficile uscire dall’Euro… sono disposti a tutto pur di non uscire. Dimostra che la Merkel è disposta a tutto per non perdere le elezioni, anche a sconquassare i mercati (a differenza dei nostri politici che li venerano in ginocchio).

L’unica cosa certa al momento è che è un segnale di acquisto per l’Oro (da tenere in cassetta di sicurezza).

Giovanni Zibordi
Fonte: http://www.cobraf.com/

qui il link: http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=11616

DORF
17.03.2013

dorf001
Scritto il 18 marzo 2013 at 18:54

ma cosa dice la gente? è li’ che bisogna capire/indagare.

1) Presto anche sugli schermi di Spagna , Portogallo ed Italia.
Questo é di monito a chi non ha ancora ben capito in che razza di mani é finito e dipinge ancora tutto questo come una democrazia.

2) Cipro: UNA ISOLA, DUE STATI.

1) Nella parte meridionale dell’isola: Rep. di Cipro – valuta: EURO

2) Nella parte settentrionale dell’isola: Rep. Turca Cipriota – valuta: LIRE CIPRIOTE

IN UNO DEI DUE STATI FUNZIONA TUTTO NORMALMENTE, LE BANCHE SONO APERTE, I BANCOMATI FUNZIONANO E NESSUNO HA TOCCATO I CONTI CORRENTI

L’ALTRO STATO DELL’ISOLA INVECE E’ IN FALLIMENTO, I BANCOMAT SONO BLOCCATI, HANNO MESSO I BULLDOZER DAVANTI ALLE BANCHE, HANNO RAPINATO I CONTI CORRENTI DEI CITTADINI E QUESTI ULTIMI SONO INCAZZATI COME DELLE BELVE

DOMANDONE: dei due qual’è lo Stato dell’isola che è alla catastrofe? Quello che ha l’euro come moneta, oppure quello che non ha l’euro come moneta?

3) Preciso, preciso come in Argentina 2001. Anzi, da noi ci fecero pure una legge per “garantire i depositi”: la legge “d’intangibilitá” dei depositi.

E poi ce li fregarono.

Stesso modus operandi.

Dico, quanto tempo ancora permetteremo loro di rapinarci, invadere, boicottare, mentire, saccheggiare, ammazzare, distruggere, mentire e godere alla faccia nostra?

4) Stiamo assistendo al tonfo dell’euro. E’ finita male un’avventura iniziata male. Quando si assiste a provvedimenti demenziali come questo non c’è scampo.

5) Non avevo dubbi che questa notizia arrivasse solo oggi da parte dei nostri media inquadrati alla disinformazione, ma tant’è che: “Le due guerre mondiali sono state causate sempre da quella nazione … questa (la terza) non si combatterà con armi convenzionali ma a colpi di espropriazioni dei diritti civili e umani, non va dimenticato che abbiamo tutti abdicato alla nostra sovranità nazionale fin dal 1945 e successivamente portati verso tutti i trattati che il cittadino italiano ed europeo non sa nemmeno di cosa si tratti; come ad esempio il trattato di Lisbona, e la euro-polizia “Eurogendfor” (militarizzata) pronta ad intervenire senza preamboli a reprimere ogni velleità di resistenza. Intanto noi continuiamo a fotografare i bicchieri di plastica in parlamento dei nuovi arrivati.”

6) La rapina non consiste nel fatto che le banche siano state salvate coi soldi dei correntisti, ma nel fatto che siano state salvate tout court.

Le banche hanno rapinato soldi per 30 anni avvalendosi degli spregevoli dogmi neoliberisti secondo cui il libero mercato massimizza l’efficenza dell’economia. Adesso che 30 anni di neoliberismo hanno portato al disssanguamento degli ex-Paesi sviluppati, che han visto la loro ricchezza e la loro base industriale svanire nel pozzo senza fondo della globalizzazione e dell’usura, il principio del libero mercato si è invertito nel suo opposto e i soldi pubblici devono essere usati per salvare il culo agli investitori privati che altrimenti minacciano di… fare karakiri.

Tutto ciò senza che le banche in odor di fallimento vengano espropriate, sicché le loro perdite vengono collettivizzate mentre i profitti restano privati.

Le banche devono essere lasciate fallire come birilli,….

quindi, allora cosa aspettiamo ad uscire da questo euro di m…..? da questa europa assassina, egoista? il discorso della boldrini ala camera era penoso, la solita melassa. il sogno europeo. eccolo qua il sogno europeo. la legge della giungla, la legge del più forte. mercantilismo puro, alla tedesca.

più aspettiam oad uscire peggio sarà per noi italiani. no ascoltate le bugie gallatiche da ignoranti come bersano che dice uscita sarebbe mega inflazione e balle varie. vorrei sbattergli davanti al muso BAGNAI, che lo sotterri di dati, cosi’ che stia zitto e la smett di dire cazzate.

o uscita o morte. fate vobis.

by DORF

bergasim
Scritto il 18 marzo 2013 at 19:11

dorf001@finanza,

C’è qualcosa che va oltre la materialità delle cose, ma l’uomo si ostina a vederla, oltre la sovranità l’uomo ha ceduto l’anima, alla stessa persona a cui ha ceduto la sovranità, ma occhio a parlare, di colui che vive nel buio e nell’ombra, Dio ci ha dato l’unico pianeta oggi abitabile e noi lo stiamo distruggendo in tutti i modi.
I problemi di oggi vanno affrontati sotto un altro punto di vista, l’uomo da solo non può farcela, ma questi sono argomenti che a pochi interessano.
Più la situazione precipita e più acuta e la sfida tra il bene ed il male, l’uomo non è al centro dell’universo.
Mi fermo qui per non è questo il post per parlare di fede.

stanziale
Scritto il 18 marzo 2013 at 23:57

giobbe8871@finanza,

C’e’ anche il fatto che Cipro era diventato un paradiso fiscale, attraeva capitali, e anche questo non va bene alla Germania, i capitali li vogliono tutti da loro. Alla fine di questa giornata la borsa e lo spread si sono un po’ ripresi, ha funzionato la direttiva di Napolitiano che ha chiesto ai media di minimizzare la cosa, le pecore italiane non devono sapere la verita’.

giobbe8871
Scritto il 19 marzo 2013 at 00:09

stanziale@finanza,

il Lebensraum causerà un’altra guerra infernale. :twisted:

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
A Piazza Affari il Ftse Mib ha aperto le contrattazioni con un ribasso superiore al mezzo punto pe
Spunto di riflessione : gli indici Europei , come tutti sanno, sono il rimorchio dei mercati USA. Il
Alla Camera è stata votata la legge che prevede il ricalcolo delle pensioni in essere agli ex parla
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Lo avrete sicuramente letto su molti giornali. Proprio in questi giorni (ieri) abbiamo festeg
Partenza positiva per Piazza Affari stamane. Dopo circa un'ora e mezza dall'apertura del mercato l'i
  Ieri all'improvviso un signor nessuno, governatore della Banca centrale austriaca, eq
  Ieri all'improvviso un signor nessuno, governatore della Banca centrale austriaca, eq
  Sulla carta il meeting FED di oggi si è chiuso col classico “nulla di fatto”. Tas
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us