AUSTERITA’ L’ULTIMO TRENO PER LA GRANDE DEPRESSIONE!

Scritto il alle 14:36 da icebergfinanza

Come ho spesso sottolineato ciò che ha permesso ad Iceberfinanza di anticipare prima di chiunque altro le dimensioni di questa crisi in Italia è stata la storia, lo studio delle dinamiche storiche e soprattutto della crisi giapponese e della Grande Depressione del ’29.

Chiunque dimentica il suo passato è destinato a riviverlo!

Questa volta è diverso!

Spesso e volentieri la storia non si ripete ma ama fare la rima!

Scegliete un pò Voi quella che preferite ma chi sostiene che non si può comprendere dalle lezioni delle storia quello che accadrà o meglio come risolvere i problemi e gli squilibri attuali, significa che non conosce la storia o meglio che non è in grado di interpretarla.

Come ho scritto in L’ULTIMO TRENO!icebergfinanza | icebergfinanza  un post antico ma che vi consiglio di rileggervi…

Nassim Nicholas Taleb ci direbbe oggi di lasciare che i governi facciano pure le loro previsioni, il loro interesse è quello di sopravvivere e autoperpetuarsi non certo di arrivare alla verità. Aggiungerebbe inoltre di non sprecare tempo a lottare contro gli esperti di previsioni, gli analisti di mercato azionario, gli economisti e gli scienziati sociali a meno che non si voglia farci beffe di loro. E’ inutile lamentarsi dell’imprevedibilità, la gente continuerà sempre a fare previsioni in modo sciocco, sopratutto se è pagata per farlo e nessuno di noi può mettere fine alle frodi istituzionalizzate.

Che dire, per certi versi Nicholas ha ragione, alcune sue osservazioni sul suo libro sono da manuale, in particolar modo questa:

” La conoscenza anche quando si avvicina alla verità, non porta sempre ad azioni adeguate, perchè se non facciamo attenzione, tendiamo sempre a dimenticare ciò che conosciamo oppure scordiamo come elaborarlo in modo corretto, anche se siamo esperti. E’ dimostrato che gli statistici tendono a lasciare il cervello in aula e a commettere errori deduttivi banalissimi quando escono ……”

« SOSTIENI L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta … Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando sul banner  in cima al blog o sul lato destro della pagina  può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando qui sopra o in cima al blog Semplicemente Grazie!

Ora mi raccomando non perdetevi questo video e diffondetelo!

Mentre Mario Monti e Angelina vanno alla guerra contro il mulini a vento della loro fallimentare ideologia vi lascio nel fine settimana con questo video illuminate che troverete seguendo il link, un video che riassume l’intervista …

… con Linkiesta, di Ulrike Herrmann mostra un  volto poco noto della Germania: quello di un paese che s’interroga sul  proprio essere morale e sul suo ruolo nel continente. Se l’euro  ha avvantaggiato le esportazioni tedesche, e se i problemi strutturali  europei hanno messo in crisi i debiti nazionali di Italia, Spagna e Grecia,  i tedeschi devono essere pronti a rinunciare a parte del proprio  successo per evitare il tracollo generale.

La Herrmann è anche autrice di un libro sul declino della  classe media (Hurra, wir dürfen zahlen. Der Selbstbetrug der Mittelschicht.  Westend Verlag, 2010), in cui si denuncia come il successo tedesco  sia avvenuto al costo di una nuova questione economica: quella della  polarizzazione della società. Nella sua intervista non impiega mai le mezze  misure: se i tedeschi non vogliono capire le sue idee “sono  stupidi”. Rivolge uno sguardo severo al processo di “americanizzazione” in  atto nel mondo tedesco.

Soprattutto, vuole tentare di “aprire gli occhi” anche agli  italiani. Se l’Italia uscisse dall’euro, ciò sarebbe terribile per  la Germania. Questa sarebbe un’”arma di ricatto” che potrebbe consentire  al prossimo premier italiano di negoziare una nuova posizione per l’Italia  in Europa, abbandonando il rigore dell’austerity, che non riuscirà a  risolvere i problemi. Leggi il resto: http://www.linkiesta.it/ulrike-herrmann-l-austerity-tutti-i-costi-e-una-stupidaggine-tedesca#ixzz2KHp5Dsho

abbandonando il rigore dell’austerity, che non riuscirà a  risolvere i problemi…abbandonando il rigore dell’austerity, che non riuscirà a  risolvere i problemi…abbandonando il rigore dell’austerity, che non riuscirà a  risolvere i problemi.

