GUEST POST: LA GRANDE TRUFFA!

Scritto il alle 12:00 da icebergfinanza

Nell’agosto dello scorso anno in " Virtual Financial " ricordando la nostra cara Alice e il suo paese delle meraviglie scrissi che ….

" Se io avessi un mondo come piace a me, là tutto sarebbe assurdo: niente sarebbe com’è, perché tutto sarebbe come non è, e viceversa! Ciò che è, non sarebbe e ciò che non è, sarebbe! " 

Non vi è alcun settore come quello finanziario a cui queste parole calzano a pennello, un settore dove il barare è stato istituzionalizzato, legalmente condiviso e accettato.

Leva finanziaria….ma quale leva finanziaria, in fondo le grandi banche mondiali, hanno compreso la lezione, sanno gestire il proprio rischio alla luce del sole, trasparenti come cristalli, bolle di vetro, direbbe qualcuno, bolle contabili, figlie di un sistemantico azzardo morale mai sopito, la finanza ha definitivamente sequestrato la democrazia tra fantasie contabile e derivati nucleari.

Ma mi fermo qui e lascio il palcoscenico ad una magistrale interpretazione del nostro caro DREAM , spettacolo in onda sul suo blog INTERMARKETANDMORE .

La grande truffa delle banche USA

Repo 105 e non solo. Il sistema finanziario americano è impostato in un modo assolutamente truffaldino e folle. E le trimestrali in uscita non devono illudere il risparmiatore.

Le banche rispondono: sì è vero, ma non così tanto 

Questo articolo del WSJ ha creato un vero e proprio terremoto nel settore bancario a stelle e striscie. Sono piovuti commenti e, notate bene, non smentite, ma solo “alleggerimenti”.

“Ma no, la diminuzione non è così esagerata” (GS) “WSJ ha dato dati un po’ troppo generosi” (JPM) “I nostri sforzi per migliorare la nostra situazione sono comunque visibili” (BofA)

Incredibile, sembra di essere in una barzelletta. Non ammettono la percentuale ma ammetto di farne copiosamente uso, anche perché è assolutamente (ripeto) legale. E a farne uso, prendendo come riferimetno i dati ufficiali, sono ben 18 grandi banche USA. Fatevi due conti e capirete quanto marcio, quanta leva, quanto debito e quanto fumo ci sia sui mercati finanziari.

….il resto di questo piccolo capolavoro, su …. LA GRANDE TRUFFA

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
9 commenti Commenta
Scritto il 14 aprile 2010 at 14:25

…..ConclusioniQuesto lungo articolo, che spero non vi abbia annoiato troppo, è stato scritto fondamentalmente per fare capire una volta per tutte che:1) il sistema finanziario americano non è assolutamente uscito dal vortice della leva finanziaria e dei derivati2) I fallimenti di Lehman Brothers e i bailout di tante istituzioni finanziarie USA non hanno insegnato nulla3) Le banche USA non sono più banche, non dimenticatelo mai4) Siamo seduti su una mina pazzesca, potenzialmente ingestibile a causa dei volumi folli che genererebbe l’effetto domino5) I bilanci che ci presentano sono farlocchi6) Per mantenere in piedi questo meccanismo è necessaria un’attenta ed evidente azione di “guida” del mercato da parte delle stesse istituzioni finanziarie che, tramite i più disparati mezzi, di cui buona parte tecnologici, riescono a far andare le cose nella direzione più consona7) Il meccanismo generato può funzionare ancora per molto tempo, generando una bolla che definire “madre di tutte le bolle” sarebbe quantomai limitativo8 ) E in tutto questo il Governo USA è consenzienteVado a comprarmi una zappa. Mi preparo per la mia prossima occupazione. Come diceva tanti anni fa Marc Faber ad una cena dove io ero presente:“ verrà il giorno dove la cosa migliore da fare sarà comprarsi un pezzo di terra , una zappa ed una mucca. Almeno in questo modo si cercherà di garantire la sussistenza”.Certo, soluzione molto estrema e provocatoria. Ma se avete letto questo post, un po’ di tristezza e di preoccupazione per il futuro forse vi sarà venuta. E, non dimentichiamolo mai, non è mia intenzioen fare terrorismo psicologico, ma semplicemente dire come stanno realmente le cose, visto che di balle al mondo ce ne fanno già digerire troppe..Bello l'articolo ma per quanto riguarda le conclusioni…Non solo è provocatorio ma è anche non vero. La susistenza alimentare è garantita dal lavoro del 5% della popolazione che coltiva la terra con metodi moderni. Il restante 95% con un ettaro di terra una zappa ed una mucca si fa le pippe, altro che sussistenza.Poi domandiamoci anche se con una vita basata su una zappa ed una mucca ci interessa "sussuistere" ma questa è una questione affatto personale.

