SFERE DI CRISTALLO OPACHE!

Scritto il alle 22:41 da icebergfinanza

I lettori di vecchia data di Icebergfinanza si ricorderanno certamente di quante volte negli ultimi tre Alan Greenspan, ha "chiamato" la fine della depressione immobiliare americana dopo non essersi accorto di nulla durante la sua gestione della banca centrale o meglio dopo aver lasciato gonfiare questa immensa ed epocale bolla immobiliare..

Ebbene Greespan negli ultimi anni, ha prospettato ben quattro conclusioni di questa depressione, al cospetto di una dinamica che invece sta accelerando per un ultimo ribasso dei prezzi delle abitazioni e probabilmente anche della vendite.

I dati settimanali sono usciti come da previsione, in quanto, come scrissi lunedi …

"La prossima settimana assisteremo ad un recupero oltre le solite aspettative del mercato immobiliare e ad una discesa dei prezzi dell'indice S&P Case Shiller che entrerà da questo mese in poi nella sua nuova parabola discendente, prima che una nuova perdita del 10/15 % sia conclusa."

Ma andiamo oltre e torniamo ad osservare un'altra presunta bolla, ovvero quella obbligazionaria che in tanti stanno chiamando, facendo finta di non accorgersi che una mega bolla sta per scoppiare nel settore high yield, obbligazioni ad alto rischio e ostinandosi a credere che tutte le aziende che hanno ripreso a levereggiare ovvero ad indebitarsi allegramente giaciano su un oceano di liquidità!

Ieri ho scritto che Bill Gross, ha chiamato la fine del leggendario mercato toro dei titoli trentennali americani, ma come ci fa notare il grande Bill di Calculatedrisk, anche una leggenda come Gross, in sintesi è un comune mortale come tanti altri che prova ad intravvedere qualcosa che è ben difficile da comprendere.

Nel Giugno del 2007, Reuters pubblicò le sue dichiarazioni relative al fatto che ormai, il più grande gestore di fondi obbligazionari, stesse diventando un manager di un mercato in inesorabile declino. Attenzione parliamo del 2007! Nel giugno del 2007, i rendimenti trentennali si aggiravano intorno al 5,1 %

Ma senza andare troppo lontani, nel marzo di quest'anno in tempi non certo sospetti, lo stesso Gross, riportato da Bloomberg, dichiarò che… .

“Bonds have seen their best days,” Gross said in a Bloomberg Radio interview ..  I bond, le obbligazioni, hanno visto i loro giorni migliori!

Il ventisei marzo i rendimenti dei titoli di stato americani decennali erano al 3,86 % e oggi sopo aver toccato i minimi intorno a 2,40 sono al 2,65%!!!

Ebbene questo dimostra che sempre più i lettori di Icebergfinanza devono sviluppare una loro consapevolezza, una loro cultura, per comprendere al di la delle fallaci dichiarazioni di personaggi che in fondo anche loro non hanno alcuna sfera di cristallo, nessuno ha la sfera di cristallo, neanche il sottoscritto che da oltre un anno controcorrente sottolinea l'opportunità incredibile che questo investimento poteva offrire, senza alcun rischio! Ripeto nemmeno il sottoscritto!

Non ho fatto altro che analizzare le tendenze, la situazione, comprendendo che più si allagava l'economia di liquidità, più la velocità di circolazione della moneta crollava o restava depressa e più la dinamica della deflazione da debiti e il rientro generalizzato dal debito ( deleveraging ) aumentava.

Oggi verrà comunicata la prima lettura della crescita del terzo trimestre americano, il PIL quello strumento ormai obsoleto per calcolare la presunta crescita di una nazione dove la ricchezza si sta depositando come gas nelle solite miniere di elite, pronte per esplodere non appena questa depressione accelererà!

Come i lettori avranno notato in questi ultimi mesi, mentre cresceva il dibattito sull'efficacia dell' indicatore dell Economic Cycle Research Institute ECRI, noi di Icebergfinanza abbiamo trascurato questo indice concentrandoci sul molto più efficace e completo indicatore della Fed di Chicago, ovvero l'indice CFNAI che evita di considerare la performance dei mercati azionari, sostanzialmente drogata e manipolata da derivati e piattaforme di trading che viaggiano alla velocità del suono.

Ebbene ieri Lakshman Achuthan e Anirvan Banerji hanno dichiarato che difficilmente l'economia americana ricadrà in recessione ma che ci vorrà molto tempo per riprendersi da questo collasso, mantenendo vivo il dibattito sulla double dip e criticando le politiche di allentamento quantitativo della Federal Reserve.

Tutto ciò non cambia di una virgola la mia visione, che si voglia chiamare double dip o grande rallentamento, nei prossimi due anni tutti i nodi verrano al pettine, sia con la caduta dei prezzi dell'immobiliare, sia l'assoluta inutilità delle politiche delle banche centrali come più volte ampiamente dimostrato nei post di questa settimana.

Ieri i sussidi di disoccupazione sono scesi qualcuno ha festeggiato, dimenticando che in fondo non è cambiato nulla, un ultimo colpo di scena prima delle elezioni di mid-term, che il grafico qui sotto ben evidenzia nella sua assoluta inutilità, ovvero la media a quattro settimane che più rispecchia la realtà! Siamo lontani anni luce dalla linea della normalità ovvero le 400.000 richieste nella media a quattro settimane!
initial claim

Un'economia che crede di poter risorgere lasciando senza lavoro i suoi figli è un'economia destinata nella migliore delle ipotesi ad una stagnazione permanente lunga un intero e forse oltre decennio perduto. ULTIMO AVVISO!

Mercoledi 3 verranno chiuse le adesioni all'incontro di MODENA, una giornata di festa con presentazione del libro "Viaggio attraverso la tempesta perfetta", futuri orizzonti macroeconomici e un pubblico che diventa protagonista. Per informazioni scrivere a …
 

  [email protected]  

 

Copertina libro

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
41 commenti Commenta
Scritto il 29 ottobre 2010 at 07:14

 sembra che il Portogallo sia nella stessa situazione della Grecia.
nn che noi si possa ridere …

Scritto il 29 ottobre 2010 at 07:41

Buongiorno a tutta la ciurma ,

olè sveglia, che stiamo per arrivare in porto la prossima settimana
e bisogna mettere un po' d'ordine nella stiva, e prepararci 
per sabato prossimo, e mi raccomando tutti con il vestito della festa .

Hai ragione capitano, andar per mare significa conoscere le stelle,
e qui sui mercati molti si improvvisano maghi, prevedono attraverso
tecniche che mai hanno spiegato e che non si possono mai spiegare.

I veri marinai seguono le stelle, non prevedono, e conoscendone,
solo in qualche caso il loro moto apparente, con un semplicissimo
strumento quale è il sestante, portano i loro vascelli ad attraversare
gli oceani, ed ad attraccare incolumi in altre terre,ed è questa loro sapienza a reggere il timone e seguir la rotta che li rende grandi alla ciurma .

Grazie Capitano che in questa enorme "ATTRAVERSATA FINANZIARIA" che non è purttroppo finita  hai saputo seguir le stelle della tua conoscenza e competenza.

Molti, su siti finanziari si sbracciano a parlare di TREND, mentre tu
umilmente da trentino, ci parli di tendenza,  dimostrando anche nell'uso
della lingua la tua grandezza, vero figlio di quella gente che
sa quanto la terra sia bassa, e tutti noi sappiamo  che conosci bene l'inglese, anche in questo traspare il tuo carattere.

 

utente anonimo
Scritto il 29 ottobre 2010 at 09:22

Buon giorno. Ieri sera rileggendo i post relativi agli ultimi articoli, mi sono imbattuto in un post che ha urtato e non poco la mia sensibilità.
Mi riferisco a quel signore che riferendosi a Dio, diceva……non posso ripetere
Mi chiedo, se esiste una moderazione, come si possa permettere di accettare che su questo forum si scrivano cose del genere.
Capisco che siamo in piena libertà e democrazia, ma credo che qui si tratta di vilipendio, e non oso immaginare se fosse stata detta la stessa frase con riferimento a qualche divinità non cristiana, forse Andrea ti saresti ritrovato il forum invaso da integralisti minacciosi.
 
In un mondo dove i cani sono trattati come persone e le persone peggio dei cani, dove perfino in una innocua pubblicità per bambini si trovano parole per me “violente”, il Ns. Gesù, se mai tornasse a farci visita non avrebbe più contatti su Facebook di una velina e i suoi miracoli sarebbero solo ottimo materiale video da usare su Youtube.
 
Purtroppo il Ns. Dio appena nato si è dovuto riscaldare con un asinello, sopra un asino è pure entrato a Gerusalemme, e se n’è andato sopra una Croce, certamente una persona violenta e cattiva che se tornasse meriterebbe giustamente come diceva quel signore di essere ucciso ancora.
 
Non credo leggerò più questo blog, sono rimasto avvilito e sconcertato non tanto da quello che è stato scritto, ma soprattutto da quello che non è stato scritto da nessuno, in risposta
Giulio

Scritto il 29 ottobre 2010 at 09:45

ANDREA MAZZALAI :”UN ECONOMIA CHE CREDE DI POTER RISORGERE LASCIANDO SENZA LAVORO I SUOI FIGLI.. ” TUTTI A MODENA SABATO 6 NOV.[..] GIOVEDÌ, 28 OTTOBRE 2010 SFERE DI CRISTALLO OPACHE! I lettori di vecchia data di Icebergfinanza si ricorderanno certamente di quante volte negli ultimi tre Alan Greenspan, ha "chiamato" la fine della depressione immobilia [..]

Scritto il 29 ottobre 2010 at 09:45

ANDREA MAZZALAI :”UN ECONOMIA CHE CREDE DI POTER RISORGERE LASCIANDO SENZA LAVORO I SUOI FIGLI.. ” TUTTI A MODENA SABATO 6 NOV.[..] GIOVEDÌ, 28 OTTOBRE 2010 SFERE DI CRISTALLO OPACHE! I lettori di vecchia data di Icebergfinanza si ricorderanno certamente di quante volte negli ultimi tre Alan Greenspan, ha "chiamato" la fine della depressione immobilia [..]

Scritto il 29 ottobre 2010 at 12:05

Io mi stupisco che ci sia ancora qualcuno che parla di ripresa immobiliare a breve!
Poi non è detto che ci sarà una ripresa delle quotazioni immobiliari, che potrebbero aver raggiunto un suo picco epocale. 

Malgrado ciò il mercato ha bisogno sempre di nuovi spunti e sono sicuro che si inventerà qualcosa di nuovo, io già vedo tutto un armeggiare in paesi che fino ad ieri non si sapeva in che continente stessero.
Qui siamo alla pura esportazione demagogica del consumismo!
Non vi stupite che alla fine tutto finirà nell'ennesima  bolla.

In Europa nulla sarà più come prima, dimenticatevi le fabbriche che occupano migliaia di dipendenti, che tanto piacevano ai sindacati.
Il futuro si giocherà sulla competitività, vi posso garantire che è un terreno duro e scivoloso, nulla a che fare con il clima "relazionale" che si respira in Italia, li siamo allo scontro duro, una trincea che vede caduti giorno per giorno.

L'Italia che è un paese con una storia a se, affronterà nel prossimo ventennio un cambiamento storico, con la caduta del "regime dei padrini" che l'ha caratterizzata nel corso dell'ultimo secolo.
Quelli che pagheranno il prezzo più alto sono quelli che oggi hanno fra i 25 e i 40 anni, quindi è bene che le persone comincino a chiedersi:
cosa sono in grado di fare, che può interessare ad  un'azienda.
Chiunque non ha quel minimo di competenze acquisite e dimostrate e spacciato, tutti i vari "filosofi scalda-sedia" che al massimo sanno cambiare una cartuccia di inchiostro e la carta nella stampante, sono canditati ad un posto da barboni.
Lo stato sociale è una cosa bellissima, ma costa.Tutti quelli che o per merito o per fortuna, combattono in prima linea sul fronte della produttività, non saranno troppo disposti a finanziare gli imboscati delle retrovie.
Questi ultimi invocheranno la "solidarietà sociale" i "diritti dei più deboli"! Ma o con le buone, o con le cattive, bisognerà cambiare.
Altro che società come Poste  con 160.000 dipendenti in cui incontri gente con aria scocciata e dove chiudono l'intero ufficio per manutenzione tecnica, quando bisogna cambiare solo una lampadina. Oppure una FS con quasi 90.000 dipendenti e con treni con le cimici dentro, per non parlare di ENEL, ENI, FINM o RAI e municipalizzate e enti varie.
Gli eccessi  sono sempre funestati da disgrazie e rovine imminenti.
Il piangere dopo non servirà a nulla.

Scritto il 29 ottobre 2010 at 12:30

Caro Compasso sono completamente d'accordo a metà.

Lo stato sociale è una bella cosa e costa e va mantenuto per garantire le persone per tutte quelle situazione che poco dipendono dalla volontà del singolo.
Malattia, disabilità, calamità naturali, eventi socioeconomici imprevisti… In sostanza deve esserci un paracadute sociale efficace contro la sfiga.

Non possiamo invece permetterci di mascherare da stato sociale il più becero assistenzialismo politico mafioso che da 50 anni sottende allo scellerato patto sociale che in Italia ha permesso agli imprenditori e professionisti di non pagare le tasse, ai dipendenti di lavorare poco e andare in pensione presto, ai politici di prendee tangenti. Per 30 anni il conto lo si è pagato con i "dividendi" della crescita economica, per altri 20 con il debito pubblico.
Capolinea, si scende. Ordinatamente è meglio.

Scritto il 29 ottobre 2010 at 15:26

 Giulio,
rimani su questo blog,ti prego.
Dobbiamo metterci in testa che l'apostasia dilagante è veramente "segno dei tempi" in cui viviamo.
Sono perfettamente d'accordo con te, non si deve tollerare in alcun modo che arbitrariamente ci si prenda gioco di Cristo e lo si offenda.
E vorrei vedere negli occhi e constatare se le stesse persone che fanno certe affermazioni, hanno il coraggio di farle a viso aperto.
Forse l'occasione sarà a Modena.
Non per uno scontro, beninteso, semplicemente per scambiare opinioni diverse da economia e finanza.
Buona serata a tutti

Scritto il 29 ottobre 2010 at 15:26

Ciao IlCuculo69, io mi riferivo agli "imboscati" quelli che campano alle spalle degli altri.
In Italia qualunque sistema da quello socialista a quello capitalistico, fallirebbero in ogni caso, perché il nostro è un paese di para-anarchici, dove si ci si vorrebbe svenare sempre con il sangue degli altri.

utente anonimo
Scritto il 29 ottobre 2010 at 15:35

Ciao IlCuculo69, io mi riferivo agli "imboscati" quelli che campano alle spalle degli altri.
In Italia qualunque sistema da quello socialista a quello capitalistico, fallirebbero in ogni caso, perché il nostro è un paese di para-anarchici, dove si ci si vorrebbe svenare sempre con il sangue degli altri.

quanto è vero quel che scrivi compasso !

utente anonimo
Scritto il 29 ottobre 2010 at 16:24

visto che a modena ci sarò sono pronto a ridire quanto affermato.
anziche blaterare con la sua bella credenza sicura voglio ben esplicitare che quei 24 mil. di euri sono una goccia rispetto al mare…
chi ha fede significa che ha obliterato il suo cervello di qualsiasi parte sia.
Gianni Z.
(finisco qui per carità di patria)
PS. un sassolino me lo voglio togliere:
è solo perchè ci sono persone libere agnostiche che oggi non siamo sotto inquisizione.

Mi  scuso con  andrea per aver deviato dai soliti argomenti…ma qui nel blog si parla sempre di etica e responsabilità.
Non parliamo delle grandi cazzate fatte nel nome della dottirna sociale cattolica…..di quella marxista il de profundis lo ha dato la storia.

Scritto il 29 ottobre 2010 at 17:20

anch' io penso che le religioni siano tutte sbagliate .
nel senso che, (mio pensiero) sono solo un desiderio di compagnia e onnipotenza.(nn vogliamo considerarci mortali e soli nel mondo )
certo però bisogna anche rispettare le idee degli altri e nn offendere nessuno e niente…
nn sono le religioni che hanno fatto tanti danni , ma l'uomo prendendo a pretesto il credo cristiano mussulmano buddista scintoista.
il problema è sempre lo stesso… L'UOMO
Maat

Scritto il 29 ottobre 2010 at 17:45

Caro Giulio e cari Compagni di Viaggio, non sono le religioni che sono sbagliate ma come dice Maat è l'uomo che è stato lasciato libero di scegliere tra creazioni meravigliose o scempi devastanti. Questi sono tempi epici, tempi nei quali si riscrive la storia per i prossimi secoli, inuna maniera o nell'altra, ma è evidente che la RESPONSABILITA' di qualunque uomo di buona volta, di qualunque razza, nazione o religione, non può essere disattesa! Generalizzare come ormai fanno tutti fare di tutta un'erba un fascio è un errore madornale, la nostra libertà serve anche per comprendere che in qualunque cestino vi è una mela marcia che rischia di fare marcire tutte le altre anche solo in apparenza. Ma il nostro cestino non è il migliore è rispetto agli altri, è quello che la Vita ci ha riservato, sempre che come accade spesso una Mano non ci trasferisca da un cesto all'altro, segno di Libertà assoluta! C'è una frase nella Bibbia che ricorda come, alla sera della vita ciò che conta è avere amato e non vi è messaggio più sublime per qualunque uomo o qualunque religione. Il resto è il nulla!

Andrea

Scritto il 29 ottobre 2010 at 18:16

…"alla sera della vita ciò che conta è avere amato" ..già
"Il resto è il nulla"…

il problema sta proprio qui.. pensiamo di saper amare?
Un percorso che dura una vita…non sappiamo amare gli altri perchè fondamentalmente non sappiamo amare noi stessi..nulla di semplice e scontato in tutto ciò, proprio nulla…

Paulo Coelho – Vivere e Amare gli Altri, Imparare a Vivere e Amare

Di Paulo Coelho : Ecco alcune cose che ho imparato nella vita

Che non importa quanto sia buona una persona, ogni tanto ti ferirà.
E per questo, bisognerà che tu la perdoni.

Che ci vogliono anni per costruire la fiducia e solo pochi secondi per distruggerla.

Che non dobbiamo cambiare amici, se comprendiamo che gli amici cambiano.

Che le circostanze e l’ambiente hanno influenza su di noi, ma noi siamo responsabili di noi stessi.

Che, o sarai tu a controllare i tuoi atti, o essi controlleranno te.

Ho imparato che gli eroi sono persone che hanno fatto ciò che era necessario fare, affrontandone le conseguenze.

Che la pazienza richiede molta pratica.

Che ci sono persone che ci amano, ma che semplicemente non sanno come dimostrarlo.

Che a volte, la persona che tu pensi ti sferrerà il colpo mortale quando cadrai, è invece una di quelle poche che ti aiuteranno a rialzarti.

Che solo perché qualcuno non ti ama come tu vorresti, non significa che non ti ami con tutto te stesso.

Che non si deve mai dire a un bambino che i sogni sono sciocchezze: sarebbe una tragedia se lo credesse.

Che non sempre è sufficiente essere perdonato da qualcuno. Nella maggior parte dei casi sei tu a dover perdonare te stesso.

Che non importa in quanti pezzi il tuo cuore si è spezzato; il mondo non si ferma, aspettando che tu lo ripari.

Forse Dio vuole che incontriamo un po’ di gente sbagliata prima di incontrare quella giusta, così quando finalmente la incontriamo, sapremo come essere riconoscenti per quel regalo.

Quando la porta della felicità si chiude, un’altra si apre, ma tante volte guardiamo così a lungo a quella chiusa, che non vediamo quella che è stata aperta per noi.

La miglior specie d’amico è quel tipo con cui puoi stare seduto in un portico e camminarci insieme, senza dire una parola, e quando vai via senti che è come se fosse stata la miglior conversazione mai avuta.

E’ vero che non conosciamo ciò che abbiamo prima di perderlo, ma è anche vero che non sappiamo ciò che ci è mancato prima che …

Scritto il 29 ottobre 2010 at 18:18

Io sono uno di quelli che ha obliterato il suo cervello
da qualche anno, in età matura.
Da quando mi sono fatto "bucare"
riesco a capire tante cose che mi sfuggivano.
Suggestione?
Non  so che giudice possa dirlo, e non mi
interessa giudicare il mio stato di fede.
Capisco chi non ha fede, e mi spiace.
Ci sono delle creature meravigliose
che non  sanno di essere strumenti
del Signore, e non per questo non svolgono
il ruolo loro assegnato.
Come dice Andrea e come riportato nel Vangelo:
Ci ha lasciato la libertà di scegliere tra il bene ed
il male.

 

Scritto il 29 ottobre 2010 at 19:25

 
Mi sono accorta che la citazione di P. Coelho non è completa…continua:

 E’ vero che non conosciamo ciò che abbiamo prima di perderlo, ma è anche vero che non sappiamo ciò che ci è mancato prima che arrivi.

Ci vuole solo un minuto per offendere qualcuno, un’ora per piacergli, e un giorno per amarlo, ma ci vuole una vita per dimenticarlo.

Non cercare le apparenze, possono ingannare.

Non cercare la salute, anche quella può affievolirsi.

Cerca qualcuno che ti faccia sorridere perché ci vuole solo un sorriso per far sembrare brillante una giornataccia.

Trova quello che fa sorridere il tuo cuore.

Ci sono momenti nella vita in cui qualcuno ti manca così tanto che vorresti proprio tirarlo fuori dai tuoi sogni per abbracciarlo davvero!

Sogna ciò che ti va; vai dove vuoi; sii ciò che vuoi essere, perché hai solo una vita e una possibilità di fare le cose che vuoi fare.

Puoi avere abbastanza felicità da renderti dolce, difficoltà a sufficienza da renderti forte, dolore abbastanza da renderti umano, speranza sufficiente a renderti felice.

Mettiti sempre nei panni degli altri. Se ti senti stretto, probabilmente anche loro si sentono così.

Le più felici delle persone, non necessariamente hanno il meglio di ogni cosa; soltanto traggono il meglio da ogni cosa che capita sul loro cammino.

Il miglior futuro è basato sul passato dimenticato, non puoi andare bene nella vita prima di lasciare andare i tuoi fallimenti passati e i tuoi dolori.

Quando sei nato, stavi piangendo e tutti intorno a te sorridevano.

Vivi la tua vita in modo che quando morirai, tu sia l’unico che sorride e ognuno intorno a te piange.

utente anonimo
Scritto il 30 ottobre 2010 at 02:01

12  Andrea, meraviglioso…….chapeau !

Lo Spirito Divino ci accompagni sempre.

Auguri  per quello che desideri e buona riunione a Modena.
Silvestro

utente anonimo
Scritto il 30 ottobre 2010 at 07:18

"Che le circostanze e l’ambiente hanno influenza su di noi, ma noi siamo responsabili di noi stessi.

Che, o sarai tu a controllare i tuoi atti, o essi controlleranno te."

quanta verità in "2 parole" … vero Vale .. (Coelho)…
sono leggi che valgono per l'universo in toto , anche per l'econmia
maat

Scritto il 30 ottobre 2010 at 08:54

Già maat…già…

non servono poi tante parole…in fondo tutto è già stato scritto…
è che non vogliamo neppure più fermarci a leggere, a  riflettere…
ogni cosa necessita  di tempo…tanto tempo per essere assimilata…
compresa…interiorizzata…anche"la finanza…anche l'economia…"
ma forse il nostro "mito" è proprio questo:"voler dominare anche il tempo"…quindi la finanza ed anche l'economia…e la vita stessa…

ci vediamo a Modena?
all'arrembaggioooo…
Buona navigazione
Valentina

Scritto il 30 ottobre 2010 at 09:17

C'è un libro, che più volte ho citato lungo il viaggio, che è estremamente indicativo di questo passaggio epocale..
non escludo che ce ne siano altri, ma questo scritto nel 1982, da me erroneamente criticato, è stato nel corso degli anni enormemente rivalutato, tanto da rileggerlo spesso e più volte, uno, (secondo me) ora posso dirlo con convinzione, dei libri più belli che Francesco Alberoni abbia mai  scritto:

"L'Albero della vita", leggetelo se non vi è mai capitano di farlo, e leggetelo ai vostri figli o con i vostri figli..

c'è un frase che mi è cara..nulla di ovvio, nulla da dimenticare:
"Noi stessi siamo predoni, di cui diffidare e da cui difenderci…"
si…proprio nulla da dimenticare…

.." Poiché la scienza è solo strumento, può guidarsi solo con la sua moralità. Ma la moralità non è oggetto di scienza, non è il prodotto della ragione, emerge come rivelazione dall'amore."

Alcuni temi, già trattati nell'Albero della Vita, vengono ripresi anche in Valori(altro suo libro), ma il primo rimane sempre, a mio modesto parere,  il più poetico e significativo.

Valentina

utente anonimo
Scritto il 30 ottobre 2010 at 09:45

Come diceva il Grande Eduardo, ci sono le parole adatte, usiamole.
Io ho condannato la bestemmia, e nulla ho detto circa la Chiesa, che è fatta di uomini e fra quelli si sa, c’è chi fa bene e chi fa male. Voi mi avete risposto sulla Chiesa, e nessuno ha rimproverato la bestemmia.
 
Ps. Le parole citate da Andrea non sono del Vangelo ma di un padre carmelitano, Giovanni della Croce, cui io spesso faccio precedere “All’alba della vita ci viene donato un cuore per amare…e il segreto è tutto lì di cosa ne facciamo in vita di questo cuore, dove dimora sin dalla nascita il Signore (per chi lo ricordasse il nostro corpo è un Tempio e il Tempio è la casa di Dio) per cui il Paradiso e l’Inferno sono nei cuori delle persone secondo se abbiamo convissuto con Dio, o lo abbiamo cacciato dai nostri cuori.
 
Tanto vi dovevo, per correttezza, e buona giornata
 
Giulio

Scritto il 30 ottobre 2010 at 10:30

Giulio,
sul libero arbitrio tanto è stato scritto.
Mi hanno suggerito e ti giro il suggerimento:
San Paolo, Lettere ai romani, capitolo 7.
Bellissimo.

Scritto il 30 ottobre 2010 at 10:38

Giulio, solo una piccola precisazione,  questo messaggio proviene dalla Bibbiaed  è la sintesi dell'addio di Paolo a Efeso e Mileto .(At. 20,17-38) al quale si è rifatto Giovanni della Croce

ALLA SERA DELLA VITA CIO’ CHE CONTA E’ AVER AMATO lo stesso significato di …..Alla sera della vita, saremo giudicati sull'amore!

Andrea
 

utente anonimo
Scritto il 30 ottobre 2010 at 13:06

in risposta a giulio:
ciò che ho detto non è una bestemmia , ma ciò che io farei se esistesse  Dio. libero io di farlo , tu di  non farlo-
consederi la mia affermazione una bestemmia perche sei un essere non pensante come tutti i cattolici o i vostri amici compagni, adessso il Sino ha aggregato a voi anche gli hezbollah.
mettiti la tua bella bomba in tasca e vai libera il mondo dai non credenti.  Chi studia religione sa benissimo che non c'entra niente con le organizzazioni che la usano pro domo sua.
PS. chiuso argomento.
Gianni Z.

Scritto il 30 ottobre 2010 at 14:55

http://www.zenit.org/article-20884?l=italian

Il link è per giulio che è libero di offendere chiunque in nome
della libertà, anche Odoardo Focherini s'era bevuto il cervello,
e per questo l'ha fatto…..ce ne fossero tanti come lui che
avessero il rispetto per la pensasse diversamente da lui e professasse
un credo diverso dal suo……

mi ricorda tanto l'inno alla libertà di IVAN GREGOR'EVIC….

<< Un tempo pensavo che la libertà fosse la libertà di parola,

di stampa, di opinione.(Al giorno d'oggi è stata sequestrata

dai cretini, in nome della libertà, il commento è mio ed è
riferito a tutto quanto oggi si legge e si vede in giro).

 

Ma la libertà è tutta la vita di tutta la gente;

ecco cos'é: è il diritto di seminare quel che vuoi,

di fare scarpe, soprabiti, di cuocere il grano che

hai seminato, per venderlo o non venderlo, come vuoi tu;

 

è anche se fai il meccanico, o il fonditore, o l'artista,

è vivere e lavorare come vuoi tu e non come ti ordinano>>.

 

Ricordiamoci che alla fine quelli che ci tireranno fuori dalla

crisi, saranno le persone comuni, uomini e donne, capaci di

generare eroi ed essere ogni giorno, con la loro fatica quotidiana,

eroi loro stessi. 

Scritto il 30 ottobre 2010 at 14:55

http://www.zenit.org/article-20884?l=italian

Il link è per giulio che è libero di offendere chiunque in nome
della libertà, anche Odoardo Focherini s'era bevuto il cervello,
e per questo l'ha fatto…..ce ne fossero tanti come lui che
avessero il rispetto per la pensasse diversamente da lui e professasse
un credo diverso dal suo……

mi ricorda tanto l'inno alla libertà di IVAN GREGOR'EVIC….

<< Un tempo pensavo che la libertà fosse la libertà di parola,

di stampa, di opinione.(Al giorno d'oggi è stata sequestrata

dai cretini, in nome della libertà, il commento è mio ed è
riferito a tutto quanto oggi si legge e si vede in giro).

 

Ma la libertà è tutta la vita di tutta la gente;

ecco cos'é: è il diritto di seminare quel che vuoi,

di fare scarpe, soprabiti, di cuocere il grano che

hai seminato, per venderlo o non venderlo, come vuoi tu;

 

è anche se fai il meccanico, o il fonditore, o l'artista,

è vivere e lavorare come vuoi tu e non come ti ordinano>>.

 

Ricordiamoci che alla fine quelli che ci tireranno fuori dalla

crisi, saranno le persone comuni, uomini e donne, capaci di

generare eroi ed essere ogni giorno, con la loro fatica quotidiana,

eroi loro stessi. 

Scritto il 30 ottobre 2010 at 15:02

Mi scuso……

il link non è per Giulio, ma indirizzato soprattutto a Gianni Z.

Scritto il 30 ottobre 2010 at 15:19

siete grandi Vale … Andrea.
anche Borges lo diceva : Ho commesso il peggior peccato che uno possa commettere: non sono stato felice. …
magari anche attento agli altri.

Alberoni ,… ho avuto il piacere di conoscerlo personalmente.. ….veramente grand'uomo,, semplice ,disponibile, preparato e molto lucido

————————————————-
peccato nn poter essere con voi a modena

________________________________________
Gianni Z. a leggerti cosi sembri violento come chi critichi.
anche io penso di nn aver bisogno di entità superiori per vivere bene… ,
questo nn vuol dire che dobbiamo considerare "nn pensanti " gli altri

Maat

Scritto il 30 ottobre 2010 at 15:26

#25
Buongiorno caro Professore, 
dopodomani il grande evento, quando i tuoi numeri si
mescoleranno con i miei (61 e 49).
Ma non è tempo di numeri sui nuovi p.e.?

Scritto il 30 ottobre 2010 at 15:46

E no Maat, acciderbolina!!:-) Non ci sarai!!!

peccato…peccato davvero…vero Capitano…

F.Alberoni, non l'ho conosciuto personalmente, anche se abbiamo in comune la terra di provenienza, ma se non hai letto il libro fallo; per certo so che è uno di quei libri che ha segnato la mia esistenza,
(anche se  ahimè pecco di ignoranza, non ho ancora letto la bibbia, anche se mi ritengo atea)…
a ciascuno poi disegnare (come e con cosa…) le proprie rotte…

grande carpe…vedo che hai imbarcato gente nuova, benvenuto carraro61, benvenuto davvero..la famiglia aumenta.

Sono certa che sabato, chi non potrà essere fisicamente presente, lo sarà certamente nei notri cuori, senza dubbio alcuno…senza alcun dubbio.!

A presto
Valentina

Scritto il 30 ottobre 2010 at 15:58

Per rcarraro61

oggi non è tempo di numeri…..oggi tutti a giocare al superenalotto
anche questa è libertà, e va rispettata……nessuno li obbliga….è un
gioco…….se poi diventa dipendenza…..ci sono altri esperti che
curano…..oggi è divenuto tutto malattia…..

ma stai sicuro che il corpo saprà ritrovare le energie per
guarire.

Per quanto riguarda i pe sull'eurostoxx , metterò dei link
domani.

Ciao Vale,

si abbiamo "issato a bordo" un naufrago, ma è di quelli BUONI,
tosto di VALORI, in tutti i sensi.

Un abbraccio e Vi aspetto a Modena, ciao

 

Scritto il 30 ottobre 2010 at 16:14

Rcarraro,

qui tutti mozzi, nessun professore e tutti   "agli ordini del capitano",
ehehehehehhhh

e tu ultimo arrivato, giù in stiva con noi a rimettere a posto,
e mi raccomando ti voglio a modena "in ghingheri" perchè
l'occasione lo merita.

Un abbraccio, dal tuo "vecio"

Scritto il 30 ottobre 2010 at 16:43

Caro Carpe
Purtroppo penso di non poterci essere, la strada e' tanta, la famiglia
è sacra. Ho cercato qualche compagno di viaggio ma per loro, non
è passione come per me.
Per Vale: Tra me e Carpe c'è un legame particolare, lo chiamo Prof.
perchè per me lo è stato, lo è, e spero lo sarà per altri 20 anni.
Un giorno mi ha chiesto se venivo a Modena con Icebergfinanza, ma prima di allora ne io, ne lui, sapevamo che l'altro seguisse già il sito da tempo. Questo a dimostrare che nelle botti buone ci sta sembre il buon vino, o meglio nelle "stive" buone………

Scritto il 30 ottobre 2010 at 17:48

Caro carraro, si il Vostro legame si è "sentito subito"…
in quanto a seguire iceberg…
si può proprio dire…"che le vie di iceberg, sono davvero infinite!"…

Hai letto Capitano…gran bella storia…oserei dire"magica"…

carraro imbarca anche la famiglia, non importa l'età, c'è tanto posto…

Ciao
Valentina

utente anonimo
Scritto il 31 ottobre 2010 at 08:58

caro maat ,,,, non pensante è una dicitura dove intendo dire persone che si affidano acriticamente a un messaggio e non esiste altro .
non si tratta di violenza ma di scrittura diretta e un pò provocatoria…
dire le cose pane al pane….nello stile diretto di questo  blog…la differenza è che certi argomenti sono sempre velati.
buona domenica.
Gianni Z.
Ps. chi leggge il foglio di questi tempi comprende….
pss non sino ma sinodo.

finanza: devo dire che sono contento di avere letto hayek  molto tempo fa.

Scritto il 31 ottobre 2010 at 14:35

Gianni non sono velati determinati argomenti ma talmente delicati da non volerli trasformare in chiacchere da bar come avviene per ogni omicidio o per la politica in Italia sempre che a questo Paese sia rimasta un Po di dignità. Andrea

Scritto il 31 ottobre 2010 at 18:15

Cari amici, ho ritenuto di non pubblicare i grafi sul future eurostoxx,

ma chiuque fosse interessato_incuriosito troverà qui sotto i links.

 

Sono grafi proprietari ed un po' fuori dal coro.

 

Non ho la cultura del sospetto fino a prova contraria, ma l'invito dell'anonimo

#5 

    31 Ottobre 2010 – 08:53 

 

 

e pubblicato nei commenti sull'ultimo post di Andrea,

 

a stare in campana , può avere una sua valenza se qualcuno cerca poi di venderti qualcosa.

 

…." I dati, i grafici, le analisi,…

you can shape it out as you like…

Casey Resarcher…forse…. forse vuole venderti qualcosa anonomo #3?

dubitate gente dubitate… di tutto."

 

Lo tranquillizzo che non ho da vendere nè commercializzare alcunchè.

Se riscontrerò interesse, ebbene una volta alla settimana o mese continuerò

a linkarli, altrimenti amen

Scritto il 31 ottobre 2010 at 18:15

Cari amici, ho ritenuto di non pubblicare i grafi sul future eurostoxx,

ma chiuque fosse interessato_incuriosito troverà qui sotto i links.

 

Sono grafi proprietari ed un po' fuori dal coro.

 

Non ho la cultura del sospetto fino a prova contraria, ma l'invito dell'anonimo

#5 

    31 Ottobre 2010 – 08:53 

 

 

e pubblicato nei commenti sull'ultimo post di Andrea,

 

a stare in campana , può avere una sua valenza se qualcuno cerca poi di venderti qualcosa.

 

…." I dati, i grafici, le analisi,…

you can shape it out as you like…

Casey Resarcher…forse…. forse vuole venderti qualcosa anonomo #3?

dubitate gente dubitate… di tutto."

 

Lo tranquillizzo che non ho da vendere nè commercializzare alcunchè.

Se riscontrerò interesse, ebbene una volta alla settimana o mese continuerò

a linkarli, altrimenti amen

Scritto il 31 ottobre 2010 at 18:18

mi scuso, ma prima non mi sono accorto che non li avevo copiati.

su barra Monthly

http://files.splinder.com/4f28abdaf151b0797beb982e8398a2da.jpg
 

su barra Weekly

http://files.splinder.com/d660aa69dc38610dcac73b09140ba785.jpg

su barra Daily

http://files.splinder.com/673dceb644283493edfd942cdc1846bc.jpg

Scritto il 31 ottobre 2010 at 18:18

mi scuso, ma prima non mi sono accorto che non li avevo copiati.

su barra Monthly

http://files.splinder.com/4f28abdaf151b0797beb982e8398a2da.jpg
 

su barra Weekly

http://files.splinder.com/d660aa69dc38610dcac73b09140ba785.jpg

su barra Daily

http://files.splinder.com/673dceb644283493edfd942cdc1846bc.jpg

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Ftse Mib: l'indice italiano tenta di recuperare i 19.000 punti in apertura. In caso di break dei 19.
Dilettanti. Dilettanti allo sbaraglio. E la cosa grave che spesso, oltre che essere dilettanti,
Mentre infuria il dibattito sulle penalizzazioni implicite connesse a quota 100, e l’umore degli i
Alla fine avevo ragione, è bastata una rapida lettura delle quasi 600 pagine dell'accordo capes
Dare feedback, comunicare in modo chiaro ed efficace, ma anche trasmettere entusiasmo e saper bilanc
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Quello che vi sto facendo è un grosso regalo. Che poi sia apprezzato o no, è un altro paio di
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Ftse Mib: dopo la seduta di ieri di forte incertezza chiusa in spinning top, oggi l'indice cerca di