INDIGNADOS e FINANZA:UNITED FOR GLOBAL CHANGE!

Scritto il alle 18:14 da icebergfinanza

 . 

          cIcebergfinanza sostiene e promuove da sempre il vento di rinnovamento che sta attraversando il fallimento di un sistema basato sul bene assoluto e sull'avidità di un manipolo di esaltati che sta sequestrando il futuro delle Nazioni e delle Giovani Generazioni.

Finanza, politica, imprenditoria e media irresponsabili, intrecciati tra di loro e spesso e volentieri aiutati da un popolo colpevolmente ignaro o connivente, stanno distruggendo la sostenibilità economico/sociale del mondo intero.

Tralasciando le inutili violenze di un gruppo di idioti vestiti di nero (…  i manifestanti regolari sono stati i primi a dare manforte a polizia e carabinieri per isolare i più violenti, mentre altri manifestanti pacifici hanno applaudito l'intevento degli agenti.)  ) o le inutili dichiarazioni di alcuni dei protagonisti e responsabili di questa crisi, abili demoni, fuoriclasse nel recitare le Sacre Scritture o cavalcare la protesta ad immagine e somiglianza, soprattutto quando preme alle loro porte, siamo di fronte ad un momento epocale, uno di quei momenti che segnerano per sempre la Storia.

Un immenso Don Milani scriveva…

 In quanto alla loro vita di giovani sovrani domani, non posso dire ai miei ragazzi che l’unico modo d’amare la legge è d’obbedirla. Posso solo dir loro che essi dovranno tenere in tale onore le leggi degli uomini da osservarle quando sono giuste (cioè quando sono la forza del debole). Quando invece vedranno che non sono giuste (cioè quando sanzionano il sopruso del forte) essi dovranno battersi perché siamo cambiate. La leva ufficiale per cambiare la legge è il voto. La Costituzione gli affianca anche la leva dello sciopero. Ma la leva vera di queste due leve del potere è influire con la parola e con l’esempio sugli altri votanti e scioperanti: E quando è l’ora non c’è scuola più grande che pagare di persona un’obiezione di coscienza. Cioè violare la legge di cui si ha coscienza che è cattiva e accettare la pena che essa prevede.
(Da Lettera ai giudici)

E' giunto il tempo di riconoscere quando le cose non sono giuste e perchè il male prevalga è sufficiente che gli onesti non facciano nulla!

Concludo condividendo con Voi quello che è il peccato originale di questa crisi, non la sua origine, ma quello che la sta protraendo oltre ogni immaginazione, al di la della necessaria responsabilità di ogni essere umano! Non dimenticate che una demenziale ideologia ha distrutto il presente e il futuro…non è la validità di una teoria ciò che conta ma il suo contagio

A coloro che guidavano uno scuolabus bendati (e l'hanno sfasciato) non dovrebbe essere mai più permesso di guidare un altro scuolabus. L'establishment economico (università, autorità di regolamentazione, funzionari delle banche centrali, funzionari governativi, economisti al servizio di varie organizzazioni) ha perso la propria legittimità a seguito del fallimento del sistema.
Sarebbe imprudente e insensato da parte nostra se ci affidassimo alle capacità di questi esperti per uscire da questo caos. Al contrario, bisogna individuare le persone intelligenti e con le mani pulite.(N.N.Taleb)

E' ora che un manipolo di falliti si faccia da parte e lasci alle giovani generazioni il compito di guidarci fuori dalla nebbia di questo tempo!

 

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
16 commenti Commenta
utente anonimo
Scritto il 15 ottobre 2011 at 17:57

A New York i manifestanti indignados ritirano i soldi dalle grandi banche ( JP Morgan Chase) e simbolicamente li depositano in banche locali.

Come al solito in Italia la stupidità di pochi, probabilmente a questo punto prezzolati delinquenti, vista l'eco che subito, Rome is burning (come Atene un anno fa a tirare un parallelo inutile), riceve sui siti finanziari anglofoni, sta rovinando una delle pagine più importanti della storia attuale.

 

utente anonimo
Scritto il 15 ottobre 2011 at 20:48

i "pochi stupidi", che faranno discutere e ricordare questo 15 ottobre italiano per questa inutile violenza invece del messaggio che migliaia di persone volevano portare all'italia, non sono pochi e neanche mancano di organizzazione. Oserei dire anche che manca ancora qualche cosa che innalzi ulteriormente il tono… pessimista … realista … quello che continuo a vedere e che noi in italia stiamo ancora troppo bene, viviamo in maniera egoista, ogni tanto facciamo capricci perchè ci viene tolto qualche cosa che diamo per scontato ci spetti di diritto, poi troviamo una scappatoia a scapito di qualcuno che non conosciamo e il gioco ricomincia. I molti sono talmente presi nel sistema che non si rendono conto che con le orecchie abassate sono già morti. I cambiamenti ci saranno ma dovremmo imparare quanto in basso siamo capaci di arrivare.
luca di gaia

utente anonimo
Scritto il 15 ottobre 2011 at 21:06

fantastico! apro ora i siti di informazioni e leggo del caos a Roma..
complimenti ai soliti fascistoidi (di qualsiasi colore esso siano) !

Un movimento di protesta sacrosanto verrà liquidato qui da noi come un movimento di estremisti violento.. e questo sarebbe un paese da salvare??

E' superfluo dirvi che i media anglofoni ci vanno a nozze, è tutta colpa del debito pubblico, dell'euro, della mancata democrazia economica ecc..

continuiamo a farci del male da soli

TRandafil

utente anonimo
Scritto il 15 ottobre 2011 at 23:06

Toc toc…scusate, qualcuno potrebbe aprire gli occhi pure agli anglofoni !

Loro si sono messi nella miseria da soli, prendete ad esempio il sistema `lease hold` o `free hold` delle case, le prime di solito in centro e nelle posizioni migliori si vendono solo per 100 anni…ovvero io Lord le vendo, mi spendo i soldi di quanto rimane lo lascio a mio figlio..poi la terza generazione ritorna in possesso di tutto ! SPLENDIDO SISTEMA PER FARE IN MODO CHE GLI ABBIENTI LORD RESTINO SEMPRE TALI !

Fatemi il favore…invece di guardare Roma, che misurino il loro problema sociale…tra i quartieri ricchi e poveri di Londra la speranza di vita e´diversa di 12 anni !!!! Un abisso.

Per il resto il mondo gira…tutti credevano che la terra fosse piatta…poi tutti credevano che il comunismo e l´USSR non sarebbe mai caduto…poi tutti credevano che il Capitalismo era l´unico sistema possibile…fino a che tutto cambia…nulla e´ piu´stabile del cambiamento !

Buona notte a tutti…e domani che sia un mondo migliore a partire da quanto facciamo !

Massimo

utente anonimo
Scritto il 15 ottobre 2011 at 23:12

x TRandafil

scusa spiegagli che il loro debito pubblico e´al 144% del PIL se includono le garanzie date alle banche…che hanno appena stampato 275 Miliardi di sterline (Quantitave Easing) che corrisponde ad oltre 320 miliardi di Euro ovvero il 65% del debito Greco stampato dalla Banca d´Inghilterra…in silenzio e senza un articolo !

Spiegagli pure che continuano ad essere sotto del 5% – 6% annuo !

Scrivigliele tu come faccio io queste cose agli inglesi !

Un saluto e non demordere…spiegaglie tu queste cose per davvero scrivi ai giornali `pravda`style tipo FT ed Economist che sono tutto a parte l´essere obiettivi.

Ciao
Massimo

utente anonimo
Scritto il 16 ottobre 2011 at 00:33

chi ha ineresse a fomentare l'odio ? 

Verità e giustizia sul massacro dei copti, contro la menzogna e la superficialità

http://www.asianews.it/notizie-it/Verità-e-giustizia-sul-massacro-dei-copti,-contro-la-menzogna-e-la-superficialità-22911.html

probabilmente in passato, probabilmente oggi:
 http://www.traditio.it/SACRUM%20IMP/2009/ottobre/3/Il%20problema%20dell'ora%20presente%20Delasuss%20I%20parte.pdf

La matrice progressista della nuova tirannia
http://chiesa.espresso.repubblica.it/articolo/1340484

m

Scritto il 16 ottobre 2011 at 07:35

Si esistono anche le rivoluzioni colorate ma anche coloro che seminano il dubbio ingenui o addestrati su televisioni giornali web e blog su l’ennesima rivuzione colorata che in realtà non e’ altro che la rabbia popolare di fronte alla più imponente frode e rapina del secolo. Il momento del giudizio e’ vicino ma nom quello che pensano loro o la maggior parte della gente comune! Andrea

utente anonimo
Scritto il 16 ottobre 2011 at 08:55

giusto Massimo.!!
credo che il mondo cambierà….. ma sarà dura e nn so se basterà la manifestazione pacifica e colorata…. quando nn ci sarà pane per i figli allora tutto sarà lecito.
anche se credo che oggi la violenza sia stata gratuita controproducente e perchè no anche sospetta ( magari qualche testa pensante l'ha volutamente preparata .. o assecondata)
il sospetto nasce dal fatto che erano stati contati (316) ivtuje tutti vestiti di nero ( facilmente identificabili e circoscritti)
M

utente anonimo
Scritto il 16 ottobre 2011 at 09:00

ah…….. un grazie ad Andrea che mi lascia ancora postare .
e quel   "ivtuje" è un mio errore
M

utente anonimo
Scritto il 16 ottobre 2011 at 10:08

E' sconfortante confrontare la lucidità di analisi di un vecchio (e criticabilissimo) politico della Prima Repubblica con la ignoranza presente in quasi tutto il ceto politico nazionale.

http://www.iltempo.it/economia/2011/10/16/1293638-tutta_colpa_mercati_vampiri.shtml

Scritto il 16 ottobre 2011 at 10:42

Per @11

Sono tutti concetti che Andrea elargisce gratuitamente da anni.

Mai sentito parlare che da ancella dell'economia la finanza è
divenuta regina?

E' da quasi un lustro che parla di mutazione antropologica,
e di politici scendiletto dell'elite finanziaria.

E del "filantropo" SOROS, nessuno ha mai sentito parlare
su questo blog?

Buona domenica a tutti…..a domani…passo e chiudo

Scritto il 16 ottobre 2011 at 11:06

Le persone con idee, con progetti, quelle che reclamano pacificamente e con caparbietà, più libertà , più diritti, quelle non le fermi.
Questi avanzano con apparente lentezza, ma sono inesorabili.
I vecchi poteri, le vecchie oligarchie sono in forte difficoltà, mandare tutto sul binario della violenza è una mossa che potrebeb rivelarsi per "loro" proficua.
Potranno fare leva su ataviche paure, fatte di caos, bombe ed esaltati politici.
Invocheranno leggi speciali contro la libertà, misure straordinarie anticrisi, diranno che bisogna fare sacrifici(sic!)

Mi scuso per le mie banalità, ma il pensare che basti spaccare qualche vetrina per abbattere il sistema e pura follia, queste sono idee marce, da quattro soldi di quattro poveri asociali ed emarginati, manovrabili come bambolette.

I sistema di potere e costituito da "piramidi" di interessi in cui convergono le vite di milioni di persone, "il sistema all'italiana" da vantaggi enormi a 6 o 7 milioni di persone.
Queste persone si trovano nella burocrazia, nella politica, nel mondo economico e perfino nel mondo della cultura e dell'istruzione.

Tutti questi faranno delle resistenze enormi prima di cedere di un solo millimetro sulle loro prerogative, se avete acume scevro da ideologismi vedrete che  perfino molti di quelli che scendono in piazza stanno semplicemente difendendo dei privilegi.

Negli ultimi decenni ho visto tanti fuochi e fuocherelli.
In questo momento non darei per scontato nessuna soluzione, la partita è aperta, tutti i finali sono possibili. 
A differenza del '68 dove la crisi nacque in una realtà sociale molto dinamica e in forte sviluppo economico, questa rivolta nasce dalle paure, in Italia potrebbero aversi altri due milioni di disoccupati.
I cosidetti "precari" sono persone temprate, gente sempre con un curriculum in tasca, che sa stringere i denti lottare e cercare un lavoro.

Ve lo immaginate cosa succederà quando la crisi lambirà gli eterni raccomandati, quelli che non sanno da che parte si comincia a scrivere un curriculum, quelli pronti a lamentarsi per ogni cosa che dicono "questo non fa parte delle mie manzioni!"
Immaginate cosa succederà se dovesse svilupparsi un mercato parallelo, come per esempio quello del latte in polvere che arriva dalla germania che è uguale a quello italiano e costa un terzo!
Conosco gente che va a curarsi i denti all'estero perchè spende1/4 che in Italia, spese di viaggio comprese.
Per non parlare dei grandi gruppi industriali, privati e pubblici, roba da abbattere a cannonate,  li a quei livelli giravano non bustarelle ma valigette piene di contanti.
Alla fine mi si incolla addosso la solita sensazione che tutto vada a finire "Alla Gattopardo".

