IL RUGGITO DELLA TIGRE DI CARTA!

Scritto il alle 07:15 da icebergfinanza
Come scrive Wikipedia, nel 1946, Mao Tse Tung, capo dell’Esercito di Liberazione Popolare, cinese e futuro presidente della Cina,  rilascia questa dichiarazione alla giornalista americana Anna Louise Strong:
Tutti i reazionari sono tigri di carta (paper tigers nella versione inglese dell’intervista). Apparentemente sono terribili, ma in realtà non sono poi tanto potenti.
Dati apparentemente fantastici, ma in realtà non certo poi tanto potenti, in grado di dimostrare fondamentalmente la fine di questa vera e propria depressione immobiliare.
Ieri ho scritto:
Lunedi avremo i dati relativi alla vendita di abitazioni esistenti, sarà probabilmente una sorpresa positiva, ma come abbiamo più volte ricordato, drogata per l’ennesima volta dal canto del cigno del credito di imposta 2009, un credito d’imposta che sostiene le vendite di abitazioni esistenti, vendite  che non aiutano in alcuna maniera l’economia. E’ importante ricordare che solo la costruzione di nuove abitazioni, crea occupazione, lavoro per l’indotto dell’industria edile, le compravendite, alimentano solo ed esclusivamente le agenzie immobiliari e qualche studio notarile…."
Quindi nessuna sorpresa, il vero banco di prova saranno le vendite di abitazioni nuove!
Oggi molto probabilmente un’altra notizia positiva arriverà dallo S&P CASE/SHILLER che riflette ormai la dinamica di due mesi fa, una dinamica rigorosamente non destagionalizzata, ma qualche amara sorpresa, potrà provenire dalla revisione del PIL del terzo trimestre come abbiamo visto ieri.
Le vendite di case esistenti sono balzate di uno strepitoso ed apparente 10,1 %, si tratta di circa un 23,5 % in più dell’ottobre dello scorso anno, il più imponente ruggito immobiliare dal 2007.
Gli inventario si avvicinano a passi felpati verso il limite medio storico di circa 6 mesi, necessario, senza alcuna nuova costruzione, per smaltire gli eccessi di questa orgia immobiliare, piombando a 7 mesi. 
 
Le vendite di abitazioni esistenti sono state per il quinto mese consecutivo superiori alla dinamica del 2008 e addirittura per il secondo mese consecutivo superiori alla dinamica del 2007.
 
Per quale motivo abbiamo avuto questa incredibile performance nel bel mezzo della più imponente depressione immobiliare della storia? Grazie esclusivamente alla corsa contro il tempo per usufruire del credito di imposta concesso dal governo prima della sua scadenza, credito che come abbiamo visto è stato rinnovato almeno sino ad aprile del prossimo anno.
 
Vista la incredibile dinamica di questi ultimi mesi e alcune notizie che provengono dal campo di battaglia, ho l’impressione che sentiremo ancora parlare del termine subprime nei prossimi mesi, un termine riferito secondo la mia versione alle possibili frodi che la spasmodica corsa al credito di imposta ha determinato tra la fascia di popolazione più debole attirata da questo nuovo improvviso ed inaspettato Eldorado immobiliare, con la possibilità di acquistare un immobile, senza acconto ( garantito dalla FHA ) e con immagino nuove ed emozionanti variabili in relazione al mutuo e al rimborso del prestito contratto, oltre ovviamente agli 8000 dollari di “sconto” fiscale. E’ solo una mia sensazione, ma staremo a vedere.
 
Nel frattempo Moody’s continua a monitorare l’implosione del mercato commerciale immobiliare americano che segnala un crollo di quasi il 43% dal picco dell’ottobre 2007, implosione più volte monitorata e segnalata da Icebergfinanza ricordando ai suoi lettori che sarebbe stata l’ultima onda della madre di tutte le crisi, quella che storicamente arriva sempre alcuni mesi dopo quella del mercato immobiliare residenziale. Il volume delle transazioni del 2009 sarà il più basso di un lungo decennio di estasi immobiliare, un nuovo decennio perduto. Un’ulteriore diminuzione a breve termine è quasi certa ha sottolineato l’amministratore delegato di Moody’s, tuttavia è interessante notare che il ritmo di deterioramento sembra essersi moderato. Vedremo quello che accadrà quando arriverà la seconda ondata della crisi il prossimo anno.
 
