GUEST POST: IL MOVIMENTO 5 STELLE E IL MIRACOLO ITALIANO!

Scritto il alle 12:44 da icebergfinanza

120507greece.jpg

Stamattina presto come al solito al canto del gallo mentre davo un’occhiata ai commenti relativi alle elezioni amministrative mi sono imbattuto in questo splendido articolo di Debora Billi sempre brava e puntuale nelle sue osservazioni…

Sembra che questi signori abbiano costretto i giornalisti ad ascoltare la conferenza stampa sull’attenti diversamente prendere il largo…

Carini, eh? Questi signori sono i rappresentanti di “Golden Dawn”, il partito

neonazi che ha preso un bell’8 per cento in Grecia. Neonazi. In Grecia. Teste rasate, facce incazzate e torve, muscoli in evidenza, e fregi che ricordano svastiche.

Succede. Succede, quando un Paese è sull’orlo del baratro e non sa a che santo votarsi. Ed è l’opzione soft, perché quella hard è un casino di piazza senza capo né coda che conduce dritto al golpe militare.

Ai greci è toccato già il golpe finanziario e i cittadini non ce la fanno più. Nella loro scheda elettorale, le solite facce prone ai diktat neoliberisti globali oppure i neonazi che vaneggiano di Patria, Onore, e morte ai banchieri. Si finisce allora col votarli, tanto peggio tanto meglio.

A noi invece è andata di lusso, almeno per queste amministrative. E’ sbucata una valvola di sfogo che ha preso il posto che sarebbe stato inevitabilmente occupato da nazisti e pazzoidi assortiti: il Movimento 5 Stelle. Un miracolo italiano. Invece delle teste rasate tatuate, ingegneri e volontari delle ONG. Invece dei razzisti sciovinisti francesi, geologi e insegnanti. Invece dei picchiatori, laureati secchioni che sciorinano dati e cifre. Invece del morte allo zingaro e dalli al cinese, piste ciclabili e orti urbani.

Abbiamo parlato male degli italiani per 15 anni, e poi guarda che ti combinano: unici in Europa a non farsi incantare dalle sirene dell’estremismo nero, si rimboccano le maniche tra cittadini e provano a fare qualcosa che abbia un futuro. Un esempio per tutta l’Unione.

E se ancora ci vedete demagogia, populismo e antipolitica, fate uno sforzo di immaginazione: potevamo a quest’ora stare commentando Forza Nuova all’8%. Come ci saremmo sentiti, allora?

Chapeau Debora !

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.3/10 (24 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +12 (from 12 votes)
GUEST POST: IL MOVIMENTO 5 STELLE E IL MIRACOLO ITALIANO!, 9.3 out of 10 based on 24 ratings
19 commenti Commenta
cartesio
Scritto il 8 maggio 2012 at 13:38

Premesso che sto finendo per amarli (e quindi votarli).
Ma ce la faranno a levarci Monti & Co. fuori dai piedi?
O una volta al governo, voteranno l’appoggio a questi tecnici prezzolati (dalle banche d’affari mondiali), che di tecnico hanno solo l’incasso dentro i loro portafogli.
Insomma, c’è bisogno di una rivolta carbonara o si può rabberciare ancora qualcosa, prima che la macelleria sociale arrivi ad un punto che potrebbe essere di non ritorno?
Suicidi ogni giorno e fallimenti al ritmo di 1.000 imprese al mese credo non si possano più sostenere.
Si può capire se riusciremo a non diventare dei miserabili prima di vincere qualsiasi battaglia popolare, che seppure nobile nei modi e nei fatti, sarebbe ormai inutile quando saremo degli straccioni?

