BANK RUN CARTOONS!

  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF
  • Print
  • Twitter
  • Wikio
  • Yahoo! Buzz

Senza parole!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.9/10 (7 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +4 (from 4 votes)
BANK RUN CARTOONS!, 9.9 out of 10 based on 7 ratings

Commenti (n° 8)Commenta

  1. atomictonto scrive:

    HANNO FINITO LE CARTUCCE.
    Ieri hanno fatto blaterare anche Barak in persona nella speranza di distruggere l’Euro prima che il mondo si renda conto che i veri cadaveri sono la sterlina e il dollaro.
    Questa è una guerra partita da lontano, quando l’amministrazione Bush (The Family) si invento “armi di distruzione di massa” inesistenti per abbattere finalmente Saddam Hussein che proponeva all’OPEC di passare dal dollaro all’Euro.
    Aulicamente mi sento di citare Flavio Ezio: “questi barbari vengono per distruggere le vostre case, uccidere le vostre famiglie, distruggere la nostra Civiltà! Ma non riusciranno, si infrangeranno contro il marmo di Roma! e voi siete una MONTAGNA di marmo Romano!!” :-)

  2. Cosa è successo sono fallite le bache? Immagino anche la fed perchè ne avrà sostenute di spese per stampare tutta quella carta igenica.
    atomictonto@finanza,

    E mi permetto di aggiungere che sempre bush nel 2001 invitava il mondo ad aver fiducia nell’america ad investire e che non può permettere che si abbassi il tenore di vita del popolo americano. Peccato che siano troppo poche le persone che illuminano contro $ e £.

  3. atomictonto scrive:

    kry@finanza,

    Esatto.
    Infatti la frase che citi fu sibillina.
    Parlando della guerra in Iraq W.Bush si lascio scappare un “il tenore di vita degli americani non può essere messo in discussione”….perchè è QUELLO che era in ballo.
    Da li in poi è tutta una stucchevoile sciarada mediatica, con gli Inglesi a fare la parte del guappo di corte…cattivo e cinico con tutti ma docile col padrone.

  4. atomictonto scrive:

    Ma secondo voi la Culona, che faceva l’insegnante di chimica alla scuola Berlin-Adlershof, in questo momento storico cosa fa?
    Ascolta ciecamente i “professori economici” della BuBa!
    I krukki li conosco bene, quando non si sentono all’altezza “nominano” un nume tutelare personale e si abbandonano nelle sue mani.
    In pratica abbiamo a che fare con un pupazzo.

  5. E se la Culona non fosse altro che un “dormiente” lasciatoci in eredità da Misha alias Marcus Wolff?

    L’ultimo scherzo all’odiato occidente… quella che lo distrugge…

    Figlia di un pastore protestante della Germania Est che, malgrado (oppure grazie) alla onnipotente Stasi, aveva l’incredibile diritto (per uno apparentemente non del regime) di possede un’automobile ed andarsene in giro senza controlli…

    Quando ho letto questa cosa, più di un dubbio mi è sorto…

  6. atomictonto scrive:

    sturmer@finanza,

    Non so guarda, per adesso non sopporto piu le esternazioni della Culona.
    Appena poco fa ha cercato di prendere per i fondelli tutti dicendo che “I leader mondiali non devono sovrastimare le capacità della Germania di risolvere la crisi del debito in Europa.”
    Ma caxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxo la Germania non deve fare un bel niente, deve solo PIANTARLA COI VETI alle cose più ovvie come stampare Euro e fare sti benedetti EuroBond!!!
    - USA, UK e Giappone (che oltre alla crisi ha un debito pubblico doppio dell’Italia, è stato semidistrutto da un mega-tsunami e ha una centrale nucleare impazzita sul territorio) hanno stampato soldi e si sono stabilizzati!
    - Nel momento stesso che si è fatta la UE e l’Euro era OVVIO che prima o poi si dovesse condividere il debito, con interessi pro-quota ovviamente!
    E per la miseria, ma la Culona pensa di parlare a dei fessi?!

  7. atomictonto@finanza,

    E per la miseria, ma la la culona non pensa di parlare a dei fessi, perchè non ci tiene a perder tempo per parlarci, anzi è certa di aver a che fare con dei fessi e la popolazione greca e portoghese sono lì che confermano quanto fessi diventeremo pure noi.

  8. Ragazzi leggetevi questa e meditate,meditate,meditate……
    John_ludd Scrive:
    14 giugno 2012 alle 12:03
    Un mese fa o giù di lì ho incontrato un delizioso signore, anziano ma non troppo. Un professore di ingegneria in pensione in uno dei più rinomati politecnici. Abbiamo parlato brevemente. Gli ho chiesto del suo paese, di come pensano di rimanere a galla, quali soluzioni ai problemi che in questi 25 anni si sono gonfiati sempre di più. Mi ha risposto sorridendo che non ci sono soluzioni, nessuno ne ha. Attendono solo il momento in cui rifondare un nuovo Giappone. Bellissimo paese, una storia affascinante e una cultura così lontana. Una moneta fortissima per sole ragioni psicologiche, nazionalismo. La più potente industria esportatrice del pianete in ginocchio per il calo della domanda (eh già) e la caduta drammatica di competitività. Eppure le auto continuano a saperle produrre, così come l’elettronica più avanzata del pianeta, macchine automatiche e tutto ciò che è avanzato. Un giorno, non lontano, ci sveglieremo una mattina e leggeremo che il Giappone ha svalutato del 30-40 percento e sarà un nuovo mondo. Il Dax perderà il 50% in due sedute, S&P 500 non pervenuto, il terrore che si sparge in occidente, una gara ad alzare barriere protezioniste, la fine del sistema monetario come lo conosciamo. Traders in rovina… ma come un evento 40 deviazioni standard, impossibile ! John sei pazzo ! Non credo, non conosco il giorno e l’ora ma avverrà statene certi, 100% In questi mesi non vi raccontato frottole, ho scritto 1 anno fa che il petrolio sarebbe calato, il rame e i metalli industriali uno short matematico… la borsa italiana destinata a scendere a 10 mila. Frate indovino o semplicemente buone informazioni, punti sulla lavagna da connettere. Abbiamo sentito il rumore della valanga che si stacca, si inizia a sentire lo spostamento d’aria ma non è ancora accaduto niente. Buona crescita a tutti e buon decoupling agli amici tedeschi e americani. Non è colpa loro, sono solo stupidi e in buona compagnia.
    [ Quota ] [ Replica ]