JACKSON HOLE: SEGNALI DI FUMO, SI FUMO NEGLI OCCHI!

Scritto il alle 21:58 da icebergfinanza

                                                           

Segnali di fumo, segnali di speranza, segnali di pace, dalle colline di Jackson Hole nel Wyoming, il grande capo della Federal Reserve invia a tutto il mondo un tenue segnale di fumo, un filo di speranza, adattando la sua coperta al tenue ottimismo che le sue parole tendono a rilasciare dalle braci della Grande Recessione.

«L’economia globale appare sulla via della ripresa dopo aver evitato il peggio, ma il rimbalzo sarà probabilmente lento e rimangono molti rischi». (…) Intervenendo al summit dei banchieri centrali in corso a Jackson Hole, nel Wyoming, Bernanke ha anche sottolineato che «sebbene sia stato evitato il peggio abbiamo ancora di fronte difficili sfide». In particolare, il numero uno della Fed ha osservato che «la ripresa sarà probabilmente lenta all’inizio e la disoccupazione scenderà solo gradualmente dagli alti livelli attuali».( Sole24Ore )

……le prospettive per un ritorno alla crescita nel breve termine appaiono buone».

Sin qui nulla di eccezionale, ordinaria amministrazione, in fondo Bernanke non ha detto nulla di nuovo, le prospettive per un ritorno alla crescita nel breve termine sono matematicamente buone, un gioco di specchi formulato dalla ricostituzione delle scorte e dei magazzini e qua e la qualche incentivo nel settore automobilistico e immobiliare.

CASH_FOR_CLUNKERS è stato un successo, ma da lunedi tutte le favole hanno un fine!

Nessuna sorpresa, la fiducia e l’ottimismo si crea anche cosi, aritmeticamente e matematicamente facendo in modo che qua e la qualche numero aiuti il PIL ha superare l’asticella della crescita zero.

Anche Krugman sottolinea che some_call_it_recovery, il vero problema qui è il linguaggio standard che non ha molta confidenza con il tipo di zona grigia in qui siamo noi, una sorta di terra di nessuno, aggiungerei io. Non credo che quello che stiamo attraversando sia una buona notizia, ma il PIL è quasi sicuramente aumentato, in modo tale che la recessione cosi come normalmente definita è finita.

Ma noi almeno da due anni sappiamo che in America la recessione si misura in un’altra dimensione, le  fasi recessive vengono storicamente delimitate dalla NBER il cui attuale presidente è un certo Martin Feldstein.

Il confine tra il reale e il surreale nell’economia è spesso ignoto, non per questo talvolta si sussurra che l’economia conosce il prezzo di tutto e il valore di niente!

La realtà quotidiana va al di la di quello che ci raccontano gli economisti, il PIL è uno specchietto per le allodole, ma visto che dobbiamo imparare ad usare gli unici strumenti a disposizione, proviamo a smontarli uno per uno.

Credete davvero che dopo alcuni anni nei quali la crescita economica americana è stata sostenuta in via esclusiva dal mercato immobiliare, i prossimi anni registreranno nuovi livelli di crescita oltre il limite del 3 % fisiologico e necessario per creare occupazione….

……quali saranno i nuovi motori dell’economia, gli incentivi alla rottamazione o quelli per l’acquisto di un immobile, i rimborsi fiscali o la spesa governativa, quale innovazione all’orizzonte potrà sostenere questo feticcio che si assume l’onore di determinare la ricchezza di una nazione?

Questa è la recessione intesa secondo i canoni della National Bureau Economics Research:

…." La recessione è un calo significativo dell’attività economica diffusa in tutta l’economia, della durata di più di due mesi, normalmente visibile nei dati del PIL, in termini reali, reddito, occupazione, produzione industriale, vendite al dettaglio " ….

Lo so avete letto questa frase un migliaio di volte, ma credetemi non conosco altra maniera oltre alle mie analisi per far comprendere a tutti coloro che si accostano a questo veliero, come questa recessione ci accompagnerà nel tempo oltre quello che il "main stream" sussurra, perchè ad oggi in termini reali non c’è traccia di un significativo recupero dei redditi, dell’occupazione, di una  produzione industriale che vada al di la di una ricostituzione delle scorte o delle vendite ovvero i consumi!

Non lo dico io, lo dicono i numeri, lo dice la realtà dei dati macroeconomici.

Nella sua ultima intervista a Bloomberg, Feldstein ci dice che … HE’S NOT READY TO DECLARE RECESSION OVER …. di non essere pronto a dichiarare la fine della recessione.

Oltre a ribadire la sua previsione di una "double dip recession" una nuova ricaduta in recessione ( tecnica ) con qualche cattiva notizia all’orizzonte, magari ancora nel quarto trimestre quando finirà l’effetto degli incentivi governativi. Tutto ciò non è e non sara sufficiente a sostenere un solido futuro recupero.

Abbiamo assistito ad una sorta di celebrazione di un eroe, colui che ha evitato una seconda Grande Depressione e alla quasi unanime richiesta di riconferma da parte di prestigiosi attori economici.

Oggi Bernanke ci dice che…(…) la crisi ha avuto un "costo umano ed economico enorme". Ma la forte e rapida risposta delle autorità mondiali ha evitato il peggio. "Dobbiamo attaccare le debolezze strutturali del sistema finanziario, soprattutto quelle che riguardano la normativa, così da fare in modo di non ritrovarci a dover sopportare i costi enormi di questi ultimi due anni". Americaoggi 

We saved the world from disaster, Fed’s Bernanke says Marketwatch.comnoi abbiamo salvato il mondo da un disastro!

Certo nulla da dire, il valore di questo salvataggio non lo conosciamo, il prezzo possiamo provare ad immaginarlo, peccato che probabilmente sarebbe bastato un pizzico di superficialità in meno nel valutare la solidità di fondamentali economici e finanziari di argilla e meno discrezionalità nel lasciare fallire Lehman Brothers. Il che non avrebbe evitato la crisi ma almeno non ne avrebbe amplificato le conseguenze.

Anche nel 2005 si celebrò tra le montagne del Kansas, sempre nel Economic_Symposium di Jackson Hole il mito di Greenspan, in 2005, "The Greenspan Era: Lessons for the Future".

Certo, visto che le lezioni del passato non servono allora perchè non pensare ad una lezione per il futuro, la Storia ci dirà se Greenspan e Bernanke subiranno la stessa nemesi.

Per tutti coloro che hanno dimenticato o vogliono dimenticare la farsa dei famigerati "Stress Test" messi in atto dal governo americano ecco che uno dei migliori analisti fondamentali americani Christopher Whalen di Risk Analytics, il cui sito è nei link di Icebergfinanza da circa due anni, esperto di rischio, che ci dice tutto quello che gli_STRESS_TEST non sono stati in grado di predirre.

The stress tests said that through the two-year cycle, big banks had to have enough capital plus earnings to withstand a 9 percent loss rate,”

Analizzando i dati finanziari di circa 7000 banche a partire dal secondo trimestre, lo stress nel settore finanziario è aumentato rispetto al primo trimestre dell’anno. Le cifre rimettono in discussione i risultati del governo americano e della Federal Reserve, il test potrebbe non essere stato abbastanza realistico.

Inoltre vorrei condividere con Voi quanto accadde nell’agosto del 2008 proprio in prossimità dell’uscita del dato relativo alla vendita di abitazioni esistenti:

WASHINGTON, 25 agosto 2008 Existing-home sales rose in July to the highest level in five months, although sales have hovered in a relatively narrow range over the past 11 months, according to the National Association of Realtors ®

……il maggiore aumento da cinque mesi, il tutto per rimarcarvi solo l’elemento stagionale, non per sminuire il dato uscito recentemente, ma per ricordare che luglio e agosto solitamente rappresentano il top nelle vendite del mercato immobiliare.

Inoltre vorrei aggiungervi, senza ricordare altri fattori che hanno contribuito ad amplificare una dinamica ormai naturale di lenta ripresa del mercato immobiliare…..

Lawrence Yun, NAR chief economist, said home prices in some regions could soon increase. “Sales have picked up significantly in several Florida and California markets. Home prices generally follow sales trends after a few months of lag time,” he said.

Nell’agosto dello scorso anno la simpatica portavoce della NAR, Lawrence Yun ci ricordava che generalmente i prezzi delle case seguono la tendenza delle vendite con alcuni mesi di ritardo, peccato che dopo dodici mesi stiamo ancora aspettando e che probabilmente ne passeranno altrettanti prima di vedere una possibile stabilizzazione.

Poi in fondo visto il piccolo conflitto di interesse esistente, la NAR Associazione Nazionale degli Immobiliaristi Americani preferisce evidenziare il numero di vendite senza dar troppo peso al calo dei prezzi, quello si dovuto ad un eccesso di inventario e di vendite forzate.

Ricordo a tutti che la stabilizzazione che probabilmente sta avvenendo nei vari mercati immobiliari non significa necessariamente una stabilizzazione dei prezzi, elemento decisivo per valutare gli assets delle banche e il livello futuro degli inventari.

James Bullard, presidente della Fed di St.Louis sostiene che i mercati non abbiano ancora digerito l’espressione delle Fed secondo la quale i tassi rimarranno a lungo oltre ogni ragionevole supposizione. La strategia della Fed è rivolta a promuovere un futuro aumento del tasso di inflazione che dovrebbe fornire un impulso immediato all’attività in attesa di una futura espansione, ma ciò non è ancora avvenuto.

No inflation, no party…… e senza inflazione sarà difficile continuare la festa, magari sino oltre il 2010, anche se ormai abbiamo tutti il sospetto che dopo la "new economy" e il mercato immobiliare, la prossima bolla finanziaria della storia, sia proprio quella dei mercati azionari, chissà tutto è possibile in fondo non ci resta che attendere.

Anche a Jackson Hole se ne è parlato, eccome se ne hanno parlato ……

Nei dintorni del ranch di Jackson Hole, sulle Montagne Rocciose, si aggirano tre orsi che ogni tanto lasciano cervi sbranati nella radura. È qui che Ben Bernanke ama raccogliere i saggi e i potenti della finanza globale, e ormai quegli incidenti devono sembrargli un’ utile metafora di ciò che rischia di questi tempi. L’ ultimo predatore ha assalito il presidente della Federal Reserve ieri, ma aveva le sembianze di un grillo parlante: di quelli difficili da ignorare, o da schiacciare. Perché Willem Buiter, olandese di nascita, anglo-americano di doppio passaporto, è stato a lungo al vertice della Bank of England prima di insegnare alla London School of Economics. Corriere della Sera

Per la platea di Jackson Hole, l’ uomo che ieri ha lanciato le sue accuse a Bernanke è uno del gruppo.

«La Fed mette a rischio la sua reputazione di serietà nella lotta all’ inflazione», ha attaccato Buiter. E ancora: «È inevitabile che gli Stati Uniti debbano affrontare una lunga o profonda frenata dell’ economia».

Poi, con buona pace di chi s’ illude che l’ economia sia una scienza fredda, le frasi di fuoco: «La Fed ascolta Wall Street e crede a ciò che sente, o in ogni caso agisce come se ci credesse».

Il risultato? «La banca centrale Usa appare troppo vicina ai grandi istituti finanziari, troppo sensibile alle loro richieste per prendere le decisioni giuste per l’ economia in generale».

Era questa la debolezza della Fed di Alan Greenspan, accusa Buiter, «ma mi sorprende che la Fed di Bernanke faccia lo stesso». Per l’ olandese, la banca centrale Usa «è stata cooptata da Wall Street, ne ha interiorizzato gli obiettivi, le preoccupazioni, la visione del mondo e i timori. Ciò è malsano e pericoloso». (…)  Ma il vero orso minaccia Bernanke e, secondo, Buiter è quello di Borsa.

Per difendere ricchi banchieri e investitori, la Fed avrebbe tagliato troppo i tassi d’ interesse, poi si sarebbe adoperata fin troppo per salvare Bear Stearns con fondi pubblici. Se le icone americane in sala a Jackson Hole volevano uno schiaffo, l’ hanno avuto. E l’ hanno reso: «Alcune delle questioni sollevate da Buiter meritano riflessione – ammette l’ ex segretario al Tesoro Larry Summers -. Ma lui esagera malamente il suo argomento, per quanto mi riguarda non ho seri problemi con le mosse della Fed».