Contemporaneamente Moody’s segnala anche un nuovo incremento del tasso di insolvenza sulle carte di credito, mentre i default sono scesi riflettendo i  tassi di fallimento più bassi dall’inizio dell’anno. Inutile ricordare che le insolvenze, le sofferenze sono la diretta conseguenza della disoccupazione ma anche dell’incredibile inasprimento dei tassi applicato dal sistema bancario sui possessori di carta che sono insolventi da più mesi.
Nel fine settimana, esploreremo insieme a coloro che hanno contribuito o vorranno contribuire e sostenere la navigazione di Icebergfinanza, una nuova isola misteriosa, che ci aiuterà a comprendere ancora più a fondo le dinamiche deflative di questa crisi.
Per sostenere ICEBERGFINANZA clicca qui sotto

 

Icebergfinanza come un cantastorie che si  esibisce nelle strade e nelle piazze delle città!   

La "filosofia" di  Icebergfinanza resta e resterà sempre gratuitamente a disposizione di tutti nella sua "forma artigianale", un momento di condivisione nella tempesta di questi tempi, lascio alla Vostra libertà, il compito di valutare se Icebergfinanza va sostenuto nella sua navigazione attraverso le onde di questo cambiamento epocale!   

Non solo e sempre economia e finanza, ma anche alternative reali da scoprire e ricercare insieme cliccando qui sotto in ……….

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
22 commenti Commenta
utente anonimo
Scritto il 24 novembre 2009 at 09:27

Vedremo quello che accadrà quando arriverà la seconda ondata della crisi il prossimo anno.

Ma chi lo dice? Il CEO di Moody o Andrea?
Nel primo caso mi meraviglierei…

Panta Rei

Scritto il 24 novembre 2009 at 11:09

La maggior parte delle persone vive senza essere consapevole di come va il mondo, per poi attribuire alla sfortuna i problemi etici, economici e di salute.
Bill (questa è mia)
 
 
Bravo Dorf, è bello il tuo impegno in quello in cui credi. E poi vedi che le cose si possono dire in maniera più pacata (basta togliere le parolacce, anche per non essere fraintesi).
Penso che, dato che tu sei già molto avanti, dai per scontate cose che la gente nemmeno conosce.
Oltretutto si vuole che non le conoscano.
Per cui, purtroppo, siamo ancora al livello dell’informazione.
La possiamo fare solo noi, non la può certo fare la TV.
Per cui ognuno di noi, nel nostro piccolo, goccia dopo goccia, diffonde il fatto che esiste una parola “signoraggio”, che quasi nessuno conosce. Diciamo a tutti: sai cos’è il signoraggio? No?
Se vuoi te lo spiego io, se no informati, ma è a causa di questo che si vive male… ecc. ecc.
Io lo faccio spesso. Mi sono iscritto allo SCEC. Metterò le locandine e sarà uno spunto per parlare di signoraggio alla gente, che si rendano conto che la moneta è una convenzione anche tra me e loro. Da tempo metto in banca solo l’indispensabile per i pagamenti, ma per il voto ti ho già detto come la penso: esistono forze che sono dalla “nostra parte”, per ora non possono esporsi, ma stanno preparando il terreno.
Sapessi che battaglia di informazione sto facendo da anni anche sui vaccini. E’ un po’ la stessa cosa.
Ti sei accorto che l’Uomo, in generale, prende i provvedimenti quando arriva al limite, per subire comunque tutte le conseguenze nel non averlo fatto prima? Lo fa per la sua salute, lo vedo tutti i giorni, figurati se non lo fa per un problema che pensa non sia suo o che pensa possa modificargli il suo piccolo (fottuto, diresti tu) giardinetto.

Ecco il lavoro di Andrea, l’informazione corretta. E’ già una cosa ENORME.
Andrea, poi, non dà soluzioni, suggerisce alternative ed anche questo è perfetto. La sua utopia è l’idea che in fondo, ognuno di noi, conosce ciò che è giusto e ciò che non lo è e lo può insegnare ai propri figli o ai propri alunni. E se ogni famiglia lo facesse, le cose sì che cambierebbero ed i ragazzi comincerebbero a guardare con diffidenza, per esempio, la politica e tutti i suoi condizionamenti.
 
