CHIUNQUE DIMENTICA IL SUO PASSATO E' DESTINATO A RIVIVERLO!

Scritto il alle 23:56 da icebergfinanza

 " Leading economists say improvement in business will come through cuts in output eventually reducing inventories. " Newsfrom1930

" I principali economisti…sussurrano un miglioramento nelle attività economiche avverrà  attraverso tagli alla produzione, al fine di ridurre gli inventari.

However, output cuts do in turn cause further cut in consumption due to reduced purchasing power, and “the vicious circle continues until the point of minimum consumption is reached.” This then causes recovery as production is increased.

Tuttavia, la produzione si riduce a sua volta a causa di un ulteriore taglio ai consumi, dovuto ad una riduzione del potere di acquisto e il circolo vizioso continua sino al punto in cui il punto di consumo minimo è stato raggiunto.

Questo provoca quindi il recupero della produzione che è aumentata.

Low production this year has been “working toward an ultimate cure of the overproduction situation.

La bassa produzione di quest’anno è il risultato di un lavoro verso una cura definitiva della situazione attuale di sovrapproduzione.

Queste sono parole pronunciate il 16 agosto del 1930, all’inizio della Grande Depressione degli anni trenta, parole che già allora come in una nemesi storica infinita riportavano l’eccesso di produzione allora esistente, facendo cenno al ciclo delle scorte, visto come sostegno alla futura ripresa. Si accenna alla riduzione del potere di acquisto, si parla di consumi, si accenna ad una cura definitiva……nel primo anno della Grande Depressione, come se la crisi fosse finita.

Sovrapproduzione, consumi, potere di acquisto, redditi e aggiungetevi pure il deleveraging in corso, l’imponente rientro dalla situzione di iperindebitamento, raggiunta in questi anni e avete quanto da tempo è scritto nelle mappe di Icebergfinanza, la rotta per comprendere questa crisi dal punto di vista macroeconomico, che ne contempla innumerevoli direzioni , punto di vista che non è il solo da osservare, in quanto principalmente questa è una crisi antropologica.

Ora il nuovo orizzonte è la Delazione, la rotta è segnata, nel prossimo mese, cercherò di mettere insieme una mappa il più semplice possibile per comprendere insieme le possibili mete del ciclo economico, per comprendere perchè l’inflazione è attualmente sotto scacco.

Credo che la Storia sia maestra di Vita, in ogni campo della vita umana, sia esso scientifico o umanistico; se ho intravisto e compreso questa crisi prima di molti altri è grazie all’orizzonte storico assecondato ed accompagnato attraverso l’analisi fondamentale, che da sempre mi affascina, un orizzonte dove scolpito nella pietra sta, l’insegnamento che molti amano dimenticare.

“While the crash only took place six months ago, I am convinced we have now passed through the worst — and with continued unity of effort we shall rapidly recover. There has been no significant bank or industrial failure. That danger, too, is safely behind us.”
– Herbert Hoover, May 1, 1930

" Mentre il crollo è avvenuto solo sei mesi fa, mi sono convinto che ormai siamo passati attraverso il peggio, e continuando nell’unità di intenti e sforzi, noi recupereremo rapidamente. Non vi è stato alcun significativo fallimento bancario o industriale. Questo pericolo, è sicuramente dietro di noi. "

Certo la Storia non si ripete, ma come diceva Mark Twain alle volte fa la rima!

" Chiunque dimentica il suo passato è condannato a riviverlo! " ( Primo Levi ) 

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 2.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
CHIUNQUE DIMENTICA IL SUO PASSATO E' DESTINATO A RIVIVERLO!, 2.0 out of 10 based on 1 rating
39 commenti Commenta
utente anonimo
Scritto il 17 agosto 2009 at 07:41

*deflazione

utente anonimo
Scritto il 17 agosto 2009 at 08:23

Ciao Andrea ciao cari compagni di viaggio.

Ho avuto un bel da fare in questo periodo e me ne aspetta uno ancora piu’ intenso, quindi son dovuto andare un po’ a ritroso nella lettura dei post x recuperare un po’ di mare. La memoria cosi’ come la logica in genere sono 2 caratteristiche essenziali della mente umana, quando la memoria e’ corta e le scelte illogiche allora l’errore e’ dietro l’angolo, le speranze, quelle vere, si fondano su memoria storica e lucida consapevolezza della realta’. Mi sono stupido nel leggere alcuni commenti che arrivano da soliti anonimi che vedono questo vascello alla deriva… eh quant’e’ facile criticare il lavoro altrui senza lavorare x controbattere, e ancor piu’ facile farsi cogliere da facili entusiasmi e bolle ormai bollite.
Un abbraccio a tutti.

Il fringuello

utente anonimo
Scritto il 17 agosto 2009 at 10:54

La storia nonsi ripete, a volte però gioca a copiare di brutto.
Adesso che l’overdose di ottimismo è stata sparata in vena, batterie intere di pollastri andranno a cercare le azioni più promettenti dei prossimi mesi. Gli amici di Goldman Sachs, Lehman Brothers (tramite prestanome), Merrill Lynch grazie ai loro rating sapranno consigliare bene bene.
Le bolle… nascon sempre così, innocenti, poi pufff, in un lampo.
E loro sempre lì. E i pollastri sempre arrosto.

utente anonimo
Scritto il 17 agosto 2009 at 12:13

quindi tutto l’ottimismo di regime sparso a piene mani in questo periodo è l’ultimo tentativo di scongiurare il loro incubo: la DEFLAZIONE

o sbaglio?

utente anonimo
Scritto il 17 agosto 2009 at 12:23

Esiste un governo ombra dotato di una propria forza aerea e navale, di un proprio sistema di autofinanziamento, capace di manipolare l’opinione pubblica e di perseguire i propri ideali di interesse nazionale, privo da ogni forma di controllo e non sottoposto al rispetto della legge stessa.
Daniel K. Inouye, Senatore degli Stati Uniti

Altpat

Scritto il 17 agosto 2009 at 12:48

Allacciate le cinture di sicurezza perchè tra qualche giorno si scende alla velocità del 1929…..

L’Occidente è in Bancarotta!!!

La città di Barack Obama non ha più soldi nelle sue casse.

http://www.repubblica.it/2009/08/sezioni/esteri/chicago-chiude/chicago-chiude/chicago-chiude.html

utente anonimo
Scritto il 17 agosto 2009 at 14:00

Intanto l’empire grida ripresa … e allora com’è sta storia della seconda onda ?

utente anonimo
Scritto il 17 agosto 2009 at 14:48

Oro Orooooooo !!!!!!!!!

Scritto il 17 agosto 2009 at 14:58

http://www.businessweek.com/the_thread/economicsunbound/archives/2009/08/the_retail-impo.html

Qualcosa accadrà nel tempo , e non sono sicuro sia quello che ha in mente Andrea.

Come ho detto molte volte il problema principale NON è nei modelli di consumo, se vogliamo è negli stili di vita, ma in senso molto laterale.

Il Cuculo

utente anonimo
Scritto il 17 agosto 2009 at 15:02

L’indice chiave sul settore manifatturiero nello stato di New York evidenzia ad agosto un deciso miglioramento, sorprendendo in positivo le attese.

L’indice Empire State, messo a punto dalla Fed di New York, è salito questo mese a 12,08 punti dal -0,55 di luglio, rispetto a una mediana del consensus a 3.

La voce sull’occupazione è passata a -7,45 dal -20,83 di luglio, quella sui nuovi ordini a 13,43 da 5,89.

Sia per l’indice sia per la voce sui nuovi ordini il risultato segna il massimo dal novembre 2007.

utente anonimo
Scritto il 17 agosto 2009 at 15:52

STA PREPARANDOSI IL PANICO?

Stiamo cercando di leggere quale dei due mostri di lungo periodo, la deflazione o l’inflazione, colpiranno per prima l’economia, anche se forse stiamo dimenticando il brevissimo periodo.
Noi ci siamo dimenticati per un attimo delle borse, chi è un pò navigato sa che un tonfo come quello che c’è stato qualche decina di mesi fa, non può essere assorbito con tanta velocità.
La capacità della borsa è quella di anticipare di un pò di (da qualche settimana a sei mesi), l’evolversi dell’economia.
Il colpo di grazia di questa crisi potrebbe arrivare dalla borsa, la sensazione è quella di vedere scatenare da un momento all’altro, un fuggi fuggi generale.
La prima crisi borsistica è stata tragica, ma non ha assunto connotati da panico, ma la secondo ondata potrebbe essere da “si salvi chi può”.
Anzi mi permetto di essere catastrofista….l’aria che circola in queste ora è quella da “caduta degli Dei”.

-IL Compasso-

Scritto il 17 agosto 2009 at 16:02

E dove circola quest’aria… ?

Il cuculo

Scritto il 17 agosto 2009 at 16:55

qui più che catastrofisti ci sono tanti ribassisti che si sono messi short e adesso tifano per il tonfo.

ad malora
Il cuculo

utente anonimo
Scritto il 17 agosto 2009 at 17:12

invece ..tu sei long ????

Scritto il 17 agosto 2009 at 17:20

Non pretendo che chiunque sappia o impari ad interpretare i dati che puntualmente la macchina mediatica americana fornisce ai mercati per evitare una sorta di oblio che non piacerebbe ai merati stessi.

Se ormai da oltre tre/quattro mesi vado ripetendo che abbiamo assistito ad una fase di ” destocking” ovvero quel movimento che vede le imprese utilizzare le scorte senza rinnovarle per poi dare il via ad una loro ricostituzione, ricostituzione che assicura la temporanea illusione di una ripresa il riferimento è ovvimente al settore manifatturiero.

Premesso che il distretto di New York è essenzialmente un distretto di servizi prima che manifatturiero, premesso che come abbiamo visto venerdi dai dati della produzione, solo la favola delle rottamazioni ha evitato per l’ennesima volta un ampio segno negativo e nonostante tutto ha consegnato un dato sui consumi negativo, non dimenticate il settore dei servizi, il quale conta ormai per quasi 2/3 dell’economia americana ed è quello che provvede alla domanda aggregata finale, attualmente assente!

Se poi qualcuno ha scorto una luce, in fondo anche un fondo di bottiglia lucica.

Andrea

Scritto il 17 agosto 2009 at 17:50

non sono nè long nè short, sono fuori dalla borsa e non investo in opzioni e derivati.

Scritto il 17 agosto 2009 at 17:53

z

utente anonimo
Scritto il 17 agosto 2009 at 19:01

Montecristo

Avete sentito oggi? lo stato della california emette cambiali per pagare i suoi creditori.Come vorrei che non ci fosse un crollo ma purtroppo non basta essere ottimisti per bloccare il corso degli eventi.

utente anonimo
Scritto il 17 agosto 2009 at 19:09

la ringrazio Andrea per la veloce risposta al mio commento sull’empire.

utente anonimo
Scritto il 17 agosto 2009 at 19:29

Come diceva Altapatagonia #63 di ieri; ieri c’è stato un certo nervosismo nel blog.

Personalmente accetto le critiche di Crisalide #62, non pretendo di conoscere e sapere tutto; ma il signoraggio non mi “piace” come sistema (intanto non cambierà facilmente) e concordo moltissimo con quello che scrive Dorf, credo che la pensiamo allo stesso modo sul fatto che quasi tutti i problemi nascono dalla MONETA….il resto è solo un contorno.

Se poi qualcuno di Voi è convinto che craere soldi dal nulla e come “gli pare e piace” al sistema vada bene….ok.,..che li creino. Io non posso impedirlo ma cercherò di difendermi (per quanto possibile).

In questo minuscolo (anzi moooolto meno) mondo siamo in 6-7.000.000.000 di persone UNICHE con quasi altrettante opinioni e modi di pensare, persone che stanno subendo anche in maniera pesante (sino alla morte) queste cose……se secondo Voi è giusto!!!

Quello che sta accadendo in California e a Chicago….quando arriverà in Italia?????
Che non sia il caso di dare ascolto a qualche consiglio di Dorf???

Un saluto e vedremo per fine anno.

SD

Scritto il 17 agosto 2009 at 19:44

Chicago e la California, sono solo la punta di un iceberg che nella massa sottostante nasconde il fallimento di questo sistema, un sistema da riformare, incominciando dalla sostenibilità, una parola che per molti non significa nulla, ma che è l’essenza della possibile ripresa futura.

Si potrà discutere per anni di quale sia il limite della sostenibilità, ma come la nostra libertà finisce dove incomincia quella dell’altro, la sostenibilità incomincia la dove la responsabilità di un uomo o di una donna tende al rispetto di ogni essere umano.

Andrea

utente anonimo
Scritto il 17 agosto 2009 at 19:52

(ANSA) – BERLINO, 17 AGO – Il governatore della Banca centrale tedesca, Axel Weber, teme che i problemi per il sistema bancario tedesco non siano finiti. Nonostante i recenti segnali di ripresa della congiuntura, la recessione, ha detto il consigliere della Bce, si riflette sulle banche in una fase successiva. In particolare, ha spiegato al quotidiano Sueddeutsche Zeitung, la raffica di insolvenze di privati cittadini e societa’ avra’ delle ripercussioni sugli istituti di credito.

La Germania ha annunciato nuove regole per rendere più rigide le procedure di gestione del rischio delle banche tedesche, aumentare i poteri dei comitati di supervisione nei confronti dei manager ed eliminare le pratiche di compensazione eccessivamente focalizzate sulle performance di breve periodo. Saranno previsti stress test per tutti i fattori di rischio identificabili, in particolare per possibili carenze di liquidità. Per la prima volta è prevista la possibilità che i banchieri possano essere costretti a restituire i bonus ricevuti qualora abbiano preso rischi ingiustificabili per ottenere performance di breve periodo

utente anonimo
Scritto il 17 agosto 2009 at 20:03

Ma porca miseria SD non hai capito ancora niente del signoraggio.
Ti sta antipatico? bene.

Ma perchè parlare quando non si sa di cosa si sta parlando??

Crisalide

utente anonimo
Scritto il 17 agosto 2009 at 20:12

Andrea sei il mio idolo. come fai ad essere cosi preparato ed acuto?? gente come te la vorrei in politica, in banca, come amico e come professore. ogni volta che accedo sul tuo post resto di stucco e perdo ore di sonno a riflettere. sei geniale, e sicuramente sottovalutato. mi raccomando non lasciare mai questo blog sguarnito!
un caro saluto e stima,

c.

utente anonimo
Scritto il 17 agosto 2009 at 20:27

Per Crisalide #23 forse sul signoraggio non ho capito ancora tutto.

Ma almeno io (e Dorf) in qualche modo mi espongo alle critiche facendo qualche commento personale.

A proposito i 40.000 mq di terreno di cui parlavo giorni fà…..li hanno già “comprati”……con i soldi fatti di niente hahahaha. Ed un altro si stà “mangiando” la casa per, vedremo chì la compra.

SD

utente anonimo
Scritto il 17 agosto 2009 at 21:12

alcuni libri da leggere x capire il problema del furto colossale che fanno sulla nostra pelle.

Bibliografia:

Allais Maurice, La crisi mondiale ai giorni nostri, etienne.chouard.free.fr, 1988.*
Auriti Giacinto, Il paese dell’utopia, Tabula Fati, 2002.*
Auriti Giacinto, Il Valore del Diritto.*
Auriti Giacinto, La quarta funzione costituzionale dello Stato: la Sovranità Monetaria.*
Auriti Giacinto, L’ordinamento internazionale del sistema monetario.*
Coogan Gertrude Margareth, I creatori di moneta, Ar Editrice, 1998.
Federal Reserve Bank of Chicago, Modern Money Mechanics, Public Information Center, 1992.*

Tarquini Bruno, La banca, la moneta e l’usura, Controcorrente, 2001.

*: tutti questi testi e documenti sono gratuitamente disponibili in internet.
Webliografia:

http://www.signoraggio.com
http://www.primit.it
http://www.sovranitamonetaria.org
http://www.bellia.com
http://www.signoraggio.info
http://digilander.libero.it/afimo/
http://www.simec.org
http://www.bancaditalia.it
http://www.tesoro.it
http://www.ecb.it
caro silvano. i tuoi soldi sono GIà carta igienica. lo sono tutti. però basta che non lo sappia il popolo. finchè la gente accetta questa cartaccia come mezzo di scambio, tutto va bene. e il giochino del padrone (banchiere) va a gonfie vele. bella la franciacorta, belle zone. per la storia del 3% depositato nelle banche. è cosi’, non è colpa mia. tu fai come vuoi,lasciali pure li’. quel giorno in cui saremo nelle condizioni di boston e san francisco, e hai bisogno di liquidi, prova a ritirarli dalla tua banca se ce la fai. non ti ricordi la corsa agli sportelli in UK alla northern rock? e le corse alle banche x ritirare in america? prega DIO che non salti la UNIDEBIT perchè allora si’ succede un macello. ti dico solo, chi prima arriva, meglio alloggia. putroppo è cosi’. cioè chi prima arriva in banca a ritirare i suoi soldi gli andrà bene. dal terzo in poi (correntista) niente da fare! vedi tu. oppure comprati 20 kg d’oro. te li metterai nella bara quando sei morto. l’oro lo puoi mangiare? che te ne fai? è un’altro mezzo di scambio come il denaro cartaceo. una mera convenzione. un’altra invenzione dell’uomo. levare l’avidità umana? bella impresa. ti mando anche dei video da visionare da youtube.
Video scaricabili da http://www.youtube.com:

Money as debt (sott. Ita)
Genius Seculi (Ita)
The money masters (sott. Ita)
Auriti, l’inflazione e l’emissione di moneta
Moneta al popolo

Si consiglia di ricercare su Google e Youtube le seguenti parole-chiave: signoraggio, riserva frazionaria, debito pubblico, Banca d’Italia, Bce, Fed, Auriti, Lincoln, Kennedy.

Si ringrazia dell’attenzione
bye DORF

utente anonimo
Scritto il 17 agosto 2009 at 21:20

Scusa dorf e allora con i miei risparmi cosa dovrei farci????? rassegnarmi che non esitono gia piu’?????
Marco

utente anonimo
Scritto il 17 agosto 2009 at 21:56

Marco #27 No comment…….

utente anonimo
Scritto il 17 agosto 2009 at 22:30

A quello che sopra parlava dell’Empire State Index quasi come se fosse l’indicatore della provvidenza…

forse sarebbe il caso di informarsi meglio, e magari una volta saputo che trattasi di una indagine mensile che viene fatta nello stato di New York prendendo come campione un centinaio di manager e chiedendo loro che tempo farà a settembre… forse…

utente anonimo
Scritto il 17 agosto 2009 at 22:32

Significativo come tutti i TG del nano-regime a rete unificata abbiano trattato la notizia del fallimento della città di Chicago alla stessa maniera del classico fidanzamento tra un calciatore e una velina.

utente anonimo
Scritto il 18 agosto 2009 at 00:27

x Crisalide,ho studiato la tua personalita’,anche a me piace volazzare ma non per questo sono vanitoso,cerca di essere gentile con Dorf accettando le sue verita’ se non vuoi che liberi il tuo segreto.Rich

utente anonimo
Scritto il 18 agosto 2009 at 00:34

DOVE’ IL PANICO?

Leggetevi questo articolo del Sole24ore, se il signore citato ha solo un briciolo di ragione, abbiamo ammirato la più grande bufala della borsa dopo la NewEconomy.
Voi pensate che la Cina abbia
fatto un miracolo economico, io dico che non c’è nessun miracolo, la Cina è troppo grande perchè ci sia uno sviluppo armonico e generalizzato.
La Cina dei prossimi anni somiglierà all’altro gigante arddormentato che ha poi cavalcato la tigre cioè l’Indonesia, una semidittatura con aree all’avanguardia e una grande massa di sottosviluppo.
State certi che alla Cina non gli basteranno altri cinquantanni per raggiungere degli standard paragonabili a quelli Europei e tantomeno a quelli Giapponesi.

http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Finanza%20e%20Mercati/2009/08/borsa-cinese-schema-ponzi-bolla-speculativa.shtml?uuid=654c8f5e-8b31-11de-af46-a0df39fd03cb&DocRulesView=Libero

utente anonimo
Scritto il 18 agosto 2009 at 00:35

Ho dimenticato di firmare il #32

-IL Compasso-

utente anonimo
Scritto il 18 agosto 2009 at 00:49

IL POST DI DORF ci fa’ molto riflettere e non dobbiamo dimenticare il passato,solo fino a qualche mese fa’ anche in Italia c,era la fila di persone fuori delle banche a ritirare i risparmi e dopo tutto tace con la garanzia dello stato e della banca d,Italia.Le cicale canteranno sempre perche’ la formica sara’ costretta a investire i suoi risparmi e fare compagnia alla cicala.E’ meglio che ci pensi domani.Ciao Silvano

utente anonimo
Scritto il 18 agosto 2009 at 01:34

X compasso,non ti sembra di essere un po’ schizzato esagerando da un opposto all’altro,la caduta degli dei? se e’ cosi’ prima saranno spariti i poveracci come noi e a questo punto se non ci siamo gli altri possono fare quello che vogliono. Dorf ha ragione, i politici e le banche ci hanno messo tra l’incudine e il martello per troppo tempo, deve rinascere il popolo a dettare la legge ma non lo fa’ perche’ si sente ancora agiato e protetto, finche’ il maiale da’ il prosciutto tutti stanno zitti e non hanno il coraggio e poi quando non c’e’ niente da mangiare fanno presto a fare piazza pulita.Ciao Rich

utente anonimo
Scritto il 18 agosto 2009 at 03:18

L’espressione “caduta degli dei” la uso per dire che potrebbero fallire, o essere statalizzate, istituzioni di primaria importanza, in diversi stati e ciò mi sembra un’ipotesi molto verosimile.
La cosa ritenuta poco probabile (ma non impossibile), è che salti l’equilibrio artificioso, sorretto dalle banche centrali, sui cambi con il dollaro. Allora l’espressione appropriata sarebbe “sconvolgimento”!
Oggi buona parte dell’equilibrio mondiale si regge sul valore del dollaro, ma se dopo la forte svalutazione di tutta la ricchezza USA, si decidesse di abbandonare la divisa a stelle e strisce, in quel caso
lo scenario sarebbe da far tremare i polsi.
Il dollaro si svaluta fortissimamente, lo Yuan, il Real Brasilianosi e lo Yen si apprezzano, l’Europa si trova con una moneta fortissima e non sa che decisioni prendere!
La capacità di importare degli USA viene stroncata e il commercio mondiale subisce una batosta epocale.
Quello descritto è solo uno dei tanti scenari, che non vogliono assolutamente ergersi a verità scolpita sula roccia!

-IL Compasso-

utente anonimo
Scritto il 18 agosto 2009 at 06:46

Rich cos’e’ minacci Crisalide e dai giudizi a Compasso dandogli dello schizzato? Con questo tipo di attegiamento ti stai ritagliando il posto del “compagniuccio di Dorf”… che di tutto ha bisogno tranne che di paladini… si difende benissimo da solo direi

Il Fringuello

utente anonimo
Scritto il 18 agosto 2009 at 09:13

per il signoraggio vi indicherei di leggere l’articolo di francesco su Usemlab, così sieviterebbe di perdere tempo in fregnacce. Saluti. Gianni Z.

utente anonimo
Scritto il 19 agosto 2009 at 00:46

X36 Compasso,cosi’ mi piaci esplicito nella tua risposta di modo che anche le persone un po’ ritardate in economia capiscano,continua cosi’.Secondo il mio parere in questa situazione difficile con il tempo se ne viene a capo basta non ripetere i vecchi errori,io ho fiducia nell’America e recupereranno il tempo perduto senza causare difficolta’ nel resto del mondo per l’interesse di tutti.X fringuello,io non minaccio crisalide e’ Lei che minaccia il concetto di Dorf e questo non lo accetto ,gli altri possono scrivere quello che vogliono in qualsiasi sito per denigrare il signoraggio confondendo le menti delle persone creando inganno mentre il principio di Dorf nella verita’ e’ l’unica via che da garanzia non solo ai ns.risparmi ma ci rende immune dai futuri mali finanziari.Saluti Rich

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
La commissione Affari economici e monetari del Parlamento europeo ha rivisto la bozza di normati
Se vi domandate come mai la borsa USA continua ad essere fortissima, soprattutto se confrontiamo
Ftse Mib: l'indice italiano tenta in apertura il superamento dei 20.500 punti. Importante la chiusur
Inutile nascondersi dietro un dito. Per gli investitori, la tragedia del Ponte Morandi di Genova
Che vi dicevo, non passa neanche una settimana dalla benedizione del dollaro forte che il nostro
Si delinea sempre più forte il decoupling tra l'andamento della borsa USA e quello degli altri li
Analisi Tecnica Si conferma la rottura ribassista del trading range. L'accelerazione al ribasso
DJI Giornaliero Buonasera, eccoci di nuovo con l’analisi sullo storico indice americano.
Stoxx Giornaliero Buongiorno, per una manciata di punti non si è materializzato lo swing inc
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )