CRISI FINANZIARIA: PSICOPATICI IN AZIONE!

  • email
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • PDF
  • Print
  • Twitter
  • Wikio
  • Yahoo! Buzz

Come i lettori e gli amici di Icebergfinanza ben sanno sono anni che sostengo che da questa crisi difficilmente ne usciremo sino a quando non avremo rimosso dalla guida coloro che hanno colpevolmente portato l’economia e la finanza mondiale a precipitare in un buco nero senza fine!

Come dice il nostro Nicholas…  “A coloro che guidavano uno scuolabus bendati (e l’hanno sfasciato) non dovrebbe essere mai più permesso di guidare un altro scuolabus. L’establishment economico (università, autorità di regolamentazione, funzionari governativi, economisti al servizio di varie organizzazioni) ha perso la propria legittimità a seguito del fallimento del sistema. Sarebbe imprudente e insensato da parte nostra se ci affidassimo alle capacità di questi esperti per uscire da questo caos. Al contrario, bisogna individuare le persone intelligenti e con le mani pulite.

Se a questo ci aggiungiamo che spesso e volentieri coloro che guidavano lo scuolabus erano non solo bendati ma anche drogati e alcoolizzati, un manipolo di esaltati psicopatici, il cerchio si chiude!

Wikipedia ci spiega che la  psicopatia è un disturbo mentale caratterizzato principalmente da un deficit di empatia e di rimorso, emozioni nascoste, egocentrismo ed inganno. Gli psicopatici sono fortemente propensi ad assumere comportamenti devianti ed atti abusivi verso altri, nonché essere orientati alla criminalità più violenta. Spesso sembrano persone normali fingendo le emozioni che realmente provano, mentendo sulla propria identità.

Bene in questi giorni su Bloomberg è uscito un piccolo capolavoro, riportato sul WashingtonBlog nel quale si sostiene che gli psicopatici hanno causato la crisi finanziaria e che lo faranno ancora a meno che non siano rimossi dal potere.

Io provo a riportarVi alcuni pezzi significativi e sarebbe bello che il nostro amico Paolo ci aiutasse ad interpretare dall’alto della sua esperienza questo mondo oscuro… ma non troppo visto la grande mole di psicopatici che girano nelle strade e sul web!

The “corporate psychopaths” at the helm of our financial institutions are to blame [for the financial crisis].

Gli”psicopatici aziendali” alla guida delle nostre istituzioni finanziarie sono da biasimare [per la crisi finanziaria].

Clive R. Boddy, most recently a professor at the Nottingham Business School at Nottingham Trent University, says psychopaths are the 1 percent of “people who, perhaps due to physical factors to do with abnormal brain  connectivity and chemistry” lack a “conscience, have few emotions and display an inability to have any feelings, sympathy or empathy for other people.”

Clive R. Boddy, della Business  School di Nottingham presso l’università di  Nottingham Trent ci dice che gli psicopatici sono l’1 per cento delle persone che, forse a causa di fattori fisici  che hanno a che fare con una anormale connettività cerebrale e la  mancanza di coscienza, hanno poche emozioni e  l’incapacità di avere, sentimenti di simpatia o empatia per gli altri.

Come risultato finale,  sostiene il professore  in un recente numero del Journal of Business Ethics, queste persone sono straordinariamente fredde,  spietate verso gli altri rispetto alla maggior parte e quindi sono una minaccia per le aziende per cui lavorano e per la società”.

Gli psicopatici sfruttano  la natura relativamente caotica della società moderna tra cui il  rapido cambiamento, il rinnovamento costante e un elevato turnover di personale chiave nelle aziende.Tali circostanze consentono loro di ascendere attraverso una combinazione di fascino e carisma , che rende il loro comportamento invisibile e li fa apparire normali sino a sembrare dei leader ideali.

Un ambiente stabile avrebbe invece reso visibili ed identificabili gli psicopatici aziendali, indentificabili  come manager indesiderabili a causa della loro personalità egoista egoista e altri difetti etici”.

(…) Il problema è iniziato quando questi  incantatori, di fatto hanno preso il potere nelle più importanti istituzioni finanziarie… uomini in grado di influenzare il clima morale di tutta  l’organizzazione di esercitare un potere considerevole.

Essi in gran parte hanno  causato la crisi perché la loro risoluta ricerca del proprio auto-arricchimento e della propria auto-esaltazione con l’esclusione di ogni altra considerazione ha portato ad un abbandono del  vecchio concetto di noblesse oblige, uguaglianza, equità, o di qualsiasi nozione  reale della responsabilità sociale delle imprese “.

Mamma mia quanto è bello questo pezzo…Mamma Mia, parole sante !!!