Ti ricordi “Pensiero e azione”? Siamo moooolto indietro, manca ancora l’informazione, su cui costruire un pensiero, su cui impostare un’azione. Sicuramente un default importante potrebbe accelerare questo processo. Chissà se questo famigerato 2012 non sarà l’epilogo e la nemesi dei cambiavalute. I Maia prevedono 400 anni di pace e benessere e noi sappiamo che potranno esserci solo se quelli avidi di denaro (banche, armi, farmaci ecc., tutti riconducibili a poche conosciute famiglie) verranno in qualche modo spazzati via da questa Terra.

Per SD: penso di aver acquistato circa 10 anni fa l’apparecchiatura a osmosi inversa per l’utilizzo di acqua in casa. Ai pazienti consiglio sempre le acque secondo i concetti del Prof  L.C.Vincent.
Per tutti: fatevi un po’ l’elettrolisi della vostra acqua del rubinetto e vedete cosa viene fuori….. La tossicità dell’acqua che beviamo o che vorrebbero farci bere, rientra nello schema di creare malattie croniche: eh sì, siamo circondati….
 
Bill

utente anonimo
Scritto il 24 novembre 2009 at 12:21

DARK
Ripeto qui oggi quello che dissi a quanti si avventuravano al nasdaq a fine 99 : sarà un bagno di sangue.
La seconda ondata della crisi, ormai sempre più probabile e quasi inevitabile porterà la vera fase deflattiva insieme al crollo delle illusioni, create ad arte, che la crisi sia ormai finita.
Per molti sarà un brutto risveglio.

utente anonimo
Scritto il 24 novembre 2009 at 12:59

qualcuno di voi ha un’ idea di come proteggersi dalla imminente catastrofe?

secondo voi gov bong di germania francia olanda sono i migliori prodotti per proteggersi?

grazie

utente anonimo
Scritto il 24 novembre 2009 at 13:23

sicuramente molti l’avete già letta la notizia relativa a Bill Gross…
cq. avvalora la tesi di ANDREA MAZZALAI
Gli ultimi sondaggi di investitori istituzionali Bloomberg o Barron’s indicano un 60% e rotti ottimista sulla borsa e nessuno praticamente ottimista sui titoli di stato, i tori sono scesi al 5% che è il minimo storico perchè a 0% non arrivi mai ( parliamo riguardo ai Bond dai 3-5 anni di scadenza in poi, specie treasury USA ma anche Bund o Bobl o Btp)

Però tra il 5% di investitori istituzionali invece ottimisti su Treasury bond USA c’è Bill Gross, il numero uno incontrastato da ormai 15 anni.

Pimco di Bill Gross è un fondo che a volte è al 60% in corporate bond, 30% in bonds immobiliari e 10% cash, cioè che Bill Gross vada al 63% in Treasury è praticamente il massimo, indica che punta ad un cedimento dell’economia ,
Contemporaneamente ha ridotto le posizioni sugli asset con i mutui come collaterale portandole ai minimi dal maggio 2004 (16%).(ricordo che da lavoro ad Alan Greenspan tra le altre cose) e alla DEFLAZIONE.

tanti saluti da riccardo isalberti

Scritto il 24 novembre 2009 at 15:46

ciao BILL.tempo fa ti avevo scritto un bel articolo sullo scec ma mi è saltato tutto. cancellato, uff. ti dicevo, sicuramente tu lo proverai. non serve a nulla. ma è giusto che ci sbatti il naso. inventato a napoli, come sconto che cammina. poi fallito. forse ora l’hanno ripreso, boh. sono in contatto con gente da bergamo e venezia. il veneziano è entusiasta. ma il dott. bergamasco no! lui (BG)ha fatto, anzi han fatto, un bel lavoro di ragioneria. cioè hanno fatto i conti se conviene al popolo. i dati dicono di no. che senso ha che tu ti privi dei tuoi euro che hai in tasca, x riempirti di scec? è folle. eppoi purtroppo ti tocca usare gli scec al massimo dentro il tuo rione, dove li accettano. è poco più che uno sconto, del 20%. io dico, che senso ha essere liberi al 20% e schiavi x il restante 80%?? nessuno. ancora in america mi pare greenspan o l’altro? era felice che intoducessero le monete alternative. come mai? e qui bisogna metterci purtoppo sempre la malizia. e te la spiego cosi’. io, governatore della FED, vi lascio a voi popolino l’illusione di essere liberi, ah ah. massi’ potete rubacchiare un pochettino pure voi, basta che non rompiate, che io, capo fed, DEVO fottervi il restante 80%. mi accontento. scusa se è poco. e come fai BILL a pagare il benzinaio? credo che ti risponderà male se gli presenti scec al posto di euro. come fai pagare bollette, tasse, transazioni internazionali? non puoi. stai facendo volantinaggio propaganda pro signoraggio? auguri. vedrai coi tuoi occhi che ti ostacoleranno in tutte le maniere. e i fautori dello scec saranno i primi che ti sgrideranno. perchè loro hanno paura di fare battaglie più incisive. loro stanno chieti chieti. ma cosi’ neanche fra 100 anni ti liberi dalla schivitù. comunque prova, poi mi dirai. son cose che ho già visto. per i soldi stai facendo la cosa giusta. per i politici. guarda, come ho già detto li ho visti tutti, molti. di chi parli? di fiamma tricolore? o altri partini cosi’? sono gli unici che parlano di mutuo sociale, e reddito di cittadinanza. e quanto ti puoi fidare di loro? ma poi x avere forza si mettono con silvio, o bossi, e allora siamo fregati. non ne usciamo. poi x i vaccini. sono andato conferenza vicino padova domenica 8 novembre. parlavano medici, dottori, chirurghi, cardiologi, pediatri/e di questo dannosissimo vaccino A/H1N1. è una cosa mostruosa! fà malissimo. han portato dati precisi. ma il governo pompa a manetta x farceli fare. caro mio son milioni di euro x la novartis e glaxo. e han già pagato anche se nessuno li usasse. che bei furbi che siamo. gente spaventata. tecnica di PNL x lavaggio del cervello della gente. c’era pure blondet, quello vero, e marcello pamio. vedi sito di dott. ROBERTO GAVA, e il suo libro. ahh c’era anche benetazzo. ci ho fatto 2 chiacchere, lo conosco bene. x chi chiede info sui bund tedeschi. benetazzo sconsigliava alla grande tutti quelli italiani, e fino 1 anno fa diceva i tedeschi. ma negli ultimi 6 mesi si è ricreduto e dice state amolto attenti. e io vi dico occhio anche all’olanda. conto arancio eh?? la mitica ING.coi suoi 27 milioni di clienti, più grossa di unicredit. stava fallendo l’anno scorso. se non interveniva governo olandese con 1 miliardo di euro saltava. niente vi può salvare. se sulla riva del fiume dovete stare, occhio alle onde imporvvise. dovete stare sulle colline. quindi in banca non tenete niente, il meno possibile. e se volete fare una bella azione morale e sbugiardare le banche ladre, questo dovete fare. chi postava il video dei bufali e i leoni. ma noi umani come mai ci facciamo mangiare vivi dalle banche? e come mai se vediamo uno che sta x essere sbranato dalle banche non lo aiutiamo? dobbiamo fare come quei bufali, essere compatti. o ci distruggomo tutti. per ultimo ti ricordo il “codex alimentarius”. vedi su google. altra bastardata che ci fanno. ti posto un video. dei potenti del mondo riuniti in grecia aprile 2009. quello che vogliono fare, e ci riusciranno, causa la nostra indolenza. http://www.youtube.com/watch?v=PMjNz6fHujg c’è un altro video dei partecipanti italiani li, ma ora non lo trovo. ciao ora ti saluto.

DORF

utente anonimo
Scritto il 24 novembre 2009 at 16:20

Intanto, hanno falciato uno 0.7% dal PIL USA alla prima revisione.
Un errore del 20% sulla stima precedente, mica noccioline.

State a vedere che ne taglieranno ancora qualche pezzo nelle prossime revisioni.

Sono penosi, questi tentativi di nascondersi dietro ad un dito.

Saluti
Phitio

utente anonimo
Scritto il 24 novembre 2009 at 17:29

DORF pulisciti la bocca prima di parlare. Fai schifo.

CRISALIDE

Scritto il 24 novembre 2009 at 19:12

Oh Crisalide, dai, ti sembra un commento da fare. Questa volta Dorf ha espresso la sua idea senza parolacce né invettive. Che bisogno c’è di dire così?
Forse sai che ad aizzarlo lui ti risponderà, ma spero che questa volta lasci correre perché il tuo commento si commenta da solo.
Abbiamo bisogno di idee e di confronto. Se non sei d’accordo spiega perché senza insultare. Dai, provaci, vedrai che ci riesci!!!!

Grazie Dorf, ci sbatterò la testa, ma lo SCEC è per me un pretesto per diffondere un’idea. Attualmente, per esempio a Firenze, sono in molti ad accettarlo. Proverò, quando li avrò, ad andarli a spendere al BIObistrot e vediamo cosa succede.

Bill

Scritto il 24 novembre 2009 at 21:34

Bill,
parli di pazienti…. sei un medico?

utente anonimo
Scritto il 24 novembre 2009 at 23:04

Per Bill #2 credo che condividiano diverse cose, oltre che all’acqua che usiamo per alimentazione (anche se non vengo dal settore medico conosco molto bene il "problema" perche io costruisco anche gli impianti per l’acqua delle abitazioni ed altri tipi di impianti che usano acqua); anch’io frequento l’Associazione SCEC (buoni sconto!!), naturalmente non li considero una moneta alternativa innanzitutto perche non hanno CORSO LEGALE, ma comunque sono uno dei mezzi per far capire a molte persone come funziona il meccanisno di creazione della moneta (€, $, £ ecc. ecc.)…..se voi vedeste le "facce" che fanno molte persone……dopo aver compreso il meccanismo…e dopo aver sacrificato una parte della loro vita per quattro Euro…mi piacerebbe che Crisalide li vedesse.

Infine oltre che conoscere benissimo il settore acqua, qualcosina del settore salute/medicina per scopi personali, forse anche qualcosina sull’economia/borsa e moneta forse un giorno potremmo discutere anche sull’energia sia di tipo elettrico che termico ed alternativo…..diverso tempo fà su questo blog avevo spiegato come produrre acqua calda in estate a costo quasi zero!!!(oltre a mè c’era anche un altro utente che lo fà per suo uso e aveva spiegato come fare, ma non ricordo il nome in questo momento). Chissà forse potrebbe venirmi qualche idea di come produrlà….l’energia a basso costo.

Un saluto

SD

utente anonimo
Scritto il 24 novembre 2009 at 23:27

Se a qualcuno interessa una bella notizia di stampo Europeo…tutti i miti prima o poi finiscono hehehehehehe:

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/economia/2009/11/24/visualizza_new.html_1620445015.html

SD

utente anonimo
Scritto il 24 novembre 2009 at 23:27

Se a qualcuno interessa una bella notizia di stampo Europeo…tutti i miti prima o poi finiscono hehehehehehe:

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/economia/2009/11/24/visualizza_new.html_1620445015.html

SD

utente anonimo
Scritto il 24 novembre 2009 at 23:52

Se andiamo a sottrarre "il contributo STATALE" una tantum dei piani di stimolo, degli incentivi, dei bonus fiscali e di tutta la sarabanda messa in campo sbracando i debiti pubblici…
e se andiamo a sottrarre "il contributo tecnico" una tantum del re-stocking
con questa revisione il PIL USA va a finire IN NEGATIVO…

utente anonimo
Scritto il 24 novembre 2009 at 23:52

Se andiamo a sottrarre "il contributo STATALE" una tantum dei piani di stimolo, degli incentivi, dei bonus fiscali e di tutta la sarabanda messa in campo sbracando i debiti pubblici…
e se andiamo a sottrarre "il contributo tecnico" una tantum del re-stocking
con questa revisione il PIL USA va a finire IN NEGATIVO…

utente anonimo
Scritto il 25 novembre 2009 at 00:07

Il singolo
non può fare molto,
ma
in tanti si può ottenere
ciò a cui si ambisce
nel momento giusto.

Goethe

siamo lieti che Lei abbia attivato la votazione online di Azione ELIANT e abbia compilato il modulo di raccolta firme su http://www.eliant.eu. Affinché la Sua firma possa essere conteggiata per la nostra Azione, è necessaria ancora la Sua conferma. La firma sarà validata non appena Lei clicca >QUI<. Nel caso il link non funzionasse, ci mandi indietro questa e-mail e La aiuteremo volentieri.

Ad oggi abbiamo raggiunto oltre 945.000 firme in tutto il mondo e oltre 840.000 in Unione Europea.

Presto avremo la possibilità, assieme all’Alleanza Europea ELIANT, di avvalerci della nuova normativa prevista nel Trattato di Lisbona per una iniziativa popolare a livello europeo e di intervenire in seno alla società civile.

Lei firma per il mantenimento della possibilità di scelta in un’Europa multiculturale:

per un’alimentazione d’alta qualità biologica, senza vitamine aggiunte artificialmente, per neonati e bambini
per la libera disponibilità di medicine antroposofiche
per la possibilità di scelta su questioni educative

Ancora una richiesta: Le sarebbe possibile mandare questa e-mail, assieme a una breve nota di acompagnamento, ai Suoi amici e conoscenti che non sono ancora a conoscenza dell’Azione? Questo ci aiuta in modo decisivo a raggiungere le firme che ancora mancano.

Da qui Lei può far firmare i Suoi amici e conoscenti: http://www.eliant.eu

 Altapatagonia

utente anonimo
Scritto il 25 novembre 2009 at 00:15

qualcuno aveva chiesto  link sul codex alimentarius…

http://www.youtube.com/watch?v=tf6nFGO7O-8

http://www.youtube.com/watch?v=NAoZ19YnsVk&feature=related

in uno c’è una  calma musica rilassante….guardatevelo dopo cena intorno all’una ,con una birra (o vino o altro…;- ))
…..e sogni d’oro

………..

Altapatagonia

utente anonimo
Scritto il 25 novembre 2009 at 00:15

qualcuno aveva chiesto  link sul codex alimentarius…

http://www.youtube.com/watch?v=tf6nFGO7O-8

http://www.youtube.com/watch?v=NAoZ19YnsVk&feature=related

in uno c’è una  calma musica rilassante….guardatevelo dopo cena intorno all’una ,con una birra (o vino o altro…;- ))
…..e sogni d’oro

………..

Altapatagonia

utente anonimo
Scritto il 25 novembre 2009 at 00:41

per una mazzata finale…

dopo le 2 9nvece  vi consiglio  10 minuti di riflessione…

con http://www.youtube.com/watch?v=cn3PM6okC3Q&feature=channel

Altapata

utente anonimo
Scritto il 25 novembre 2009 at 00:41

per una mazzata finale…

dopo le 2 9nvece  vi consiglio  10 minuti di riflessione…

con http://www.youtube.com/watch?v=cn3PM6okC3Q&feature=channel

Altapata

Scritto il 25 novembre 2009 at 02:38

ritornando un attimo su lisbona, e trattato europeo. facciamo un passo indietro. che dice il procuratore TARQUINI? ci si chiede se i nostri uomini politici siano o no consapevoli di quanto sta accadendo: molto spesso x esprimere un giudizio su di loro si preferisce, x amor di patria, ricorrere alla loro incompetenza, alla loro superficialità, alla loro ignoranza. comunque sia, è certo che GUIDO CARLI,non appartiene a queste categorie, perchè di questi problemi aveva indubbia conoscenza, essendo stato x anni governatore della banca d’italia. lui scrisse testualmente: gli stati uniti hanno esercitato lungamente un diritto di “signoraggio” sul resto del mondo. dico questo perchè deve essere presente alla coscienza degli europei che cosa il trattato di maastricht rappresenta veramente. io non vedo in europa tracce di questa coscienza. lo vedo invece negli stati uniti, dove, infatti, come un sol uomo, gli economisti sono scesi in campo x difendere gli interessi della comunità finanziaria americana nel tentativo di delegittimare il progetto di unione europea dal punto di vista teorico. la realizzazione del trattato di maastricht significherebbe la sottrazione agli stati uniti di quasi la metà del potere di signoraggio di cui dispongono. beh ragazzi se lo dice un governatore…..che altro dire?? e non è finita. dice/scrive pure questo. è stupefacente constatare l’indifferenza con la quale in italia è stata accolta la ratifica del trattato di maastricht, rispetto al clamore e al fervore interpretativo che si è potuto registrare in francia, nel regno unito, in germania, in danimarca, nella stessa spagna. la cosa è tanto più difficile da comprendere se si considera che per l’italia, più che x tutti gli altri paesi della comunità, il trattato rappresenta un mutamento sostanziale, profondo, direi di carattere “costituzionale”. l’unione europea implica la concezione dello “stato minimo”, l’abbandono dell’economia mista, l’abbandono della programmazione economica, la ridefinizione della modalità di composizione della spesa, una redistribuzione della responsabilità che restringa il potere delle assemblee parlamentari ed aumenti quelle dei governi, l’autonomia impositiva degli enti locali, il ripudio del principio di gratuità diffusa (con la conseguente riforma della sanità e del sistema previdenziale), l’abolizione della scala mobile…ecc..ecc..ebbene un cambiamento di questa portata, con queste conseguenze, è passato pressochè sotto silenzio, senza conquistare le prime pagine dei giornali. il libro di guido carli è: cinquant’anni di vita italiana. 1993. e si chiede procuratore tarquini: tutto bene! ma neanche carli, pur essendo forse l’unico uomo politico italiano ad aver capito ciò che aveva firmato a maastricht, nulla ha fatto x rompere quel silenzio che tanto lo sorprendeva. insomma con maastricht è stata apportata una occulta qunto radicale riforma della nostra costituzione, sneza neanche che il popolo “sovrano” ne sia informato e senza che siano portati a sua conoscenza i problemi e le gravi conseguenze che comporta il passaggio, in tema di economia e di socialità, tra un regime (misto)e l’altro (liberista). sneza neanche avvertire la responsabilità e l’onestà (anche sotto il profilo di un minimo di trasparenza)di sottoporre quei problemi ad un “referendum” popolare, da indirsi in via straordinaria dal governo, per sentire il polso dei cittadini. come pure si è fatto (per la 2 volta ) in danimarca, e il responso popolare è stato ancora negativo. ci domandiamo come si possa procedere alla privatizzazione di imprese pubbliche (prevista da trattato di maastricht)senza ferire a morte gli articoli 41,42 e 43 della costituzione, ovvero senza abbattere l’impalcatura stessa su cui si regge, in tema di lavoro e di socialità, l’attuale stato repubblicano. ecc..ecc…. infine, con questo trattato, si stravolge tutto l’assetto dato alla società italiana con il principio fondamentale della sovranità popolare (art. 1) e i rapporti economici che interessano il lavoro, la previdenza e assistenza, al’utilità sociale dell’iniziativa economica privata, alla funzione sociale della proprietà e alla tutela del risparmio (artt.35-47); in una parola una larga fetta di quella prima parte della costituzione, che da più parti si pretende intoccabile. questo libro è del 2001. e ditemi: dove è quel sant’uomo di giorgio napolitano, che si riempie la bocca che LUI è il primo che difende la costituzione?? mavalààà. tu sei il primo che la tradisce. lui e prodi dovrebbero essere accusati di alto tradimento, e attentato alla costituzione. questo è il paese della vergogna. sono questi che ci comandano. e voi volete votarli? ma siete matti?? pensateci bene. notte.

DORF

Scritto il 25 novembre 2009 at 09:07

Per Altapatagonia,
son subito andato a firmare (quel poco di positivo che c’è in Europa è che su queste cose sono un po’ più avanti, forse).

Per il Cuculo la risposta è:    sì.

Per SD, c’eri a Trento?
Non sarò ad Assisi, ma prima o poi ci vedremo e parleremo, parleremo.

Per Dorf, su Prodi e compagni "di vecchio regime", incapaci, fannulloni, falsi e chiaramente servi dei cambiavalute, che dovrebbero essere accusati di alto tradimento, a questo punto due volte, perché, Italia nella Nato, prendevano i soldi anche dal PC dell’URSS, sono pienamente d’accordo con te. Finché la sinistra non si disferà di queste cariatidi, l’Italia andrà zoppa, ma su questo blog è meglio ed è bello non parlare di politica.

Bill

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Il rating per l’Italia è cambiato per Moody’s. Restiamo però investment grade e l’outloo
Lasciamo da parte la complicata situazione italiana e chiediamo all'analisi intermarket un aiuto
Nel post di prima abbiamo parlato della grande sfida che vede di fronte il governo italiano, le
Il mondo del lavoro sta cambiando rapidamente e ci si interroga sempre di più su come sarà in futu
Ftse Mib: indice sotto pressione rompe 19.000 e punta 18.700 punti, livello chiave per l'indice ital
Mentre stiamo discutendo di “manine” e di contrasti all’interno della coalizione giallover
L’aria non butta bene per il governo in sede europea, il  che provoca una salita dello spread ed
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Se ragioniamo in maniera paternalistica, non c'è dubbio che papà Mario, ha ragione, non può i