vito_t
Scritto il 8 maggio 2012 at 16:50

io la mia proposta la ho già fatta. Manifestazione oceanica davanti a qualche simbolo del potere, che sia politico o finanziario non ha importanza, perchè finchè mugugniamo fra le righe di qualche blog, o al bar, non cambierà nulla avremo ancora i Bersani i Casini etc che hanno anche il coraggio di affermare che il popolo li ha capiti ( Bersani ). Finchè non tiriamo loro addosso tonnellate di uova marce, ….. ( del resto non si dovrebbero nemmeno trovare a disagio, perchè loro stessi sono marci dentro …), finchè non li facciamo sentire a disagio in qualsiasi posto loro vadano, continueranno a dominare la scena !
Fuori dai co .. ni questa gente di m..da che sta tentando, ….. riusciendoci, di rovinare l’Italia.

idiocrazia
Scritto il 8 maggio 2012 at 17:16

cartesio@finanza,

no Cartesio, quelli Monti &Co. nella migliore delle ipotesi li fanno gentilmente accomodare in fila per un posto sul primo elicottero disponibile, è già successo nella storia e non è una novità. Il problema di Grillo è che diceva che Obama il premio nobel avrebbe salvando il pianeta ed era un patrimonio dell’umanità, invitava i tedeschi ad invaderci perché loro erano bravi e buoni e noi facevamo schifo, che avremmo distrutto l’euro ed il mondo con il nostro debito pubblico?!?! Ora se la prende con i tedeschi, non si capisce dove vuole andare a parare. L’unico leit motiv del movimento è la decrescita quindi una cosa abbastanza pericolosa anche se non portata avanti da individui muscolosi e violenti ma ammantata di presunta razionalità e amore per la natura è comunque elitaria ed a-scientifica non è altro che il rovescio della medaglia della crescita consumista (prevede solo la riduzione del numero di esseri umani rendendo “sostenibile” la stessa, identica struttura di fondo, oligarchi+gregge). Grillo è abituato a dire tutto ed il contrario di tutto, riflette la schizofrenia dei tempi in cui viviamo, recentemente ha invitato a parlare anche Nino Galloni che va apertamente contro la decrescita (perché sa bene cosa sia in realtà e non ha paura di dire che consentirebbe la sopravvivenza di soli 15 milioni di italiani e si fonda su teorie ridicole e plurismentite da secoli) ecco se seguisse Galloni io starei più tranquillo, ma la base dei cittadini “informati” subito lo ha attaccato. Certo è meglio (almeno così pare) di quello che abbiamo avuto finora, ma occhi aperti la delega sul nostro futuro non va data più a nessuno Grillo e cittadini “informati” (ma da chi? da wikipedia?) compresi…
Sono preoccupazioni forse un pò eccessive le mie ma tanto vale prevenire eh…

Giuseppe

icebergfinanza
Scritto il 8 maggio 2012 at 18:16

idiocrazia@finanza,

No non sono eccessive Giuseppe solo che da qualche parte dobbiamo iniziare. Per me il capitolo politica nel senso partito o movimento e’ chiuso! Prima avanti con la consapevolezza e l’alternativa osteggiata dai soliti profeti del nulla e del dagli alla demagogia e poi il resto viene da se sperando che non si ripeti la parabola dei fessi e dei furbi e che i gatti e le volpi impicchino un pezzo di legno!

ilcuculo
Scritto il 8 maggio 2012 at 18:31

Va bene anche il movimento a 5 stelle ma ad un certo punto si deve cominciare a dire qualcosa, la fase antagonista può e deve durare poco poi se si è seri si deve cominciare a dire cosa si vuol fare oltre a cosa non si vuole, ed i conti devono tornare.

Ricordo il primo congresso della Lega Nord a Genova 20 anni fa sono uscito scuotendo la testa …

Francamente non vorrei trovarmi tra qualche anno con qualche altra trota salmonata in giro.

Il mio voto lo avrà solo chi dice cosa vuole fare più di quanto mi dica cosa non vuole, se nessuno dirà cosa vuol fare non darò il mio voto, e questo è l’unico voto di protesta.

giobbe8871
Scritto il 8 maggio 2012 at 18:43

Fuori la Grecia, dentro li Turchi….Ahh Ahh :mrgreen: :wink:

giobbe8871
Scritto il 8 maggio 2012 at 18:44

Avete sentito il nostro Capo del Governo, amico e collaborazionista dei Crucchi ? :mrgreen: :twisted: :lol:

Secondo Monti la Turchia potrà “portare un valore aggiunto, economico, geopolitico, strategico, culturale ad un’Europa anziana demograficamente, stanca e non piena di impulso economicamente”.
La Turchia rappresenta invece un esempio “di Paese vibrante, più giovane come struttura demografica, in ascesa economica, con l’ottimismo sul futuro”.
“La nostra speranza -ha proseguito Monti- è che il piano di adesione possa proseguire con uno slancio rinnovato. Noi pensiamo che la Turchia sia in grado di integrare l’Unione europea e portare valore aggiunto economico, geopolitico, strategico, culturale. Pensiamo che per un’Europa qualche volta anziana demograficamente, stanca e non piena di impulsi e di entusiasmi economicamente, la Turchia rappresenti un esempio molto importante di Paese vibrante, e giovane come struttura demografica, in ascesa economica, con ottimismo sul futuro. Tutte caratteristiche -ha affarmato Monti – che dobbiamo cercare di intensificare anche in Europa e anche guardando alla Turchia, associandola sempre più strettamente fino alla piena integrazione nell’Europa”.

giobbe8871
Scritto il 8 maggio 2012 at 18:46

Noi a parlare del Mov. 5 Stelle ( movimento politico eccezionale )e intanto… i Crucchi attuano quello che hanno iniziato nel 1453 a Costantinopoli. 8) :mrgreen:

icebergfinanza
Scritto il 8 maggio 2012 at 20:02

Una serpe in seno?
Il sospetto di tradimento che gravò sul Giustiniani, in realtà dovrebbe investire anche tutti gli altri esponenti delle famiglie occidentali legate a Costantinopoli per prestigio e censo. In effetti si verificarono “strani” fatti durante l’assedio della città: la flotta pontificia era rimasta ferma a Chio nell’attesa che “cambiasse il vento”, la flotta veneziana era bloccata a Negroponte in “attesa di ordini”, poichè il senato lagunare aveva appena discusso l’ipotesi di abbandonare la città al suo destino; inoltre le navi turche trascinate per via di terra passarono indistuurbate di fronte al quartiere genovese di Galata; infine, la maggior parte delle famiglie occidentali restò incolume dalla strage conseguente all’irruzione turca, godendo addirittura della concessione di poter scegliere se lasciare la città o restarvi, nonchè di nuovi privilegi commerciali.
Testimonia contro il sospetto, invece, il comportamento valoroso dimostrato dalle navi veneziane e genovesi durante un combattimento svoltosi il 20 aprile. Probabilmente non conosceremo mai la consistenza degli interessi tra turchi e commercianti italiani, ma le “dicerie” riportate dai cronisti indicano che, tra i partecipanti ai fatti, vi fu un “balletto di responsabilità” provocato da un evidente senso di colpa sviluppatosi in Occidente a seguito della caduta di Costantinopoli. Non e che il commerciante italiano sia d’accordo con li turchi angloamericani?

giobbe8871
Scritto il 8 maggio 2012 at 21:35

icebergfinanza,

i Colanino senior e junior in India per i nuovi stabilimenti di Piaggio in India….cosa ti fa venir in mente?
La società di Roberto Colaninno ha inaugurato un nuovo impianto nel polo produttivo di Baramati, nel Maharashtra. Dalle linee potranno uscire da subito 150mila scooter all’anno e il doppio entro il 2013.

Son sicuro che Andrea Mazzalai conosce cosa era impedito ai Senatori dell’Antica Roma ! :wink: 8) :D

giobbe8871
Scritto il 8 maggio 2012 at 21:40

i Grandi Commercianti come i Grandi Banchieri ( eccetto dunque le piccole banche legate al territorio ) sono per i loro affari con i loro clienti-fornitori stranieri poco idonei a RAPPRESENTARE gli interessi della Comunità nostrana italiana :wink:

giobbe8871
Scritto il 8 maggio 2012 at 21:41

ai Senatori di Roma non era ammesso fare commercio con i Barbari. Pena accusa di Alto Tradimento :D :mrgreen:

giobbe8871
Scritto il 8 maggio 2012 at 21:43

ai Senatori di Roma era favorito fare i Latifondisti e agricoltori nelle terre dell’Impero. Agricoltori e Speculatori edili, oggi li definiremo Palazzinari, :mrgreen: :wink:

giobbe8871
Scritto il 8 maggio 2012 at 21:53

Quei commercianti veneziani collaborazionisti dei Turchi Ottomani e dei Crucchi hanno venduto la “loro” venezia a grezzi,musulmani, ignoranti, e a violenti tedeschi rabbiosi e rancorosi di aver lavorato un poco per i Romani….. :twisted:

francesco Petrarca in una lettera inviata ad un suo amico di Bologna nell’agosto del 1321, così descriveva la Serenissima Repubblica di Venezia:
« […] quale Città unico albergo ai giorni nostri di libertà, di giustizia, di pace, unico rifugio dei buoni e solo porto a cui, sbattute per ogni dove dalla tirannia e dalla guerra, possono riparare a salvezza le navi degli uomini che cercano di condurre tranquilla la vita: Città ricca d’oro ma più di nominanza, potente di forze ma più di virtù, sopra saldi marmi fondata ma sopra più solide basi di civile concordia ferma ed immobile e, meglio che dal mare ond’è cinta, dalla prudente sapienza de’ figli suoi munita e fatta sicura » 8) :P

stanziale
Scritto il 9 maggio 2012 at 00:31

Premesso che personalmente vedo Grillo come il peggio del peggio del peggio, non lo voterei mai, devo pero’ riconoscere che ha detto 3 parole fondamentali: fuori dall’euro (o almeno da quest’euro). Gli altri non lo dicono perche’ sono venduti, compromessi , ricattati o impauriti. E’ qui che ha intercettato il grosso del malcontento. Certo non avendo ancora governato non ha neanche la magistratura alle calcagna, forse per questo puo’ parlare, ed e’ un grosso vantaggio.

icebergfinanza
Scritto il 9 maggio 2012 at 05:24

ilcuculo@finanza,
Il mio voto lo avrà solo chi dice cosa vuole fare più di quanto mi dica cosa non vuole, se nessuno dirà cosa vuol fare non darò il mio voto, e questo è l’unico voto di protesta… Ecco il punto focale! Andrea

ciaula
Scritto il 9 maggio 2012 at 06:26

icebergfinanza,

Ciao Andrea. Il tuo modo di intendere il voto di protesta è ragionato.
Io però credo che la maggior parte di chi esprime un voto di protesta lo faccia più “di pancia”: sia nell’accezione figurativa che in quella letterale…

La gente è stanca, sta perdendo la pazienza. L’antipolitica è il solo un campanello d’allarme, un primo stadio. Se la politica non risponde in maniera adeguata, l’aria si incendierà. Del resto, davanti a certe situazioni, se un tempo l’italiano medio si indignava solamente, ora è sul punto di ribellarsi…http://lemieconsiderazioniinutili.blogspot.it/2012/05/una-sana-botta-alla-politica.html

Saluti

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Segnali molto interessanti dal mondo intermarket e dai mercati finanziari. Fase correttiva in co
Il FITD (Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi) coprirà ancora almeno il controvalore di 100
Tra alti e bassi la borsa USA sta tenendo bene, come anche anticipato nell’analisi del COT Rep
Per chi legge Icebergfinanza, l'assicurazione sui depositi bancari sotto i 100.000 euro è carta
Ftse Mib: l'indice italiano tenta in apertura la rottura della trend line ribassista di breve period
I Paradise papers continuano a stupirci, non nel fatto che i ricchi come al solito sono quelli maggi
Per chi non conosce la storia, la Notte dei lunghi coltelli   si riferisce a un episodio del
Oggi riprendiamo ad analizzare il nostro futures Italiano. I prezzi hanno seguito fedelmente il Batt
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Ieri il nostro ministro dell'ottimismo, quello che negli ultimi tre anni sosteneva che il debito