OCCUPAZIONE …BENVENUTI NEL FANTASTICO MONDO DEGLI ELFI!

Scritto il alle 07:55 da icebergfinanza

  

Probabilmente mi sono sbagliato sul conto di Janet Yellen, avevo l’impressione che dei governatori della Federal Reserve fosse quella che aveva una migliore percezione della realtà. Probabilmente ora che è diventata vice governatrice, l’aria rarefatta dei piani alti sta annebbiando la percezione.

Citando la ricerca di quattro economisti della stessa Fed, invece la dichiara che il programma di allentamento quantitativo in atto porterà a tre nuovi milioni di posti di lavoro entro il 2012. “ Credo che sarà efficace nel promuovere la massima occupazione e la stabilità dei prezzi".
 

Non vi è stata una sola stima che la Federal Reserve abbia anche solo lontanamente centrato in materia di occupazione in questa terribile tempesta perfetta.

Siccome carta canta, date un'occhiata a quali erano le previsioni della Federal Reserve ancora nel 2009… senza l'ondata di anime che hanno abbandonato la forza lavoro, scoraggiati dalla mancanza di lavoro appunto, la disoccupazione sarebbe ben oltre l'11 % tralasciando quella alternativa ovvero part-time e lavoratori scoraggiati che viaggia intorno al 17 %.
 

 

 

Ora non vi è alcun dubbio che la situazione si sta stabilizzando, ma si sta stabilizzando con le imprese che per tenere i margini di profitto, per fornire utili stellari ai propri azionisti continuano a tagliare l’occupazione. L’ultimo dato uscito sui sussidi di disoccupazione o meglio gli ultimi due sono stati completamente ignorati, ovvero l’aumento di 53.000 complessivi sussidi in due settimane.

La sempre efficace Caroline Baum, in un odierno commento su Bloomberg, sostiene che i recenti aumenti di posti di lavoro che compaiono nei modelli econometrici utilizzati dal governo americano e dalla stessa Federal reserve, lamentano lo scollamento tra modelli virtuali e la creazione di posti di lavoro nel mondo reale.

Dopo le dichiarazioni della Yellen, si potrebbe pensare che il popolo americano sia entusiasta delle prospettive prosegue Caroline, invece il 46,8 % dei consumatori intervistati dal Conference Board, sostiene che sia difficile trovare una nuova occupazione, rispetto al picco del 49,4 % dell’anno 2009.

Aggiungerò di più, in una depressione come questa è chiaro che ben pochi si fanno scrupoli ad offrire attraverso i dati una visione migliore della situazione, tanto ci penseranno le revisioni a modificare la realtà, tra qualche mese o anno, quando non interesserà più a nessuno.

Noi sappiamo quello che in realtà sta accadendo, la mia analisi dal titolo La GRANDE RECESSIONE UMANA testimonia in maniera inequivocabile dati empirici alla mano, come sia diversa la realtà. Modelli di previsione allucinanti, in fondo qualcuno dovrà pure pagare queste analisi fatte in casa, ma come abbiamo visto in passato

Conclude Caroline che la Casa Bianca e la Federal Reserve farebbero meglio a lasciare le previsioni sulla base della fantasia agli Elfi. 

Ieri Sheila Bair ha dichiarato che la FDIC è stata sul punto  di chiudere e dichiarare il fallimento di Citigroup durante la Grande Crisi, perchè non più in grado di soddisfare i requisiti di liquidità dalla domenica al lunedi. Senza l'intervento del Governo, Citi sarebbe fallita.

Chissà, solo sensazioni sia ben chiaro, ma siccome nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma, state sintonizzati, la leggenda di Citigroup, continua chissà che non ci scappi una nuova nazionalizzazione!
 

 Ma di questa e altre questioni ne parleremo in …   NO MAN'S OCEAN 2011    " una sintesi in preparazione dei possibili e probabili cigni neri in volo sull'oceano di nessuno, che caratterizzeranno il nuovo anno oltre ad una approfondita analisi sul mercato obbligazionario, dedicata a tutti coloro che hanno sostenuto o vorranno sostenere LIBERAMENTE il nostro viaggio. L'analisi verrà inviata sabato nel pomeriggio.  

 

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
1 commento Commenta
Scritto il 14 gennaio 2011 at 10:57

essere MODERATAMENTE ottimisti può essere buona cosa, soprattutto se si siede in una posizione di alta visibilità.
essere esageratamente ottimisti vuol solo dire perdere credibilità, e, anzi dare il sospetto che poi la realtà sia anche peggiore di quello che è.
questa regola , forse andrebbe ricordata a molte persone importanti.

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Dopo tre sedute di rasserenamento, torna il grande freddo a Piazza Affari. Il Ftse Mib infatti segna
Alberto Oliveti è stato riconfermato all’unanimità presidente dell’Adepp, l’associazione
Quell'aureola a tante stelle che spunta dietro il sorriso da damigella di Conte Tsipras è tutto
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
FTSE MIB INDEX Setup e Angoli di Gann Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) [ u
Mentre continua il trend al ribasso di tutto il mercato delle criptovalute, che probabilmente se
Ftse Mib: l'indice italiano prosegue il suo rimbalzo verso la resistenza a 19.600 punti, livello chi
Alla fine la TRIAttativa tra il presidente Mattarella e la Commissione UE è arriva a conclusion
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec