CREDIT DEFAULT SWAP: SPIRAGLI DI CONSAPEVOLEZZA?

Scritto il alle 21:48 da icebergfinanza

Dopo aver ascoltato il grande e vecchio saggio Gandalf Volcker, bandire i "supermarket" finanziari, denunciando l’inutilità di strumenti di distruzioni di massa venduti direttamente al dettaglio anche a coloro che non hanno nulla da difendere, aver ascoltato il sussurro del governatore della BCE, Trichet, il quale teme la generale sottovalutazione del rischio sistemico prodotto dai cosidetti credit default swap e aver osservato alcuni leader europei come Angela Merkel, il presidente francese Nicolas Sarkozy e il premier lussemburghese Jean-Claude Juncker annunciare una iniziativa comune per introdurre nuove regole in merito alla speculazione sui prodotti derivati, siamo in attesa di osservare se la montagna partorirà l’ennesimo topolino di questa crisi.

" I rischi sistemici che possono sorgere da strumenti quali i credit default swaps dovrebbero essere affrontati con una maggiore regolamentazione. Lo ha detto il presidente del Financial Stability Board Mario Draghi.
«Si può scommettere che tutto ciò che ha implicazioni sistemiche avrà una regolamentazione sistemica», ha detto Draghi in una conferenza stampa rispondendo a una domanda sui
credit default swaps e facendo riferimento al «naked selling» (pratica per cui si vende allo scoperto senza aver preso in prestito i titoli).
Il governatore della Banca d’Italia, nel corso di una conferenza stampa a Basilea sulla riforma del mercato finanziario, ha aggiunto che è ancora troppo presto per dire quale tipo di meccanismi normativi potrebbe usare il Fsb per affrontare la questione. Draghi ha anche sottolineato come, per evitare l’effetto-contagio verificatosi durante l’ultima crisi, esista «consenso generalizzato» a realizzare una «unica controparte centralizzata» per i derivati, piuttosto che trattarli su base bilaterale. Grazie a questo meccanismo, ha aggiunto, sarebbe possibile «assicurare una migliore trasparenza, una maggiore visibilità su questi contratti e i collaterali dietro di essi». SOLE24ORE.

 «Ci sono diversi Paesi e diverse storie – ha detto Draghi – e lo stesso Fsb non è un regolatore mondiale. Noi – ha aggiunto – mettiamo a punto le misure, ne discutiamo, ma poi sono le singole autorità nazionali ad attuarle».

Che sia un chiaro messaggio per gli inglesi e gli americani , le cui economie e gli interessi privati si nutrono di hedge fund e derivati, paesi che non amano molte regole, patrie del neoliberismo, da sempre abbituati ad imporre le loro manie e le loro visioni finanziarie?

Inoltre Jurgen Stark in Virginia ha affermato che l’incapacità di afforntare le sfide a lungo termine attraverso le riforme, potrebbe tradursi in un nuovo "decennio perduto" per l’economia globale. " Il progresso è stato solo parziale sinora e le distorsioni cha hanno portato agli squilibri mondiali, sono ancora presenti. "  Non solo oggi si parla giapponese e si agisce nella stessa maniera, ma pure si immagina il futuro con gli occhi a mandorla.

Detto questo, un’altra buona notizia,  sembra arrivare dagli Stati Uniti, e ce la regala Mario Platero, anche se oltre gli hedge , sarebbe interessante indagare le sale operative delle banche di investimento e magari di qualche luogo inacessibile, situato ai piani alti della finanza e politica mondiale.

Finalmente! La divisione antitrust del dipartimento per la giustizia americano ha aperto un’inchiesta allo scopo di verificare se le attività specualitve di quattro hedge funds contro l’euro siano state illegali. Le lettere, con richieste di documenti di ogni genere relativi alle transazioni speculative che si sono verificate sui cambi, sono state inviate a Greenlight Capital, SAC Capitol Advisor, Paulson and Co. e al fondo di George Soros. Tre di questi fondi (mancava solo Paulson) hanno partecipato, una ventina di giorni fa, a una cena a base di pollo arrosto al limone per una ventina di persone ossessionate dalla dinamica esplosiva dell’indebitamento europeo che avrà quest’anno un fabbisogno di circa 500 miliardi di dollari. Si riuscirà a chiudere il gap a prezzi accettabili? Quanto si allargherà il cerchio degli attacchi nel post Grecia? Chi cadrà per primo? Il più debole di tutti è la Spagna. Brutta recessione, tasso di disoccupazione del 20 per cento. Deve raccogliere al più presto 85 miliardi di dollari. Se il costo dei Cds (credit default swap) dovesse aumentare per Madrid saranno guai seri.

Mi ha colpito che sia il New York Times, sia il Wall Street Journal includano ancora nei paesi vulnerabili alla speculazione anche l’Italia. Perché mai? Il nostro rapporto disavanzo Pil è pari al 5,4 per cento. Quello della Germania è al 6,3 per cento e quello della Francia sale addirittura al 7,3 per cento. Non solo, nel corso del 2010 dovremmo avere anche una modesta crescita. Eppure il rischio c’è: se gli attacchi dei fondi speculativi partono in modo coordinato, per le regole attuali che autorizzano leve anche di venti volte superiori al capitale e di investire solo su derivati come i Cds, allora tutto è possibile.

L’ho detto altre volte in queste settimane. Ci vuole un intervento dei governi per evitare che spirali speculative eccessive mettano in difficoltà intere nazioni. Il dipartimento della Giustizia Usa ha lanciato un segnale, ma non basta. Ne sono certo: oltre alle regole bancarie si devono rivedere i margini di azioni dei fondi hedge. Ormai è chiaro: non servono ad eliminare inefficienze del mercato, semmai servono ad aumentarle.

[email protected]

Certo Mario ormai è chiaro, non servono ad eliminare le inefficienze dei mercati, semmai le amplificano. Sarebbe interessante chiedere cosa ne pensano a Bernanke e Trichet, in passato devoti sostenitori di quelli che sono sempre stati considerati come stabilizzatori e importanti erogatori di liquidità dei mercati.

In fondo, visti alcuni risultati, il vecchio e saggio Volcker, non ha forse sostenuto recentemente che la più importante innovazione e creatività della finanza in questi ultimi anni è stato il bancomat? 

Comunque vadano le cose, qualunque buona intenzione non potrà fare altro che scontrarsi con gli interessi privati di un oceano di lobbies, che cercheranno di mitigare con tutta la loro influenza qualsiasi tentativo di disinnescare quello che sembra il timer che segna il tempo che manca alla prossima Grande Depressione.

Resta chiaro che la speculazione non può cancellare gli elementi di fondo che emergono da questa crisi, ovvero l’assoluta fragilità del sistema politico e finanziario mondiale, di un sistema economico fondato sul debito, dove la politica ha assecondato per decenni l’idea di poter continuare a vivere spesso in maniera insostenibile, rimandando alle generazioni future gli eccessi attuali.

Domani esploreremo insieme il mondo degli "INSIDER", un mondo misterioso, che sta lanciando alcuni segnali,  cercando di comprendere per quale motivo…

Per sostenere ICEBERGFINANZA clicca qui sotto 

 

Icebergfinanza come un cantastorie che si  esibisce nelle strade e nelle piazze delle città!   

La "filosofia" di  Icebergfinanza resta e resterà sempre gratuitamente a disposizione di tutti nella sua "forma artigianale", un momento di condivisione nella tempesta di questi tempi, lascio alla Vostra libertà, il compito di valutare se Icebergfinanza va sostenuto nella sua navigazione attraverso le onde di questo cambiamento epocale!   

Non solo e sempre economia e finanza, ma anche alternative reali da scoprire e ricercare insieme cliccando qui sotto in ……….

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
29 commenti Commenta
Scritto il 8 marzo 2010 at 22:24

I miei complimenti al Capitano Andrea per i 2.000.000 di collegamenti, un grande traguardo.

Auguri anche per la Festa della Donna, anche se ho l'impressione che questo blog sia seguito da pochissime donne; Valentina, Stella e……….non saprei. Forse a loro non interessa molto l'economia…..chissà che non abbiano ragione…ci sono cose molto più interessanti!!!!

Infine voglio postare un link dove si afferma che è possibile uscire dall'Euro senza subire gravi danni, anzi è possibile in un paese EU la circolazione della doppia moneta….sia dell'Euro e sia della moneta Sovrana del paese, cosa ne pensate???
http://www.stampalibera.com/?p=10128#more-10128

E la crisi della Lettonia che nessuno ne parla???
http://www.vocidallastrada.com/2010/03/lettonia-dallillusione-della-liberta.html

Un saluto

SD

Scritto il 8 marzo 2010 at 22:24

I miei complimenti al Capitano Andrea per i 2.000.000 di collegamenti, un grande traguardo.

Auguri anche per la Festa della Donna, anche se ho l'impressione che questo blog sia seguito da pochissime donne; Valentina, Stella e……….non saprei. Forse a loro non interessa molto l'economia…..chissà che non abbiano ragione…ci sono cose molto più interessanti!!!!

Infine voglio postare un link dove si afferma che è possibile uscire dall'Euro senza subire gravi danni, anzi è possibile in un paese EU la circolazione della doppia moneta….sia dell'Euro e sia della moneta Sovrana del paese, cosa ne pensate???
http://www.stampalibera.com/?p=10128#more-10128

E la crisi della Lettonia che nessuno ne parla???
http://www.vocidallastrada.com/2010/03/lettonia-dallillusione-della-liberta.html

Un saluto

SD

Scritto il 8 marzo 2010 at 22:24

I miei complimenti al Capitano Andrea per i 2.000.000 di collegamenti, un grande traguardo.

Auguri anche per la Festa della Donna, anche se ho l'impressione che questo blog sia seguito da pochissime donne; Valentina, Stella e……….non saprei. Forse a loro non interessa molto l'economia…..chissà che non abbiano ragione…ci sono cose molto più interessanti!!!!

Infine voglio postare un link dove si afferma che è possibile uscire dall'Euro senza subire gravi danni, anzi è possibile in un paese EU la circolazione della doppia moneta….sia dell'Euro e sia della moneta Sovrana del paese, cosa ne pensate???
http://www.stampalibera.com/?p=10128#more-10128

E la crisi della Lettonia che nessuno ne parla???
http://www.vocidallastrada.com/2010/03/lettonia-dallillusione-della-liberta.html

Un saluto

SD

utente anonimo
Scritto il 8 marzo 2010 at 22:55

ORAMAI CON LA GRECIA SONO IN PERDITA

La speculazione si è bruciata le mani con la Grecia,  tutte le posizioni sono in fase di chiusura con forte perdita, nessuno crede più in una richiesta di moratoria sul debito  Greco.
Qualcuno sussurra che la manovra speculativa sia stata progettata  piazzando puntate di CDS anche sui titoli di  Spagna e Portogallo, puntando ad un effetto domino.
Ora si cerca di diffondere notizie inquietanti sulla Spagna in modo da far salire i relativi CDS sul debito Spagnolo e cercare di chiudere almeno quelle posizioni in attivo.
Attaccare l'Italia è per ora fuori discussione, in quanto ci vorrebbero troppi soldi per spostare i cds dei titoli Italiani,  già con la Grecia gli Hedge e le banche  hanno bruciato dai tre  ai cinque miliardi di dollari (veri), con l'italia il rischio è quello di mandare in fumo 15-20 miliardi di dollari.
La Banca D'Italia probabilmente già è sicura per le coperture delle prossime emissioni di titoli di stato. Il fatto che siamo un paese che accumula molto risparmio fa di noi un obiettivo difficile.

Dopo le batoste che hanno preso Soros e compagni, vorranno rifarsi, cercheranno di attaccare un paese più isolato come la Corea del Sud o il Messico, non è nemmeno esclusa la caccia grossa, che per la fattispecie è il Brasile, qui il gioco sarebbe più agevole, si scommetterebbe direttamente su una svalutazione del real che di fatto è molto sopravvalutato!
Mi chiedo se un giorno manderanno in galera qualcuno di questi speculatori.

-IL Compasso-

utente anonimo
Scritto il 9 marzo 2010 at 02:07

ciao SD.  tu mi parli della forcheri.  è la tipa di marco saba.  guarda quello di cui tu parli non è altro che ilmnuvo libro di marco saba.  moneta nostra.  vedere qui.   http://studimonetari.org/edg/monetanostra.html 

poi vorrei dire dell'altro.  cioè questo.  ciao a tutti. hei SD, le tue cose le leggo quasi tutte. interessanti. non come folletto che è veramente palloso. egoista ai massimi livelli. lui e il suo oro di merda. sarò breve. mando un video del prof. da crema. ha insegnato pure alla bocconi di milano. e sà bene la truffa del signoraggio. qui parla comunque della "balla" del PIL. una boiata ultragalattica che aveva denunciato come "falsa" già  Bob Kenndey. vedere qui. http://www.youtube.com/watch?v=gOXZekIqE1M 

il penultimo libro che ha scritto è: la morte del denaro. qui. http://www.ibs.it/code/9788882730512/dacrema-pierangelo/morte-del-denaro

tutto quello che stà succedendo di catastofico, morti, suicidi, perdita in massa di posti di lavoro, angosce, drammi, e mi fermo qui, lo aveva ahimè già pronosticato ben 10 anni fà il grande prof. GIACINTO AURITI. Lui ce lo aveva detto e aveva denunciato il grande dramma del denaro truccato. furto 1, signoraggio primario fatto dalle banche centrali. e furto 2, signoraggio secondario, ancora più subdolo fatto dalle nostre tanto care amate banche nazionali. cioè la banca che hai sotto casa. w le banche, w gli usurai. finchè votate i politici, e finchè portate i soldi in banca, sarete fottuti a vita. voi e i vostri figli. alcuni consigli li avevo dati mesi fà e tante volte, ma non volete ascoltare. peggio x voi.  

andate a vedervi questo sito. http://www.simec.org/  troverete la soluzione che cercate. e anche 3 libri di auriti gratis. in italiano. brevi, di 40 pag. ciascuno. Io ve l'ho detto e stradetto. poi fate voi. volete cinciare all'infinito, beh liberi di farlo. ma cosi' facendo condannate i vostri figli a morte. morte x usura da parte dei politico/banchieri. buona notte. saluti. DORF 

Scritto il 9 marzo 2010 at 07:22

Dorf riproponi il testo di GillesBonafi, con una breve presentazione e il link….le regole valgono per tutti.

Domani esploreremo insieme il mondo degli "INSIDER", un mondo misterioso, che sta lanciando alcuni segnali,  cercando di comprendere per quale motivo…

Buona giornata a tutti Andrea

Scritto il 9 marzo 2010 at 08:26

Tutte le guerre, cruente e guerreggiate o le silenziose finanziarie guerre finanziarie hanno lo stesso epilogo, chi vince, alla fine, riuscità a dimostrare di aver avuto anche ragione. 

utente anonimo
Scritto il 9 marzo 2010 at 09:33

………….Visto che dopo migliaia di anni di guerre e di massacri (gli ultimi in Bosnia) noi europei ci siamo riconosciuti come una grande famiglia arrivando a decidere di fare "cassa comune", dando un grandissimo esempio a tutti (in primis ex iugoslavi) e togliendo speranze ai vari separatismi a matrice terroristica:  tirolesi, corsi, baschi, nord irlandesi, perchè dovremmo arrenderci alle prime difficoltà.
 
Solo per dar ragione a quei politici pasticcioni (corrotti….. soprattutto moralmente) che non hanno saputo far altro che aumentare la spesa pubblica interna per ottenere più voti (cassa per il mezzogiorno, baby pensioni, evasione legalizzata).

Ci si faccia restituire dai beneficiari di questa scellerata politica ciò che hanno ottenuto senza merito.

I greci lo stannno facendo (o lo faranno), gli conviene.

Se, come dice Andrea ( e io concordo), la crisi attuale è una crisi da rientro dei debiti ed è destinata a durare a lungo, i consumi difficilmente torneranno ai livelli precedenti al 2008.

Quindi, se una nazione volesse uscire dall'euro per poter svalutare la propria moneta e tornare competitiva non avrebbe a chi vendere le proporie merci e si troverebbe un formidabile concorrente come la Cina, ( che nel frattempo  si è garantita l'accesso quasi esclusivo alle materie prime andando ad investire in Africa e in Sud America oltre che in Asia).

Inoltre daremmo agli americani la speranza di poterci dividere e combattere meglio, purtroppo la loro storia è arrivata ad una svolta che speriamo irreversibile.

Come ci segnala IL COMPASSO, il declino degli americani è iniziato.
 
Che si abituino all'idea che la vita da nababbi che hanno vissuto negli ultimi 60 anni è finita.

Che paghino per i danni che hanno provocato,  non solo a livello economico.

Per esempio, qualcuno mi può spiegare perchè un americano per portare i figi a scuola "deve" usare un'automobile che pesa, consuma e inquina il doppio di un'auto europea o giapponese (senza contare la maggiore quantità di materia prima e di energia per costruirla).

Noi europei dobbiamo continuare  a fare fronte comune alla crisi, ma dobbiamo fare meglio, e per farlo dobbiamo avere una classe politica capace e coesa.

Ricordando che la Gran Bretagna in questa guerra è nostra nemica e alleata  degli Stati Uniti, all'Europa dell'euro in questo momento manca il supporto politico dell'Italia (sappiamo cosa pensano di Berlusconi), Draghi sta facendo la sua parte ma non è sufficiente (a se ci fosse un politico credibile con Draghi……)

Dobbiamo cambiare la nostra classe politica, ma non semplicemente cambiando partito, ma cambiando le persone.
Lo abbiamo già fatto 20 anni fa votando Lega al nord.
Non  sto consigliando di votare Lega, sto semplicemente consigliando di votare un piccolo partito per protesta.
Io ricordo allora, la Lega all'inizio faceva ridere, veniva considerata un partito di bifolchi ignoranti, ma poi la piccola frana divenne una valanga.

Sto semplicemente ricordando fatti gà avvenuti.

VALUEatRISK

Scritto il 9 marzo 2010 at 09:50

Concreti spiragli di Consapevolezza…
“Nessuna autocelebrazione o semplificazione eccessiva però.
La Vita è sempre un evento a cui è difficile spesso far fronte.
Ma all’interno di un percorso di decrescita il senso dell’esistenza aumenta,…senza contare quanto bene fa al pianeta uno stile di vita sobrio e leggero.
Niente male dunque.
Parola d’ordine: semplicità e coerenza, serenità e contemplazione.”
(L’insostenibile leggerezza dell’avere, Valerio Pignatta)
http://www.terranauta.it/a1476/decrescita_felice/le_citta_insostenibili.html

http://www.decrescitafelice.it/?p=654

Quanto prima c’è da auspicare un’altrettanta decrescita nella finanza e nell’economia, con un’attenzione particolare e concreta all’economia reale. Ovvio tutto ciò??

Vista le resistenze e le difficoltà di attuazione penso proprio di no! L’essenziale continua a voler rimanere lettera morta e invisibe agli occhi!!
Siamo così tanto affezionati al nostro”ruolo di imbecilli razionali” (per dirla alla Sen, premio Nobel per l’economia 1999), che non andiamo alla ricerca di nessun altro ruolo, basterebbe saper rispondere con sincerità (ma eccolo, un altro nostro limite, perché abbiamo la grande abilità di ingannare persino noi stessi) dicevo, rispondere a due semplici domande:

Perché accumuliamo?
Perché scegliamo la borsa e non la Vita?

Valentina

utente anonimo
Scritto il 9 marzo 2010 at 11:35

x compasso  #2
Nel suo libro autobiografico Soros confessa che durante la bolla tecnologica del 2000 cominciò a mettersi short nell'autunno del 99 e dovette chiudere le posizioni in forte perdita nel febbraio del 2000.
Il nasdaq raggiunse il max l'11 marzo 2000 e poi…
Dunque raramente la speculazione (che usa forme inaccettabili) sbaglia sulla sostanza.
Che i debiti dei piigs siano al limite della sostenibilità non c'è bisogno di essere un hedge fund per capirlo, è solo questione di quando.
Dell'Italia forse è meglio non parlare, ma certo in fatto di debiti e di trucchi non è seconda a nessuno.

utente anonimo
Scritto il 9 marzo 2010 at 12:40

Etica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

 

Vai a: Navigazione, cerca

L'etica (dal greco antico εθος (o ήθος)[1], èthos, "carattere", "comportamento", "costume", "consuetudine") è quella branca della filosofia che studia i fondamenti oggettivi e razionali che permettono di assegnare ai comportamenti umani uno status deontico ovvero distinguerli in buoni, giusti, o moralmente leciti, rispetto ai comportamenti ritenuti cattivi o moralmente inappropriati

CON QUALE VISIONE ETICA FACCIAMO LE NOSTRE SCELTE ELETTORALI.

QUANDO E  QUANTO LE NOSTRE SCELTE ELETTORALI TENGONO CONTO DEL FUTURO CHE VOGLIAMO PER I NOSTRI FIGLI.

SONO SCELTE PERSONALI AL PUNTO CHE PERDIAMO LA VISIONE ETICA CHE CI IMPEDISCE DI GUARDARE AL FUTURO DEI NOSTRI FIGLI (STILE VIVA IL COMUNISMO/MORTE AL COMUNISMO)?

LE PERSONE CHE CI GOVERNERANNO SARANNO OBBLIGATE  A FARE LE STESSE SCELTE, INDIPENDEMENTE DALLA LORO PROVENIENZA POLITICA.
SARA'  IMPORTANTE CHE SIANO PERSONE ONESTE.

GRAZIE VALENTINA OTTIMO POST.

VALUEatRISK
 

utente anonimo
Scritto il 9 marzo 2010 at 12:40

Etica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

 

Vai a: Navigazione, cerca

L'etica (dal greco antico εθος (o ήθος)[1], èthos, "carattere", "comportamento", "costume", "consuetudine") è quella branca della filosofia che studia i fondamenti oggettivi e razionali che permettono di assegnare ai comportamenti umani uno status deontico ovvero distinguerli in buoni, giusti, o moralmente leciti, rispetto ai comportamenti ritenuti cattivi o moralmente inappropriati

CON QUALE VISIONE ETICA FACCIAMO LE NOSTRE SCELTE ELETTORALI.

QUANDO E  QUANTO LE NOSTRE SCELTE ELETTORALI TENGONO CONTO DEL FUTURO CHE VOGLIAMO PER I NOSTRI FIGLI.

SONO SCELTE PERSONALI AL PUNTO CHE PERDIAMO LA VISIONE ETICA CHE CI IMPEDISCE DI GUARDARE AL FUTURO DEI NOSTRI FIGLI (STILE VIVA IL COMUNISMO/MORTE AL COMUNISMO)?

LE PERSONE CHE CI GOVERNERANNO SARANNO OBBLIGATE  A FARE LE STESSE SCELTE, INDIPENDEMENTE DALLA LORO PROVENIENZA POLITICA.
SARA'  IMPORTANTE CHE SIANO PERSONE ONESTE.

GRAZIE VALENTINA OTTIMO POST.

VALUEatRISK
 

utente anonimo
Scritto il 9 marzo 2010 at 12:40

Etica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

 

Vai a: Navigazione, cerca

L'etica (dal greco antico εθος (o ήθος)[1], èthos, "carattere", "comportamento", "costume", "consuetudine") è quella branca della filosofia che studia i fondamenti oggettivi e razionali che permettono di assegnare ai comportamenti umani uno status deontico ovvero distinguerli in buoni, giusti, o moralmente leciti, rispetto ai comportamenti ritenuti cattivi o moralmente inappropriati

CON QUALE VISIONE ETICA FACCIAMO LE NOSTRE SCELTE ELETTORALI.

QUANDO E  QUANTO LE NOSTRE SCELTE ELETTORALI TENGONO CONTO DEL FUTURO CHE VOGLIAMO PER I NOSTRI FIGLI.

SONO SCELTE PERSONALI AL PUNTO CHE PERDIAMO LA VISIONE ETICA CHE CI IMPEDISCE DI GUARDARE AL FUTURO DEI NOSTRI FIGLI (STILE VIVA IL COMUNISMO/MORTE AL COMUNISMO)?

LE PERSONE CHE CI GOVERNERANNO SARANNO OBBLIGATE  A FARE LE STESSE SCELTE, INDIPENDEMENTE DALLA LORO PROVENIENZA POLITICA.
SARA'  IMPORTANTE CHE SIANO PERSONE ONESTE.

GRAZIE VALENTINA OTTIMO POST.

VALUEatRISK
 

Scritto il 9 marzo 2010 at 14:47

qualche speranza?????

RIVOLTA CONTRO LE BANCHE USA: L’EUROPA SI VENDICA E CHIUDE LE ASTE DI BOND
di WSI 9/3/2010
Accusati di aver provocato la crisi, agli istituti americani verra’ proibito di partecipare alle emissioni di titoli sovrani europei. “Di loro non ci si puo’ fidare”, prendono ancora troppi rischi.

Scritto il 9 marzo 2010 at 15:03

Nel frattempo la Fed di New di York sta “scaldando i motori” per essere pronta ad iniziare le operazioni di reverse repo, ossia una delle modalità mediante le quali la Fed intende drenare liquidità. La Fed di New York ha infatti ieri annunciato di aver aumentato la lista delle controparti ammesse all’operazione. Secondo la rivista Pensions & Investments, JPMorgan Chase risulterebbe il maggiore hedge fund al mondo con attivi totali in gestione pari a circa 54Mld$.

utente anonimo
Scritto il 9 marzo 2010 at 15:24

la crisi durerà ancora degli anni, per noi occidentali, Mondo avanzato…in cosa poi?
DORF HAI RAGIONI.
PER ME QUELLE LETTURE SONO STATE ILLUMINANTI COME QUELLE DI ALTRI AUTORI VICINI ALLE POSIZIONI DI AURITI.

Ritengo opportuno conoscerci in occasione del prossimo festival dell'economia a Trento . e con Andrea Mazzalai si potrebbero fare cose eccezionali in quel senso . io ho dell'idee straordinarie in merito all'uso di una Moneta popolare locale, non convertibile con le monete legali, valida solo tra associati, legata al baratto.

ciao

GIOBBE

utente anonimo
Scritto il 9 marzo 2010 at 16:30

ciao gracav #12, non riesco a trovare l'articlo sul WSJ, please posta il link, grazie.

PS complimenti Capitan Andrea per i 2mil. Ti conosco da poco ma ti apprezzo molto. Sono una di quelle (ebbene si, un'altra donna!) balzate a bordo all'ultima ora e sono ben felice di trovare nei tuoi post una visione ampia e documentata delle cose finanziarie. Ce n'è un gran bisogno.
GRAZIE a te e grazie anche ai tuoi marinai che partecipano attivamente e con intelligenza… bé magari non proprio tutti… la maggior parte, però.

Zzupvoom

utente anonimo
Scritto il 9 marzo 2010 at 17:49

RIVOLTA CONTRO LE BANCHE USA: L'EUROPA SI VENDICA E CHIUDE LE ASTE DI BOND
http://www.wallstreetitalia.com/articolo.asp?art_id=884364

Credo che il Compasso ci abbia visto giusto…in tal caso la crisi è non solo economica ma anche politica, anzi meglio dire geopolitica.
Ma era ovvio che presto o tardi ci si sarebbe arrivati.
Vedremo come evolverà. La speranza è comunque quella che tutto vada per il verso giusto e che nessuno perda la testa.

IL MOZZO DI TERZA

utente anonimo
Scritto il 9 marzo 2010 at 17:49

RIVOLTA CONTRO LE BANCHE USA: L'EUROPA SI VENDICA E CHIUDE LE ASTE DI BOND
http://www.wallstreetitalia.com/articolo.asp?art_id=884364

Credo che il Compasso ci abbia visto giusto…in tal caso la crisi è non solo economica ma anche politica, anzi meglio dire geopolitica.
Ma era ovvio che presto o tardi ci si sarebbe arrivati.
Vedremo come evolverà. La speranza è comunque quella che tutto vada per il verso giusto e che nessuno perda la testa.

IL MOZZO DI TERZA

utente anonimo
Scritto il 9 marzo 2010 at 17:49

RIVOLTA CONTRO LE BANCHE USA: L'EUROPA SI VENDICA E CHIUDE LE ASTE DI BOND
http://www.wallstreetitalia.com/articolo.asp?art_id=884364

Credo che il Compasso ci abbia visto giusto…in tal caso la crisi è non solo economica ma anche politica, anzi meglio dire geopolitica.
Ma era ovvio che presto o tardi ci si sarebbe arrivati.
Vedremo come evolverà. La speranza è comunque quella che tutto vada per il verso giusto e che nessuno perda la testa.

IL MOZZO DI TERZA

utente anonimo
Scritto il 9 marzo 2010 at 21:21

Non c'entra niente, o forse c'entra, ma guardate questo bellissimo video http://www.youtube.com/watch?v=SNocyz1NRjA
E' un omaggio ai ragazzi e alle ragazze di Teheran e al loro anelito di libertà.

Stella

Scritto il 9 marzo 2010 at 23:21

DORF #4 non è ancora detto che la crisi in atto non porti dei grandi cambiamenti in fatto di moneta…..non è ancora detto!!!! vedremo nei prossimi mesi/anni…..o almeno fino a quando gran parte delle persone non saranno più disposte ad accettare una moneta che…………..non ti garantisce un adeguato futuro!!!!!
E tanto per "stare allegri" voglio postare qualche link al proposito:
http://mercatoliberonews2.blogspot.com/2010/03/limperialismo-dei-banchieri.html

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=6836

http://www.youtube.com/watch?v=arw_M0FG_JE&feature=player_embedded  (anche se Benetazzo non è simpatico a tutti)

Valentina #9 le tue domande meriterebbero una risposta di "alto livello", spero che qualcuno in grado di farlo….risponda.
Secondo una mia personale opinione (quella che mi viene in mente in questo momento).
In molti accumulano per sentirsi "realizzati" e per avere una certa sicurezza economica…..e forse anche per far "piacere alla propria banca" hehehe.
In molti scelgono la borsa con la speranza di riuscire ad accumulare del denaro che altrimenti con un lavoro non sarebbe possibile (si lavora per "campare"…..ormai hehehehe). Scegliere la VITA invece……….non saprei…..chissà…….forse…….richiederebbe un impegno troppo grande ed una totale negazione del proprio passato e della cultura dominante, in quanti ci riuscirebbero???

SD

Scritto il 9 marzo 2010 at 23:21

DORF #4 non è ancora detto che la crisi in atto non porti dei grandi cambiamenti in fatto di moneta…..non è ancora detto!!!! vedremo nei prossimi mesi/anni…..o almeno fino a quando gran parte delle persone non saranno più disposte ad accettare una moneta che…………..non ti garantisce un adeguato futuro!!!!!
E tanto per "stare allegri" voglio postare qualche link al proposito:
http://mercatoliberonews2.blogspot.com/2010/03/limperialismo-dei-banchieri.html

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=6836

http://www.youtube.com/watch?v=arw_M0FG_JE&feature=player_embedded  (anche se Benetazzo non è simpatico a tutti)

Valentina #9 le tue domande meriterebbero una risposta di "alto livello", spero che qualcuno in grado di farlo….risponda.
Secondo una mia personale opinione (quella che mi viene in mente in questo momento).
In molti accumulano per sentirsi "realizzati" e per avere una certa sicurezza economica…..e forse anche per far "piacere alla propria banca" hehehe.
In molti scelgono la borsa con la speranza di riuscire ad accumulare del denaro che altrimenti con un lavoro non sarebbe possibile (si lavora per "campare"…..ormai hehehehe). Scegliere la VITA invece……….non saprei…..chissà…….forse…….richiederebbe un impegno troppo grande ed una totale negazione del proprio passato e della cultura dominante, in quanti ci riuscirebbero???

SD

Scritto il 9 marzo 2010 at 23:21

DORF #4 non è ancora detto che la crisi in atto non porti dei grandi cambiamenti in fatto di moneta…..non è ancora detto!!!! vedremo nei prossimi mesi/anni…..o almeno fino a quando gran parte delle persone non saranno più disposte ad accettare una moneta che…………..non ti garantisce un adeguato futuro!!!!!
E tanto per "stare allegri" voglio postare qualche link al proposito:
http://mercatoliberonews2.blogspot.com/2010/03/limperialismo-dei-banchieri.html

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=6836

http://www.youtube.com/watch?v=arw_M0FG_JE&feature=player_embedded  (anche se Benetazzo non è simpatico a tutti)

Valentina #9 le tue domande meriterebbero una risposta di "alto livello", spero che qualcuno in grado di farlo….risponda.
Secondo una mia personale opinione (quella che mi viene in mente in questo momento).
In molti accumulano per sentirsi "realizzati" e per avere una certa sicurezza economica…..e forse anche per far "piacere alla propria banca" hehehe.
In molti scelgono la borsa con la speranza di riuscire ad accumulare del denaro che altrimenti con un lavoro non sarebbe possibile (si lavora per "campare"…..ormai hehehehe). Scegliere la VITA invece……….non saprei…..chissà…….forse…….richiederebbe un impegno troppo grande ed una totale negazione del proprio passato e della cultura dominante, in quanti ci riuscirebbero???

SD

utente anonimo
Scritto il 10 marzo 2010 at 02:09

ciao gente. si o mio capitano, hai ragione. quello che ho postato anzi copiato, è poi l'articolo a cui ha messo il link SD. articolo tratto da comedonchisciotte. vorrei regalarvi una bella cosa. mi farebbe piacere che tu mazzalai gli dessi un'occhiata. un video che son poi 2, che dura 16 min. chi sarà mai sto tipo? potremmo "forse" definirlo il martin luther king africano. il capo delegazione, giovane pure, del burkina faso.  fà un bellissimo discorso sul debito.  parla di etica, di morale, e della immoralità dei banchieri.  questo successe diversi anni fà.  ma è tutto dannatamente attuale!    video 1.   http://www.youtube.com/watch?v=ZDyOCw4suXk  poi il video 2.  http://www.youtube.com/watch?v=IycG-6xw6Ks&feature=related  Io direi che è fantastico!  poi c'è una persona che vi parla di patto di stabilità.  altra grande truffa.  un certo giacinto auriti.  in questo video.   http://www.youtube.com/watch?v=28_tDWrKpRw&feature=PlayList&p=9C2EEFE8A9E651E3&index=17&playnext=2&playnext_from=PL

per chi vuole vedere pure gli altri video.  poi altra chicca.  la foto di auriti insieme a ratzinger.  vedere qui. http://www.livestream.com/primitv/video?clipId=pla_d475b5fd-a18a-42b4-b188-40281659573b   

non sono d'accordo che auriti fosse un ingenuo, sul lato del cattolicesimo.  gran cattolico, non bigotto, e ancor meno fesso.  concludo con una foto.  che rappresenta noi popolo in che condizioni siamo messi.  vedi qui.  http://2.bp.blogspot.com/_NRfGzbuaPzg/Ry2ZVnysICI/AAAAAAAAAFY/o3bMFLigLQ8/s1600/highres_1415972.jpg

buona visione.  notte.      bye   dorf

Scritto il 10 marzo 2010 at 10:06

" Calma piatta…vreso un Orizzonte di Consapevolezza?"

Caro SD nessuno deve risposte a me, non credi che possa essere  una grande conquista, se ognuno di noi, nel corso della propria esistenza, riuscisse, sinceramente e onestamente rispondere a se stesso!

C’è una frase, che il Capitano ha espresso in un’altra occasione,(penso che non se ne vorrà, se la riporto) e che come tante altre, seminate lungo questo intensissimo viaggio, ho stampato e conservo insieme alle domande che non dimentico, giornalmente di pormi…
Per poter intravedere

“un orizzonte nel quale scoprire l'alba di un nuovo sistema nel quale la consapevolezza e l'umanità riescano ad oscurare l'attuale medioevo finanziario ed economico.”(Andrea)

Riflettete!

p.s grazie ValueetRisk per l’apprezzamento, troppo gentile, ma fa sempre piacere.
Ciao Dorf, Stella, non ho ancora avuto modo di vedere i video che avete segnalato, ma come sempre lo farò sicuramente! Grazie!

p.s2  La Perturbazione metereologica che sta investendo l’ Italia e buona parte dell’Europa si chiama Andrea, è il Ciclone “Andrea” in azione! Che ci sia qualche recondita analogia HiHiHiHi!!!

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Ftse Mib: l'indice italiano apre oggi in gap up affrontando la resistenza psicologica importantissim
La sensazione è che l'Europa questa volta, dopo aver puntato su Macron, si è scelta il perfett
o ripeto da quando ho iniziato a scrivere su questo blog, nel lontano 2006. A comandare in borsa all
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
PREVISIONE Come vediamo dal grafico mercoledì 17 gennaio dovremmo avere fatto il massi
Dopo una fase tentennante, il report del CFTC accetta la forza delle riforme di Donald Trump e lib
Inutile che vado a spiegarvi cosa è il Big Mac Index. Per avere ulteriori informazioni sul Big
L'azienda resa famosa dalle schedine del Totocalcio gioca la carta FinTech, per anticipare i cambiam
Ftse Mib: apre allineato alla chiusura di venerdì l'indice tricolore, dopo l'arresto della scorsa s