GRECIA: ACCORDO RAGGIUNTO!

Scritto il alle 06:56 da icebergfinanza

Non avevamo alcun dubbio che prima o poi un accordo sarebbe stato raggiunto!

BRUXELLES – Accordo raggiunto nella notte sugli aiuti alla Grecia, un accordo che implica che per avere libero accesso ad ulteriori 44 miliardi di euro previsti dalla tranche ancora in sospeso dovrà aspettare lunedì prossimo, giorno in cui l’Eurogruppo ha fissato una nuova riunione straordinaria per confermare la trattativa raggiunta a notte fonda grazie alla gentile collaborazione della Germania.

Grazie a questo accordo nei prossimi giorni e mesi, la Germania potrà continuare a rifinanziarsi a tassi di interesse negativo in attesi che il popolo tedesco riconfermi alla sua guida santa Angelina da Austerlitz!

“Il miglior accordo possibile quello di oggi, lo perfezioneremo lunedi”, ha spiegato il presidente dell’Eurogruppo Jean Claude Juncker al termine della riunione durata quasi dodici ore e finita alle 5 del mattino, senza conferenza stampa, lasciando intendere che tutte le parti sono soddisfatte dell’accordo raggiunto ovvero la dimostrazione che un’Europa unita e sempre più solidale è oggi possibile, soprattutto grazie alla Germania e alle sue banche!

Se cercate la realtà, la trasmettono in diretta su qualunque altro canale istituzionale, qui non abbiamo più voglia di raccontare favole o scrivere leggende metropolitane, non abbiamo più voglia di raccontare le notte ludiche e le orge di narcisismo di un manipolo di clowns ai quali la storia riserverà il posto che si meritano .

Noi nel frattempo proviamo a dare un’ occhiata a quello che suggerisce un recente sondaggio online condotto da Infinite Latitude…

Milano, 20 nov. – (Adnkronos) – I governi europei non sanno spiegare le cause della crisi dell’euro e non sono credibili nel proporre soluzioni. E’ questo il giudizio che emerge da un recente sondaggio online condotto sui comunicatori di 23 paesi da Infinite Latitude rete globale di agenzie di Relazioni Pubbliche, di cui fa parte Competence come rappresentante italiano del network. Su circa 100 professionisti operanti in aziende e in agenzie di consulenza, l’81% ha dichiarato che i governi non sono stati in grado di comunicare in maniera credibile un percorso chiaro verso una soluzione alla crisi. Allo stesso modo, il 77% dei comunicatori intervistati sostiene che i governi non sono riusciti a presentare una visione chiara di come sarà l’Europa del futuro dopo la crisi. Il fallimento dell’Euro non preoccupa i comunicatori e per alcuni è addirittura un’opportunità. Il sondaggio ha anche chiesto ai comunicatori se ritengono che il fallimento dell’eurozona possa impattare sulle proprie attività e la risposta generale è stata di un quasi generale disinteresse. L’81% di tutti gli intervistati ha dichiarato di non aver preparato dei piani speciali di fronte all’eventualità che possa saltare la zona Euro. (…)  L’indagine, spiega Lorenzo Brufani, General Manager di Competence, “ci indica chiaramente come i governi e le autorità europee purtroppo non sappiano comunicare con chiarezza ed efficacia alla gente le cause che sono alla base della crisi europea”. I risultati parlano chiaro ed esprimono giudizi molto negativi:(…) A fronte di questa incapacità dei governi di offrire un’immagine chiara e credibile, secondo Brufani, “non stupisce che molti cittadini europei siano contrari alle misure di salvataggio prese dai governi e che manifestino il loro dissenso anche attraverso violente proteste di piazza. Dovrebbe essere ormai palese che invece la comunicazione riveste un ruolo sempre più strategico per il futuro politico ed economico della zona euro’

Vi ricordate il nostro J.K.Galbraith… ” Come sempre nella storia capacità finanziaria e perspicacia polita sono inversamente proporzionali. La salvezza a lunga scadenza non è mai stata apprezzata dagli uomini d’affari se essa comporta adesso una perturbazione nel normale andamento della vita e nel proprio utile. Cosi si auspicherà l’inazione al presente anche se essa significa gravi guai nel futuro.

Con questo manipolo di incompetenti non abbiamo alcun futuro!

« SOSTIENI L’INFORMAZIONE INDIPENDENTE contribuisci anche tu LIBERAMENTE a tenere in vita un’isola di condivisione quotidiana nell’oceano infinito di questa tempesta perfetta … Chiunque volesse ricevere le ultime analisi può liberamente contribuire al nostro viaggio cliccando sul banner in fondo alla pagina o in cima al blog. Semplicemente Grazie!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 10.0/10 (7 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +7 (from 7 votes)
GRECIA: ACCORDO RAGGIUNTO!, 10.0 out of 10 based on 7 ratings
Tags:   |
9 commenti Commenta
kry
Scritto il 21 novembre 2012 at 08:57

Lasciando perdere chi ha inventato la barzelletta ” la differenza tra tokyo e atene, tre anni”, dopo questi dati ( queshttp://www.finanza.com/Finanza/Dati_Macroeconomici/Asia/notizia/Giappone_balza_il_deficit_commerciale_crollano_esportazion-383900 ) penso non ci sia da rallegrarsi o visto che tutto il mondo è paese vale anche per loro ” Cosi si auspicherà l’inazione al presente anche se essa significa gravi guai nel futuro.”

kry
Scritto il 21 novembre 2012 at 08:58

Lasciando perdere chi ha inventato la barzelletta ” la differenza tra tokyo e atene, tre anni”, dopo questi dati ( http://www.finanza.com/Finanza/Dati_Macroeconomici/Asia/notizia/Giappone_balza_il_deficit_commerciale_crollano_esportazion-383900 ) penso non ci sia da rallegrarsi o visto che tutto il mondo è paese vale anche per loro ” Cosi si auspicherà l’inazione al presente anche se essa significa gravi guai nel futuro.

giobbe8871
Scritto il 21 novembre 2012 at 15:03

bellissima frase

eccezionale Andrea.

Se cercate la realtà, la trasmettono in diretta su qualunque altro canale istituzionale, qui non abbiamo più voglia di raccontare favole o scrivere leggende metropolitane, non abbiamo più voglia di raccontare le notte ludiche e le orge di narcisismo di un manipolo di clowns ai quali la storia riserverà il posto che si meritano

giobbe8871
Scritto il 21 novembre 2012 at 15:06

se siete IDIOTI, CREDULONI…ebbene andate ad ascoltare le news su TV e sui giornali.
Ahh ahhh :mrgreen:

giobbe8871
Scritto il 21 novembre 2012 at 15:11

e poi ci sono tipi che operano in borsa da molto tempo e nella finanza,un livello culturale alto, che scrivono quanto segue :
….
L’Italia è facilmente preda dei “cazzari” per cui non bisogna prospettare tesi miracolistiche che presuppongano un po di virtù.
Si rischia di cadere preda dei Quagliariello ( non dimentichiamo che il popolo italiano è stato capace di esprimere una classe dirigente che ha votato in Parlamento ,senza una sola defezione,che Ruby era la nipote di Mubarack).

Hobi
http://www.cobraf.com/forum/PostsByAuthor.php?authorid=3828

giobbe8871
Scritto il 21 novembre 2012 at 15:15

Ma come mai ci sono tanti uomini che “credono” che il Nostro Paese si trova in questa situazione per Volontà esclusiva dei suoi Abitanti Votanti ?

ahh ahh :mrgreen::mrgreen::mrgreen: :lol::lol::lol: :twisted:

giobbe8871
Scritto il 21 novembre 2012 at 15:17

e dove mettiamo la P2 , Gladio, le BR ?

la CIA , KGB non hanno mai fatto nulla in Italia. :mrgreen::mrgreen::lol::lol::twisted:

giobbe8871
Scritto il 21 novembre 2012 at 15:18

e Destino Manifesto ?

pura invenzione ? :lol::lol::lol: :mrgreen::mrgreen::mrgreen: :evil:

giobbe8871
Scritto il 21 novembre 2012 at 15:20

lo Spazio Vitale dei Crucchi ? pura invenzione dei Complottisti :mrgreen::mrgreen::lol::lol::twisted:

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Avvio brillante per il Ftse Mib che agguanta l’obiettivo grafico dei 21.500 punti. Attualmente sca
Uno dei pilastri fondativi della previdenza complementare è  l’adesione volontaria. Questo princ
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
https://youtu.be/18w1cyr7dwQ Google Pay sbarca anche in Italia. Il nuovo servizio del colosso tec
Trovare il giusto equilibrio tra lavoro, produttività e vita privata. E' il desiderio espresso da
Si amplia ulteriormente la gamma degli strumenti di investimento emessi da Banca IMI, grazie a 8
Ftse Mib: prosegue al rialzo il Ftse Mib e conferma il break dei 21.122 punti e della trend line rib
A forza di dire che piove, qualcuno prima o poi ci prende. Il difficile è capire quanto piover
Era il 24 gennaio di un ormai lontano anno del Signore 2007, quando un ragazzo qualunque apri un
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec