BANCHE CENTRALI: INFERNO DI CRISTALLO!

Scritto il alle 10:20 da icebergfinanza


 


 E' bastata una scarica di dati macroeconomici pessimi che sanciscono se mai ce ne fosse stato bisogno la nuova recessione tecnica in arrivo che all'improvviso le banche centrali prestatrici di ultima istanza si sono fatte vive con gli idranti della liquidità illimitata spazzando via temporaneamente piccoli e grandi piromani in azione.

Ma altri piromani istituzionali ora sono in azione, uomini e donne che in questi ultimi hanno hanno dormito nella sala comandi del Titanic..

«Il mondo é entrato in una nuova fase pericolosa della crisi». Lo ha detto il direttore generale del Fondo monetario internazionale, Christine Lagarde. «Sui cieli dell'economia molte nuvole, sono aumentati i rischi al ribasso», ha continuato la numero uno del Fondo. Lagarde ha sottolineato alcuni elementi della nuova fase: il sentiero della ripresa economica si é fatto più stretto, sono aumentati considerevolmente i rischi per la stabilità finanziaria, nelle economie avanzate la strada della ripresa é accidentata e aumentano le tensioni finanziarie. «Le economie avanzate hanno bisogno di piani credibili per ridurre il debito pubblico tenendo presente che consolidamenti dei conti troppo veloci possono danneggiare la ripresa economica», ha avvertito la numero uno del Fondo ( Sole24Ore ). 

 (Sole24Ore(…) Marsiglia, 09 set – "La crisi attuale e' piu' forte di quella che ha scatenato la Depressione" (intendendo la Grande Depressione, ndr). Lo ha indicato il segretario al Tesoro Usa Tim Geithner intervistato in esclusiva da Bloomberg Tv poco prima dell'inizio della riunione del G7. (…) Aps-y- 09-09-11 15:06:43 (0211)news,TV 3  

Disoccupazione persistente e strutturale in deciso aumento nei prossimi mesi, indici manifatturieri che urlano recessione nelle orecchie di un manipolo di pseudo economisti ottimisti di maniera e produzione industriale anemica in una fase dove dovrebbe accelerare in vista della stagione fondamentale.

Non da ultimo il mercato immobiliare manda segnali preoccupanti che come vedremo in dettaglio in una prossima analisi dedicata a coloro che sostengono liberamente o vogliono farlo ora cliccando  QUI SOPRA il nostro lavoro, dicevo manda segnali preoccupanti, non solo in America ma in tutto il mondo al punto tale che probabilmente ciò modificherà la mia opinione recentemente espressa in un'intervista al Sole24Ore  su una possibile ripresa del mercato immobiliare americano il prossimo anno.

Pensierino della giornata: E' mai possibile che per intervenire, senza prevenire, le banche centrali debbano arrivare sempre all'ultimo istante quando ormai l'odore di bruciato è generale?

E tra i piromani non dimentichiamoci che c'è anche la Federal Reserve di New York, perchè nessuno ha dimenticato la  notizia fatta girare ad arte dai soliti incendiari giornali americani che la banca centrale americana stava verificando la capacità di rifinanziamento della banche europee.

Queste cose si fanno in privato, a meno che…

New York, 18 ago. (TMNews) – La Federal Reserve di New York è sempre più preoccupata che la crisi del debito europeo potrebbe avere delle conseguenze sul sistema bancario statunitense. La sede newyorkese della banca centrale americana sta pertanto intensificando i controlli sulle filiali statunitensi delle più grandi banche europee, vuole accertarsi che queste abbiano la capacità di finanziarsi in caso di una nuova crisi. Lo dice il Wall Street Journal citando alcune persone a conoscenza dei fatti. La Fed di New York chiede alle istituzioni finanziarie europee presenti in America maggiori informazioni in merito alla loro capacità di accedere a fondi sufficienti a garantire il normale svolgimento delle attività quotidiane. Secondo il prestigioso giornale finanziario americano, in alcuni casi la banca centrale ha chiesto di riorganizzare la loro struttura Usa.  

Fa sorridere inoltre la notizia secondo la quale il governo inglese vorrebbe fare causa alla BCE per … Londra non vuole trasferire case di clearing sul continente (Il Sole 24 Ore Radiocor) – Milano, 14 set – La Gran Bretagna fara' causa alla Banca centrale europea per avere stabilito una regola che penalizza la City di Londra costringendo una delle principali case di clearing internazionale (la Lch.clearnet controllata dall'Lse, cui fa capo Borsa Italiana) a spostare la sede operativa nell'Eurozona. E' quanto scrive il Financial Times nell'edizione on-line, sottolineando che il riferimento, in particolare, e' a un provvedimento dell'istituto di Francoforte che in estate ha richiesto, per tutte le clearing house che controllano almeno il 5% del mercato di prodotti finanziari denominati in euro, la sede nel Vecchio Continente. L'azione legale – sottolinea l'Ft – nasconde in realta' la preoccupazione delle autorita' britanniche che la Bce possa intervenire nella guerra sulle infrastrutture finanziarie da tempo in atto tra Londra e l'asse europeo composto da Francia e Germania. Per questo Londra chiedera' la revoca del provvedimento Bce in quanto viola la libera circolazione dei capitali. che (RADIOCOR) 14-09-11 20:07:39 

Gli inglesi farebbero meglio a rifondare la propria industria manifatturiera invece che continuare a giocare con la carta straccia.

Ma quello che è assolutamente incredibile sono le dichiarazioni del presidente della Banca Centrale Europea…

Non si può continuare ad ignorare uno dei più grandi fattori di instabilità di questi tempi di crisi, ovvero shadow banking, hedge fund e operazioni ad alto rischio come l'High frequency trading: ne è convinto il presidente della Bce, Jean-Claude Trichet, che oggi ha lanciato un messaggio di forte critica contro la finanza speculativa.

