ASSET PRICE INFLATION: UNA LEGGENDA DI CARTA!

Scritto il alle 22:52 da icebergfinanza

La parola leggenda deriva dal latino legenda, il cui significato si riassume in "cose che devono essere lette" , un racconto molto antico, che proviene dal patrimonio culturale di un popolo, l’oceano della narrazione dove confluiscono i fiumi della realtà e della fantasia.

Sono ancora molte le cose che devono essere lette in questa crisi, peccato che tutte quelle che sono state lette, come spesso accade, sono quasi tutte nella direzione sbagliata…un’economia fondamentalmente solida, un’economia di carta.

Date un’occhiata a questo grafico che JohnMauldin ha riportato nella sua ultima lettera, un grafico che testimonia il sentiment degli investitori proveniente da Barron’s e Gluskin Sheff, la società fondata da David Rosenberg.

Il 65 % degli investitori ritiene che vi sia un’enorme bolla nei titoli governativi ed in particolare nei treasuries americani. Se vi posso fare una confidenza, molti di coloro che sussurrano la bolla oggligazionaria governativa, sono gli stessi che urlavano la solidità della dinamica immobiliare. Non so perchè, ma più si stramba controvento, più le vele si gonfiano e gli orizzonti si fanno nitidi. Sarebbe interessante domandare al mercato per quale motivo le obbligazioni corporate sono meno pericolose di quelle governative.

In fondo, sussurra qualcuno,  basta cosi poco, si sottoscrivono i credit default swap, un’assicurazione sul fallimento degli Stati Uniti e si continua ad acquistare bond decennali. Elementare Watson, solo che assicurare la propria abitazione contro il rischio di essere colpita da un meteorite, equivale a non comprendere che il fallimento degli Stati Uniti, sarebbe come un sisma in grado di annientare l’economia mondiale. Ormai  gli investitori sono tutti sbilanciati sullo stesso lato del veliero, quello che scommette su un crollo del dollaro.

" Se ti trovi nei guai non cercare di fare il coraggioso, ma corri… pensa solo a correre, disse la bella Jenny a valoroso Forrest Gump, prima che si imbarcasse per il Vietnam. Inutile ricordare al lettore, quanto il nostro Forrest corse.

Come dice Alice Schroeder, commentatrice su Bloomberg, siamo nel bel mezzo di una tendenza deflazionistica che viene temporaneamente mascherata dalla ricostituzione delle scorte, dei magazzini o da alcuni pranzi gratis come gli incentivi alla rottamazione, tutto rigorosamente attraverso ulteriore indebitamento. Un costante rifornimento di carburante alla deflazione, gli americani, vagando attraverso le loro soffitte e i loro garage, sono alla ricerca di oggetti da vendere su Ebay, per raccogliere ulteriore denaro.

Si combatte la Debt Deflation naturale con una illusoria Asset Price Inflation artificiale, si combatte il deleveraging dell’economia reale con la leva finanziaria dell’economia virtuale.

Andate a rileggerVi gli aggregati monetari, per non sbagliare, riguardateli tutti, puntano tutti a sud, la stella polare del nord è un’illusione.

Leggende di carta, leggende metropolitane, come quelle che provengono dai cosidetti dati ufficiali, quelli che muovono i mercati. Sono oltre due anni che parliamo di quesl simpatico modellini statistico stagionale che tanto altera la realtà occupazionale americana. Ebbene, dopo oltre due anni, ascoltate quanto scrive Reuters:

" Il governo degli Stati Uniti, sta attraversando un periodo difficile, come molte piccole imprese fallite in questa fase di recessione, sino al punto di mettere in dubbio l’affidabilità dei dati vitali per l’occupazione e la crescita economica."

Reuters ripropone l’incredibile revisione dei dati ufficiali che per il momento ammonta a circa 824.000 posti di lavoro in meno e che verrà comunicata come più volte osservato nel mese di febbraio del prossimo anno. Qual’è la causa secondo Reuters e chi se non il nostro inestimabile modellino "CES/NET Birth/Death". Il modellino ha sottostimato la situazione nei mesi che vanno dal settembre 2008 al marzo 2009, ma quello che nessuno vuole prendere in considerazione è che ovviamente non mancherà di sottostimare anche quelli relativi all’ultima parte dell’anno. Modelli e sondaggi, in questa recessione, hanno dimostrato di essere pure leggende metropolitane, leggende su cui si sono basati gli interventi governativi. Quando il realtà l’economia americana incomincerà a riprendersi, questo modello nasconderà la realtà delle cose.

Jan Hatzius, analista di Goldman Sachs, il che è una garanzia assoluta, visto i santi che Goldman ha in paradiso, si spinge oltre, ritenendo non solo distorti i dati sull’occupazione, ma anche quelli delle vendite al dettaglio, dei beni durevoli e persino l’indicatore economico, più grande di tutti, il PIL

Tenetevi forte perchè a breve, in settimana,  smontiamo anche la leggenda metropolitana del volo del 3,5 % raccontata alcune settimane fa, senza infierire per il momento su quella che verrà raccontata nel quarto trimestre in corso.

Hatzius, sottolinea come a causa di alcuni problemi di monitoraggio delle piccole imprese, il dato del PIl sarà rivisto al ribasso, molto rapidamente, di almeno due punti percentuali, peccato che questo potrebbe richiedere alcuni anni.

Icebegfinanza non ha nessuna fretta perchè in fondo la Verità è figlia del Tempo!

Era il 1 di marzo 2007 quando scrissi l’eccesso_di_volatilità_dei_dati_macroeconomici

Occupiamoci ora dei principali dati macroeconomici rilasciati in settimana dei quali risulta perlomeno difficile interpretare la eccessiva volatilità, in quanto soggetti ad interpretazioni e revisioni che, secondo il sottoscritto, aumentano le perplessità sulla effettiva validità di rilasciare statistiche in prima lettura approssimative ad uso e consumo dei mercati…
Dall’occupazione alle vendite al dettaglio dall’immobiliare alla finanza di carta che continua a gonfiare materie prime che diversamente dovrebbero riflettere questa depressione, le leggende metropolitane continuano.
Lunedi avremo i dati relativi alla vendita di abitazioni esistenti, sarà probabilmente una sorpresa positiva, ma come abbiamo più volte ricordato, drogata per l’ennesima volta dal canto del cigno del credito di imposta 2009, un credito d’imposta che sostiene le vendite di abitazioni esistenti, vendite  che non aiutano in alcuna maniera l’economia. E’ importante ricordare che solo la costruzione di nuove abitazioni, crea occupazione, lavoro per l’indotto dell’industria edile, le compravendite, alimentano solo ed esclusivamente le agenzie immobiliari e qualche studio notarile.
Lo sciame sismico sotterraneo che proviene dalle falde di Fannie Mae e Freddie Mac, le crepe che si allargano sotto le fondamenta della FHA, l’aumento dei pignoramenti e delle insolvenze, l’onda degli "option ARMs" in arrivo, produrrà un ulteriore discesa dei prezzi delle abitazioni, una nuova "double dip housing recession".
Ma come scrive sul Sole24Ore Mario_Platero in "Mutui USA: la rischiosa moda dei vulture fund", anche le leggende di carta hanno il lieto fine….C’è solo da augurarsi, come dice Alva che «non sia troppo bello per essere vero». E che la storia non si ripeta.
Purtroppo come noi ben sappiamo, chiunque dimentica il suo passato è destinato a riviverlo e ricordando Mark Twain…..anche se la storia non si ripete, spesso di diverte a fare la rima.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
27 commenti Commenta
utente anonimo
Scritto il 23 novembre 2009 at 10:46

run rabbit run…cantavano i pink floyd, ma verso dove correre?
E’ vero l’inflazione non è per ora un problema, perchè la debt deflation del sistema finanziario (salvato dal COLLASSO che ci avrebbe portato  in  un altro 29) )  la frena, ma nel frattempo il debito pubblico sale e la paura spinge verso l’oro, inutilmente perchè l’eventuale default americano è un meteorite disastroso come quello che ha fatto scomparire i dinosauri .
Rimane solo una  possibilità sul lungo termine : svalutazione del dollaro, ristrutturazione dei debiti insostenibili e fine del ciclo del benessere col debito.
7+

utente anonimo
Scritto il 23 novembre 2009 at 12:24

ANDREA sei FORTE!!!!!!!!!!!!!!!
perchè ?
umile , semplice, equi distante dalle varie th. economiche, ironico , coraggioso nell’andar contro vento .

bello il tuo riferimento ai corporate bonds migliori dei titoli governativi.
se non fosse per la gigantesca bolla del debito pubblico alimentata da politici,banchieri, Banche Centrali e Fondi Pensioni…
investire sui titoli governativi sarebbe il miglior investimento per i prossimi 5 anni solo che se vien giù l’America …chiamiamo Bruce Willis contro Armageddon!!

tanti saluti da riccardo isalberti

utente anonimo
Scritto il 23 novembre 2009 at 13:01

"Andate a rileggerVi gli aggregati monetari, per non sbagliare, riguardateli tutti, puntano tutti a sud, la stella polare del nord è un’illusione." ………Le Banche centrali li guardano e infatti si parla di tassi fermi perlomeno per tutto il 2010.

utente anonimo
Scritto il 23 novembre 2009 at 14:21

ve lo ricordate Vasco Rossi a San Remo nel 1983  con Vita Spericolata?? arrivò penultimo… ve lo ricordate tutti a San Siro, lo stadio  pieno contiene 80 mila persone (anime)…

Andrea Mazzalai è come Vasco Rossi.
cioè ROCK POPOLARE
spero solo che non servano 20 anni per celebrare la sua intelligenza.

riccardo isalberti

p.s.
http://www.youtube.com/watch?v=pjjVdCbLaZE&feature=PlayList&p=27840B3942588E84&playnext=1&playnext_from=PL&index=79

vita spericolata
http://www.youtube.com/watch?v=Xg_D_hrSO-I&feature=related

utente anonimo
Scritto il 23 novembre 2009 at 15:29

Lavoro/ Rotondi choc: "Basta con la pausa pranzo"
Lunedí 23.11.2009 14:07

"La pausa pranzo e’ un danno per il lavoro, ma anche per l’armonia della giornata. Non mi e’ mai piaciuta questa ritualita’ che blocca tutta l’Italia". Ne e’ convinto Gianfranco Rotondi, ministro per l’Attuazione del programma di governo a KlausCondicio.
Il ministro poi aggiunge: "Non possiamo imporre ai lavoratori quando mangiare, ma ho scoperto che le ore piu’ produttive sono proprio quelle in cui ci si accinge a pranzare. Chiunque svolga un’attivita’ in modo autonomo, abolirebbe la pausa pranzo. Casomai sarebbe meglio distribuirla in modo diverso, come avviene negli altri Paesi".

Scritto il 23 novembre 2009 at 15:29

Non posso che confermarlo….. sei il mio punto di riferimento!!!!
Maurizio

utente anonimo
Scritto il 23 novembre 2009 at 16:16

http://www.youtube.com/watch?v=DcUJQDKQA-w&feature=player_embedded#

Dopo ikea e madre teresa, è caduto un altro mito…grillo !

utente anonimo
Scritto il 23 novembre 2009 at 16:16

http://www.youtube.com/watch?v=DcUJQDKQA-w&feature=player_embedded#

Dopo ikea e madre teresa, è caduto un altro mito…grillo !

utente anonimo
Scritto il 23 novembre 2009 at 16:16

http://www.youtube.com/watch?v=DcUJQDKQA-w&feature=player_embedded#

Dopo ikea e madre teresa, è caduto un altro mito…grillo !

utente anonimo
Scritto il 23 novembre 2009 at 17:14

Tassi fermi fino al 2011
Dollaro in graduale discesa
Azioni, obbligazioni, petrolio e oro in graduale crescita
Ci sono stati  alcuni fallimenti ed alcune ristrutturazioni del debito (GM ecc)
Dunque la strada sembrerebbe tracciata: un  lento e faticoso recupero sembra avviato, sostenuto dalle banche centrali e dai governi.
Ovviamente la possibilità di una ricaduta non è da scartare  e per certi aspetti ben spiegati da Andrea (per non parlare del gravoso debito pubblico) è abbastanza probabile…ai prossimi mesi l’ardua sentenza.

utente anonimo
Scritto il 23 novembre 2009 at 19:03

‘Questo è il Potere’. Provate a fermare la privatizzazione dell’acqua – che è come se ci privatizzassero i globuli bianchi, poiché in assenza sia della prima che dei secondi il corpo umano semplicemente muore – quando passerà l’accordo GATS in sede Organizzazione Mondiale del Commercio, che ammanetta qualsiasi governo al mondo. Provate a reclamare contro una legge sovranazionale vincolante promulgata dalla Commissione Europea che nessun cittadino elegge (e come la cambi?), ma che è oggi il nostro vero governo, e che risponde solo alle lobby che ho descritto. Provate a bloccare la mano di un Sovereign Fund straniero che decida di sfilare dalla nostra economia una ventina di miliardi di euro in un attimo, fermando nella polvere aziende, posti di lavoro, il futuro di esseri umani come me e voi. Provate a resuscitare 34 anni di morte della democrazia partecipativa decisi dalla Commissione Trilaterale in privato.

E allora, di cosa si va blaterando su una marea di blog, video, serate coi ‘paladini’, e dirette Tv del giovedì? Attentato a che? Alla nostra intelligenza… ecco, quello sì.
Non possiamo continuare a essere dei fessi che sbraitano contro gli spaventapasseri per pompare a dismisura i conti in banca e gli ego di Grillo, Travaglio, Di Pietro e soci. Ma vi volete svegliare?

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=6502

utente anonimo
Scritto il 23 novembre 2009 at 19:03

‘Questo è il Potere’. Provate a fermare la privatizzazione dell’acqua – che è come se ci privatizzassero i globuli bianchi, poiché in assenza sia della prima che dei secondi il corpo umano semplicemente muore – quando passerà l’accordo GATS in sede Organizzazione Mondiale del Commercio, che ammanetta qualsiasi governo al mondo. Provate a reclamare contro una legge sovranazionale vincolante promulgata dalla Commissione Europea che nessun cittadino elegge (e come la cambi?), ma che è oggi il nostro vero governo, e che risponde solo alle lobby che ho descritto. Provate a bloccare la mano di un Sovereign Fund straniero che decida di sfilare dalla nostra economia una ventina di miliardi di euro in un attimo, fermando nella polvere aziende, posti di lavoro, il futuro di esseri umani come me e voi. Provate a resuscitare 34 anni di morte della democrazia partecipativa decisi dalla Commissione Trilaterale in privato.

E allora, di cosa si va blaterando su una marea di blog, video, serate coi ‘paladini’, e dirette Tv del giovedì? Attentato a che? Alla nostra intelligenza… ecco, quello sì.
Non possiamo continuare a essere dei fessi che sbraitano contro gli spaventapasseri per pompare a dismisura i conti in banca e gli ego di Grillo, Travaglio, Di Pietro e soci. Ma vi volete svegliare?

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=6502

utente anonimo
Scritto il 23 novembre 2009 at 19:03

‘Questo è il Potere’. Provate a fermare la privatizzazione dell’acqua – che è come se ci privatizzassero i globuli bianchi, poiché in assenza sia della prima che dei secondi il corpo umano semplicemente muore – quando passerà l’accordo GATS in sede Organizzazione Mondiale del Commercio, che ammanetta qualsiasi governo al mondo. Provate a reclamare contro una legge sovranazionale vincolante promulgata dalla Commissione Europea che nessun cittadino elegge (e come la cambi?), ma che è oggi il nostro vero governo, e che risponde solo alle lobby che ho descritto. Provate a bloccare la mano di un Sovereign Fund straniero che decida di sfilare dalla nostra economia una ventina di miliardi di euro in un attimo, fermando nella polvere aziende, posti di lavoro, il futuro di esseri umani come me e voi. Provate a resuscitare 34 anni di morte della democrazia partecipativa decisi dalla Commissione Trilaterale in privato.

E allora, di cosa si va blaterando su una marea di blog, video, serate coi ‘paladini’, e dirette Tv del giovedì? Attentato a che? Alla nostra intelligenza… ecco, quello sì.
Non possiamo continuare a essere dei fessi che sbraitano contro gli spaventapasseri per pompare a dismisura i conti in banca e gli ego di Grillo, Travaglio, Di Pietro e soci. Ma vi volete svegliare?

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=6502

utente anonimo
Scritto il 23 novembre 2009 at 21:38

ripropongo un link di altapatagonia

http://www.youtube.com/watch

dobbiamo essere come i bufali svìeglia…..

utente anonimo
Scritto il 23 novembre 2009 at 21:38

ripropongo un link di altapatagonia

http://www.youtube.com/watch

dobbiamo essere come i bufali svìeglia…..

utente anonimo
Scritto il 23 novembre 2009 at 21:38

ripropongo un link di altapatagonia

http://www.youtube.com/watch

dobbiamo essere come i bufali svìeglia…..

utente anonimo
Scritto il 23 novembre 2009 at 21:52

Buonasera

Un altro bel articolo del Capitano.

Sempre a proposito di acqua ed inquinanti, prossimamente i dati saranno segretati hehehe: http://www.stampalibera.com/?p=7183 l’avrei sospettato che prima o poì avrebbero usato i metodi "duri", e chissà che abbia fatto bene ad "investire" i miei soldi in  questo settore…….rendendomi indipendente.

Dorf sempre un piacere leggerti. Crisalide ma qualche volta non potrebbe scrivere qualcosa di pratico/reale inceve di………….(intarducibile).
Io credo che parlare e scrivere troppo faccia male alla salute qualche volta bisognerebbe anche "fare"

Ho visionato il video postato da #11, bello (meglio di un film o grande f,) ed infatti al mondo soppravviverà solo il più adatto e non il pù forte…e forse l’uomo non è adatto, chi vivrà vedrà hehehe.

SD

utente anonimo
Scritto il 23 novembre 2009 at 21:52

Buonasera

Un altro bel articolo del Capitano.

Sempre a proposito di acqua ed inquinanti, prossimamente i dati saranno segretati hehehe: http://www.stampalibera.com/?p=7183 l’avrei sospettato che prima o poì avrebbero usato i metodi "duri", e chissà che abbia fatto bene ad "investire" i miei soldi in  questo settore…….rendendomi indipendente.

Dorf sempre un piacere leggerti. Crisalide ma qualche volta non potrebbe scrivere qualcosa di pratico/reale inceve di………….(intarducibile).
Io credo che parlare e scrivere troppo faccia male alla salute qualche volta bisognerebbe anche "fare"

Ho visionato il video postato da #11, bello (meglio di un film o grande f,) ed infatti al mondo soppravviverà solo il più adatto e non il pù forte…e forse l’uomo non è adatto, chi vivrà vedrà hehehe.

SD

utente anonimo
Scritto il 23 novembre 2009 at 21:52

Buonasera

Un altro bel articolo del Capitano.

Sempre a proposito di acqua ed inquinanti, prossimamente i dati saranno segretati hehehe: http://www.stampalibera.com/?p=7183 l’avrei sospettato che prima o poì avrebbero usato i metodi "duri", e chissà che abbia fatto bene ad "investire" i miei soldi in  questo settore…….rendendomi indipendente.

Dorf sempre un piacere leggerti. Crisalide ma qualche volta non potrebbe scrivere qualcosa di pratico/reale inceve di………….(intarducibile).
Io credo che parlare e scrivere troppo faccia male alla salute qualche volta bisognerebbe anche "fare"

Ho visionato il video postato da #11, bello (meglio di un film o grande f,) ed infatti al mondo soppravviverà solo il più adatto e non il pù forte…e forse l’uomo non è adatto, chi vivrà vedrà hehehe.

SD

Scritto il 23 novembre 2009 at 22:56

ormai è un mese che EURUSD rimbalza sul muro di gomma degli 1.50…

utente anonimo
Scritto il 24 novembre 2009 at 00:02

DOMANDA:
può stare che momentaneamente l’inflazione sia tenuta nascosta dal carytrade? mi spiego, se i soldi creati in America vengono riversati in altri paesi, non dovrebbero generare inflazione in america, ma alimentare i mercati esteri dove questi soldi finiscono.
Jimmy

Scritto il 24 novembre 2009 at 01:07

mazzalai. c’è una lettera x te. qui. http://icebergfinanza.splinder.com/post/21735973/ACQUA+E+INFORMAZIONE! post 20

DORF

Scritto il 24 novembre 2009 at 07:22

Probabilmente non hai abbastanza sensibilità per comprendere che se mi rivolgo a Te chiamandoti per nome a differenza di altri che ignoro è perchè in fondo puoi continare ad esprimere le Tue idee liberamente nel rispetto delle opinioni altrui. Alcune cose di cui parli sono vere, in altre, talvolta ti arrampichi sugli specchi. Ho già detto che al momento opportuno condividerò la mia idea al riguardo. Alcuni messaggi chiari te li hanno lasciati amichevolmente alcuni nostri compagni di viaggio, cerca di riflettere. Crisalide……non provocare!

Buona giornata e arrivederci ad Assisi!

Andrea

utente anonimo
Scritto il 24 novembre 2009 at 13:15

ma che strano Bill Gross vede deflazione nel 2010 ….
Gli ultimi sondaggi di investitori istituzionali Bloomberg o Barron’s indicano un 60% e rotti ottimista sulla borsa e nessuno praticamente ottimista sui titoli di stato, i tori sono scesi al 5% che è il minimo storico perchè a 0% non arrivi mai ( parliamo riguardo ai Bond dai 3-5 anni di scadenza in poi, specie treasury USA ma anche Bund o Bobl o Btp)

Però tra il 5% di investitori istituzionali invece ottimisti su Treasury bond USA c’è Bill Gross, il numero uno incontrastato da ormai 15 anni.

Pimco di Bill Gross è un fondo che a volte è al 60% in corporate bond, 30% in bonds immobiliari e 10% cash, cioè che Bill Gross vada al 63% in Treasury è praticamente il massimo, indica che punta ad un cedimento dell’economia ,
Contemporaneamente ha ridotto le posizioni sugli asset con i mutui come collaterale portandole ai minimi dal maggio 2004 (16%).(ricordo che da lavoro ad Alan Greenspan tra le altre cose) e alla DEFLAZIONE.

tanti saluti da riccardo isalberti

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Analisi Tecnica Perso il supporto in area 19000 il nostrano si porta subito al test del supporto a
Ve lo ricordate il ministro delle Finanze olandese e presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsse
Ve lo ricordate il ministro delle Finanze olandese e presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsse
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Stoxx Giornaliero Buongiorno, siamo quasi arrivati al dunque sul principale indice dell’eur
DJI Giornaliero Buonasera e ben ritrovati per l’analisi sull’indice mondiale per eccellen
Setup e livelli angolari DOW JONES Setup Annuale Ultimo :2017 Range: 19667 – 24876 Uscit
La settimana ha avuto come grande protagonista il petrolio. E i mercati sembrano prendersi un pi
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Ftse Mib: l'indice italiano tenta di recuperare i 19.000 punti in apertura. In caso di break dei 19.