…….figurarsi se Larry Summers ha qualche problema con le mosse della Federal Reserve, lui uno dei paladini della deregulation, destinatario di un cospiquo assegno milionario ricevuto come consulente di un hedge fund, prima di diventare capo del consiglio economico di Obama…..

 Finisce così che molte delle colpe finiscono addosso al grande assente di Jackson Hole, Alan Greenspan. «È legittimo criticare la Fed della sua gestione per aver portato i tassi all’ 1% a inizio decennio e aver promesso di tenerli lì. Credo che abbia contribuito alla bolla immobiliare». Insomma è tutta colpa del vecchio Maestro: ma lui, a questo punto della crisi, è già stato sbranato dagli orsi da un pezzo.

Mi raccomando, la carrozza per il paese dei Balocchi sta passando, il migliore dei Mondi possibili ci attende.

La "filosofia" di  Icebergfinanza resta e resterà sempre gratuitamente a disposizione di tutti nella sua "forma artigianale", un momento di condivisione nella tempesta di questi tempi, lascio alla Vostra libertà, il compito di valutare se Icebergfinanza va sostenuto nella sua navigazione attraverso le onde di questo cambiamento epocale!  

Per sostenere ICEBERGFINANZA clicca qui sotto

Non solo e sempre economia e finanza, ma anche alternative reali da scoprire e ricercare insieme cliccando qui sotto in ………. 

 

 

 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
92 commenti Commenta
utente anonimo
Scritto il 24 agosto 2009 at 06:53

Mi sembra, Andrea, che una grande amarezza pervada questo tuo post.

Va tutto come da copione. Va come hanno immaginato che dovesse andare… almeno per il momento. E le borse vanno “a manetta” infischiandosene dei fondamentali del p/e e di queste amenità per intellettuai. Prevalgono le viscere dello spirito animale… il mercato ha capito bene. No rialzo dei tassi, si tanti dollari freschi per comprare altra carta e così sia.

Peccato che intanto si siano innescate alcune dinamiche molto profonde. Talmente tanto profonde che non gliene frega niente quasi a nessuno.

L’appuntamento è con la crescita del debito pubblico oltre ogni limite precedentemente ipotizzato e per un poco di tempo il gioco funziona.

Pensa che bello: una debt deflation accoppiata ad un gioco furioso di stampa e butta dentro.

Come può finire? Citi Buiter. E’ anche uno dei miei preferiti. E’ un inner ma non un cerebralmente venduto.

Per chi vuole divertirsi incollo un interessante articolo di Buitler proprio sul tema: possono fallire le banche centrali? certo che si, con l’eccezione della FED che in un certo senso stampa… e allora? Allora curva di Laffer….

http://econpapers.repec.org/paper/cprceprdp/6827.htm

Un caro saluto a tutti
Daniele

Scritto il 24 agosto 2009 at 08:37

ANCHE ANDREA,CON MALCELATA AMAREZZA CI SEGNALA CHE E’ SOLO FUMO NEGLI OCCHI[..] DOMENICA, 23 AGOSTO 2009 JACKSON HOLE: SEGNALI DI FUMO, SI FUMO NEGLI OCCHI! Segnali di fumo, segnali di speranza, segnali di pace, dalle colline di Jackson Hole nel Wyoming, il grande c [..]

Scritto il 24 agosto 2009 at 08:37

ANCHE ANDREA,CON MALCELATA AMAREZZA CI SEGNALA CHE E’ SOLO FUMO NEGLI OCCHI[..] DOMENICA, 23 AGOSTO 2009 JACKSON HOLE: SEGNALI DI FUMO, SI FUMO NEGLI OCCHI! Segnali di fumo, segnali di speranza, segnali di pace, dalle colline di Jackson Hole nel Wyoming, il grande c [..]

Scritto il 24 agosto 2009 at 08:37

ANCHE ANDREA,CON MALCELATA AMAREZZA CI SEGNALA CHE E’ SOLO FUMO NEGLI OCCHI[..] DOMENICA, 23 AGOSTO 2009 JACKSON HOLE: SEGNALI DI FUMO, SI FUMO NEGLI OCCHI! Segnali di fumo, segnali di speranza, segnali di pace, dalle colline di Jackson Hole nel Wyoming, il grande c [..]

utente anonimo
Scritto il 24 agosto 2009 at 09:23

Si può essere amarezza. Ma non quella di chi ha sbagliato, ma quella che ti fa venire un nodo alla gola, perchè lassù nessuno ha il coraggio di cambiare le cose ( hanno si capito ma se ne fregano i soldi li hanno e tanti) è una corsa all’accapparramento, così quando finirà loro saranno al sicuro (?).
Per noi poveri diavoli quaggiù c’è solo il vile spettacolo. Domenico.

utente anonimo
Scritto il 24 agosto 2009 at 10:03

Guardate che è tutto nella norma: le strutture decisionali e di potere sono fatte per salvaguardare lo status quo, e cercare di ripristinare lo status quo ante quando un cambiamento arriva.
Ci sono decine di casi storici, e questo non fa eccezione.

Semplicemente, i cambiamenti arriveranno nonostante tutti i tentativi di evitarli, anzi forse saranno ACCELERATI proprio dai tentativi di evitarli, e chi li avevano previsti si autoassegnano l’ingrato ruolo di Cassandra, la donna che aveva previsto correttamente il futuro ma non poteva essere creduta per maledizione divina.

Dopotutto, con sublime confusione di senso, non si da della “Cassandra” a quelli che si tacciano come profeti di sventure? Dimenticando che Cassandra aveva ragione, automaticamente si calano nel ruolo dei Troiani.

Si dice che chi gli dei vogliono distruggere, prima li fanno impazzire.
Io credo semplicemente che i sistemi supercomplessi che abbiamo costruito grazie all’abbondanza energetica ed in reazione ai problemi affrontati finora abbiano iniziato da qualche lustro a mostrare chiari sintomi di ritorni negativi.
Una semplificazione (Ordinata? Catastrofica?) è in corso di esecuzione, e non potrà essere evitata. Questa è una legge scritta nella fisica dei sistemi complessi, e non si puo’ aggirare.

Saluti
Phitio

Scritto il 24 agosto 2009 at 11:05

RICOMINCIAMO …..[..] Dopo qualche giorno di vacanza e successivi giorni di "meditazione" rieccoci qui. Nulla è cambiato … MA … UNA GRANDE NOVITA’, NEL NOSTRO PICCOLO, … C’E’!!! Il "gruppo" che sta nascendo – spontaneamente – da questo mare [..]

Scritto il 24 agosto 2009 at 11:05

RICOMINCIAMO …..[..] Dopo qualche giorno di vacanza e successivi giorni di "meditazione" rieccoci qui. Nulla è cambiato … MA … UNA GRANDE NOVITA’, NEL NOSTRO PICCOLO, … C’E’!!! Il "gruppo" che sta nascendo – spontaneamente – da questo mare [..]

Scritto il 24 agosto 2009 at 11:05

RICOMINCIAMO …..[..] Dopo qualche giorno di vacanza e successivi giorni di "meditazione" rieccoci qui. Nulla è cambiato … MA … UNA GRANDE NOVITA’, NEL NOSTRO PICCOLO, … C’E’!!! Il "gruppo" che sta nascendo – spontaneamente – da questo mare [..]

utente anonimo
Scritto il 24 agosto 2009 at 11:28

La gente vede ciò che desidera vedere!
Caro Andrea è inutile che gli spieghi che il mercato immobiliare USA è allo fascio, la disoccupazione ai massimi livelli di sempre, che le società di carte di credito, le banche, hanno chiuso i rubinetti e quindi basta con i consumi allegri.
E’ ancora più inutile dirgli che ci sono nazioni che hanno debiti stellari che peseranno in modo fortissimo, impedendo qualunque ripresa per i prossimi 10 anni!
Tutti guardano le borse valori e pensano che la crisi è passata.
La cosa buffa e che neanche dopo che saranno presi a legnate e finiranno peggio di pugili suonati, avranno il coraggio di ammettere la realtà.
Quando in passato,da qualche parte su internet, dicevamo che il mercato immobiliare era troppo gonfiato e conveniva aspettare per acquistare una casa, c’era sempre il coro di quelli che dicevano che i prezzi dell’immobiliare salgono sempre e che l’investimento più affidabile era la casa.
Essere definito una Cassandra ha dei connotati negativi,
in realtà Cassandra diceva la verità, ma malgrado ciò veniva additata come una portatrice di sventura!

-IL Compasso-

Scritto il 24 agosto 2009 at 11:51

CIAO ANDREA RISPONDO A QUESTA TUA DOMANDA CHE MI HAI FATTO :Gianni con rispetto, credi veramente che i valori fondamentali dei principali indici in riferimento ai loro rispetti P/E siano in linea con le attese di una ripresa entusiasmante o magari vogliamo lasciare tempo al tempo e tra qualche mese o anno verifichiamo la realtà.

i Mercati amplificano , esasperano, forse oggi sono saliti troppo rispetto ai fondamentali MA IERI erano scesi troppo rispetto ai fondamentali, quindi penso che sono state riappianate delle sottovalutazioni che non avevano motivo di essere …era giusto vedere Unicrediot a 0,70 euro? oggi a 2,3 euro veramente pensiamo che sia salita troppo? non credo Andrea che ci troviamo di fronte a valutazioni troppo elevate , i P/E che ci sono oggi dovranno essere verificati tra 6/12 mesi, certamente, credo che tu pensi in una sopravvalutazione perchè comunque dai per scontato una doppia W e mi pare che prevedevi un SP500 a 500 punti, forse invece ci potrebbero essere sorprese anche positive e niente doppia W….

Gianni Castiglioni

utente anonimo
Scritto il 24 agosto 2009 at 12:31

Gianni, l’ottimismo è il profumo della vita !!!

Non l’hai per caso già sentita questa battuta in una pubblicità di qualche anno fa ….

L’importante è crederci.

Ciao ciao

Hunter76Lima

utente anonimo
Scritto il 24 agosto 2009 at 13:00

I critici del senno del poi si affacciano a questo Blog.
Ma dove eravate quando eravamo ai minimi di borsa? Stavate stoppando le vostre posizioni in forte perdita?

Peccato che da anni Andrea ripete all’infinito che non si danno consigli operativi…

CRISALIDE (nauseato/a)

utente anonimo
Scritto il 24 agosto 2009 at 13:19

Ehi Mas ehi Gabriel ma che fine avete fatto?

il Fringuello

Scritto il 24 agosto 2009 at 13:25

Andrea hai scritto:

“e meno discrezionalità nel lasciare fallire Lehman Brothers.”