«Siamo ancora lontani dal comprendere il potenziale di instabilità sistemica associato all'ampiezza del settore non-bancario (come gli hedge fund, ndr), che ha conosciuto una crescita esponenziale negli ultimi 20 anni», ha detto Trichet in un discorso pronunciato al seminario Eurofi a Wroclaw, in Polonia, dove domani si aprono i lavori del Consiglio informale Ecofin(Sole24Ore) (Sole24ORe

Inoltre il buon Trichet farebbe meglio ad andare a rileggersi alcune sue dichiarazioni di cui noi di Icebergfinanza siamo testimoni costanti in questa crisi dal lontano 2007 in cui sottolineava e lodava gli hedge fund come stabilizzatori dei mercati e propulsori di liquidità.

Dove stavano e stanno tuttora, queste belle addormentate nel bosco! Ma fatemi un piacere almeno statevene zitti!

E' ovvio che gli acquedotti del sistema finanziario francese stavano facendo acqua da tutte le parti, ma quello che non riesco a comprendere è il motivo per il quale noi italiani non siamo mai in prima linea in questo inferno di cristallo.

Mai che qualcuno sia stato così "intelligente" da riempirsi di spazzatura subprime e dei paesi sovrani periferici, mai che qualcuno riesca a farci perdere qualche miliardo di dollari o euro giocando al casinò della borsa! Siamo imbottiti di piccole banche legate al territorio, non immuni da peccati originali spesso di una certa rilevanza, ma che sono rimaste ai margini di questa orgia speculativa.

La Bce annuncia un intervento congiunto con la Fed e le altre principali banche centrali mondiali per reintrodurre le agevolazioni che garantiscano liquidità in dollari. La mossa arriva dopo che da tempo le banche europee fanno fatica a finanziarsi in dollari, a causa della crisi del debito. A sostegno della Bce e della Fed ci sono anche la Boe, la Snb e la Boj.

«La Bce – si legge nel comunicato emesso dall'istituto di Francoforte – ha deciso, in coordinamento con la Fed, La Boe, la Boj e la Snb di avviare tre diverse operazioni per fornire liquidità in dollari con prestiti a tre mesi fino alla fine dell'anno».

Si sino a fine anno e poi chissà! Nel frattempo consiglio a tutti di rivedere le proprie aspettative e cogliere l'ultima occasione per raggiungere la leggendaria riva del fiume!

Il Vostro libero sostegno all'informazione indipendente è sempre il benvenuto! La  prossima settimana appuntamento per soloro che hanno sostenuto o vorranno sostenere il nostro lavoro con  con " Oltre l'orizzonte immobiliare" Semplicemente grazie!
Semplicemente Grazie!
  

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: +1 (from 1 vote)
41 commenti Commenta
Scritto il 16 settembre 2011 at 09:39

si bravi…. riempitevi tutti di dollari….. che risate mi farò quando scoprirete che è tutta carta straccia !!!
un paese che non produce più ricchezza reale, ma soltanto carta, non potrà pretendere all'infinito che quella carta valga qualcosa, se non rappresenta più ricchezza reale.
valido quella bella sentenza : "si potrà ingannare qualcuno per sempre, oppure tutti per un po' di tempo, ma non si potrà ingannare tutti per sempre".

utente anonimo
Scritto il 16 settembre 2011 at 09:56

Nel frattempo un gruppo di luminari esperti di economia e specchiati servitori dello stato guidati dall'illustre Dott. Prof. Scilipoti propone per recuperare "risorse finanziarie per lo sviluppo" un CONDONO TOMBALE fiscale ed edilizo. Hanno già raccolto una bella fetta di quell'associazione a delinquere che prende il nome di PDL. Il tesoro resiste dicono. Tremonti che non apprezzavo prima, non apprezzo ora e non apprezzerò mai è comunque persona intelligente (e disonesta) e sa questo sarebbe la pietra tombale su ogni speranza di vedere lo spread BUND – BTP ridursi anche di soli pochi centesime. Mentre le borse, da bische per coglioni quali sono, festeggiano con un rialzino l'annuncio da "gente che alla canna del gas" delle banche centrali, lo spread si è abbassato di pochi centesimo e solo perchè la BCE continua a operare sul secondario e perchè per qualche settimana non ci sono emissioni di titoli di stato. Nel frattempo due segnali be compresi da chi opera nel settore e purtroppo non dalla tanta gente x bene 1) la principale banca italiana offre depositi vincolati a 12 mesi all'astronomico tasso del 4,125% 2) le banche europee vendono il loro oro in cambio di dollari (ecco perchè l'oro è calato un pochino nefli scorsi giorni).

Se questo sito fosse letto da 20 milioni di persone, compresi gli elettori del PDL che non sono x nulla tutti ladroni come i loro rappresentanti, ma solo fessacchitti ignoranti, allora forse avremmo qualche milione di persone furenti x le strade con i forconi e i vari Berlusconi, Scilipoti etc… prenderebbero di corsa un aereo per raggiungere Gheddafi e agli altri banditi in un oasi del deserto.

Purtroppo questo non accade e x difendermi devo fare l'unica cosa che mi resta. Comprare altro oro fisico da tenere lontano da stato e banche, acquistare bond lunghi di emittenti sovranazionali, aumentare la posizione corta sullo spread BUND – BTP, acquistare BOT a 6 mesi al 3% (soldi gratis) e aspettare che il rialzino x coglioni si esaurisca x tornare a vendere massicciamente la borsa italiana.