Scritto il 16 ottobre 2011 at 14:47

ciao carpe diem. ah nomini quel bandito di SOROS!  dietro alle rivoluzioni in nord africa  c'è lui.  con i suoi soldini e le sue onlus mooolto interessate.  

italia.  i black block sono sicuramente infiltrati dai servizi, su ordine dei potenti.  ma dai su!!!  e ogni volta non li beccano mai!  che non siano anche della polizia.  beh 2 anni fà a toronto li hanno beccati, foto alla mano. 

il governo bancario massonio c'è riuscito ancora.  DIVIDE ET IMPERA. 

ovvio che le tv e i giornali sono tutti collusi.  difatti: di cosa si parla oggi?  solo solo di quei 200 teste di cazzo che hanno bruciato mezza roma.  Ma…non si parla del vero motivo della protesta.  cioè che la gente ne ha le palle piene di questo sistema bancario criminale.  guardate cronometro alla mano, quanti minuti hanno speso x parlare in tv della truffa bancaria.  quasi nulla!!!!  non vi dice niente questo? 

ha ragione compasso.  come dice lui, poi io i numeri non li so, parla di 7 milioni di persone. probabile. tuti interessati ai loro privilegi.

come ho detto tante volte, c'è ancora tanta ma tanta avidità.  tutti ad ingozzarsi di denaro.  e cmq son di più di 7 milioni. 

queste manifestazioni ahimè son sempre tutte pilotate.  altor che apartitiche.  erano presenti almeno 20 sigle, tutte di sinistra. 

come mai non fanno mai parlare in tv, uno come Tamburro, economista. che parla della truffa del signoraggio?  moneta debito, reddito di cittadinanza e democrazia diretta?  troppo scomodo.  come mai non fanno parlare in tv uno come mazzalai?  che spiegasse come si comportano le banche? le truffe che fanno?  i bilanci falsi che fanno?  il popolo purtroppo è ancora troppo fesso.  non vuole capire.  e inneggia a quei partiti che li hanno venduti al nemico.  cioè alla sinistra.  e credono ancora che il nano con le mani in pasta con la massoneria, quindi ben protetto, li possa aiutare lui.

le soluzioni, temporanee, semplici semplici, le ho dette 1000 volte.

1) basta votare.  non votate mai più, e nessuno.  assolutamente.

2) non comperate  più nesun giornale, nessuno.  vediamo poi che fanno, chi li mantiene.

3) la cosa più importante.  ritirate tutti i vostri soldi dalla banca.  al max lasciate giù 100€ e basta.  dovete farle morire ste banche.

non l'avete ancora capito?  qui la questione è mortale.
 o moriamo noi popolo, o muoiono le banche.  fatevi 2 conti. e basta dire, poverini.  ricordate che grazie alle politiche del'FMI e banca mondiale, e BCE e FED quante persone sono morte nel mondo.  di fame. di debito. di suicidio.  ancora non vi basta x capire?  di quanti morti avete bisogno ancora da vedere, x capire che questa banda di usurai senza cuore, senza anima, vi vuole tutti schiavi obbedienti?  

sono questi i messaggi da  far passare  alla gente. liberarsi da questa schiavitù del debito, creata dall'uomo sull'uomo, del turbo  capitalismo demenzialie globalista.  è sula via del fallimento.  diamogli una mano ad accelerare la sua morte.  attenzione.  questo mostro è come l'IDRA.  ha 1000 vite, 1000 tentacoli.  
lasciate stare i casini di roma.  andiamo avanti con la lotta. contro tutto il sistema bancario.  

by  DORF 

utente anonimo
Scritto il 16 ottobre 2011 at 17:14

TESTE DI GOMMA  http://blogghete.altervista.org/joomla/index.php?option=com_content&view=article&id=879:gianluca-freda&catid=25:politica-italiana&Itemid=44#comments

 

Occupare Wall Street e l’”autunno americano”: si tratta di una “rivoluzione colorata”? di Michel Chossudovsky – 16/10/2011
http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=40672

 

 

Scritto il 16 ottobre 2011 at 18:06

Si esistono anche le rivoluzioni colorate ma anche coloro che seminano il dubbio ingenui o addestrati su televisioni giornali web e blog su l'ennesima rivuzione colorata che in realtà non e' altro che la rabbia popolare di fronte alla più imponente frode e rapina del secolo. Il momento del giudizio e' vicino ma nom quello che pensano loro o la maggior parte della gente comune! Andrea  

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Apertura sotto la parità con volatilità ridotta per il Ftse Mib nell'ultima seduta della settima
Questo post era già pronto da un paio di giorni e ma come spesso accade di questi tempi davve
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
Ultimo giorno di versione integrale dei grafici da non perdere. Avvicinandomi ai mercati finanzia
Piazza Affari consolida i rialzi e scambia ancora in trading range. L'indice FTSE Mib veleggia fra i
Il confronto avviato lo scorso anno fra i sindacati ed il governo sulle pensioni, ha permesso di giu
Era assolutamente scontato un “nulla di fatto” sui tassi di interesse, al FOMC chiusosi ieri
                Iniziamo da qui.
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016 (range 15017/21194 ) ) [ us
La “mano invisibile” di Smith negli ultimi anni è stata molto meno invisibile di quanto si