D’ora in poi l’austerità accompagnerà anche il nostro viaggio!

Per chi volesse sostenere liberamente il nostro viaggio è disponibile MACHIAVELLI 2013 UN ANNO DOUBLE FACE un post da non perdere sulle prospettive geopolitiche, macroeconomiche e tecniche di un anno che si preannuncia decisamente DOUBLE FACE!

« SOSTIENI L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta … Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando sul banner  in cima al blog o sul lato destro della pagina  può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando qui sopra o in cima al blog Semplicemente Grazie!

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (14 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +7 (from 7 votes)
AUSTERITA' L'ULTIMO TRENO PER LA GRANDE DEPRESSIONE!, 10.0 out of 10 based on 14 ratings
42 commenti Commenta
ilcuculo
Scritto il 8 febbraio 2013 at 14:54

Forse sono duro di comprendonio…
ma abbandonare l’austerity significa continuare a far crescere il debito pubblico e privato anno su anno ?

Spese per investimenti si , ma la spesa corrente deve ridursi, e soprattutto deve ridursi la corruzione

carpif74
Scritto il 8 febbraio 2013 at 15:18

Andrea vorrei sapere se le dinamiche attuali possano far rivivere un 1936… Grazie

atomictonto
Scritto il 8 febbraio 2013 at 15:33

ilcuculo@finanza,

Son d’accordo.

Il “vantaggio” di questo scenario è che potremmo stampare carta straccia come pazzi e diventare in qualche decennio come la Tunisia.
cosi gli Italiani avrebbero stipnedi da decine di milioni di neo-lire con i quali comprasi pane e latte e forse un po di polli allo spiedo.
Per come la vedo io la ricetta Tedesca è amara ma in fondo questo Paese DEVE cambiare, DEVE smetterla di essere irresponsabile.
Irresponsabilità canalata dalla politica nel sistema a seconda della DX o SX in evasione e schiavizzazione delle nuove generazioni oppure in espnasione all’infinito del settore pubblico in stile sovietico.

leccio781
Scritto il 8 febbraio 2013 at 15:42

Lo stato dovrebbe essere il regolatore della vita economica e sociale dei cittadini con il fine di massimizzare il bene comune; da un punto di vista economico e finanziario dovrebbe prendere di più laddove la società e le regole consentono più facilmente di arricchirsi e dare laddove invece si ha bisogno di risorse ed investimenti.
Quindi, a mio parere, lo stato italiano non dovrebbe diminuire la spesa corrente dorebbe “solo” rendere efficiente la spesa ovvero spendere in cose utili al sistema quali l’istruzione, le politiche familiari, la ricerca, la salvaguardia del territorio, la valorizzazione delle risorse storiche e culturali, le infrastrutture, i servizi pubblici evitando la corruzione, le ragalie agli amici degli amici e gli sprechi; dovrebbe contestualmente anche rendere efficiente la raccolta di risorse attraverso una fiscalità equa ma fortemente progressiva ed inflessibile con gli evasori, ovvero tutto il contrario di come è.

un bravissimo ed uno sconfinato grazie al Capitano che continua ad rischiararci la via nella consapevolezza con l’unico cruccio, non certo per colpa di Andrea, di essere troppo pochi e troppo piccoli per incidere nella nostra distorta società.

mannoz
Scritto il 8 febbraio 2013 at 15:48

il problema è che l’austerity è per i soliti noti.

icebergfinanza
Scritto il 8 febbraio 2013 at 16:13

ilcuculo@finanza,

” Un volo del PIL dell’11 % tra il 1933 e il 1936 ma poi la FED e il governo hanno invertito la rotta.

Nel 1936 la Fed ha esaminato il grande volume di riserve in eccesso accumulate dal sistema bancario ( come oggi avviene ) e ha concluso che quella montagna di liquidità avrebbe foraggiato l’inflazione futura e quindi si mise a aspirarla. Il tutto è proseguito nel 1937 attraverso una contrazione della politica monetaria.

Nello stesso tempo Roosevelt ha dato un’occhiata al bilancio federale che sembrava essere enorme e ha concluso che era arrivato il momento di aumentare le atsse e ridurre la spesa.”

Poi ci volle una guerra mondiale per risollevare le sorti dell’economia americana…. serve altro?

ilcuculo
Scritto il 8 febbraio 2013 at 19:13

Il costo del denaro a livello delle banche centrali è da 4 anni eccezionalmente basso e non si vedono segnali di inversione di tendenza.

giobbe8871
Scritto il 8 febbraio 2013 at 23:37

ilcuculo@finanza,

atomictonto@finanza,

io essere bravo italiano, io volere essere Alemanno. Io studiare tedesko subito, snell !

italiani essere fannulloni, sporchi, puzzolenti, ladri e bugiardi.
italiani essere mangia spaghetti, mafiosi, e zingari….e un poco reccioni… :lol: :oops: :mrgreen:

i tedeski invece bravi sono, onesti sono ! :mrgreen:

fanno auto fantastiche, e sommergibili UBOT eccezionali. :mrgreen::mrgreen:

giobbe8871
Scritto il 8 febbraio 2013 at 23:57

Ma perchè hanno comprato la Ducati, moto italiana….

ma perchè hanno comprato Bugatti, Lamborghini…auto di italiani

Non capire questi Takeover Alemanni . Non capire ! :mrgreen::mrgreen::lol:

ed ora Siemens vuole Ansaldo Energia. :cry:

podiani12
Scritto il 9 febbraio 2013 at 10:18

Cucù, sono le 8…che cosa è l’austerità?…cucù, sono le 9….non dobbiamo spendere più di quanto produciamo….cucù, sono le 10….come si comporta un buon padre di famiglia?…cucù sono le 11…l’economia di uno stato si gestisce così, come una famiglia, come un’impresa …cucù è mezzogiorno…avremmo molto da imparare dai tedeschi, altro che austerità…cucù,sono le 13…una volta che abbiamo tolto di mezzo la casta dei politici corrotti…cucù, sono le 14…noi italiani dobbiamo fare sacrifici per riparare a decenni di sprechi pubblici…cucù, sono le 15, non ci sono alternative, dobbiamo guadaganre credibilità per evitare il fallimento, l’unico modo è tenere i conti in ordine, per troppo tempo abbiamo vissuto al di sopra delle nostre possibilità…cucù, sono le 16…è necessario tagliare la spesa corrente e puntare sugli investimenti …cucù, sono le 17…teniamo lontano la politica dall’economia, mercato e concorrenza devono essere lasciati indenni da queste pressioni indebite…cucù, sono le 18…perchè non vendere le nostre aziende pubbliche e private agli stranieri, se sono più bravi di noi, ce lo meritiamo…cucù, sono le 19…se avessimo la sovranità monetaria in pochi giorni faremmo la fine dell’egitto e la sua lira…cucù, sono le 20…l’inflazione è la più iniqua delle imposte…cucù, sono le 21, noi italiani siamo solo dei fannulloni incapaci meglio essere governati dall’esterno …cucù, cucù, :twisted: :evil: cucùùùùùùùùùùùùùùùùùùù :twisted:

ilcuculo
Scritto il 9 febbraio 2013 at 11:19

giobbe8871@finanza,

Giobbe …

se gli Italiani, che sono bravissimi a farsi i propri interessi privati sapessero gestire la cosa pubblica con un livello di integrity tipico della cultura dei paesi anglosassoni e nordici, ci saremmo già comprati la germania tutta.

In UK un parlamentare va in GALERA perchè ha fatto dire alla moglie che era lei alla guida dell’auto multata per eccesso di velocità.
In Svezia un ministro si dimette perchè si scopre che la moglie non sta pagando i contributi alla colf
In Danimarca un ministro si dimette perchè si scopre che non ha pagato il canone della TV
In Germania un politico di primo piano esce di scena perchè ha copiato una parte della tesi di dottorato.
Un’altro si dimette perchè scoperto a caricare le miglia aeree dell Lufthansa sulla sua tessera personale anche se il volo è di stato (ma su aerei di linea).

Questo non significa che sono migliori di noi, ma hanno una cultura che rende politicamente gestibile la cosa pubblica.

In Italia si scende o si sale o si sgattaiola in politica per arricchirsi mer mettere le mani in pasta, per finire in qualche consiglio di amministrazione a prendere lauti compensi senza fare un cazzo, o facendo danno.

E’ un problema cultutrale antico in un paese che non ha mai costruito un’identità nazionale e si è incancrenito per diversi motivi:

– Dopo il periodo Fascista non si è potuto/voluto fare la dovuta pulizia perchè il problema numero uno sono subito diventati i Coministi e gli ex fascisti facevano comodo

– Nel 45 fu chiesto alla Mafia siciliana di aiutare ed agevolare lo sbarco e l’avanzata delle truppe alleate in sud Italia.

– Alla mafia fu chiesto di aiutare ad evitare una possibile maggioranza comunista nelle elezioni dopo il 1948

– Questo ha impedito all’Italia di avere dei periodi di governo di un vero partito socialdemocratico che in Italia non è di fatto mai esistito e che è stato supplito, malamente, da una sinistra Democristiana, comunque troppo clericale e filoamericana.

A volte mi domando se finite quelle generazioni, ci sia primo o poi l’opportunità di fare pulizia del passato così incrostato e ripartire su basi diverse, e queste basi devono essere

Europee e Socialdemocratiche

podiani12
Scritto il 9 febbraio 2013 at 17:14

Cucù, sono le 22… gli Italiani sono bravissimi a farsi i cazzi propri ma solo quelli… Cucù, sono le 23… integrity dei paesi nordici, disintegrity di quelli sudici …Cucù, è mezzanotte…. in GALERA in GALERA in GALERA…Cucù, è l’una…non significa che sono migliori di noi però in Italia non si fa un cazzo…Cucù, sono le 2…E’ un problema culturale antico, bisogna fare pulizia, pulizia pulizia, pulizia…Cucù, sono le 3…più Europa, Europa, Europa, Europa, Europa…

giobbe8871
Scritto il 9 febbraio 2013 at 17:24

Sandro Pertini quando fu Presidente della Repubblica Italiana 1978 – ’85 non ha mai abitato al Quirinale.
Riceveva le Autorità nazionali e estere, ma non viveva nell’infame Palazzo di Re e Cardinali….

in appartamento di 80 mq.

giobbe8871
Scritto il 9 febbraio 2013 at 17:27

colpevole solo di non aver compreso nel 1978 – 1981 il golpe che infami traditori hanno compiuto a danno del Popolo Italiano. e cioè aver provocato le dimissioni di Paolo Baffi da Governatore della Banca d’Italia e provocato il divorzio tra Min. Tesoro e Banca Italia. :x

giobbe8871
Scritto il 9 febbraio 2013 at 17:35

L’Italia è stata spesso sfruttata da “potenze” straniere, meglio chiamarli oligarchi che non parlano italiano.

e la Causa della sua debolezza ? la catechesi cattolica.

ilcuculo
Scritto il 9 febbraio 2013 at 17:56

podiani12@finanza,

Che mi stai a piglià per culo?

dorf001
Scritto il 9 febbraio 2013 at 19:26

per giobbe e cuculo. un pò di sotira italiana no vi fa male. e allora vi consiglio vivamente, specie x cuculo, che è innamorato di quei falsi inglesi un bel libro. si chiama: Il golpe inglese — “Da Matteotti a Moro: le prove della guerra segreta per il controllo del petrolio e dell’Italia”

siccome io l’ho letto, sò di cosa tratta. caro cuculo questo fasanella è andato a londra e negli usa a spulciare tra i documenti de-secretati dello spionaggio inglese e americano. sai cosa salta fuori? tu che li elogi cosi’ tanto? salta fuori che gli inglesini sono 300 anni che ci romponoi coglioni, e vogliono conquistat tutto il nostro paese. il primo traditore italiano è garibaldi. un massone di m…. tra l’altro neanche stava coi massoni italiani. no no! lui si ra messo con gli inglesi. che l’hanno lasciato passare tranquillamente a marsala coi suoi 1000 ragazzetti. lo dovete leggere, un capolavoro. altro che le puttanate che ci raccontano ABC + MONTI.

Ottimo libro, documentatissimo, che svela in modo chiaro è avvincente verità spesso celate. Dovrebbero inserirlo tra i testi consigliati nelle scuole e nelle università, se questa nostra povera italia non fosse un paese a sovranità limitata. Libro veramente imperdibile per chi ha interesse nella storia italiana contemporanea.

Dopo aver letto questo libro si possono interpretare gli ultimi cento anni della storia d’Italia arrivando a meglio comprendere la situazione attuale. Mi induce la consapevolezza che solo una nazione compatta sui valori fondamentali di democrazia e giustizia può costruire un paese forte e indipendente. Ciò che finora è mancato perché così è stato deciso altrove.

Libro scritto molto bene e interessante. Lo sta leggendo mio nonno – classe 1921 – e si mangia letteralmente le pagine visto che parla di eventi accaduti nel corso della sua vita e di cui ha sempre sentito parlare ma mai ha saputo la verità. Spero che pubblicherete altri libri come questo. Complimenti vivissimi agli autori. Per capire come funziona il nostro paese è un’ottima lettura.

Viene da chiedersi che paese sarebbe stato il nostro, se avesse potuto crescere, svilupparsi senza alcuna ingerenza esterna. Questa la domanda che rimane, al termine della lettura di “Il golpe inglese”, dei giornalisti-storici Mario Cereghino e Giovanni Fasanella. Un paese con una sua classe politica, conservatori e democratici, centrodestra e centrosinistra, con la possibilità di alternare governo dei due schieramenti. Con una sua industria privata, capace di crescere e svilupparsi.

cuculo smettila di adorare gli stranieri. invece dovresti mandarli tutti affanculo. un pò di orgoglio italico no ce l’hai? e che cazzo!!!!

sono stufo che son 30 anni che mi rompono le balle dicendo che tutti son meglio di me. dovrei copiare i tedschi, svizzeri, francesi, inglesi, ameciani, e dopo? anche i marziani? ma che vadano tutti a farsi fottere. fuori da questa europa di merda. fatta di masoni banchieri usurai maledetti!!!!

by DORF

alessandroecristina
Scritto il 9 febbraio 2013 at 20:08

Sole 24 ore di sabato 09/02/2013:
Eni , si muovono anche le autorità degli Usa.8O Il dipartimento di giustizia(?) 8O americano ha spiegato avere una serie di APPIGLI per reclamare la competenza territoriale sull’affaire ENI!!!Chiaro per tutti?(consiglio la lettura e la meditazione dell’articolo in questione!)
BRUTTI BASTARDI!!! :evil: :twisted: :evil: 8(ehm..scusate…)

giobbe8871
Scritto il 9 febbraio 2013 at 21:00

dorf001@finanza,

sono stufo che son 30 anni che mi rompono le balle dicendo che tutti son meglio di me…

io dico sempre che noi italiani siamo molto meglio dei Crucchi maledetti, veri barbari :mrgreen: :twisted:

giobbe8871
Scritto il 9 febbraio 2013 at 21:17

dorf001@finanza,

e poi Dorf, lo sai che Benito Mussolini , durante la Prima Guerra Mondiale e fino al 1922 era una spia di London ? :wink: :mrgreen: non scherzo mica :mrgreen:

giobbe8871
Scritto il 9 febbraio 2013 at 21:26

controlla su corriere..

Mussolini spia della perfida Albione..(?)

http://forum.termometropolitico.it/forum/movimenti-e-cultura-politica/destra-radicale/27848-mussolini-spia-della-perfida-albione.html

giobbe8871
Scritto il 9 febbraio 2013 at 21:32

….La notizia arriva dagli archivi di Londra. Mussolini, prima di diventare il Duce, è stato al soldo dei servizi segreti inglesi, che nel 1917 lo hanno pagato cento sterline a settimana. Era un agente britannico del MI5. Ai tempi Mussolini era un giornalista 34enne, ed era pagato da Sir Samuel Hoare, un deputato e uomo del MI5 a Roma che gestiva uno staff di cento agenti dei servizi britannici in Italia. La scoperta è dello storico di Cambridge Peter Martland, ed è stata pubblicata sul Guardian: lui ha trovato traccia degli accordi. “L’Italia –ha detto lo storico- ai tempi era il meno affidabile alleato dell’Inghilterra. Mussolini è stato pagato almeno per un anno per scrivere a favore della guerra. Cento sterline di allora equivalgono a 6000 delle attuali”…..

http://www.centrorsi.it/notizie/Ultime-News/Il-Duce-fu-agente-segreto-inglese.html

giobbe8871
Scritto il 9 febbraio 2013 at 21:52

Il carteggio Churchill-Mussolini…
perchè Churchill nel 1945 , in giugno , con la figlia fece una lunga vacanza tra Lago di Garda e Lago di Como ?

giobbe8871
Scritto il 9 febbraio 2013 at 21:55

come si salvarono i Savoia e Badoglio dopo 8 settembre 1943?

http://www.youtube.com/watch?v=dPTKva5-PR8

Regia Marina – 8 settembre 1943 – royal italian navy in technicolor

Veder segnatamente al 7° minuto quando gli US. ci “lasciano” le corazzate migliori….

giobbe8871
Scritto il 9 febbraio 2013 at 21:58

e poi l’Agip -Eni del 1946 doveva essere liquidata…Ma il Grandissimo Mattei ed Alcide De Gasperi convinsero gli US. di “lasciarcela”….per poter avere energia a basso prezzo per le aziende italiane, aziende manufatturiere e di trasformazione…..

giobbe8871
Scritto il 9 febbraio 2013 at 21:59

NOI ITALIANI SIAMO DEI GRANDISSIMI LAVORATORI . MOLTO DI PIU’ DEI GERMANICI.

NON ABBIAMO LA LORO CRUDELTA’, VIOLENZA E DETERMINAZIONE NEL PERSEGUIRE I NOSTRI SOGNI :wink: 8)

alessandroecristina
Scritto il 9 febbraio 2013 at 23:30

Ora gli USA si vogliono riprendere l’ENI….con gli interessi!!!

giobbe8871
Scritto il 10 febbraio 2013 at 11:03

alessandroecristina@finanza,

Non è detto Alessandro.

Forse è condizionamento Anglo Americano perchè l’Italia “tradisca” ancora la Crande Germania, e il suo “sogno” di sempre Spazio Vitale… :wink: :mrgreen:

giobbe8871
Scritto il 10 febbraio 2013 at 11:07

dorf001@finanza,

Dorf , lo sai che noi italiani siamo stati diretti non solo dai Savoia-Impero UK da un lato e da Garibaldi-US-Abramo Lincoln. i film non lo ricordano mica.
:mrgreen: :lol:

http://www.youtube.com/watch?v=ZB28WA-ml9A
su Ferdinando di Borbone e l’Impero Inglese

giobbe8871
Scritto il 10 febbraio 2013 at 11:21

noi italiani siamo IDISSOLUBILMENTE legati a Impero Britannico , ed anche Benito Mussolini credo, lo sapesse.
io dico che siamo UNITI permanentemente ad una parte dell’IMpero US anche

Non tutti ricordano Garibaldi come consigliere militare del presidente US. Abramo Lincoln…
Abraham Lincoln (spesso citato, nei testi in lingua italiana, come Abramo Lincoln; Hodgenville, 12 febbraio 1809 – Washington, 15 aprile 1865) è stato un politico statunitense. È stato il 16º Presidente degli Stati Uniti d’America ed il primo ad appartenere al Partito Repubblicano.

Considerato sia dalla storiografia sia dall’opinione pubblica uno dei più importanti e popolari presidenti degli Stati Uniti.

Fu il presidente che pose fine alla schiavitù, prima con la Proclamazione dell’Emancipazione (1863), che liberò gli schiavi negli Stati dell’Unione e poi con la ratifica del Tredicesimo Emendamento della Costituzione degli Stati Uniti d’America, con il quale nel 1865 la schiavitù venne abolita in tutti gli Stati Uniti. A Lincoln è riconosciuto il merito di avere allo stesso tempo preservato l’unità federale della nazione, sconfiggendo gli Stati Confederati d’America (favorevoli al mantenimento della schiavitù) nella Guerra di secessione statunitense.

giobbe8871
Scritto il 10 febbraio 2013 at 11:35

1861- 1865 ITALIA E US (abramo Lincoln a Nord con la dinamite) mentre i Confederati del Sud avevano la nitroglicerina. :mrgreen:

ASCANIO SOBRERO : NITROGLICERINA 8)

ALFRED NOBEL : DINAMITE 8)

Dove muore Nobel ? :wink: :mrgreen:

Defil non dirmi più di dover studiare la Storia come fa tuo nonno. :wink: :oops: :lol:
e se ti avanza tempo va a indagare su chi era direttore delle varie aziende di Nobel. :wink: 8) :mrgreen:

VIA DAI CRUCCHI, SUPERBI ALEMANNI. E PER FARLO NECESSITANO SIA UK. CHE US. :wink: 8)

giobbe8871
Scritto il 10 febbraio 2013 at 11:35

dorf001@finanza,

1861- 1865 ITALIA E US (abramo Lincoln a Nord con la dinamite) mentre i Confederati del Sud avevano la nitroglicerina.
ASCANIO SOBRERO : NITROGLICERINA
ALFRED NOBEL : DINAMITE
Dove muore Nobel ?
Defil non dirmi più di dover studiare la Storia come fa tuo nonno.
e se ti avanza tempo va a indagare su chi era direttore delle varie aziende di Nobel.
VIA DAI CRUCCHI, SUPERBI ALEMANNI. E PER FARLO NECESSITANO SIA UK. CHE US.

ilcuculo
Scritto il 10 febbraio 2013 at 12:26

e i Romani conquistarono tutto il mondo conosciuto…

ma lo capite che domina la forza e che la legge e la giustizia sono due cose diverse ?

oggi come 5000 anni fa vinche il più forte e conquista gli altri entra nelle città rende schiavi gli uomini e stupra le donne.

Non è una crisi antropologica, l’uomo negli ultimi 5000 o 50.000 anni non è cambiato di una virgola.

dorf001
Scritto il 10 febbraio 2013 at 17:19

giobbe8871@finanza,

bravo giobbe. lo so che ti piace la storia. per quello ti ho detto di leggere il libro di fasanella. il golpe inglese. è stato garibaldi tra i primi in italia a tradire la patria. masone venduto agli inglesi. ora invece anno 2012 abbiamo un giorgio napolitano massone venduto agli americani. è per quello che lo chiamano re giorgio. c’èè nel libro di fasanella. legilo.

e che mi dici del carteggio mussolini churcill? anni fa lessi che si trova in un caveaux di una banca svizzera. se ti piace la storia leggi questo.
http://www.controstoria.it/documenti/carteggio-churchill-mussolini.html

by DORF

dorf001
Scritto il 10 febbraio 2013 at 17:25

giobbe8871@finanza,

senti giobbe l’hai sentita la storia del capo massone giole magaldi intervistato dal fatto quotidiano? il cui direttore padellaro è un falso e un censore? ha censurato 2 fatti. e cioè che mario monti e mario draghi sono parte integrante della massoneria. se non lo lui che è il capo!! leggi che figura di merda ha fatto quel giornalino ridicolo in cui scrive marco travagghio.

INTERVISTA DI GIOELE MAGALDI BY FABRIZIO D’ESPOSITO PER IL FATTO QUOTIDIANO DEL 6 FEBBRAIO 2013. Versione INTEGRALE e ORIGINALE, senza le ignobili censure e manipolazioni imposte da Antonio Padellaro

Chi ha comprato il FATTO QUOTIDIANO del 6 febbraio 2013 ha potuto leggere – sia nel titolo in prima pagina che nel rimando alle pagine interne – una versione censurata, rimaneggiata e parzialmente manipolata dell’Intervista concessa la sera del 5 febbraio dal Fratello Gioele Magaldi al giornalista Fabrizio D’Esposito.

dai leggi tutto, non è lungo. qui http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=11448

i giornali italiani. il nulla assoluto.

by DORF

dorf001
Scritto il 10 febbraio 2013 at 17:43

ieri sera. sabato. VERONA. piazza bra. c’erano tra cui anch’io, 10.000 perosne in piazza, e forse di più. mai vista in vita mia che son nato a verona, la piazza bra cosi’ piena. una folla immensa. strapiena la piazza. tutti stretti stretti. nessun caos, poca polizia. e il sindaco tosi, che fà?? chiude la web-cam del comune che dà sulla piazza. ma se và sempre tutto l’anno? come mai ieri sera l’ha spenta? paura ehh!!!! c’erano giornalisti tedeschi, olandesi, danimarca. collegati via web a mezza europa. radio in diretta. casini poro can, nel pomeriggio in teatro ha fatto 300 persone, sala non piena. tuti si chiudono nei teatri o sale municipali x dibattere, al caldo, sti ladri!!! parlava di gargamella-bersani. del furto di mps, di 21 miliardi!!! e morfeo napolitano dice:: sstt zitti, non parlatene, privacy. questa l’italia fatta da vecchi rimbambiti e traditori. apriremo il parlamento come una scatola di tonno. reddito di cittadinanza. esiste in tuta europa, tranne in italia. ai disoccupati 1,000 euro al mese x 3 anni. e l’obbligo di accettare almeno 1 dei 3 lavori che gli propone il governo/istituzioni. esattamente uguale identico come fanno in danimarca. ok? poi altri 20 punti di programma. alla fine: faremo il botto, o vi decidete a rischiare o votate casini.