Non sembrano essere coinvolti  dai crolli aziendale che provocano.  Questi psicopatici si presentano con disinvoltura nel caos che accade intorno  a loro, senza preoccuparsi di coloro che hanno perso il lavoro, i risparmi e gli  investimenti, senza alcun rimpianto  per quello che hanno fatto.

Amano allegramente mentire sul loro coinvolgimento negli eventi, sono molto  convincenti nell’ incolpare gli altri per quello che è successo e non hanno dubbi  sul proprio valore.

Ve lo ricordate il principio di Peter che abbiamo visto insieme alcuni giorni fa…

Magnifica caricatura del mondo delle aziende scritto da Laurence Peter e Raymond Hull ben 40 anni fa, quel piccolo capolavoro torna a essere di attualità esplosiva. Il teorema di base, detto appunto il principio di Peter, è questo:

“In una gerarchia, ognuno tende a salire fino a raggiungere il proprio livello di incompetenza”.

Secondo Sutton serve a illustrare l’ascesa al potere della Superclasse che governa il capitalismo mondiale. “Avendo conquistato posizioni nelle quali sono destinati a fallire – sostiene Sutton – cominciano a usare un arsenale di tattiche per dissimulare la loro incompetenza.

Distraggono l’attenzione dai loro errori spostando sistematicamente la colpa su altri.

L’inganno diventa lo strumento per creare l’illusione di un progresso.

Oggi noi siamo sommersi da una marea di imposture, create da quel modo di pensare e di agire”.

Sono felici del disastro economico che sono riusciti a realizzare, con profitti enormi e con  nuovi ruoli di consulenza nei governi su come prevenire tali disastri economici.

Un altro professore sostiene che …  “Avrei dovuto trascorrere
qualche tempo all’interno della Borsa . Gli Psicopatici serial killer sono la rovina delle famiglie. Psicopatici aziendali  e politici e religiosi sono la rovina delle economie.

Un banchiere ammette candidamente che …  “In un banca di investimento tra le più  importanti  per i quali ho lavorato, abbiamo usato test psicometrici per reclutare  psicopatici sociali, perché le loro caratteristiche li rendevano adatti a ruoli di alto livello nella corporate finanziaria “.  Ecco una delle banche di investimento più grandi al mondo  cerca psicopatici come reclute.

Mi vengono i brividi signori…i brividi, anche per avere saputo interpretare principalmente la dimensione antropologica e comportamentale di questa crisi, prima di molti altri.

Leggetevelo tutto …. è sensazionale questo articolo, sensazionale!

Poi possiamo parlare di cose o sostanze stupefacenti e psicotrope come volete, pura derivazione sintetica come sintetica è tutta questa crisi, programmata ad arte, che non ha quasi nulla di naturale nella sua versione occulta.

Il tutto in attesa di una Norimberga della finanza. con la rimozione di una serie impressionante di esaltati psicopatici che ancora oggi hanno in mano il volante dello scuolabus su cui siamo purtroppo saliti noi tutti, in attesa della prossima curva!

Ma di questo ed altro ne parleremo nel post in preparazione la prossima settimana, per tutti gli amici e sostenitori di Icebergfinanza, per coloro che lo vogliono sostenere anche economicamente, osserveremo da vicino probabili iceberg e stelle polari del 2012, un anno che passerà alla storia in una maniera o nell’altra, un anno decisivo per la futura intensità della tempesta perfetta, una tempesta che ci accompagnerà ancora per qualche anno, al di là dell’immaginazione dei mercati finanziari e della gente comune. ORIZZONTE 2012…SENZA DIMENTICARE LA STORIA!

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 9.1/10 (21 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +17 (from 17 votes)
CRISI FINANZIARIA: PSICOPATICI IN AZIONE!, 9.1 out of 10 based on 21 ratings

Commenti (n° 16)Commenta

  1. cosa possiamo fare per rimuovere sta gente? :oops:

  2. atomictonto scrive:

    Molto interessante.
    Io ci terrei ad aggiungere, anche per dare un minimo di prospettiva rosea, che tutti i più grandi psicopatici sociali della storia recente sono finiti linciati, impiccati, bruciati di fianco al bunker, appesi a testa in giù, dissolti nella foresta o marciti in lugubri stanze di ospedale.
    Con o senza la Norimberga di turno…

  3. [email protected] scrive:

    tempo fa ho letto di uno studio fatto da qualche prestigiosa università che dimostrava come i tradar delle principali case di affari presentassaro proprio dei tratti psicopatici. L’eperimento dimostrava infatti che i soggetti esaminati, nella loro operatività, non mirassero tanto a conseguire un guadagno più o meno lauto dalle trasansazioni quanto piuttosto ad annientare gli eventuali antagonisti di mercato. Probabilmente sono i loro capi altrettanto o forse più malati di loro che li addestrano a tenere comportamenti così deviati. La finanza dopo essere diventata metafinanza (prima forma di delirio nichilista) non poteva fare altro che diventare psicofinanza (delirio distruttivo). Attendiamo con ansia l’esito fianle della patologia.

  4. paolocogorno scrive:

    Raccolgo l’invito di Andrea e cerco di dare un piccolo contributo agli articoli pubblicati su Bloomberg,

    Prima di tutto non posso che essere daccordo tra l’altro è una tesi che abbiamo già sostenuto e parzialemente discusso anche nel blogeconomy day del 2010, e anche in articolo che ho scritto un paio di anni fa (http://www.psicologianalitica.it/Paolo%20Cogorno/Lost%20Decade/Lost%20Decade.html)

    sicuramente i disturbi comportamentali e la psicopatia c’entrano molto con questa situazione, e ritengo scientificamente corretto definire gli aspetti psicopatologici una delle cause principali di questa crisi, non è una affermazione generica (cioè lo si potrebbe dire anche per molti guasti nella umanità) ma in questo caso è ben specifica.

    Gli articoli su bloomberg hanno un taglio neurologico-psichiatrico tipicamente anglosassone, questi approcci hanno il vantaggio che attraverso le loro classificazioni nosografiche individuano con rapidità gruppi di sintomi (sindromi) che caratterizzano i disturbi psicopatici, hanno il limite che non considerano la vita inconscia dell’individuo, gli aspetti storici, filosofici, antropologici e culturali
    che sicuramente concorrono a sviluppare e far “fiorire” una personalità psicopatica.

    Il discorso sarebbe molto ma molto lungo… vorrei sintetizzare questi punti:

    la malattia del manager finanziario affetto da psicopatia, è un disturbo narcisitico, ovvero c’è una ossessiva celebrazione del proprio Ego che va a coincidere con i “risultati” (e che bei risultati che vediamo… oggi ) della sua attività , con la celebrazione della propria immagine, (la nostra immagine non coincide con la nostra soggettività, col nostro Essere profondo)
    La conseguenza parossistica di questa ossessione è la PERDITA DI Un PRINCIPIO di REALTA’ , quindi si vive in un mondo non reale, anaffettivo, e si perde la VISIONE di INSIEME (la gestalt) del proprio operare, conseguentemente si fanno un sacco di sbagli, si vive di immediatezza, quindi di “brevissimo termine”, i momenti depressivi (inevitabili, per la alienazione dalla realtà) vengono spesso gestiti ed attenuati con sostanze psicotrope, droghe, più spesso assunzione di Cocaina che è la droga dell’EGO e del Narcisismo per antonomasia.

    In letteratura è ben nota la relazione tra psicopatia e consumo di stupefacenti, questi hanno la funzione di mantenere una distanza dalla realtà, e di far permanere la Coscienza in un nirvana autocelebrativo-narcisistico…

    http://www.newscientist.com/article/dn18653-brain-chemical-is-reward-for-psychopathic-traits.html

    quindi io vieterei la guida di un qualunque autobus “dirigenziale” a costoro, esattamente come fanno per i nostri ragazzi che anche per mezza birra gli stracciano la patente…
    controlli anti.doping per chi ha certi ruoli ? perchè no ? se li facessimo oggi ce ne togliamo tanti, ma tanti dal posto di guida…

    un saluto a tutti Paolo

  5. paolocogorno scrive:

    p.s

    Hannibal che campeggia in questo post è un’ottima metafora dei mercati finanziari in psicopatia acuta, se non mettiamo una museruola di ferro ad Hannibal, continuerà a cibarsi di carne umana, (dopo un cortese invito a cena ovviamente..) la museruola di ferro sono le regole che questi mercati non hanno mai voluto, non hanno voluto per continuare la loro danza dell’irrealtà e della irresponsabilità, “clinicamente è impossibile curare un tossicodipendente senza mettergli delle regole…”

  6. maatmatithiak scrive:

    paolocogorno@finanza,

    si ma questo vale anche per politici generali e per tutte le persone al copmando.
    il distacco dalla realtà si evince anche dalle parole della santanchè e cicchitto ( in minuscolo apposta) quando dicono che è sbagliato tassare la ricchezza.
    ____________________________________________________________________
    altro tema ….
    http://it.finance.yahoo.com/notizie/bce-depositi-toccano-nuovo-record-083315359.html
    ma questo cosa vuol dire ??
    se le banche nn si fidano tra di loro e nn si fidano di aziende e situazione ..allora cosa si fa ?? anche noi a prendeci i nostri RISPARMI !

  7. nicolsson scrive:

    gentilmente: qulacuno mi potrebbe aggiornare su cosa è successo ale quotazioni di unicredit? le ho lascite 0,7 e le ritrovo al mio ritorno a 4 euro…
    grazie ben gentili!

  8. nicolsson@finanza,

    C’è stato un raggruppamento di uno a dieci. Controlla sul dossier. Praticamente grazie all’aumento le hai lasciate a 7€ e le ritrovi a 4,3€.

  9. paolocogorno scrive:

    maatmatithiak@finanza,

    Ovviamente vale per gran parte delle persone al comando in questo momento.. ..

  10. allora prima di parlare del debito , si dovrebbe analizzare a fondo senza guardare in faccia a nessuno su come si è arrivati a tutto questo ? TUTTI SI SCIACQUONO LA BOCCA CON LA CINA ? MA POI VAI A VEDERE : CINA ACQUISTATO PETROLIO PER I PROSSIMI 10 ANNI AL PREZZO BLOCCATO DI 50 $ AL BARILE ! NOTIZIA DEL 2005 , MA NESSUNO MAI SI SOGNA DI RIPORTARE!ALLORA SE LA CINA TIENE ANCORA CARTUCCE DA SPARARE è SOLO XCHè A PARTE I DIRITTI che NON ESISTONO, MA LA MATERIA PRIMA LA PAGA IL 50 % IN MENO DELL’OCCIDENTE ! IN POCHE PAROLE I POLITICI OCCIDENTALI SONO SOLO UNA MASSA DI COJONI COLLUSI ! ADESSO TUTTI SI ASPETTANO CHE I PROBLEMI LI RISOLVANO CHI HA PORTATO LO SBANDO TOTALE ? ALLORA MERITIAMO DI ANDARE IN MALORA ! SE POI PARLIAMO DELL’ITALIA L’ASPETTO MATERIE PRIME è ANCORA + DEVASTANTE CHE ALTROVE !STO MONTI (PROFESSORE NON SI Sà DE CHE), NON PONE IN NESSUN MODO L’ACCENTO SU COME ABBATTERE STO CAVOLO DI DEBITO ?TUTTI SI ASPETTANO CHE EUROLANDIA POSSA SALVARE ANCHE GLI SCAPIZZATI ? MA I TEDESCHI NON CAPIRANNO MAI CERTE FLESSIBILITà DI PENSIERO , LA STORIA SI RIPETE SEMPRE ! ITALIA AFFRONTI IL NODO ENERGETICO (70 MLD ANNUI), DOPO POSSIAMO ANCHE RITORNARE ALLA LIRA !TANTO SAREMO IMBATTIBILI ! IL NODO CRUCIALE è IL PETROLIO ED IL SUO COSTO ! inshallah

  11. giobbe8871 scrive:

    Sei fortissimo :D Capitan Andrea
    Spero che il nuovo anno sia ancora più emozionante e proficuo di quello appena concluso.
    giobbe

  12. giobbe8871 scrive:

    Devo farti i complimenti per i post da te pubblicati nei mesi di novembre e dicembre. :roll:

  13. giobbe8871 scrive:

    Hai anticipato tutti nel segnalare le “furbate” dei Crucchi. :D

  14. Riporto un pezzo di un’intervista dello scorso autunno a Zygmunt Bauman (qui la trovate integralmente:
    http://www.lastampa.it/_web/CMSTP/tmplrubriche/giornalisti/grubrica.asp?ID_blog=322&ID_articolo=110)

    “Io mi limito a fare una fotografia. Gli Stati si sono sempre fondati su due cardini: il potere (cioé fare le cose) e la politica (cioé immaginarle e organizzarle). La globalizzazione si muove senza politica. Ha bisogno di rapidtà. Detesta i vincoli. Un po’ come la malavita. Le regole sono un ostacolo. Così i mercati più fiorenti nel mondo sono quello criminale e quello finanziario. Non importa se sono sporchi o puliti. Non fa riflettere?”

    La cosa più triste è che questo stato di cose può prosperare grazie alla – il più delle volte inconsapevole, ma non per questo meno grave – complicità/tolleranza/indifferenza di tanti.
    Come ha scritto tante volte Andrea, perchè il male prosperi è sufficiente che “i buoni” non facciano nulla…

    Servono regole, serve chi le faccia rispettare e serve prima di tutto che impariamo ciascuno ad osservarle e farle rispettare dovunque operiamo.
    Ma in questo paese in troppi hanno la passione di cercare scorciatoie o di farsi dare “un aiutino”…