Mio commento:

Oltre Lehman dovevano fare fallire altri falliti, secondo me in quella fase veramente cercavano di attuare il “laissez-faire”, erano convinti che le teorie del mercato liberista avrebbero evitato l’intervento dello stato, non è stato facile per gli adepti dell’ILLUMINISMO eliminare teorie economiche e applicare una teoria comunista o cinese teorie che hanno sempre criticato.
Gli Stati Uniti hanno coerentemente ai loro principi, fatto fallire Lehman, il problema è stato non fare fallire le altre banche in primis city, Andrea quella parte del tuo commento secondo me è una nota stonata…..ripeto è stato giusto far fallire Lehman ma non è stato corretto tenere in piedi banche “zombie” con soldi pubblici.
Secondo te non dovevano far fallire Lehman….

utente anonimo
Scritto il 24 agosto 2009 at 14:01

Affinché non torni tutto come prima
Crisi della finanza: una profonda riforma non è scontata
24 ago 2009

http://www.cdt.ch/commenti-cdt/commento/10335/affinche-non-torni-tutto-come-prima.html

utente anonimo
Scritto il 24 agosto 2009 at 14:39

Vi consiglio di leggere questo articolo di Larry Flynt, una lucida analisi dell’oligarchia finanziaria a stelle e strisce e della sua influenza nel governo del paese.

http://www.huffingtonpost.com/larry-flynt/common-sense-2009_b_264706.html

Il Fringuello

utente anonimo
Scritto il 24 agosto 2009 at 14:40

Stanford University economics professor John Taylor, an influential economist, told Reuters Television on Friday the U.S. budget deficit poses a greater risk to the financial system than the collapse in commercial real estate prices.If that gets out of control, if interest rates start to rise because people are reluctant to buy all that debt, then that can slow the economy down. So, that’s the more systemic concern I have,” Taylor said.

link
http://www.reuters.com/article/newsOne/idUSTRE57M0WV20090824

Altapata

utente anonimo
Scritto il 24 agosto 2009 at 15:00

Sì bel link Fringuello, quelli si stanno organizzando per scioperare e non comprare nulla nel giorno da decidere forse il 1Ottobre.Da come si evince dai commenti.
Interessante,se lo facessimo pure noi…Così ,per far sapere ai signori del mondo che esistiamo!
Mi ricorda la scena di Zeitgeist”
“i’m a human being, my life has value !!! ”

http://www.youtube.com/watch?v=63JyQ_OW93s

con sottotitoli…
Altapata

Scritto il 24 agosto 2009 at 16:51

03/08/2009
Mercati, da una bolla all’altra

Venerdì scorso i dati di prodotto interno lordo negli Stati Uniti (-1% contro una previsione di -1,5%, tutto fatto dagli interventi governativi), ha dato spazio ad un ulteriore rialzo dei mercati. L’Europa ora vende a 27 volte gli utili e, dato meno notato dagli operatori che passano da un umore all’opposto in massa, l’Europa è da venerdì scorso in deflazione. L’ulteriore rafforzamento del dollaro di oggi non può che aggravare il problema.
A nessuno piace fare la Cassandra e sbagliandoci, la settimana scorsa ipotizzavamo che questa folle corsa dei mercati fosse finalmente alla fine.

I risultati delle aziende che vengono citati in questi giorni come indicativi di una prossima forte ripresa sono quasi invariabilmente ottenuti attraverso tagli di costi, non recuperi di efficienza.
(sottolineo…non recupero di efficienza…e non è poco)

SE LE POLITICHE ECONOMICHE NON STANNO AIUTANDO A CHE NON SI RICADA NELL’ERRORE DI SEMPRE, OVVERO DI INONDARE IL MERCATO CON LIQUIDITÀ CHE INVECE CHE FINIRE ALLE IMPRESE VA AD ALIMENTARE INVESTIMENTI A LEVA DA PARTE DELLE BANCHE (TUTTI I RISULTATI POSITIVI DELLE BANCHE CHE STANNO USCENDO DERIVANO DA OPERAZIONI DI TRADING, NON DI EROGAZIONE) SIANO ALMENO I PICCOLI INVESTITORI A NON FARSI TRASCINARE IN QUESTO NUOVO FENOMENO SPECULATIVO.

andatevi a leggere anche … alcune indicative righe:
13/08/2009
Europa, valutazioni preoccupanti
………..
Tassi a zero un po’dovunque, pensati per rivitalizzare il credito che invece sta ancora vivendo una situazione difficile (come emerge dal rapporto della Fed di ieri) stanno creando una situazione analoga a quella del periodo Greenspan.
Troppa liquidità nelle mani sbagliate
(mani sbagliate…..)

( la leva sui bilanci delle banche sta risalendo a livelli insostenibili, come nel caso di Unicredit), pone tutte le basi per un ulteriore crollo dei mercati.
Questo ennesimo momento di acriticitù va sfruttato per uscire dalle borse.

http://www.finanze.net/index.php?method=section&action=zoom&id=1929

Nulla di così diverso da ciò che da tempo,ci dice il nostro Capitano…
Navighiamo…navighiamo
Valentina

p.s Ciao Altapatagonia hai letto la mia risposta #100 al post precedente:-) :-)

utente anonimo
Scritto il 24 agosto 2009 at 17:13

Errore di Vale64…uff
In effetti il 100# del post precedente era di un certo Mariano(ex amico di andrea) che ci ha preso tutti per pessimisti sfigati! Io ero 99#…
Ma si! Bentornata a bordo !!
Un ondata di ottimismo grazie a VAle64,Alla faccia di chi ci prende per pessimisti!… Magari realisti e con un pizzico di coscienza.!
Sd e Hunter,buona idea per l’acqua calda. un mio amico ha ja messo il solare(2000 euro) e mantiene il calore senza problemi…certo la comodità si paga.!

Altapatagonia

Scritto il 24 agosto 2009 at 17:52

Ops!… Altapa si… mi scuso…mi riferivo al mio #102, sto leggendo tutto velocemente per recuperare i post persi…figuriamoci se mi perdo i Vostri commenti!!!

Un abbraccio :-):-)Valentina

utente anonimo
Scritto il 24 agosto 2009 at 18:23

Bravo Andrea! Stan mollando tutti sui vari siti in giro per la rete: han tutti paura di fare la figura dei cretini nel riportare l’attenzione sui fondamentali e non gridare al miracolo rialzista di queste settimane.

Resti davvero solo tu tra quelli che ci vedono chiaro e vedono a lungo. Forse anche perchè non è il profitto che muove questo veliero.

Resti comunque il migliore degli analisti che mai abbia trovato.

Complimenti.

Scritto il 24 agosto 2009 at 18:28

Lehman e tutti i soggetti finanziari di questa crisi al punto in cui eravamo erano ormai figli dell’azzardo morale e indiscutibilmente sinonimo di rischio sistemico, non perchè lo fossero realmente ma perchè qualcuno ha amplificato questa paura.

Si parla di mercato, ma questa crisi è la negazione del mercato, si parla di razionalità da anni ma questa crisi è la negazione della razionalità.

Lehman doveva essere nazionalizzata come tutti i relitti di questa crisi e smontata pezzo per pezzo, rendendola talmente piccola da non costituire più alcun rischio sistemico, non come stanno facendo con AIG e come continuano a fare con le sorelle Freddie & Fannie.

Probabilmente è impossibile trasmettere il mio stato d’animo attraverso un oggetto senz’anima, ma se qualcuno crede alle mie parole non vi è nessuna amerezza nel mio ultimo post e in nessun’altro post.

Se vi è amarezza è per quello che sta accadendo, per questa immensa crisi antropologica e le sue conseguenze presenti e future.

I mercati prima o poi tornano sempre ai fondamentali, non è questo il punto, il punto è che il fascino del denaro, della speculazione riesce a cancellare il senso di questa crisi nelle masse, ma nei singoli ha già prodotto molti più cambiamenti di quello che ognuno di noi sia in grado di comprendere.

Ci vuole tempo, molto più tempo di quanto ognuno di noi è disposto ad accettare, ma guardo all’orizzonte con serenità e cerco di fare tutto il possibile per cambiare me stesso in profondità ancor più di quello che la saltuaria pigrizia mi permetta di fare cercando ogni giorno di migliorare ogni istante senza guardare se il mondo nel frattempo cambia.

Andrea

utente anonimo
Scritto il 24 agosto 2009 at 18:29

mariano (post 100 precedente)ed ermete…

Le vostre ovvie considerazioni dettate dal senno di poi e (dai media) mi ricordano un pò sta storiella…
“Ma finche non si arrivò al maxiprocesso di Palermo c’era ancora una sorta di dibattito tra i complottisti e non complottisti, cioè tra coloro che dicevano che il sud Italia era in condizioni peggiori del nord per ragioni culturali, per una serie di “coincidenze”, ma che non esistesse un sistema criminale organizzato. Era tutto un caso, e non c’erano prove dell’esistenza della “mafia”.

Chiaramente in chiave finanziaria.
Non ci son prove vero? il nostro stato di Perma bear non ha motivi per esser tale? Voi riuscite ad andare a testa alta, non c’è crisi? non ci son manfrine epocali?? non ci son dati taroccati?
Ok ..” Era tutto un caso, e non c’erano prove dell’esistenza della “CRISI”.

Altapata
e ora copio incollo…he he
Le grandi multinazionali e le grandi banche infatti, sono già, di fatto, proprietarie della maggior parte delle ricchezze del pianeta. Poche famiglie, non più di una ventina in tutto, controllano direttamente o indirettamente oltre la metà dei beni della terra e per acquisire l’altra metà non occorre provocare una crisi finanziaria; le grandi multinazionali sono già proprietarie, nella stragrande maggioranza dei casi, delle minierie di diamanti e pietre preziose dell’africa e dell’Asia; le cosiddette sette sorelle hanno il monopolio dell’energia del pianeta, non permettendo alle energie alternative di svilupparsi; controllano di fatto la maggior parte degli stati asiatici, africani, e dell’america latina, mediante governanti compiacenti, allineati, corrotti, o semplicemente incapaci di reagire alla strapotenza del mondo occidentale e dei suoi diktat.
link:
http://paolofranceschetti.blogspot.com/

utente anonimo
Scritto il 24 agosto 2009 at 19:26

Grazie ANDREA per tutto quello che fai. Per me rimani ormai l’unica vera luce in mezzo a questo mare di nebbia fitta.
pierfranco

utente anonimo
Scritto il 24 agosto 2009 at 19:28

Va bene va tutto bene, quello che ho letto di Mariano sugli interventi di ieri meriterebbe come minimo un insulto, ma qui siamo educati… ed Andrea e’ evidentemente un signore, fin troppo facile saltare sul carro dei vincitori quando tutto va bene caro Mariano, paladino del mercato sano. E poi “mi pento di averti quotato con amici e conoscenti”? meno male che hai escluso i parenti… I permabear? che e’ un nuovo tipo di materazzo con l’orso al posto dell’elefante? Ma dico io, quotati tu con amici conoscenti e parenti e fagli comprare sta merda, ma a sti prezzi pero’…. e non mi venire a dire che ho preso il rimbalzo in tempi non sospetti, quello lo hanno preso i 4/5 degli attori del mercato, guardati le performance di fondi lunghi, long short, convertibili, obbligazionari, prop desk, ecc. chi piu’ chi meno lo han preso davvero cani e porci, e guarda caso molto meglio quelli che avevano preso svirgole del 40, 50 60% nella fase di crollo, alla faccia della capacita’ gestionale. Ma dico io non ti sorge un minimo di dubbio su un mercato che in 6 mesi mette a segno un 60% di performance nei titoli guida? dove non c’e’ differenza tra la merda e le quality stocks, dove il prezzo utili e’ sulla luna in un momento di visibilita’ 0? qual’e’ la tua scusa quella della multiple expansion causa tassi bassi? vallo a spiegare a Fiat che paga il denaro il 9% a 3 anni o a Ford che lo paga l’11% giusto x fare 2 esempi tra i tantissimi. Certo le banche hanno avuto il loro aiutone tra bilanci abilitati al tarocco da regole rifatte ad Hoc e possibilita’ di attingere in maniera illimitata alla liquidita’ proposta a tasso 0 e via Basket di titoli in acquisto a non finire x ringraziare Sir Bernanke mentre i fondi pensione x loro natura diversificati su tutto lo spettro investibile grondano ancora di sangue ( flat/negativi a 10-15 anni) causa l’eccellente gestione del sistema economico-finanziario da parte di Banche (leveraggiati ricordo sino a 50 volte precrisi) e chi doveva controllarle (le Banche centrali). E potremmo continuare all’infinito. Ti dico una cosa Mariano, se stai sugerendo di comprare, se stai suggerendo di mettersi gli occhiali rosa e guardare al mercato come ad un Bull market, ti dico una cosa: VERGOGNA!!!! a te e a tutti quelli che come te riempiono le colonne dei giornali, le TV, i meetings piu’ o meno importanti in giro x il mondo di menzogne alle spalle di gente che finisce senza colpe sul lastrico giorno dopo giorno, anzicche’ andare in giro a farvi spavaldi con soldi che non vi appartengono, e a dare lezioncine misere e miserabili VERGOGNATEVI ANDATE A NASCONDERVI !!!!

P.S. scusa se sono stato un po’ duro ma era x non deludere i miei amici conoscenti e parenti che leggono questo blog.

Il Fringuello

Scritto il 24 agosto 2009 at 19:34

Probabilmente l’errore è reciproco, in fondo si tratta solo di un viaggio, per un periodo la nostra rotta è coincisa, magari è stata solo parallela, ma le tue ultime parole dimostrano che viviamo in diverse dimensioni e non aggiungo altro.

Non ho idea da dove venga questa metamorfosi, ma so che molte cose erano già scritte, probabilmente il “realismo” per me diventerà ottimismo solo quando avrò notato certi cambiamenti, che probabilmente il tuo modo di vedere ha già intravisto.

Le tue ultime parole sono più che un programma ……. ce l’ho molto di più con me stesso per aver sbagliato a quotarti con amici e conoscenti…..quasi una sentenza come molte di quelle che il vento porta lontano.

Forse un giorno avremo modo di conoscerci e forse anche di cambiare idea…..senza nessun rancore ma con una punta di amarezza..simbolo di umanità.

Andrea

Scritto il 24 agosto 2009 at 19:49

Anche se continuate a sbagliare
una volta dopo l’altra,
potete sempre cambiare
vita in ogni momento,
perché il vero “fallimento”
non è cadere
bensì continuare a rimanere per terra.
(Mary Pickford)

Sii il cambiamento che vuoi vedere avvenire nel mondo.
(M.Gandhi)

GRAZIE, Capitano…
Valentina:-)

utente anonimo
Scritto il 24 agosto 2009 at 20:52

Buonasera a tutti (o quasi!!!)

Non voglio dire niente riguardo all’ottimo articolo del Capitano Andrea; invece agli utenti che ritengono che la maggior parte degli articoli e dei commenti siano “pessimisti” riguardo all’economia vorrei dire che anch’io sono in grado di “guadagnare” un sacco di soldi(moneta) stampandomela con il computer (ho un ottimo scanner e viene benissimo hihihihi). Il mondo della finanza è talmente distante dall’economia reale che certamente crea denaro e ricchezza per gli specialisti del settore (se insegnate anche a mè come fare!!!), ma non venitemi a dire che questo sia giusto……..nei confronti di chi “produce” beni reali……finchè dura aproffittatene hehehe, buon per Voi.

Per Hunter76Lima #101 di ieri, se posso permettermi dovrei “sgridarti” hehehe, hai diffuso GRATIS in rete la tecnologia per produrre acqua calda quasi a costo zero (non vi insegnerò più niente di pratico hihihihi), ma ti rendi conto che questo può valere trilioni di moneta/finanziaria/carta!!!! con leva 50 o più.
Altapatagonia #17 la produzione di acqua calda con il solare è abbastanza diffusa (in Italia poco!!!), comunque ti contesteranno che con 2.000 euro di metano ed una caldaietta, si può produrla per 10 anni in estate; la critica è finanziariamente esatta, ma nel calcolo finanziario manca un piccolo particolare……e cioè che il sole non è ancora “proprietà privata o spa” e non alimenta il “sistema”, non saprei ancora per quanto!!!!

SD

P.S. Vorrei chiede agli esperti, dopo la “svalutazione” Lira/Euro qundo arriverà un altra sforbiciata ai nostri risparmi??? non parlo di inflazione dichiarata, ma di perdita di valore.

Scritto il 24 agosto 2009 at 21:00

Non si impara nulla dai propri errori se a pagarne le conseguenze sono altri.

Il Cuculo

utente anonimo
Scritto il 24 agosto 2009 at 22:06

Che rottura di scatole i marinai che sono qui solo per trarre ispirazione per le loro scorrerie in borsa: nani sulle spalle di giganti. E i giganti hanno i piedi d’argilla.

Questo viaggio per me è un altra cosa. Un aiuto fondamentale per districarmi nei mille inganni di questo mondo….un aiuto per non essere un burattino.

Della borsa in se non mi frega nulla….può salire, può scendere, financo può rimanere ferma, immobile.

Qui la partita è un altra. La storia ha bussato alle nostre porte. E la storia di quello che dicono i soloni, fossero anche i signori delle monete (Bernanke, Trichet, Draghi), se ne frega. Presenta il conto e non ha pietà.

Grazie Andrea per tutto il lavoro che fai. Encomiabile, generoso….grande capitano.

Ma quand’è che viene pubblicato il tuo libro!!!!????

IL MOZZO DI TERZA

utente anonimo
Scritto il 24 agosto 2009 at 22:07

Tira una brutta aria sul veliero oggi … Nervi tesi? Ormai i mercati fanno scintille a spese di un economia morta e sepolta ed è evidente e lampante a chiunque sappia un minimo di teoria economica . Alla fine la vita ci presenterà il conto come sempre ed allora , come sempre ,saranno sempre i pochi a pagare per i molti ( Mi ricordo che una volta ci fu uno a pagare per tutti…era il più piccolo e più sfortunato ma pieno di un grande amore tanto che si sacrificò anche per il suo carnefice).Ora tutti ci ergiamo a giudici e decretando le nostre leggi scriviamo le nostre stesse condanne.Ci cingiamo il capo di alloro non accorgendoci che abbiamo la testa nel fango . Ci inchiniamo al dio denaro voltando le spalle al vero Dio e maledicendolo . Dichiariamo di progredire rendendo il mondo un posto migliore quando lo deprediamo . Diciamo ti amo ad un altro mentre gli puntiamo una pistola alla tempia . Uccido la tua gente perchè così riesco a salvarla e a portare la pace . Ti benedico se sarai mio schiavo e ti maledico e ti metterò in catene se non vorrai esserlo .Ti abbraccio mentre ti sfilo il portafogli . Con una mano ti dono le mie ricchezze e con due me le riprendo . Una volta eravamo polvere , Dio ci ha innalzati a uomini , noi ci siamo innalzati a Dio e Dio ci farà ritornare in polvere . Noi stiamo perdendo la nostra umanità , la verità , la saggezza e la sapienza poichè ci arrendiamo prima alle prove che abbiamo davanti . Molto spesso mi alzo la mattina e mentre mi guardo allo specchio mi chiedo che senso avrà la giornata che sto per trascorrere , per vivere . A questa mia domanda non ho mai trovato una risposta , ho solo pensieri molto negativi che mi creano un gran conflitto nel vivere la mia ipocrisia cercando l’umanità nella mia inumanità . Guardando gli altri molte volte capisco il perchè della mia inumanità . Nella maggior parte delle cose che creiamo tutto risuona di questo gelido spettro . Ogni giorno facciamo del nostro mondo una gabbia d’oro dove rinchiuderci per morire nella nostra disperazione .Una cosa veramente buffa è che noi rispetto a tutti agli altri esseri viviamo per autodistruggerci , tutti vivono per vivere ma noi no , noi siamo l’eccezione. Adesso smetto di tediarvi con un pò dei miei pensieri pesanti come quel macigno laggiù negli abissi . Un ultima cosa: Per SD volevo proporti un discorso ampio sulla sforbiciata ai nostri risparmi ,ma ti farò una sintesi . in primis cerca rapporto e proiezioni per 2010/2012 Pil Debito pubblico . Sta crescendo a Go go ( Ben oltre i parametri Europei che sforerà e dovrà rientrare ) e non smetterà certo di farlo ( il 63% sono solo spese per tutte le istituzioni ) , quindi un rapporto logico fa presupporre aumento +debito+tasse = – risparmi . Questa è per farla proprio schematica . Scusate se oggi gurdando nel cannochiale in cerca della mia terra ho guardato un pò nel kaleidoscopio dell’esistenza .

Credete a tutto ciò che sentite sul conto del mondo , nulla è troppo brutto per essere impossibile.

utente anonimo
Scritto il 24 agosto 2009 at 22:09

Ain

Scritto il 24 agosto 2009 at 22:09

Andrea grazie per la risposta.

Mi hai convinto….

utente anonimo
Scritto il 24 agosto 2009 at 22:32

Caro Andrea
forse sei l’unica persona a cui posso confidare la mia disfatta esistenziale. Sono un “uomo” che ha bruciato tutti i suoi risparmi, compromettendo il benessere della sua famiglia, operando in borsa. Sono un individuo che appartiene alla categoria degli “imbecilli” come ebbe a dire Galbraith che spesso hai citato nel tuo blog.
Rispetto alla categoria degli imbecilli, ti posso francamente dire che nel mio comportamento non sono stato mosso nemmeno dall’avidità o dal desiderio del denaro. Semmai proprio dalla scarsa considerazione o consapevolezza del valore del denaro stesso e sopratutto dalla presunzione di capire più degli altri il mercato. Ho sempre apprezzato e condiviso le tue analisi ma nella mia vicenda personale ho confuso un sano interesse per l’economia e per la finanza con l’attività della scommessa in un gioco dove ho sottovalutato la razionalità e la prudenza ha scapito della presunzione.
Non so ancora spiegarmi completamente come ciò sia accaduto ma sentivo di condividere con te e con il blog la mia solitudine e la mia disperazione.
Dopo una tale vicenda quello che si prova è come una sorta di estromissione dalla comunità civile, uno sradicamento dall’esistenza che non credo sarà facile recuperare. E non è solo per il denaro dilapidato, e per ciò che non si può confessare pubblicamente.
Grazie per lo spazio concesso.

« Da un essere umano, che cosa ci si può attendere? Lo si colmi di tutti i beni del mondo, lo si sprofondi fino alla radice dei capelli nella felicità, e anche oltre, fin sopra la testa, sì che alla superficie della felicità non salga che qualche bollicina, come sul pelo dell’acqua – gli si diano la tranquillità e di che vivere, al segno che non gli rimanga proprio nient’altro da fare se non dormire, divorare pasticcini e pensare alla sopravvivenza dell’umanità; ebbene, in questo stesso istante, proprio lo stesso essere umano che avete reso felice, da quel bel tipo che è, e unicamente per ingratitudine, e per insultare, vi giocherà un brutto tiro. Egli metterà in gioco persino i pasticcini, e si augurerà la più nociva assurdità, la più dispendiosa sciocchezza, soltanto per aggiungere a questa positiva razionalità un proprio funesto e capriccioso elemento. Egli vorrà conservare le sue stravaganti idee, la sua banale stupidità… »
F.M. Dostoevskij

Scritto il 24 agosto 2009 at 23:44

Ci sono momenti in cui ringrazio il Cielo di aver fatto scendere in mare questo veliero, di aver incontrato una nuova Umanità, di aver condiviso idee, visioni, sogni e utopie.
Ogni qualvolta sento la brezza del rispetto, la fragilità di un uomo, la bellezza di un sorriso, uomini e donne che si raccontano dentro il gelo di una finanza e di un’economia triste, ringrazio il Cielo di essere riuscito a vivere questa avventura.

Con Voi sono cresciuto, oltre le esperienze della mia vita, oltre gli innumerevoli sentieri trascorsi mano nella mano, con le giovani generazioni, educando ed a mia volta venendo educato, perchè chiunque anche il più umile degli esseri ha qualcosa da offrire al nostro essere.

Non ho mai usato la parola imbecille con nessuno, neanche se è una delle frasi di Galbraith, anche se con l’ironia ho spesso cercato di andare oltre quella parola, non certo per coloro che rischiano ogni giorno di perdere la propria vita dietro l’illusione della speculazione.

Vi sono squali e piranha che hanno distrutto l’ecosistema economico e dei mercati finanziari, squali che non aspettano altro per distruggere l’esistenza di coloro che cadono nella loro rete.

Lo spazio che ti sei preso, credimi è niente al confronto di quello che hai saputo donare, non esiste la parola disfatta nella vita di un uomo, esiste il tramonto al cui seguito la notte nasconde il sogno di una nuova alba.

E’ la triste esperienza di ogni “tossicodipendenza” che alla fine ti lascia solo, solo con Te stesso e la tua Vita.

C’è una tale carica di umiltà e di disperazione in questa lettera che sono sicuro, che sarai in grado di ritrovare la tua rotta, non solo per Te, ma sopratutto per la Tua famiglia, perchè l’ Amore spesso arriva a perdonare, li dove la notte scende buia.

Io sono qui, se posso fare qualcosa, noi siamo qui, non osare dimenticare questo spazio e anche quello mio privato, se hai bisogno di qualcosa, qualunque sia e non mollare perchè le tempeste prima o poi finiscono e la navigazione riprende.

La vita è tutto quello che abbiamo, non abbiamo nessuno diritto di lasciarcela sfuggire.

Un caro abbraccio Andrea

Scritto il 25 agosto 2009 at 00:38

ciao gente. siamo alle solite. mentire mentire mentire spudoratamente. parlo del sistema usuraio bancario. dei miserabili ladri. ma scusate, perchè dobbiamo sempre metterci in soggezione? diamogli una bella lezione. 1) ai politici. non votateli mai più, nessuno. perchè nessuno è degno del vostro voto. fateli scoppiare. 2)la soddisfazione più grande che potete prendervi è contro le banche. ve lo ridico. ritirate tutti o quasi i vostri soldi dal conto corrente. lasciate solo 100euro non di più. non vedete che è una truffa mega-galattica? non rende nulla, e vi costa 200euro l’anno. quindi? che ve ne fate? prendere lo 0,15 % l’anno? beh x fare un pari dovreste mettere come minimo sul conto 100000euro. ma poi fatevi un discorso mentale corretto, e usate molta malizia. ma perchè mi devo fare un c.c.? chi mi obbliga? alla faccia della democrazia. a chi giova tutto ciò? perchè? vogliono solo manipolarmi. usano tutte le tecinche possibili di PNL, tutta la psicologia possibile x fotterci. se loro non hanno i nostri soldini, NON possono fare quel maledetto trucco infame da mafiosi della riserva frazionaria, e creare dal nulla, ripeto dal nulla, 50 volte la cifra che hanno in cassa. avete visto che hanno fatto i fruttivendoli in francia? bravi! noi pecore italiane quando decidiamo di muoverci? e buttare a terra pure i banchieri delinquenti? non vi sembra che sia arrivato il momento di liberarci dalle catene? che sia arrivato il momento di smetterla da fare discorsi da schiavi e prendere in mano le nostre vite? dei nostri figli, e creargli un mondo migliore? basta fare discorsi di questo tipo, diventiamo finalmente uomini e donne liberi. vedi questo video. http://www.youtube.com/watch?v=7pEjwMiswOo&feature=fvst eppoi ancora. c’è un modo e un mondo migliore a cui guardare? c’è mai stato qualcuno che ha pensato-progettato una forma fattibile di mondo migliore? c’è qualcuno che ha mai provato fattivamente, qui in italia? SI, C’è. lo hanno fatto ed era riuscito. cosi’ bene che l’ex governatore fazio, un ladrone, ha in frtta efuria fatto chiudere qulla iniziativa. perchè troppo buona x il popolo, perchè era riuscita molto bene. un pericolo x la banca anzi banda d’italia. cioè il grande prof. giacinto auiriti. nessuno, dico nessuno, ha fatto quello che ha fatto lui. dovreste vedere questi video successivi, x capire bene bene il discorso. e capirete un pò di più come uscirne. video 1. http://www.youtube.com/watch?v=dkTx1lmKPh8 poi questo. http://www.youtube.com/watch?v=y60vQOatv-Y&feature=related ancora… http://www.youtube.com/watch?v=2Ewe6wq9rE8&feature=related vedrete che le sue parole di anni fà, sono tremendamente attuali. sembrano scritte 2 gg fà. http://www.youtube.com/watch?v=2Ewe6wq9rE8&feature=related ancora. http://www.youtube.com/watch?v=eJGYjVWKKrg&feature=related infine http://www.youtube.com/watch?v=4-fb-YbAIhA&feature=related se ascoltate le telefonate della gente, resterete allibiti nel sentire le lamentele e sofferenze di come sta messo il popolo. questo 8 anni fà o più. ma sembrano essere pronunciate ieri mattina. ascoltatelo vi prego. altrimenti moriremo tutti, poveri. soprattutto i vostri figli. saluti. DORF

utente anonimo
Scritto il 25 agosto 2009 at 00:44

X32,non sei un imbecille e’ la speculazione che non ha principi e si comporta come vera trappola per le persone oneste.In passato anche io ho avuto esperienze non piacevoli ma lavorando e mediando ai ribassi dopo anni sono riuscito a uscire in piedi senza pero’ riuscire a cancellare le ferite psicologiche da panico che ho provato.Questo non e’ un consiglio perche’ ogni persona e’ a se’ ma ti sono vicino augurandoti di riprenderti e di rifarti nel lavoro reale che e’ l’unica cosa che non ci tradisce.Coraggio e buona fortuna.Ciao Rich

utente anonimo
Scritto il 25 agosto 2009 at 00:55

per dorf,ma come facciamo a ritirare i soldi quando per legge non puoi acquistare e vendere sopra certi importi se non c’e’ un documento di assegno/circolare o avvenuti pagamenti con riba o cambiali,ci mancherebbe che bussino alla porta anche i finanzieri con fior di multe.Sembra che tutti siano contro il popolo per manipolare meglio la roba degli altri.Ciao serafino

utente anonimo
Scritto il 25 agosto 2009 at 01:10

X 29,Guarda che non tutti vivono nel pessimismo basta accontentarsi e capire che la salute e’ prioritaria in tutto e guardando all’orrizonte con ottimismo e fiducia potrai trovare di meglio,basta farlo.Ciao Filippo

Scritto il 25 agosto 2009 at 03:06

Per #32…

Quando piombi nella disperazione
più cupa,
ti si offre l’opportunità di scoprire
la tua vera natura.
Proprio come i sogni prendono vita
quando meno te lo aspetti,
così accade per le risposte ai dubbi
che non riesci a risolvere.
Lascia che il tuo istinto
tracci la rotta per la saggezza,
e fa che le tue paure siano
sconfitte dalla speranza.”
[Sergio Bambarén]

p.s per il resto ha già detto tutto Andrea e Rich …noi ci siamo…
Grazie… la Verità è coraggio…

Un caro saluto …
un grande abbraccio
Valentina

utente anonimo
Scritto il 25 agosto 2009 at 03:55

Si, per 32# ci siamo…
E’ vero, come dice Valentina, che ha già tutto Andrea.

Provo soltanto ad aggiungere una piccola cosa: purtroppo la manipolazione dei mercati si nutre proprio dei ragionamenti delle persone più intelligenti a capaci. Se è vero che alla lunga tutti gli elementi macroeconomici si riconciliano, nel medio e nel breve le mani forti fanno quello che vogliono. Per raccogliere il tributo di liquidità e le mele dall’albero lo scrollano a destra e a sinistra in maniera esattamente contraria rispetto a quello che ci si aspetta….

Questa è l’occasione per rimarcare come sia saggio l’atteggiamento di Andrea che pratica l’attesa in riva al fiume.

C’è chi non ha torto ha osservato (Castiglioni) che così si sta praticamente fermi e si perdono tutte le opportunità che pure in questo mercato hanno abbondato.

Ogni discorso sul punto rischia di diventare ozioso o, peggio, presuntuoso. Però alcuni punti possono essere segnati:
a) le banche centrali di quasi tutto il mondo hanno portato i tassi a zero proprio per convogliare le liquidità in una certa direzione, che è quella desiderata;
b) I primi a muoversi nella direzione voluta fanno segnare grandi risultati, invitando gli scettici ad entrare anche loro a vedere le meraviglie dentro il baraccone…..
c) Quando anche le ultime frange di scettici si saranno convinti ad entrare a rimirar le magnifiche mercanzie…..se nel frattempo i fondamentali non si fossero “girati” nel senso giusto…..
Ma questo punto della storia deve essere ancora scritto. Per ora la squadra di Mangiafuoco è tutta intenta nella dimostrazione (peraltro disagevole) di come tutto volga per il meglio. Si vendono più case, la fiducia aumenta, il PIL sale, la redditività delle imprese sale… sale anche la disoccupazione, ma è solo un piccolo, fastidioso incidente di percorso. Assomiglia ai danni collaterali dei bombardamenti.

Per Andrea:
quando dicevo “amarezza” intendevo il senso di delusione che nasce dalla constatazione del difetto di consapevolezza nella gente che, anche dopo aver subito le bastonate di questi ultimi mesi, come se nulla fosse, riprende a prendere parte alla giostra incantata di Mangiafuoco.

Per Dorf: buona l’idea di ritirare i soldi dalle banche. Soltanto che potrebbe trattarsi di piccoli pezzi di carta privi di valore. Non è neppure vero, come forse è parso a 36#, che sia vietato fare pagamenti in contanti. Facciamo chiarezza: l’unica cosa vietata è effettuare pagamenti in contanti per importi superiori a 12.500 euro. Dunque, se li abbiamo, possiamo ritirare anche 100.000 euro e tenerli sotto la piastrella. Secondo me non servirebbe a nulla. Molto meglio sarebbe convertire una parte dei propri risparmi (ammesso di averli) in oro. Questo costringerebbe le banche a fare i conti con la truffa del fiat money….

In scala enormemente maggiore questo è il modo politico di fronte al quale il mondo intero deve fare i conti. L’attenzione ai dati economici fondamentali che compie Andrea è encomiabilmente meticolosa, precisa ed estremamente pecisa. In questo momento la palla è passata del tutto alla politica. Occorre guardare alla Cina. Il problema, in sintesi, è semplice. C’è un debitore, gli USA ed un creditore, la Cina. C’è anche un fonitore ed un committente: gli stessi Paesi, a ruoli invertiti. Questa complementarietà è la chiave di volta del sistema attuale. Avete mai visto un debitore che paga i vostri servizi dandovi quello che lui vuole? per esempio stampando carta verde? Che cosa significa questo irreale silenzio sul ripudio dell’USD come valuta di riferimento dopo le schermaglie degli scorsi mesi?

Un caro saluto a tutti
Daniele

utente anonimo
Scritto il 25 agosto 2009 at 10:33

Per #32
Capire i propri errori è il primo passo necessario e doloroso per risalire.

Il secondo passo è parlare con la propia famiglia

Il terzo passo è fare fronte comune, capire che solo il sentimento di solidarietà familiare è il vero valore che conta

Il quarto passo è la sobrietà di vita e la lenta risalita.

Quello che ti è capitato potrebbe essere la più grande fortuna della tua vita, se affrontata nel modo giusto.

Solo commettendo errori si impara. Chi non fa errori non impara nulla.

Saluti
Phitio

utente anonimo
Scritto il 25 agosto 2009 at 10:38

La diffusione delle informazioni, se correttamente applicata, ha lo scopo di emancipare l’uomo dal pericolo connaturato di formulare giudizi parziali e spesso avventati per via della sua impossibilità di trascendere la propria percezione limitata dei fatti contingenti ed immediati. L’uso della ragione, se coadiuvata da una consapevolezza non distorta dei fatti, può farci tendere verso una capacità di astrazione della realtà in grado di superare i limiti di spazio e di tempo a cui siamo relegati, permettendoci di analizzare modelli sociali e abbozzare previsioni sulle conseguenze dei nostri atti. Ancora oggi però abbiamo la pretesa di costruire la nostra visione del mondo senza chiederci cosa si dispieghi oltre le “colonne d’ercole” del nostro modello economico, vittime dell’ingenua convinzione che il mondo sia dappertutto così come lo vediamo. Ma fuori dalle mura del nostro castello dorato, il mondo è ancora inchidato al medioevo, dove dilaga copiosamente la fame, la malattia, la povertà, l’ignoranza e la superstizione. Quindi, il modello economico su cui stiamo discutendo da mesi, non solo non può avere alcuna pretesa universalistica, ma per dissimulare la propria autoconsistenza ha bisogno di divorare avidamente tutto ciò che si trova al di fuori dei suoi confini. Si discute con tanta razionalità su indici, parametri, previsioni, formule, ma alla fine tutto è retto da una finzione assurda ed irrazionale, perchè non tiene conto delle variabili che stanno al di fuori. Stiamo discutendo di nulla.

Il capitalismo è un sistema di regole obsoleto che nacque in un periodo storico di matrice tardo medievale, in cui l’uomo non conosceva ancora il progresso della scienza, dove dilagava l’ignoranza, la povertà e la prevaricazione. La ragione non si era ancora davvero svegliata dal sonno della superstizione, dei miti religiosi e delle paure ataviche.La conoscenza del mondo era ancora ristretta al rango delle lente e sporadiche informazioni fornite dalle lunghe traversate in nave o a cavallo. Tuttavia, a quei tempi il capitalismo rappresentò una grande spinta per l’evoluzione antropologica in quanto portò ad una accelerazione dei processi che avrebbero segnato il cammino del progresso umano. Lo sapeva bene la regina d’Inghilterra del XVI secolo, la quale dispose il trasferimento coatto dei contadini dalle terre all’allora nascente industria manufatturiera, pena la morte. Il Capitalismo nasce dunque da fatti cruenti in quanto la gente fu privata della terra e fu costretta a riempire le file del proletariato urbano, mentre i capitali iniziali per far partire il motore di questa nuova forma di economia furono ottenuti con grandi saccheggi, con guerre coloniali sanguinose e con ingiustizie di ogni sorta. Tutto doveva piegarsi a questa nuova promessa di felicità umana, sebbene per iniziare ad attuarla sarebbe stato necessario fare razzie e spargere sangue copiosamente, esattamente come avviene oggi.

Oggi l’economia si poggia su fior di modelli matematici, si avvale delle più sofisticate tecnologie, è in grado di redigere programmi di breve e lungo termine, promette grandi piani di sviluppo dell’umanità, ma la sua sostanza rimane immutata perchè si basa ancora sull’ingenua idea di cinque secoli orsono, cioè quella secondo la quale tutto può venire regolamentato da un semplice incontro dialettico tra domanda ed offerta, che come una legge fisica fondamentale pretende di risolvere ogni contrasto tra gli elementi e instaurare un equilibrio perpetuo. Da quando poi la moneta è diventata solo carta (fine del gold standard, Nixon 1971) le soluzioni alle equazioni economiche sono davvero un fatto di pura fiducia.

Guardate che la povertà dilaga dappertutto e anche da noi sebbene coperta dai manifesti della pubblicità. Purtroppo anche i poveri continuano ad avere fiducia in questa grande lotteria a cielo aperto che è il nostro sistema economico. Se uscendo fuori di casa senza un quattrino ci accorgiamo di essere tuttavia circondati da grattacieli, aerei, tecnologie di ogni sorta, allora è facile ricadere nell’illusione che tutto ciò che vediamo sia in fondo frutto di un progresso che prima o poi prometterà anche a noi la tanto agognata emancipazione dalla nostra miseria. Dobbiamo sfuggire da questa immensa illusione e capire di essere ancora ostaggio di un modelllo di pensiero arcaico che alla lunga finirà per mostrare tutta la propria irrazionale inconsistenza. Dobbiamo avere il coraggio di ridisegnare una nuova realtà che sia frutto dell’unione tra conoscenza razionale e senso di amore fraterno, altrimenti continueremo a rimanere scissi ed alienati. Ridisegniamo l’uomo nuovo perchè il suo archetipo è già dentro di noi, iniziando ad avvicinarci a tutte le nostre sorelle e fratelli che soffrono e che nemmeno si pongono le nostre questioni astratte sui fondamenti dell’economia.

Buon fine agosto

-Marxziano-

utente anonimo
Scritto il 25 agosto 2009 at 10:44

I mercati scenderanno…
ma adesso devono salire.

Restare sulla riva del fiume come dice Andrea è corretto…
questo è un rimbalzo “tecnico”.

Il toro VERO arriverà tra qualche anno, allora potrete investire i vostri soldi senza patemi d’animo.

Serve pazienza e conoscenza…

Crisalide.

utente anonimo
Scritto il 25 agosto 2009 at 11:01

Secondo voi quando ci sarà il prossimo crollo delle borse? Non pretendo il giorno preciso ovviamente!

utente anonimo
Scritto il 25 agosto 2009 at 11:46

Ripresa? Sarano alcuni milioni in più di bottiglie di plastica buttate a ingrandire la chiazza di bottiglie nell’oceano… grande come mezzo continente.

utente anonimo
Scritto il 25 agosto 2009 at 12:04

Montecristo:

Per 43, il crollo ci sarà quando avranno convinto del rialzo pure Andrea e il sottoscritto.

utente anonimo
Scritto il 25 agosto 2009 at 12:16

per 43

Non lo diremo noi, ma lo dira il mercato quando il crollo arriverà. Punto.

Crisalide.

utente anonimo
Scritto il 25 agosto 2009 at 12:53

In attesa che Montecristo si convinca del rialzo (facci sapere Monte xkè Andrea invece non lo farà mai, se si fa convincere pure lui deve chiudere il blog per manifesta contraddizione), a sentimento direi che il prossimo ribasso dovrebbe attuarsi a fine settembre / inizio ottobre.

I limiti temporali che vedo (ripeto, da spettatore, perchè io sono completamente fuori dalle borse, 100% liquido come si usa dire) sono non prima di 1 mese e non più tardi di 3 mesi da oggi.

Nessuna pretesa di dare consigli, solo chiacchere da bar.

Perchè quello che ci interessa non è approfittare delle fluttuazioni dei mercati ma analizzare i comportamenti dei grandi di fronte ad una ricaduta.
Cosa faranno questa volta questi farabutti?
Le stesse mosse passate o questa volta, finalmente, cambieranno le carte in tavola ???

Pia illusioone.
La sensazione è che in alto siano già al corrente di quanto sta per accadere e siano ben pronti ad agire, non per il benessere comune ma per rafforzare lo status-quo con la scusa delle misure d’emergenza necessarie a salvare il mondo finanziario; ci faranno ingoiare cose che in tempi normali mai ci saremmo sognati di sopportare.

Hunter76Lima

utente anonimo
Scritto il 25 agosto 2009 at 15:11

Il presidente statunitense ha sottolineato come l’industria automobilistica stia cominciando a dare segni di vita, mentre il mercato immobiliare e quello del credito sono stati salvati dal collasso. Obama punta sulla riforma del sistema regolatorio finanziario e riconferma Ben Bernanke alla guida della Fed per un secondo mandato quadriennale. Wall Street ha aperto positiva, il petrolio ha cominciato la seduta in leggero rialzo restando al di sopra dei 74 dollari. La Casa Bianca ha annunciato che il deficit dei conti pubblici toccherà quest’anno quota 1,580 mld, pari all’11,2% del Pil, rivedendo al ribasso le stime precedenti. L’amministrazione prevede una contrazione del Pil del 2,9% nel 2009 e una crescita del 2010 durante il prossimo anno 25/08/2009

utente anonimo
Scritto il 25 agosto 2009 at 15:41

48 la notizia e’ questa devi esserti confuso…

By Roger Runningen and Brian Faler
Aug. 25 (Bloomberg) — U.S. unemployment will surge to 10
percent this year and the budget deficit will widen to $1.5
trillion next year, reflecting a “deeper recession” than
previously expected, White House budget chief Peter Orszag said.
The Office of Management and Budget also forecasts that the
U.S. economy will shrink 2.8 percent this year, worse than the
1.2 percent contraction the OMB projected in May. For next year,
the budget office said the gross domestic product will grow 2.0
percent, less than the 3.2 percent expected in May. By 2011, the
economy would be well on its way to recovery, growing at a 3.8
percent annual rate, according to the administration’s mid-year
economic review, released this morning.
The budget shortfall for 2010 will mark the second straight
year of trillion-dollar deficits. The projected deficit for the
fiscal year that begins Oct. 1 is higher than the $1.26 trillion
forecast in May and reflects expectations economic growth will
be slower this year and next because of “the severity of the
crisis in the U.S. and in our trading partners,” said Christina
Romer, White House chief economist, who along with Orszag
briefed reporters on the report.
The deficit and unemployment numbers may weigh down
President Barack Obama’s drive for his top domestic priority,
overhauling the U.S. health care system.

utente anonimo
Scritto il 25 agosto 2009 at 16:44

Temo che dopo aver manipolato la borsa, comincino a manipolare gli aggregati macroeconomici, elargendo dati falsamente positivi. Prendere in giro la gente è ormai diventata una classica e raffinata tecnica di stile.

utente anonimo
Scritto il 25 agosto 2009 at 17:08

Andrea, Valentina, Rich, Daniele, Phitio e tutti i naviganti del blog vi ringrazio per le vostre parole: non immaginate quanto mi aiutano in questo momento.

A tutti volevo dire siete miei fratelli e non vi ho mai guardato con il cuore aperto ma sempre e solo con l’occhio dell’intelletto.

Andrea! tu sai tutto di me anche se non ci siamo mai conosciuti, sento che sai del mio dolore e della mia gioia come un fratello maggiore.

Io inseguo le mie identità nell’oceano della vita anche a bordo del tuo veliero, spesso abbandono gli attracchi dove ho trovato la quiete e mi infilo nelle tempeste ed è come se le sfidassi, se sfidassi la mia natura perchè solo dove sono annichilito e vinto riscopro qualcosa di me, qualcosa di realmente umano.

Dostoevskij

utente anonimo
Scritto il 25 agosto 2009 at 17:36

Giusto #48 !

In più mi chiedo come può chi non è riuscito a prevedere questo cataclisma che è stato riconosciuto da loro stessi come ” apocalisse” e anche”baratro evitato” ,a prevedere ora che “By 2011, the
economy would be well on its way to recovery, growing at a 3.8
percent annual rate, according to the administration’s mid-year
economic review, released this morning.

MA chi ci crede?Solo gli ingenui senza un cervello proprio.
CMQ hanno ancora tante palottole a disposizione. Ma un Ottobre rosso seguito da un NOVEMBER rain(guns & roses) sta arrivando… e non è una meteorite.

Altapatag

utente anonimo
Scritto il 25 agosto 2009 at 17:37

ho sbagliato, no 48, giusto 49(è rock)

Scritto il 25 agosto 2009 at 17:40

# 51 non devi ringraziarci…non devi proprio…
Ti lascio alcune frasi di Gibran a me care, che ho imparato a conoscere ed amare durante questo viaggio,…. da parole dette e parole sussurrate…

Credo vi siano al mondo,
gruppi di persone e individui
che sono affini
indipendentemente dalla razza.
Dimorano nello stesso regno della coscienza.
E’ questa la parentela, semplicemente questa.

semplicemente questa è la parentela …semplicemente questa…

La mente soppesa e misura,
ma è lo spirito che giunge al cuore della vita
e ne abbraccia il segreto;
e il seme dello spirito è immortale.
Il vento puo’ soffiare e placarsi,
e il mare fluire e rifluire:
ma il cuore della vita
è sfera immobile e serena,
e in quel punto rifulge
una stella che è fissa in eterno.

L’ALTRO

Il tuo prossimo
è lo sconosciuto che è in te, reso visibile.
Il suo volto si riflette
nelle acque tranquille,
e in quelle acque, se osservi bene,
scorgerai il tuo stesso volto.
Se tenderai l’orecchio nella notte,
è lui che sentirai parlare,
e le sue parole saranno i battiti
del tuo stesso cuore.
Non sei tu solo ad essere te stesso.
Sei presente nelle azioni degli altri uomini,
e questi, senza saperlo,
sono con te in ognuno dei tuoi giorni.
Non precipiteranno
se tu non precipiterai con loro,
e non si rialzeranno se tu non ti rialzerai.

Kahlil Gibran

Un caro saluto…un grande abbraccio:-)
Valentina

p.s potresti venire al prossimo incontro…quando ci sarà… che dici..
vero Capitano…
a presto

utente anonimo
Scritto il 25 agosto 2009 at 17:42

Dostoevskij
hai riportato una ondata fresca di umanità che rinverdisce questo veliero …(ultimamente i commentii stavano inaridendo il legno ben stagionato)
Un rampicante verde e in fiore sale lungo l’albero maestro della nave. E’ dedicato a te Dostoevskij !

Altapat

utente anonimo
Scritto il 25 agosto 2009 at 18:14

Partirà il 15 novembre in Italia la grande vaccinazione di massa contro l’influenza «A», che riguarderà secondo i piani del governo il 40% della popolazione. Lo ha stabilito il Tavolo permanente delle Cure Primarie territoriali

http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Italia/2009/08/nuova-influenza-vaccinazione.shtml?uuid=ec6552b8-9190-11de-a5b7-5b2f724f4882&DocRulesView=Libero

evvai!!
Altapata

utente anonimo
Scritto il 25 agosto 2009 at 18:16

ciao Dostoevskij, benvenuto, se ti infili nelle tempeste a cercare la tua identità sai certamente che nel dolore si cresce, e sai anche che solo se sei in pace con te stesso puoi essere in pace col mondo.

Ti invito a guardare tutti noi col cuore d’ora in poi poichè ……….l’essenziale è invisibile agli occhi………….

il tuo nome …tutto un programma….in bocca al lupo

un abbraccio a tutti

gracav

Scritto il 25 agosto 2009 at 18:37

Secondo me le trimestrali del 3Q, che non potranno essere considerate “better than expected” (anche se in generale sarranno “in lento miglioramento” ) non potranno sostenere i valori di borsa attuali e genereranno una contrazione.

Non mi aspetterei un tracollone ma un bel riaggiustamento del 20% si, anche 25% in ipervenduto sull’onda dell’emozione.

Sulla tempistica dipende: se i CEO dei grandi gruppi cominceranno a lanciare profit warning allora la discesa comincerà a metà settembre, se “terranno duro” si potrà arrivare a metà ottobre.

Comunque sia quando leggerete le notizie sul Sole24ore sarà tardi.

Tenete d’occhio le aziende che hanno un business model short cycle.

Insomma una pacchia per chi sa fare rafting, per me le riva del fiume è ancora consigliabile.

Il Cuculo

Scritto il 25 agosto 2009 at 19:19

Per #32

La colpa è degli squali, tu sei e noi insieme a te dei pesci piccoli, mi spiace immensamente, però il tempo ti renderà migliore, devi solo chiudere con la borsa e con il gioco in generale, metti una pietra sopra alle perdite, Dio ci ha regalato un dono….DIMENTICHIAMO…..e come le piastrine in una ferita….DIMENTICARE aiuta a guarire, ma non devi fare uno sforzo per dimenticare avviene automaticamente nel tempo….però odia la borsa…e ricordati la finanza non ha niente di di serio oggi, è solo un gioco, certo ci sono quelli che vincono, anche uno ha fatto 6 ma tanti con le giocate alla ricerca della fortuna hanno ingrassato solo a CESARE e CASARONI(banche).

Scritto il 25 agosto 2009 at 19:26

x Dostoevskij,
non perdere mai la speranza specialmente nell’uomo (e nella donna).
Questa sera ti ricorderò nelle mie preghiere,ormai tutta la ciurma sa che la nonna è innamorata di Cristo.

Se non ti offendi ti do un consiglio, prova a chiudere gli occhi e rivolgi una preghiera a Maria una semplice Avemaria, sono certa che la ricordi perché non c’è mamma che non l’abbia insegnata al proprio figlio.

x Mariano,
che pena il tuo “post – sentenza” nei confronti di Andrea!!!

Non hai capito niente!!!

Su questo veliero ci sono persone piene di ottimismo e di speranza, pronte a tendere la mano a chi non è in condizioni ottimali, per problemi che immaginiamo ma che non ci sogniamo di sondare, si tende la mano e punto.

Ognuno esprime se stesso e le opinioni che ha, senza sputare sentenze come hai fatto tu.

Vedrai fra qualche anno cosa verrà fuori dai progetti dei “depressi del veliero” come tu li dipingi.

Come dice Andrea “la Verità è figlia del tempo”

Il depresso “dentro” sei tu non di certo noi!!

Se poi tu avessi l’umiltà di “comprendere” Andrea capiresti al volo quanto è “quotato” come uomo, come persona realista piena di umanità con una sensibilità fuori del comune.

Cari compagni di viaggio ho meno tempo a disposizione ma vi seguo sempre cercando di leggere tutti i vostri post.

Un abbraccio a tutti ed a presto rivederci,si credo che sia importante incontrarci di nuovo e presto.

utente anonimo
Scritto il 25 agosto 2009 at 20:25

x Dostoevskij
alle volte dobbiamo scendere per capire cosa ci sta veramente a cuore nella vita, la tua famiglia e chi ami, questi sono i veri tesori da custodire e far crescere, nessuno cresce da solo. Coraggio, ora sei tu il capitano della tua esistenza e non lasciare che la tua nave anche se danneggiata dallo scoglio si fermi, insegui i tuoi sogni, quelli veri non quelli spacciati dalla pubblicita’, nella vita ci sono alti e bassi, ma sempre abbi fiducia in te stesso, sono sicuro che sei pieno di risorse che nemmeno immagini di avere che ti aiuteranno a risolvere tutto !
Un saluto e grazie per condividere i tuoi sentimenti con noi ciurma…
Un saluto
Massimo

utente anonimo
Scritto il 25 agosto 2009 at 21:29

Grazie Dostoevskij
ci hai riportato alla realta’, a volte ci si dimentica di quanto male ci si puo’ fare cadendo. Ma rialzarsi e’ doveroso, non temere di rincorrere i tuoi sogni, le tue ambizioni, gli aerei nascono x volare, certo sarebbe piu’ sicuro tenerli in un hangar ma alla fine cosa sarebbero li a fare? ma e’ importante attrezzarli del pilota e dell’equipaggio giusto, e quell’equipaggio lo hai li con te e’ la tua famiglia e il pilota e’ l’Amore che ti porti dentro.Hai commesso un errore, un grave errore, ma l’importante e’ riconoscerlo e si e’ gia’ sulla via del ritorno, alcuni altri ricchi di boria, staccano biglietti sola andata.

Ciao e in culo alla balena

Il Fringuello

Scritto il 25 agosto 2009 at 22:07

“Ci sono fra i ricordi d’ogni uomo, cose che non si raccontano a tutti, ma appena agli amici. Ce ne sono altre che neanche agli amici si raccontano, ma appena a se stessi, e per di più sotto suggello di segreto. Ce ne sono, infine, altre ancora che persino a se stessi si ha paura di raccontare, e di tali ricordi ogni uomo, anche ammodo, ne mette insieme parecchi.”

F.M.D.

utente anonimo
Scritto il 25 agosto 2009 at 22:15

Il Cuculo #63, bello il post….scusa l’ignoranza, ma chi è F.M.D. ???

SD

Scritto il 25 agosto 2009 at 22:35

E’ sempre Fedor Dostoevskij, SD, la pennellata di Cuculo che concluderei ricordando che vi sono anche Ricordi che val la pena di riprendere in mano, togliere il sigillo e condividerli per rinascere.

Ciao …fratello Dostoevskij e un abbraccio a tutti Voi miei cari compagni di viaggio.

Andrea

Scritto il 26 agosto 2009 at 00:16

come siamo messi con la crescita mondiale? via a tutta birra, a gonfie vele? qualcuno non la pensa cosi’. leggete articolo del link.
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=6214
ciao DORF

Scritto il 26 agosto 2009 at 00:19

oops, forse l’articolo più appropriato era questo.
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=6215
DORF

utente anonimo
Scritto il 26 agosto 2009 at 00:43

per Daniele prova a ritirare in banca 100.000 euro per contanti se non ti fanno la segnalazione alla g.di finanza a cui dirai cosa hai fatto dei soldi prelevati.Serafino

utente anonimo
Scritto il 26 agosto 2009 at 01:05

x DORF,sono cambiata/o disapprovo quello che dici,ma difendero’ fino alla morte il tuo diritto a dirlo.Ciao ti voglio bene-Crisalide-

Scritto il 26 agosto 2009 at 01:13

beh serafino, mica li tiri sù tutti in blocco i 100000euro. lo puoi fare un poco alla volta. sono o non sono tuoi i soldi? quindi che cazzo vuole la banca ladrona? te li deve dare. mi pare che hai una paura bestia delle leggine contro popolo che si inventano le banche. tu tiri su, se li hai, 5-10000euro a botta. come ti ha detto daniele il limite è 12500euro. tu te ne stai sotto e nessuno ti deve dire niente. o no? x daniele. mi parli di comprare oro. ma guarda che oro o carta-banconota ha la stessa funzione. sempre è una unità di misura. non contiene il valore in sè. la devi cambiare poi in beni reali, no finti. vai dal panettiere con 1kg di oro in mano? non ci vai nemmeno con 100grammi no? l’oro,se ce l’hai, lo devi vendere e ri-trasformare in banconote. cioè come dici tu in carta igienica. il valore lo dà la gente, semplicemente accettandole queste fottute banconote. leggi queste righe.

Che cosa puoi comprare con una banconota da 10 euro? Due CD
singoli o forse quattro numeri del tuo settimanale preferito?
Ma ti sei mai chiesto com’è possibile ottenere un prodotto o un
servizio in cambio di un pezzo di carta? Dopotutto, produrre una
banconota costa soltanto pochi centesimi.
La fi ducia è preziosa
Allora perché questo pezzo di carta vale tanto? È una questione
di fiducia. sapete chi scrive questo? la BCE in persona. andatevi a spulciare il loro sito. quindi ragazzi miei o ci svegliamo, o questi banchieri centrali, bernanke in testa, ci fanno morir tutti. saluti. DORF

utente anonimo
Scritto il 26 agosto 2009 at 01:15

al 69,sei ammirevole,sagge parole.Complimenti da Sereno.Ciao.

utente anonimo
Scritto il 26 agosto 2009 at 01:54

Sig.Dorf,si hai ragione ogni settimana posso prelevare max.quella ciffra per non essere segnalati.Seguo con attenzione quello che scrivi ma mi domando come mai certe argomentazioni non sono state prese in considerazione prima, a me sembrano essenziali per la difesa del risparmio e diritto del cittadino.Oggi siamo tutti confusi e impegnati nel nostro quotidiano e non siamo ascoltati ,ci sara’ qualche politico o finanziere che conta del quale possa fare valere quello che dici o tutti se ne sbattono e perche’.Io prelevo e poi i soldi dove li metto,con la fame che c’e’ rischio di farmeli rubare e poi sempre carta ho nel cassetto, tengo in considerazione quello che hai detto in un post precedente che bisognerebbe scambiarceli tra di noi ma anche qui la legge ce lo permette
? se e’ si resta il fatto di trovare persone oneste oppure anche a una certa eta’ cooperare nel lavoro basta trovare quello giusto o forse la ragione migliore e’ spenderseli come si sono guadagnati vivendo piu’ agiatamente alla giornata pensando un po’ agli altri meno fortunati e poi domani si vedra’.Ciao Serafino.

Scritto il 26 agosto 2009 at 07:06

Dici bene come sempre ccp …a presto…
Bellissima davvero la Tua citazione Il cucolo…davvero bellissima…

Allora caro Dostoevskij cosa dici, non voglio essere insistente…ma facci un pensierino… per l’incontrarci tutti…chissà..
Ricordo ancora con immenso piacere l’incontro a Trento…fantastico…a dir poco…
(potrebbe sempre rimanere un occasione di incontro annuale non credete!?)
PG dove sei!?
Vorrei chiederti alcune cose…hai ricevuto l’ e mail? Bhe…fatti sentire…

Buona giornata….AMICI
Valentina:-)

utente anonimo
Scritto il 26 agosto 2009 at 08:03

buon giorno leggo e commento su segnalazione di un amico :
caro blogger e cari lettori, dovreste avere un po idee un po piu’ chiare su come funziona l’economia e come funzionano i mercati, invece di pensare che tutto sia taroccato o manovrato, solo perchè non riuscite a guadagnare, perchè è così…………………………………………………

non venite a dire freggnacce su etica e balle simili, non ho mai visto una persona che non sia tifoso di calcio affaticarsi tanto a gridare alle truffe non calcio.

ora il blogger puo’ dirsi amante dello sport “economia”, ma riflettete gente!!!!!!!!!!!!!, dietro tanto accanimento suo e di molti di voi si cela il tifoso della squadra che perde sempre e da la colpa agli arbitri, un vero sportivo accetta il giudizio del campo, per cui non mi perdo in inutili giri di parole.

e poi i contenuti dei commenti sono veramente patetici, ne prendo uno spettacolare :

il nr. 45

Montecristo:

Per 43, il crollo ci sarà quando avranno convinto del rialzo pure Andrea e il sottoscritto.
——————————————

ma leggetelo per cortesia ……….. si da del co….ne da solo!!!!!!
prova dimostrata pratica della persona che entra su massimi, senza appello.
già qui non ci sarebbe da aggiungere niente è il riassunto della qualità media dei commentatori.

ma non basta, ho trovato una vera chicca del blogger, in un suo commento invitava a discutere sulla seguente operatività :

comprare trentennali e coprirsi con CDS.

dimostrazione pratica ed immediata del fatto che non sa nemmeno di cosa sta’ parlando.

l’operazione in se non ha senso, perchè la copertura sui trennali si fa con gli swap (sui tassi), e non i credit default swap.

ma si tanto e’ tutto uguale e tutto cosi pressapochistico,
non confondete la verdura con la cultura.

amico mio avevi ragione, ehehehhe

utente anonimo
Scritto il 26 agosto 2009 at 08:32

Per #56, Altapatagonia

Che ne dici di un po’ di sano complottismo ?
Secondo te, ma perchè le vaccinazioni sono pronte, oltre che per i soggetti malati e a rischio, per la popolazione da 2 a 27 anni ???
Mi avrebbe detto qualcosa di più se fosse stato da 2 a 18 anni … ma 27 proprio non mi torna ….

Per #74

Per favore, piccolo Troll, hai sbagliato blog … vedi di non disturbare oltre

Hunter76Lima

utente anonimo
Scritto il 26 agosto 2009 at 09:13

Ehi #74 complimenti x la tua sagacia….

Certo la copertura integrale di una posizione sul 30ennale la si fa con gli swaps sui tassi, ma il senso dell’operazione di comprare 30ennali e coprirsi con CDS (quinquennali) era nel senso di puntare ad un sistema deflattivo di medio periodo con continuo incremento dell’indebitamento pubblico causa susseguirsi continuo di politiche di stimolo mi pare, scenario di cui qui spesso si parla.

ma ovviamente se non si segue non lo si sa…

il Fringuello

utente anonimo
Scritto il 26 agosto 2009 at 09:30

76

ancora piu’ evidente l’estraneità al mondo della finanza.
se vuoi speculare in ottica di scenario deflattivo di medio periodo, la tecnica non è assolutamente questa, e poi CDS su cosa?
dai dai andate a fare altre cose

Scritto il 26 agosto 2009 at 10:25

Già, io non conosco i mercati … un limite? o un vantaggio? Che fortuna (?!) invece QUELLI che sanno e conoscono tutto … MA non vorrei essere in loro. Ho la presunzione però di voler conoscere l’ESSERE UMANO e vorrei GUADAGNARE da un sorriso o da un abbraccio di un amico sincero e magari costruire con lui un sentiero più adatto al mio “passo” … e non essere “costretta” a percorrere le strade tracciate da altri come se fossi un robot. Camminare insieme sulle stesse strade senza l’angoscia di doversi guardare le spalle, senza la paura di essere pugnalati da “amici” …. :-))))))))))

PENELOPE by Jovanotti
Le navi partono per mare
ma il cuore resta qua
gli dei ci truccano le carte
per confondere la verita’
C’e’ scritto nella bibbia che il signore
si servi’ di una puttana per entrare a Gerico
e Venere era strabica Beehtoven era sordo
ed era bassa e mora Marylin Monroe
e Superman si veste in giacca e cravatta
per nascondere ai terrestri la sua vera identita’
il diavolo ha una fabbrica di pentole
ma per quanto possa insistere i coperchi non li fa
Colombo navigo’ fino ai Caraibi ma poi non ballo’
la salsa con la gente che incontro’.
Mosi guido’ il suo popolo alle porte di Israele
ma mori’ la’ sulla soglia e non entro’

E tutti quanti ballano sul ritmo giusto
e intanto Penelope tesse la sua tela

nell’ora di punta

Cenerentola si e’ presa una sbandata
pero’ sa che a mezzanotte tutto quanto finira’
allora si organizza perche’ dopo mezzanotte
qualche cosa resti mentre tutto scorre e se ne va
e Giuda non si e’ mai capito bene
se quel bacio fu un tradimento o la piy grande fedelta’
e Chiara era una ricca signorina
che divenne ancor piy ricca quando amo’ la poverta’

le navi partono per marte
ma il cuore resta qua
gli Dei ci truccano le carte
per confondere la verita’
e intanto Penelope tesse la sua tela
nell’ora di punta
e intanto Penelope tesse la sua tela
nell’ora di punta
e tutti quanti ballano sul ritmo giusto
nell’ora di punta
e tutti quanti ballano sul ritmo giusto

se io mangio due polli e tu nessuno
statisticamente noi ne abbiam mangiato
uno per uno

e intanto Penelope tesse la sua tela
nell’ora di punta

Leonardo seziono’ diversa gente per scoprire
che la mente non si vede ma ce l’hai
e Nobel invento’ la dinamite ed il premio per la
pace per chi non la usasse mai
e Dante identifico’ l’amore nel profilo di Beatrice
pero’ un’altra lui sposo’
e Marley era figlio di una nera e di un marinaio bianco
ed il mondo conquisto’
Mercurio c’ha le ali alle caviglie e i messaggi li
consegna anche se uno non li aspetta
e Fred scopri’ che quando il ritmo e’ giusto
non ha niente a che vedere con quello della lancetta
Adamo mori’ e venne seppellito con un seme nella bocca
e quel seme germoglio’
divenne un grande albero
ci fecero una croce e quella croce Gesu Cristo sanguino’.

Buona giornata
Elisa

utente anonimo
Scritto il 26 agosto 2009 at 12:55

76 sei un poveretto cos’e’ non ti risultano i cds sui governativi a 5 anni? vai x altri lidi e studia un po’ caro prima di dare lezioni in giro….
totalmente estraneo al mondo e non solo a quello della finanza… e’ grazie a gente come te che siamo arrivati a questo… supponente presuntuoso poveretto (d’intelletto s’intende)

il Fringuello

utente anonimo
Scritto il 26 agosto 2009 at 13:46

lascia perdere straccione e grazie di esistere, a volte provavo pena per i fessi che venivano strapazzati dai mercati, ora ti dico :
grazie di esistere, è giusto che esisti, se non ci fossero persone come te, non si potrebbe speculare…

p.s. giusto per la cronaca e per amore della verità leggi bene la mia risposta, dimmi dive dico che non esistono i cds a 5 anni?
la domanda che facevo era cds su cosa? in quanto non era specificato, ma ripeto il senso era una comunque un altro, ma non mi aspetto che capisci
già il tuo nickname la dice tutta.

ti saluto comunque, mi piacerebbe farti sapere con chi hai parlato, ma questo è il bello di internet…………………………………………………..

perchè come diceva il grande Alberto Sordi in un memorabile Film.

PERCHE’ IO SO’ IO E VOI NUN SIETE UN CAZZO.

utente anonimo
Scritto il 26 agosto 2009 at 14:10

Beh fortunatamente anche modesto, infatti non sbagliavo, presuntuoso e supponente oltre che culturalmente poveretto. A me non farebbe affatto piacere farti sapere chi sono invece… se no che gusto ci sarebbe… gia ne sento 1000 al girno di rompiscatole che scrivono fregnacce, non ne aggiungerei un altro alla lista, e soprattutto a te grazie di esistere e di essere esistito negli ultimi 3 anni. Ci si vede sul mercato caro anche se non saprai chi sono… spero un giorno sia proprio tu a farmi un denaro o una lettera…ahahahahaha

Il Fringuello

Scritto il 26 agosto 2009 at 16:36

PER 80……….

Alberto Sordi era un attore e tu sei una persona che mi ha imposto di distogliermi dal lavoro per esprimere tutto il mio disgusto al tuo maleducato comportamento.

Hai scritto tutto tu non serve aggiungere altro.

No una cosa la voglio aggiungere:
c’è sempre possibilità di cambiare ma occorre guardarsi dentro e scendere giù dal piedistallo.

buona serata a tutti i naviganti

Scritto il 26 agosto 2009 at 18:49

Ouch…..abbiamo un professionista a bordo, peccato che alle volte anche i professionisti non sanno leggere…….

” ….. Ammettiamo che un fondo pensione, viste le caratteristiche dei suoi investimenti compri titoli trentennali da destinare al suo portafoglio.

I fondi pensione e quelli assicurativi beneficiano di un basso livello di inflazione in quanto l’inflazione eroderebbe i margini di tali fondi.

Più l’inflazione è alta e più i fondi pensione ed assicurativi devono remunerare i propri iscritti.

Cosa meglio degli swaps quindi contratti assolutamente derivati indicizzati all’inflazione, rigorosamente over the counter come tutti gli altri derivati.

Si tratta di un contratto tra due parti chi vende inflazione e chi la compra che si accordano per scambiarsi flussi.

Senza entrare nel dettaglio di un contratto se il tasso reale di inflazione è inferiore a quello stabilito il venditore di inflazione guadagna ma se invece è superiore l’acquirente realizza il profitto.

Nella sostanza sono curioso di comprendere quanti saranno domani i venditori di inflazione, ovvero quelli che scommetteranno su una lunga fase deflativa, ma più in particolare quali saranno le controparti in grado di accettare un tale rischio e quale sarà la loro dimensione e patrimonialità di fronte ad un’eventuale esplosione dell’inflazione, una sorta di scommessa sempre over the counter, che se massificata, potrebbe fare esplodere una crisi sistemica di proporzioni inedite……

Questo è quello che ho aggiunto dopo, per dovere di cronaca, anche mi permetterei di aggiungere che qualche bella copertura con i CDS è possibile farla in un’altra maniera per coprire il rischio di un titolo a reddito fisso…..ma probabilmente è troppo semplice per una mente illuminata.

Con ammirazione Andrea

utente anonimo
Scritto il 27 agosto 2009 at 09:51

Fringuello, ti avevo messo in guardia.

Non dare da mangiare al Troll !!! (che per inciso, nel gergo dablog, vuol dire non discutere con chi ha il solo è unico intento di portare confusione e scompiglio in un blog)

Ora il Troll al 74,77,80 è soddisfatto perchè ha raggiunto il suo intento (creare attrito,malcontento e insicurezza)

Lasciamolo pure correre felice sui prati in fiore e nei boschetti delle fiabe da cui è venuto.

Hunter76Lima

Scritto il 3 dicembre 2009 at 15:03

Hi fellas nice blog also let me tell you  Online Pharmacy , is the faster way to get ur pill from home . The Jackson Hole Explorer is brought to you by the Jackson Hole Chamber of Commerce. This is the online version of our travel magazine to assist you in your travel planning to the area. Here is where you will find the lodging, activities, attractions, and services available from the Jackson Hole Chamber Members.

Scritto il 3 dicembre 2009 at 15:03

Hi fellas nice blog also let me tell you  Online Pharmacy , is the faster way to get ur pill from home . The Jackson Hole Explorer is brought to you by the Jackson Hole Chamber of Commerce. This is the online version of our travel magazine to assist you in your travel planning to the area. Here is where you will find the lodging, activities, attractions, and services available from the Jackson Hole Chamber Members.

Scritto il 3 dicembre 2009 at 15:03

Hi fellas nice blog also let me tell you  Online Pharmacy , is the faster way to get ur pill from home . The Jackson Hole Explorer is brought to you by the Jackson Hole Chamber of Commerce. This is the online version of our travel magazine to assist you in your travel planning to the area. Here is where you will find the lodging, activities, attractions, and services available from the Jackson Hole Chamber Members.

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Inutile nascondersi dietro un dito. Per gli investitori, la tragedia del Ponte Morandi di Genova
Che vi dicevo, non passa neanche una settimana dalla benedizione del dollaro forte che il nostro
Si delinea sempre più forte il decoupling tra l'andamento della borsa USA e quello degli altri li
Analisi Tecnica Si conferma la rottura ribassista del trading range. L'accelerazione al ribasso
DJI Giornaliero Buonasera, eccoci di nuovo con l’analisi sullo storico indice americano.
Stoxx Giornaliero Buongiorno, per una manciata di punti non si è materializzato lo swing inc
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Che si iniziasse a sentire “odore di bruciato” ve l’avevo segnalato già una vita fa. Ripren
Ftse Mib: l'indice italiano persiste nella fase di correzione avviata a maggio di quest'anno e con i
Ormai la frittata è fatta. Il ponte Morandi è crollato, lasciando nel disagio assoluto una cit