Alla fine l'Italia non fallirà perchè nessuno se lo può permettere ma almeno parteciperò al giochino che trasferisce risorse reali dalle tasche dei cittadini ignari ai banditi che hanno eletto (direttamente o indirettamente). Che questo paese vada a fondo con i suoi abitanti rincoglioniti. SVEGLIA o non vi resteranno neppure le mutande.

utente anonimo
Scritto il 16 settembre 2011 at 10:14

APRITE GLI OCCHI la Federal Reserve e´ una´associazione di BANCHE PRIVATE americane…per cui quando destabilizza con affermazioni tali le banche private EU l fa con il preciso interesse di ottenere un vantaggio…per cui non pensate che siano neutrali.
Saluti
Massimo

Scritto il 16 settembre 2011 at 10:31

anonimo del #2
sottoscrivo e quoto quanto hai scritto, e lascia i coglioni a guardarsi la partita (finchè gliele trasmetteranno) …. fai bene, perchè purtroppo certa gente non riesce nemmeno a capire quanto sia ignorante.
peccato, a me da molto fastidio chi ruba le caramelle ai bambini, però considerare bambini, persone di più di 30 anni…… beh…. nemmeno questo è corretto.
ciao

utente anonimo
Scritto il 16 settembre 2011 at 10:42

E' quella "LIQUIDITA'  ILLIMITATA" che mi fa dire che il QEMONDIALE andrà avanti ancora a lungo, ed il fatto che i dati economici peggiorano di giorno in giorno, non fa altro che dare alle banche centrali l'alibi della NECESSITA' di altra liquidità per salvare gli Stati.
Figurati se stanno zitti! Devono terrorizzare i popoli per giustificare i loro "interventi" e ci stanno riuscendo!

utente anonimo
Scritto il 16 settembre 2011 at 11:29

Caro no.2 quanto dici nella prima parte è triste e vera al 100%. Sulla seconda parte vedi tu. Le banche centrali hanno il monopolio della creazione del denaro quindi è difficile giocare contro di loro e i loro amici. Se ci riesci buon x te, io ho vinto qualche mano in passato e ora ritengo più saggio impiegare il mio tempo diversamente: ho lasciato il mio lavoro, venduto la casa e me ne vado in giro x il mondo dove ancora si incontra gente che neppure sa che cosa è la borsa valori. Si beve una birra insieme e "on the road again". Tra un paio di settimane me ne vado in Himalaya a purgarmi l'anima che qui si corrompe come la merda al sole.

Ciao

VIANDANTE

utente anonimo
Scritto il 16 settembre 2011 at 11:56

#2
"Se questo sito fosse letto da 20 milioni di persone, compresi gli elettori del PDL che non sono x nulla tutti ladroni come i loro rappresentanti, ma solo fessacchitti ignoranti"

Io sono uno dei 20 milioni. Non sono un ladrone. Non mi sento un fesso nè ignorante.

Come la mettiamo?

Quando la smettere di offendere sempre e pubblicamente chi non la pensa come voi?

kelcri

utente anonimo
Scritto il 16 settembre 2011 at 13:38

la leggendaria riva del fiume?
Mi sa che è meglio salire di qualche metro dalla riva.
Per molti già sapere qual'è la riva è un problema, figurati salire di qualche  metro…
Junka

utente anonimo
Scritto il 16 settembre 2011 at 14:56

x Kelcri…non te la prendere !
Ho letto il post non mi sembrava poi tanto cattivo. Non voglio parlare di politica, ma bisogna intenderci bene, dire le tue idee sono sbagliate e non le condivido…non e´ offendere…bisogna saper comprendere che non tutti pensano allo stesso modo o vedono allo stesso modo le cose, opinioni diverse esistono per fortuna altrimenti saremmo in uno stato totalitario.
Insulti peggiori forse li fano i miei dipendenti (i parlamentari sono mie dipendenti) quando mostrano diti medi, chiappe parolacce e cose del genere…quelli sono be peggiori.
Non credo che chi scriveva volesse dire che chi li elegge sono tutti ladri, pero´ numeri alla mano Montecitorio ha una percentuale piu´ elevata di persone che hanno ricevuto condanne, condoni, avvisi di reato, indagini di qualsiasi parte malfamata d´Italia e non per reati d´opinione che sono tutelati ma per cose che hanno ben poco a che fare con la politica ma molto con l´affarismo. Io da datore di lavoro non lo permetterei …..DX o SX che tu sia non lasciare che il politico il malloppo si porti via !!!
Saluti
Massimo

utente anonimo
Scritto il 16 settembre 2011 at 14:59

Ultima cosa il PDL puro…ha preso 13 milioni di voti…non 20 !

utente anonimo
Scritto il 16 settembre 2011 at 16:30

una tempesta perfetta ?  no, una stangata perfetta o meglio una " sola ",, un "pacco "  perfetto ,  confezionato ad arte, da professionisti seri e stimati che,  come professionisti del poker,  si  sono costruiti il " Piatto " ed hanno vinto.
in fretta e furia approvato tutto e si mischiano le carte.
Adesso, altro giro, altra mano,  altro piatto Signori, 
NellA prossima mano, già si stanno costruendo il piatto  ?
che saranno mai il pareggio di bilancio ? o gli eurobond ?

utente anonimo
Scritto il 17 settembre 2011 at 06:59

Ciao Andrea ti seguo da sempre…. Hai scritto: "Nel frattempo consiglio a tutti di rivedere le proprie aspettative e cogliere l'ultima occasione per raggiungere la leggendaria riva del fiume!".
Questa frase è ricorrente nei tuoi post… ma cosa intendi veramente? Grazie

Carlo Deidda
 

Scritto il 17 settembre 2011 at 08:07

Ogni rimbalzo ogni rally soprattutto se la Federal Reserve riuscira’a indurlo solo psicologicamente sara’ un’occasione per uscire da un fiume che sta dirigendosi verso le sue cascate. A proposito quei simpaticoni di Moodys si sono presi tempo sino ad ottobre per il senno di loi come l’Europa sulla Grecia sara un ottobre mto caldo! Per quanto riguarda la riva ho fatto una scelta nessun consiglio operativo via web o mail solo professionalmente perche ritengo assurdo ed irrespondabile suggerire indistintamente questa o quella strategia. Quello che pero’ piu’ mi preme e che venga compresa la natura antropologica di questa depressione!Buon fine settimana Andres

utente anonimo
Scritto il 17 settembre 2011 at 11:51

Caro Andrea 

male male male…

ho frequentato x un pò questo blog perchè mi incuriosiva. Mi è utile sentire l'umore del cittadino medio, ascolto persino qualche trasmissione radiofonica di regime… oggi che ho lasciato il mio lavoro ho tempo per tante cose….

Hai scritto un libro con dentro informazioni esatte, solo è un pò comica questa fissazione sui quattro ragazzi invasati che vogliono distruggere il mondo…. ma dai… e non intendo i Kerviel, Adoboli (e prima ancora Leeson) che comunque non hanno agito da soli… ma il resto è ok così come i post che ho letto, una sintesi efficace scritta perchè persone non del settore capiscano qualcosa. Però questo mi ha deluso molto:

"Per quanto riguarda la riva ho fatto una scelta nessun consiglio operativo via web o mail solo professionalmente perche ritengo assurdo ed irrespondabile suggerire indistintamente questa o quella strategia"

sei quindi un altro di quelli che avendo qualche informazione in più del cittadino medio e se la vende. OK nulla di male, si deve pur vivere ma lasciamo perdere la riva del fiume e lascia la poesia a Orazio della cui filosofia di vita abbiamo tutti necessità.

Al lettore che conosce l'inglese e ha già una discreta base di economia e finanza e vuole orientarsi meglio sappia che troverà (a volte GRATIS) informazioni molto più dettagliate di quelle che  fornisce Andrea Mazzalai ma certamente ci deve lavorare su parecchio. Ma solo se si è nella condizione di prendere decisioni indipendenti si ha una possibiità di capire (e modificare la propria opinione di volta in volta).

Fate una ricerca su Google e cominciate dai nomi di cui sotto. Alcuni di  questi signori negli ultimi 10 anni non hanno mai sbagliato una chiamata macro. I loro pareri non servono x fare trading ma per orientarsi in quella che non è una tempesta perfetta ma un cambio di sistema, che purtroppo impiegherà alcuni lustri per materializzarsi in qualcosa di stabile. 

Robert J. Shiller
Gary Sc hilling
David Rosenberg

Questo è uno spendido blog abbastanza per addetti ai lavori, forse il migliore…

http://www.nakedcapitalism.com/

questo è il blog di Paul Krugman, si può non essere d'accordo su tutto ma è una lettura OBBLIGATORIA:

http://krugman.blogs.nytimes.com/

 e questo il sito di Michael Pettis, se non avete una profonda conoscenza dei temi economici farete fatica ma Pettis è una delle migliori menti economiche

http://mpettis.com/

Chiudetevi in casa, prendete le ferie e non uscite finchè non avete capito qualcosa.

Chi sono io ? Ex ingegnere, ex direttore finanziario, ex amministratore delegato di un medio gruppo (300 milioni di eu), ex trader, ex amico di tanti brutti ceffi che mi hanno messo e continuano a mettervi la mano nel protafoglio. Ho amici qua e là, alcuni rassegati come me, anche se ancora lassù dove meglio si vede l'incendio che divampa. Ho o meglio avevo amici (bah, diciamo colleghi) nelle associazioni a delinquere che si chiamano investment banks, i 4 ragazzi invasati insomma… non sono 4 e non sono invasati.

un viandante che spera di trovare la strada x casa

buona fortuna a tutti

utente anonimo
Scritto il 17 settembre 2011 at 11:51

Caro Andrea 

male male male…

ho frequentato x un pò questo blog perchè mi incuriosiva. Mi è utile sentire l'umore del cittadino medio, ascolto persino qualche trasmissione radiofonica di regime… oggi che ho lasciato il mio lavoro ho tempo per tante cose….

Hai scritto un libro con dentro informazioni esatte, solo è un pò comica questa fissazione sui quattro ragazzi invasati che vogliono distruggere il mondo…. ma dai… e non intendo i Kerviel, Adoboli (e prima ancora Leeson) che comunque non hanno agito da soli… ma il resto è ok così come i post che ho letto, una sintesi efficace scritta perchè persone non del settore capiscano qualcosa. Però questo mi ha deluso molto:

"Per quanto riguarda la riva ho fatto una scelta nessun consiglio operativo via web o mail solo professionalmente perche ritengo assurdo ed irrespondabile suggerire indistintamente questa o quella strategia"

sei quindi un altro di quelli che avendo qualche informazione in più del cittadino medio e se la vende. OK nulla di male, si deve pur vivere ma lasciamo perdere la riva del fiume e lascia la poesia a Orazio della cui filosofia di vita abbiamo tutti necessità.

Al lettore che conosce l'inglese e ha già una discreta base di economia e finanza e vuole orientarsi meglio sappia che troverà (a volte GRATIS) informazioni molto più dettagliate di quelle che  fornisce Andrea Mazzalai ma certamente ci deve lavorare su parecchio. Ma solo se si è nella condizione di prendere decisioni indipendenti si ha una possibiità di capire (e modificare la propria opinione di volta in volta).

Fate una ricerca su Google e cominciate dai nomi di cui sotto. Alcuni di  questi signori negli ultimi 10 anni non hanno mai sbagliato una chiamata macro. I loro pareri non servono x fare trading ma per orientarsi in quella che non è una tempesta perfetta ma un cambio di sistema, che purtroppo impiegherà alcuni lustri per materializzarsi in qualcosa di stabile. 

Robert J. Shiller
Gary Sc hilling
David Rosenberg

Questo è uno spendido blog abbastanza per addetti ai lavori, forse il migliore…

http://www.nakedcapitalism.com/

questo è il blog di Paul Krugman, si può non essere d'accordo su tutto ma è una lettura OBBLIGATORIA:

http://krugman.blogs.nytimes.com/

 e questo il sito di Michael Pettis, se non avete una profonda conoscenza dei temi economici farete fatica ma Pettis è una delle migliori menti economiche

http://mpettis.com/

Chiudetevi in casa, prendete le ferie e non uscite finchè non avete capito qualcosa.

Chi sono io ? Ex ingegnere, ex direttore finanziario, ex amministratore delegato di un medio gruppo (300 milioni di eu), ex trader, ex amico di tanti brutti ceffi che mi hanno messo e continuano a mettervi la mano nel protafoglio. Ho amici qua e là, alcuni rassegati come me, anche se ancora lassù dove meglio si vede l'incendio che divampa. Ho o meglio avevo amici (bah, diciamo colleghi) nelle associazioni a delinquere che si chiamano investment banks, i 4 ragazzi invasati insomma… non sono 4 e non sono invasati.

un viandante che spera di trovare la strada x casa

buona fortuna a tutti

utente anonimo
Scritto il 17 settembre 2011 at 11:51

Caro Andrea 

male male male…

ho frequentato x un pò questo blog perchè mi incuriosiva. Mi è utile sentire l'umore del cittadino medio, ascolto persino qualche trasmissione radiofonica di regime… oggi che ho lasciato il mio lavoro ho tempo per tante cose….

Hai scritto un libro con dentro informazioni esatte, solo è un pò comica questa fissazione sui quattro ragazzi invasati che vogliono distruggere il mondo…. ma dai… e non intendo i Kerviel, Adoboli (e prima ancora Leeson) che comunque non hanno agito da soli… ma il resto è ok così come i post che ho letto, una sintesi efficace scritta perchè persone non del settore capiscano qualcosa. Però questo mi ha deluso molto:

"Per quanto riguarda la riva ho fatto una scelta nessun consiglio operativo via web o mail solo professionalmente perche ritengo assurdo ed irrespondabile suggerire indistintamente questa o quella strategia"

sei quindi un altro di quelli che avendo qualche informazione in più del cittadino medio e se la vende. OK nulla di male, si deve pur vivere ma lasciamo perdere la riva del fiume e lascia la poesia a Orazio della cui filosofia di vita abbiamo tutti necessità.

Al lettore che conosce l'inglese e ha già una discreta base di economia e finanza e vuole orientarsi meglio sappia che troverà (a volte GRATIS) informazioni molto più dettagliate di quelle che  fornisce Andrea Mazzalai ma certamente ci deve lavorare su parecchio. Ma solo se si è nella condizione di prendere decisioni indipendenti si ha una possibiità di capire (e modificare la propria opinione di volta in volta).

Fate una ricerca su Google e cominciate dai nomi di cui sotto. Alcuni di  questi signori negli ultimi 10 anni non hanno mai sbagliato una chiamata macro. I loro pareri non servono x fare trading ma per orientarsi in quella che non è una tempesta perfetta ma un cambio di sistema, che purtroppo impiegherà alcuni lustri per materializzarsi in qualcosa di stabile. 

Robert J. Shiller
Gary Sc hilling
David Rosenberg

Questo è uno spendido blog abbastanza per addetti ai lavori, forse il migliore…

http://www.nakedcapitalism.com/

questo è il blog di Paul Krugman, si può non essere d'accordo su tutto ma è una lettura OBBLIGATORIA:

http://krugman.blogs.nytimes.com/

 e questo il sito di Michael Pettis, se non avete una profonda conoscenza dei temi economici farete fatica ma Pettis è una delle migliori menti economiche

http://mpettis.com/

Chiudetevi in casa, prendete le ferie e non uscite finchè non avete capito qualcosa.

Chi sono io ? Ex ingegnere, ex direttore finanziario, ex amministratore delegato di un medio gruppo (300 milioni di eu), ex trader, ex amico di tanti brutti ceffi che mi hanno messo e continuano a mettervi la mano nel protafoglio. Ho amici qua e là, alcuni rassegati come me, anche se ancora lassù dove meglio si vede l'incendio che divampa. Ho o meglio avevo amici (bah, diciamo colleghi) nelle associazioni a delinquere che si chiamano investment banks, i 4 ragazzi invasati insomma… non sono 4 e non sono invasati.

un viandante che spera di trovare la strada x casa

buona fortuna a tutti

utente anonimo
Scritto il 17 settembre 2011 at 12:20

… ma x non apparire elusivo o, peggio, per non fseminare paura nel non dire, fornisco due consigli andando contro quello che sono i miei proncipi (ovvero, fate il vostro compito a casa, poi decidete)

fatto 1) la situazione è gravissima invece che grave principalmente a casua delle indecisione della classa politica europea, la nostra fa sincera pena
fatto 2) ci sono dei piromani in giro, non seguire il loro gioco

nel breve periodo il gioco dei piromani vi offre la possibilità di investire in modo assolutamente sicuro il vostro denaro a un tasso che copre in parte l'inflazione. Sono i BOT a 3 e 6 mesi che rendono 10 volte un analogo tedesco. Diffidate invece dei depositi vincolati offerti dalle banche a tassi astronomici. Approffiitate della situazione. Il mondo non finisce domani. Per dopo domani abbiamo un pò di tempo.

lo stesso viandante di prima

utente anonimo
Scritto il 17 settembre 2011 at 12:59

Aoh, è arivato Mandrake! 

Yabadaba

Scritto il 17 settembre 2011 at 13:03

Per Il Viandante #14 e #15

Molte grazie per i link ed anche per il post, molto interessante; peccato che non capisco bene l'inglese ma vedrò di tradurlo e capirci qualcosa.

Comunque credo che per una grossa fetta degli italiani (di cui faccio parte !!!) non ci saranno grossi problemi da risolvere se i BOT "saltano" o se i conti vincolati resteranno "bloccati".
Se vi guardate bene in giro a molti non importa niente di quello che accade in borsa oppure alla finanza……………….la vita continua uguale tutti i giorni………non succede mai niente di interessante…..per noi.
Certamente non tutti siamo pronti ad un eventuale crisi economica seria, ma ci stiamo preparando seriamente.

Un saluto e buona fortuna a VOI

SD

utente anonimo
Scritto il 17 settembre 2011 at 13:47

ho scritto male ?

i BOT a 3 e 6 mesi NON saltano. La liquidità è meglio metterla lì che sotto il materasso o in depositi vincolati. Nei prossimi giorni le autorità monetarie faranno qualcosa di eclatante sulla politca monetaria. Giusta o sbagliata, nessuno salterà nei prossimi mesi, neanche la Grecia. STOP.

viandante

utente anonimo
Scritto il 17 settembre 2011 at 14:06

Ciao Viandante,

fa piacere leggere esperienze diverse di persone di diverse realta', diversi background, diverse esperienze

credo che questo dimostri che alla fine siamo tutti uguali..o meglio e' bello vedere  che ci son tante persone che pensano..si interessano..si informano

io ho 34 anni..vivo all estero….ho studiato qui..ho lavorato qui per una banca..lavoro che poi ho lasciato 3 anni fa quando ho capito il grande bluff che sta dietro a questo mondo…

adesso ho investito in una societa' che si occupa di musica elettronica..per ora non ho ritorni ma dormo sereno..lavoro felice…e so che se sbaglio e' per colpa mia e non perche' lavoro in un mercato truccato…

comunque anche io ho chiesto molte volte ad Andrea dei consigli..mi piacerebbe sapere cosa consiglia anche se a volte lo si puo' leggere tra le righe…ma alla fine apprezzo la sua scelta

mi piace e mi interessa comunque leggere quello che pensano e i consigli che danno gli altri lettori…

non ti dico la fatica che ho fatto qualche giorno fa per uscire da una polizza con gestione presso la mia banca…quando fanno cosi mi fanno capire che sono sulla strada giusta…

che dire…anche io alla fine son stressato perche' vorrei proteggere i miei risparmi…leggo, mi informo, penso..magari sbaglio…
non so se sia piu' sicuro essere investiti in niente..essere liquidi..in conto corrente…o avere obbligazioni sovranazionali…

avere tanta liquidita o diversificare anche in azioni..

avere metalli preziosi o investire nella terra..ma poi chi la coltiva?tutti i contadini che conosco si lamentano sempre…

beh…son sempre pronto ad ascoltare le opinioni degli altri…se Andrea un giorno dovesse aver voglia di esprimere delle sue opinioni o consigli ovviamente indicativi son sicuro che la gente sarebbe interessata…alla fine credo che se leggiamo il suo blog  piu' volte al giorno e' segno di rispetto e stima nei suoi confronti…

buon w/e a tutti

PORTELLO

Scritto il 17 settembre 2011 at 15:11

No mi dispiace se si segue giornalmente Iceberfinanza tra le righe chiunque e’ in grado di comprendere quanto sta accadendo e di conseguenza assumere le proprie decisioni. Indistintamente e genericamente e’ assurdo dare indicazioni assurdo ed irresponsabile. Inutile servire su un piatto d’oro un pesce gia’ fritto, il pesce potrebbe essere marcio o io stesso aver pescato uno scarpone. Meglio insegnare umilmente come si usa una canna da pesca ricordando a tutti che sotto puo’ esserci uno squalo e che nessuno possiede una bacchetta con esca magica, soprattutto in un mondo nel quale gatti e volpi abbondano! Andrea

utente anonimo
Scritto il 17 settembre 2011 at 15:28

credo che questo bisogno di avere dei consigli da parte di chi si stima o segue denoti l immensa preoccupazione che ci caratterizza in questo momento

e' corretto il tuo comportamento Andrea 

apprezzo comunque il fatto che possiamo discutere e esprimere idee tra naviganti

PORTELLO

utente anonimo
Scritto il 17 settembre 2011 at 20:30

Le pernacchie fatte a Geithner all' incontro di Wroclaw mi hanno fatto sentire orgoglioso di essere europeo.
Ho avvertito per la prima volta anche una certa vicinanza col popolo belga il cui ministro delle finanze Didier Reynders ha sarcasticamente detto a Geithner  "mi piacerebbe sapere come gli Stati Uniti ridurrà il suo deficit e i suoi debiti".
Yabadaba

utente anonimo
Scritto il 17 settembre 2011 at 22:05

Nessuno pero ha detto che a Wroclaw (Breslavia) Geithner ha fatto una lobby enorme per fare in modo che la tassa sulla transazioni finanziarie non passi…a proposito ma perche´tutti parlano della Spagna ? La Spagan tanto per intenderci ha un rapporto debito PIL del 65%…meno della Germania per intenderci…ma di che stanno parlando i giornalisti anglosassoni…le sanno leggere le statistiche ? Forse no !
Saluti
Massimo

utente anonimo
Scritto il 18 settembre 2011 at 00:05

..credo che faccia benissimo il Capitano a non descrivere la riva…per vari motivi .

primo) potrebbe sbagliare , mai così facile come in questa fase ; figuriamoci fino a sei mesi fà è stato addirittura deriso , quando nonostante dati positivi quasi impercettibili tutto saliva a dismisura grazie alla Fed che comprava con soldi buoni , cartacce inutili delle maggiori banche .

secondo ) squali , gatti e volpi non sembrano teneri agnellini da accarezzare sulle ginocchia e nemmeno animali facili da ammaestrare .

terzo ) navigando su un fiume che incontra sul suo cammino una cascata ,
           il toccare la riva generalmente salva le penne…se poi uno vuole sapere quanto è lungo il fiume prima del salto … allora Vi serve un oracolo…

                                    FIORENTINO DISPETTOSO

utente anonimo
Scritto il 18 settembre 2011 at 09:43

io apprezzo molto il commento del Viandante.
lui da la sua visione e mette a disposizione siti validi che ognuno puo liberamente valutare.
siamo qui , tutti , per cercare qualche certezza .. il confronto aiuta , specie se le opinioni vengono espresse in maniera limpida , diretta e comprensibile.
Non credo che lui abbia tutte le verità … ma sarei curioso di capire la sua opinione per es. sulla durata e concretezza dell'€ e della Comunità Europea , la deriva di Italia e PIGS..
Confucio dice : studiare senza pensare è perdere tempo ……pensare senza studiare è pericoloso
Maat

Scritto il 18 settembre 2011 at 14:33

Probabilmente quando sottolineo che nel giro di 12 / 18 mesi l’Italia ha ZERO probabilità di fallire dal punto di vista finanziario parlo arabo. Poi se i tedeschi vogliono suicidarsi vediamo quello che accade. Domani daremo un’occhiata ad altre dinamiche che in questo oceano di panico ben pochi evidenziano! Andrea

utente anonimo
Scritto il 18 settembre 2011 at 16:10

Scusate ma perche poi la Spagan sarebbe nei PIGS ? Chi mi sa dire il rapporto debito PIL della Spagna…semmai a mio avviso sono piu´pericolosi i: JUSUK…Japan 225%…US 97%..(con un balzo enorme l´ultimo anno) ed UK…175% se considerassero i salvataggi delle banche UK…e per di piu´in tali paesi si mangia male…il vino fa schifo….e nessun giornalista economico ci vuole andare in missione !!!
Thanks the true !
Saluti
Massimo

utente anonimo
Scritto il 18 settembre 2011 at 16:12

Se scrivo che i BOT a breve sono totalmente sicuri è perchè ci credo, perchè è così e perchè ne ho tanti. Su questo Andrea ha ragione al 100% e credo che probabilmente siamo d'accordo sul 90% della sostanza, il resto è fuffa.

Voglio sottoporre questo breve ragionamento per far comprendere alcune delle logiche che stanno dietro questo apparente impazzimento.
1) siamo in conclamata deflazione da asset cioè azioni e immobili sono stati fatti salire molto più rapidamente di tutto il resto x 30 anni.
2) i padroni del denaro hanno fatto fiumi di utili su questa inflazione rampanate che NON finisce nei panieri.
3) oggi non sanno più cosa fare x guadagnare (scusate volevo dire RUBARE) i soldi cui sono abituati come droga.
4) i tiloli tedeschi e soprattutto USA sono molto al di sotto dell'inflazione
5) il prezzo delle materie prime è definito dai cinesi che comprano il 50% di tutto lo stock mondiale, al massimo possono solo tentare di indovinare cosa decideranno a Pechino (auguri a loro)
6) l'oro è meno dello 1% degli asset mondiali. Che salga del 300% o cali a zero nulla cambia per chi detiene il 99%, quindi anche questa strada è chiusa

COSA RESTA DA RUBARE ?

beh per esempio si può cercare di far salire i tassi di interesse in qualche paese con MOLTO debito e che (omissis omissis omissis…) NON può stampare moneta, portarli alla fame ma senza farli fallire del tutto che altrimenti salta anche il banco…

ma ovviamente quando si gioca con il fuoco…

e quando alla testa di questi paesi sotto attacco ci sono degli zozzoni ladri impenitenti e ignoranti tutto può succedere.

spero di avere acceso qualche lampadina.

VIANDANTE

utente anonimo
Scritto il 18 settembre 2011 at 16:24

x Viandante…non sono sicuro che Krugmann sia poi un campione e disinteressato…quante volte sul suo blog ha detto che gli US sono in ginocchio, scusa ma se il paese che si considera leader del mondo si ritrova con 40 milioni di persone (tutta la Polonia per intenderci) che deve vivere grazie ai sussidi alimentari be´ allora forse bisogna che si facciano una riflessione allo specchio.
Non fraintendermi, ho i figli in scuole americane…ma aver visto sui loro librI di storia: VIETATA LA VENDITA E DISTRIBUZIONE NEGLI USA … mi ha fatto pensare alla vecchia USSR….come dire che cio´che si racconta in casa e´ forse diverso ? Siamo forse arrivati a quel punto ? Forse la favola americana deve essere raccontatat a tutti i costi ?
Saluti
Massimo

utente anonimo
Scritto il 18 settembre 2011 at 19:32

Ripetiamo insieme:

Siamo in piena deflazione!
Siamo in piena deflazione!
Siamo in piena deflazione!
Siamo in piena deflazione!
Siamo in piena deflazione!

utente anonimo
Scritto il 18 settembre 2011 at 19:32

Ripetiamo insieme:

Siamo in piena deflazione!
Siamo in piena deflazione!
Siamo in piena deflazione!
Siamo in piena deflazione!
Siamo in piena deflazione!

utente anonimo
Scritto il 18 settembre 2011 at 19:32

Ripetiamo insieme:

Siamo in piena deflazione!
Siamo in piena deflazione!
Siamo in piena deflazione!
Siamo in piena deflazione!
Siamo in piena deflazione!

Scritto il 18 settembre 2011 at 19:49

Ripeti insieme a noi… la terrificante iperinflazione è solo un'illusione della mia immaginazione one one one. Buona notte e tieni duro immaginando si avverà! Andrea

utente anonimo
Scritto il 18 settembre 2011 at 20:53

Ricordo a tutti che stiamo vivendo la triade economica di tesi, antitesi e sintesi.
Dopo aver sostenuto (dall'inizio degli anni '90) che i soldi sono il valore, ci troviamo in piena antitesi (i soldi sono finiti).
La tesi è stata più lunga del normale per le bolle Usa, doveva finire in un decennio (scoppio della bolla Internet del 2001). Quindi l'antitesi è più dura del previsto.
Penso che, come nell'altra triade (anni '30 del secolo scorso), la politica si approprierà della sintesi economica, trasformandola in tesi politica.
Le cose avvengono giorno per giorno perché bisogna arrivare al 2014 per capire che qualcosa sta cambiando. Fino ad allora è solo antitesi, né altro può esserci.
Dopo la triade economica (dal primo dopoguerra fino agli anni 30 del '900), abbiamo vissuto la triade politica (fascismo, comunismo, new deal; la guerra; il nuovo ordine mondiale, Piano Marshall), poi quella personale (60/80).
Il succo di tutto questo è che le cose stanno andando esattamente come pensavo che sarebbero andate. E questo mi toglie un pò di disperazione nel guardare il presente.
Yabadaba

utente anonimo
Scritto il 18 settembre 2011 at 21:31

Caro 29, 

Krugman è uno dei tanti di cui gradisco leggere le opinioni perchè è una persona intelligente. Afferma tra l'altro che 1) gli USA sono in piena decadenza e involuzione democratica, ci ha scritto un libro già 10 anni fa o forse più, ricordo che lo lessi senza credervi più di tanto, visto che in quel momento gli USA tiravano ancora (con il debito ovviamente) 2) le social democrazie scandinave funzionano assai meglio degli USA e in più possiedono moneta propria (a proposito avete mai visto qualche speculatore attivo contro Svezia, Danimarca e Norvegia, quando lo vedete fatemelo conoscere) 3) l'inflazione non esiste se non nei prezzi dell'energia cioè è inflazione INPORTATA e non ci puoi fare proprio un bel niente finchè consumi barili di petrolio per far andare automobili grosse come autoblindo. Possiamo estendere la cosa anche all'Italia con l'aggravante che lo stato (con la minuscola perchè la maiuscola non lo merita) ci applica sopra a) assise b) iva su costo + assise 3) ci ha recentemente pure aggiunto un altra gabella per raccattare qualche soldo non mi ricordo per cosa. In più le poche liberalizzazioni sono state cancellate da Tremonti così siamo l'unico paese dove esiste DAVVERO un pò di inflazione. Viva le corporazioni che guarda caso sono i grandi elettori del Silvio nazionale.

Sembra quasi che percepisci dai miei scritti che ho un ammirazione x gli USA. Li ho riletti ma non la noto, ma lo scrivo in chiaro. Gli USA non sono una democrazia, sono un oligopolio con evidenti tracce di fascismo. L'ultimo presidente con le caratteristiche dell'uomo di stato fu Eisenhower, repubblicano e conservatore che oggi verrebbe additato dal Tea Party come pericoloso comunista.

Una tra le migliori letture che si possano fare è il suo discorso di fine mandato (1960) in cui tra le altre cose affermava: 1) americani temete il complesso militare ed energetico (quello finanziario ancora contava poco), siate vigili, non distraetevi, controllate chi eleggete 2) in una nazione sana nei momenti difficili non c'è maggioranza e opposizione c'è lo stato.

Purtroppo non solo sono spariti leader con i coglioni come Eisenhower, De Gaulle, De Gasperi e in generale quelli che hanno vissuto la guerra (non conta la sponda politica) ma sono spariti anche i popoli, sostituiti dai CONSUMATORI. Forse ci vuole un altra guerra per avere nuovi leader e popoli migliori, vedremo casa sapranno fare le formiche…

ALLEGRIA… (orpo non c'è più neppure Mike Bongiorno !!!)

dai compriamo tutti il nuovo iPad !!! e un bel TV 3D in attesa del 4D

saluti a tutti dal viandante che CONSUMA solo vino buono

utente anonimo
Scritto il 18 settembre 2011 at 21:53

Caro Viandante,
sul buon vino siamo d´accordo…e pure su tante altre cose. Quello che mi fa rabbia e´che spesso non ci rendiamo conto di essere davanti noi agli US e come pecoroni ci beviamo tutto cio´che i media ci propinano…un esempio la svolta green di Obama…noi ci eravano arrivati 20 anni fa ! Le nostre infrastrutture, treni, autostrade, reti eletriche sono di gran lunga superiori in qualita´ e quantita´ agli US ! Il nostro sistema sanitario e´sicuramente migliore di quello oltre atlantico, parlo di accessibilita´e copertura. Pure la nostra democrazia nonostante abbia dei difetti e´ sicuramente piu´ partecipativa di quella degli US….ma chissa perche´ quando un anglosassone apre la bocca tutti si fermano.
Non te la prendere…non credo poi che gli speculatori se la prendano con le monete nordiche solo perche´ il piatto e´troppo piccolo…e magari farebbero come l´Islanda che ha tagliato le unghie ai banchieri…unici finiti veramente in galera.
Brindiamo con un buon vino…lambrusco o merzemino fai tu e mi spiace di averti offeso ma e´anche colpa nostra se sempre e solo ci consideriamo consumatori e non cittadini !
Un saluto e buona notte.
Massimo

utente anonimo
Scritto il 18 settembre 2011 at 23:13

Ripetiamo insieme:

Siamo in piena deflazione!
Siamo in piena deflazione!
Siamo in piena deflazione!
Siamo in piena deflazione!
Siamo in piena deflazione!

E' cambiato il grafico? No?

utente anonimo
Scritto il 18 settembre 2011 at 23:13

Ripetiamo insieme:

Siamo in piena deflazione!
Siamo in piena deflazione!
Siamo in piena deflazione!
Siamo in piena deflazione!
Siamo in piena deflazione!

E' cambiato il grafico? No?

utente anonimo
Scritto il 18 settembre 2011 at 23:13

Ripetiamo insieme:

Siamo in piena deflazione!
Siamo in piena deflazione!
Siamo in piena deflazione!
Siamo in piena deflazione!
Siamo in piena deflazione!

E' cambiato il grafico? No?

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 Inverso [3-5 Giorni] (h. yy)[Base
T-1 [3-5 Giorni] (h. xx)[Base Dati: 15 minuti] T-1 [3-5 Giorni] (h. yy)[Base Dati: 15 minuti]
Velocità T-2 / T-1 / T / T+1[Base Dati: 15 minuti] Velocità T-2 / T-1 / T / T+1[Base Dati:
Analisi Tecnica Perso il supporto in area 19000 il nostrano si porta subito al test del supporto a
Ve lo ricordate il ministro delle Finanze olandese e presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsse
Ve lo ricordate il ministro delle Finanze olandese e presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsse
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Stoxx Giornaliero Buongiorno, siamo quasi arrivati al dunque sul principale indice dell’eur
DJI Giornaliero Buonasera e ben ritrovati per l’analisi sull’indice mondiale per eccellen
Setup e livelli angolari DOW JONES Setup Annuale Ultimo :2017 Range: 19667 – 24876 Uscit