utente anonimo
Scritto il 14 aprile 2010 at 15:02

Wall Street apre in rialzo, S&P500 sui massimi da settembre 2008.la recessione è finita la bolla immobiliare è passata, infatti la più grande società di CRE la Simon property group quota a un 10% dai massimi del 2007 Jp Morgan Bank ha fatto tanti utili  se Toro Drogato dura ancora fino a maggio moltissimi risparmiatori, o meglio mucche in calore, e buoi ( cioè castrati ) entreranno nel MATTATOIO ….VOGLIONO LA SUDAMERICANIZZAZIONE DELL'ECONOMIA, Banchieri e Pappagalli Politici sono uniti per tenere su gli indici principali.  l'inflazione ancora non decolla . per me la vogliono tenere bassa.come è stato per 20 anni in Giappone,  con Banche Zombie, con imprese Zombie, con Gente Zombie.Fatevene una Ragione. No a Iperinflazione , No a Deflazione-Depressione – ma SudAmericanizzazione , cioè Società ed Economia Zombie,popolazioni fratrecide, individualiste, opportuniste,con le borse distaccate dalla società ,  dove il 10% della popolazione se la GODE ogni giorno e il restante 90 se la prende in quel posto per SOPRAVVIVERE .Giobbe 8871

Scritto il 14 aprile 2010 at 15:36

BuongiornoOttimo post Capitano Andrea, pensa che ieri sera stavo per linkare l'articolo in questione…….sempre se a qualcuno interessava!!!! hehehe, ma poi purtroppo il TEMPO non mè lo ha permesso.Il Cuculo69 #1 quello che scrivo in corsivo è una forma verbale in dialetto e voglio precisare che non è un offesa…….ma un complimento….almeno dalle mie parti viene considerato così:Ti sos un bastian contrari e non ti vha mai ben nuiaE preso atto che il 5% dei lavoratori con metodi moderni !!!!! producono gli alimenti per tutti (a proposito DOVE lavorano e vivono???) un altra piccola parte producono beni reali……gli altri cosa fanno??? si fanno le pippe alle spalle dei primi due???Un salutoSD

utente anonimo
Scritto il 14 aprile 2010 at 17:29

utente anonimo
Scritto il 14 aprile 2010 at 17:36

Scritto il 14 aprile 2010 at 20:19

A proposito di truffe, se a qualcuno interessa allego un link con un opuscolo interessante che parla di energia elettrica in Italia http://www.beati.org/valentinas/wp-content/uploads/2010/04/ENERGIA.pdf .In questo opuscolo si parla di centrali nucleari ed altro.Che siano veramente necessarie??Chissa cosa c'è dietro a questo "strano" bisogno di costruire una decina di centrali??In Italia attualmente vengono prodotti circa 100 Gigawatt da tutte le centrali e gli impianti di produzione energetica (si tratta di 682 centrali termiche e 34.600 impianti da fonti rinnovabili), ma l'intero farbisogno energetico italiano è di 55 Gigawatt (dato ufficiale riferito all'anno 2008). Questo significa che oggi circa il 50% degli impianti mediamente è fermo e/o produce molto al di sotto delle proprie capacità, ed allora a cosa serviranno le nuove Centrali Nucleari………..forse al business del CO2???SD

Scritto il 14 aprile 2010 at 20:19

A proposito di truffe, se a qualcuno interessa allego un link con un opuscolo interessante che parla di energia elettrica in Italia http://www.beati.org/valentinas/wp-content/uploads/2010/04/ENERGIA.pdf .In questo opuscolo si parla di centrali nucleari ed altro.Che siano veramente necessarie??Chissa cosa c'è dietro a questo "strano" bisogno di costruire una decina di centrali??In Italia attualmente vengono prodotti circa 100 Gigawatt da tutte le centrali e gli impianti di produzione energetica (si tratta di 682 centrali termiche e 34.600 impianti da fonti rinnovabili), ma l'intero farbisogno energetico italiano è di 55 Gigawatt (dato ufficiale riferito all'anno 2008). Questo significa che oggi circa il 50% degli impianti mediamente è fermo e/o produce molto al di sotto delle proprie capacità, ed allora a cosa serviranno le nuove Centrali Nucleari………..forse al business del CO2???SD

Scritto il 14 aprile 2010 at 20:19

A proposito di truffe, se a qualcuno interessa allego un link con un opuscolo interessante che parla di energia elettrica in Italia http://www.beati.org/valentinas/wp-content/uploads/2010/04/ENERGIA.pdf .In questo opuscolo si parla di centrali nucleari ed altro.Che siano veramente necessarie??Chissa cosa c'è dietro a questo "strano" bisogno di costruire una decina di centrali??In Italia attualmente vengono prodotti circa 100 Gigawatt da tutte le centrali e gli impianti di produzione energetica (si tratta di 682 centrali termiche e 34.600 impianti da fonti rinnovabili), ma l'intero farbisogno energetico italiano è di 55 Gigawatt (dato ufficiale riferito all'anno 2008). Questo significa che oggi circa il 50% degli impianti mediamente è fermo e/o produce molto al di sotto delle proprie capacità, ed allora a cosa serviranno le nuove Centrali Nucleari………..forse al business del CO2???SD

utente anonimo
Scritto il 14 aprile 2010 at 20:51

sono sicuro che Andrea è andato a leggertesi  attentamente…come si può riportare nel Beige Book le seguenti situazioni e la Simon Property group segna un – 10% dai massimi del 2007 pre crisi ?Commercial real estate activity was slow across the nation. Notable exceptions were Richmond, which saw an uptick in commercial leasing, and Dallas, where the sector was mixed and might be nearing bottom. In Boston, leasing activity consists largely of renewals, with many renewing tenants leasing less space. Manhattan Class A office rents were down 20 percent to 25 percent year over year. Contacts in Philadelphia, Richmond, Kansas City and Dallas expressed concern that lease concessions from landlords were putting downward pressure on rents. Commercial construction continued to be weak in most Districts. Cleveland saw some development in the energy and industrial segments.è PROPRIO UN GRANDE BLUFFè una GRANDE TRUFFA giobbe 8871

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Stoxx Giornaliero Buongiorno, ancora niente da fare per l’avvio del ciclo mensile inverso c
DJI Giornaliero Buongiorno, diamo un’occhiata allo storico indice americano. Così scriv
La possibilità di investire a leva sia al rialzo che al ribasso rende i Mini Long strumenti ideali
FTSEMIB tra i listini azionari peggiori e spread BTP Bund che torna a salire prepotentemente. Ma s
Il contratto di Governo messo a punto da Lega e Movimento 5 Stelle, la cui versione definitiva è st
Alla mente mi vengono i momenti vissuti nel 2011 quando ci fu una pressione enorme sul Governo B
Inizio di giornata fragile per il Ftse Mib che dopo un avvio in marginale rialzo scivola nuovamente
Mercoledì 16 maggio 2018, presso la Sala della Regina di Palazzo Montecitorio, l’Istat ha illustr