oggi domenica ore 13. tiggi 1 2 e 3 nessuno dico nessuno ha parlato di grillo. vigliacchi e venduti. e voi pagate il canone x questa tv di merda!!!! hanno parlato di londra, che una volpe è entrata in casa e ha morsicato una bambina. capite che puttanate vi dicono? qui in italia a verona 10,000 persone in piazza, roba mai vista, e la notizia non passa. roba da matti! e quel falso di begnini mi parla di democrazia. mi dice che non esiste più il fascismo? che è bello e giusto cedere sovranità monetaria e politica all’europa? e per dire queste vigliaccate si prende 6 milioni di euro? questa è l’italia dei pidini. una cloaca a cielo aperto.

bisogna far di tutto x far perdere il pd. quelli hanno già votato tutto. fiscal compacr, efsm, tutte le trappole del mondo le hanno aprrovate. la corda x noi popolo è pronta. e vogliono che siamo noi popolo fesso a ritar la corda. a scacarci la fossa con le nostre mani.

dai ragazzi su, datevi da fare. dobbiamo far perdere gargamella. oppure facciamo la fine dei topini, i lemmings. i topi suicidi.

by DORF

giobbe8871
Scritto il 10 febbraio 2013 at 22:26

caro Dorf,

dorf001@finanza,

non te la prendere troppo contro Giuseppe Garibaldi. Garibaldi infatti , non servì solo l’Impero UK, ma anche quello Americano. La Dinamite !!! di Nobel-Ascanio Sobrero arrivò ai generali di Abramo Lincoln.
Ma quello che mi fa incazz…è che nei libri storici “ufficiali”, nei films mai nullaaaa ! :twisted::twisted:

giobbe8871
Scritto il 10 febbraio 2013 at 22:31

ma hai guardato il filmato storico sulla potenza navale militare italiana ?

HANNO PAURA DI NOI ITALIANI, SIA DEI TERRONI CHE DEI POLENTONI.
GLI OLIGARCHICI STRANIERI CI VORREBBERO VEDERE ACCATTONI, POVERACCI, GAY E PUTTANE….PER NON COMPROMETTERE I LORO INTERESSI. :mrgreen::mrgreen::twisted:

giobbe8871
Scritto il 10 febbraio 2013 at 22:34

dorf001@finanza,

NAPOLITANO non è filo Americano. Non lo credo. è un filo Crucco, o meglio filo banchieri Alemanni. :wink: :roll:

giobbe8871
Scritto il 10 febbraio 2013 at 22:43

dorf001@finanza,

Gioele Magaldi
ora vado a leggere l’intervista. Per me Magaldi ha timore che un nuova Forza Nazional Socialista possa travolgere tutta la Massoneria ? :roll: :o

Su il Fatto Quotidiano ? Meglio leggere i post di Mazzalai. :mrgreen: :wink:

giobbe8871
Scritto il 10 febbraio 2013 at 22:49

forse Padellaro non voleva infierire su Mario Monti e Mario Draghi in questo mese elettorale ? :mrgreen: :cry:

Scritto il 11 febbraio 2013 at 11:49

dorf001@finanza,

Non so come andrà a finire ed anche io sono pronto
a votare per “la pulizia” della classe politica,
ma non nascondo che con tre figli piccoli, se il paese dovesse
rimanere ingovernabile o se per assundo(possibilità neanche troppo remota, anzi!!)
dovesse vincere il M5S, il mio timore è per il dopo.
Cazzi amari per tutti !
Il prossimo ed immediato futuro lo vedo molto movimentato!
Coraggio e resistenza :twisted:
Saluti

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Il braccio di ferro sui dazi doganali tra CINA e USA continua ininterrottamente. Per molti (sott
Tenta di reagire il Ftse Mib dopo il nuovo rosso di ieri che ha richiamato nuovi spettri ribassisti.
Iniziamo da qui dal libricino del senno di poi, le minute del FOMC,  si il libricino che la Fed
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Tassi di interesse. Nell’analisi intermarket una corretta interpretazione dei tassi di interes
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Ftse Mib: l'indice italiano apre positivo anche oggi dopo l'allungo di ieri. La situazione rimane c
Nonostante i miei principali temi, quando parlo di criptovalute, siano quelli tecnologici, colgo
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec