IL RISVEGLIO !

Scritto il alle 22:53 da icebergfinanza

kidzone.blogosfere.it/sonno/  

Cari compagni di Viaggio, ormai ci stiamo avvicinando al compleanno del nostro meraviglioso viaggio, il 24 gennaio il nostro veliero doppierà per la prima volta l’anno di navigazione!

Un viaggio affascinante che ci ha portati a solcare insieme un’infinità di oceani finanziari ed economici, ma soprattutto oceani etici ed innovativi, simboli di cambiamento, segnali di speranza! Sono state alcune gocce in un mare che merita un’esplorazione d’altri tempi, un mondo "sommerso" ma che nasconde spesso tesori inestimabili, non oro o diamanti, ma uomini e donne che lottano per un mondo migliore, un modo equo e solidale, un’economia al servizio dell’Uomo.

Permettetemi ora di fare alcune brevi considerazioni!

All’improvviso dopo una tempesta di dimensioni straordinarie e non certo innaspettate per le nostre visioni, una tempesta che in alcune settimane ha cancellato il terpore di cinque lunghi anni di crescita irreale, un numero imprecisato di analisti ed economisti si risveglia da un lungo sonno!

Quasi una lenta ed inesorabile consapevolezza a testimoniare se mai ce ne fosse stato bisogno che nella finanza come nell’economia non è possibile improvvisare nulla, non è possibile vivere di luce riflessa affidandosi esclusivamente a grafici e sensazioni, dichiarazioni interessate o ottimismi istituzionali!

Un sorriso ha accompagnato la mia navigazione solitaria in questa settimana, leggendo e scrutando nuove visioni, smarrimento, incertezza, incredulità o rassegnazione, spesso si alternano alla ricerca di una luce, un segnale di speranza.

Un sorriso e un’immensa tristezza pensando a come l’Umanità in fondo è sempre la stessa, difficilmente impara qualcosa dalla memoria della Storia!

Non conosco la prossima rotta, non so dove ci porterà questa crisi inesplorata, non ho certezze, tranne che ci accompagnerà per un lungo tempo!

Abbiamo veramente bisogno talvolta di qualcuno o qualcosa che ci aiuti a riflettere, a fermarci dalla lunga e forsennata corsa al consumo, per ritrovarci, per ritrovare le cose che contano, per tornare indietro e ripercorrere con un nuovo entusiasmo, una nuova rotta.

Siamo come foglie sbattute dal vento, che spesso ci porta in un’unica direzione, uomini e donne con i nostri limiti, le nostre debolezze,  ma anche con le nostre virtù, i nostri talenti in grado di cambiare il mondo, di trovare una nuova isola di prosperità!

In questo viaggio è cambiata in maniera irreversibile anche la mia mentalità rispetto alla superficialità di una parola o di un pensiero rispetto alle visioni economiche non certo a quelle umane, alla ricerca di segnali e realtà che potessere aiutare me stesso e Voi lettori a formare una consapevolezza rispetto all’irrazionalità di un sistema che spesso vive nella favola della massimalizzazione a breve termine di qualunque progetto.

L’eterno conflitto di interesse tra la ricerca della soddisfazione personale e quella della comunità, l’edonismo e il rispetto del prossimo, chiunque esso sia!

Lo sò cari amici, forse non è questo il luogo adatto per parlare di queste cose, forse sono solo visioni figlie di un’ Utopia, ma oggi abbiamo bisogno di una Speranza, di qualcosa che muova le nostre coscienze alla ricerca di un cambiamento, pur nella semplicità di un gesto quotidiano.

Riconoscere i propri errori nella vita è il più grande segnale di rispetto per l’Umanità intera, chissà forse ci può aiutare a riprendere il cammino, la rotta, con uno spirito nuovo ricordando a tutti, che anche negli inverni più freddi è nascosto il sogno della Primavera.

VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.20_1166]
Rating: 0 (from 0 votes)
8 commenti Commenta
utente anonimo
Scritto il 19 gennaio 2008 at 03:45

Mein Kapitan,
è proprio questo il luogo per parlare di certe cose (scusate la presunzione). Anzitutto perché siamo a casa Sua (l’alloggio del Capitano su una nave ha un nome specifico?), e poi perché noi ciurma vorremmo luce che spesso altro non è che difendere i nostri danari, mentre magari il Capitano vuole difendere il mondo! Sarebbe degno del Poeta se lei Capitano, pur conoscendo esattamente dove sarà l’oro e lo S&P550 tra due mesi, non dicesse nulla! Lunga vita al Capitano e chi non beve con noi: peste lo colga!

utente anonimo
Scritto il 19 gennaio 2008 at 11:40

Capitano o mio Capitano…
grande some sempre nel timing, cogli veramente l’ attimo in tutto. Come tu hai detto oggi troppo spesso viviamo nel presente sballottati qua e la ma forse perche’ abbiamo perso due cose, la capacita’ di analisi e di pensare (lo abbiamo visto tutti nel nostro piccolo che piu’ che di analisi si tratta di bailame dove tutti dicono il contrario di tutto dall’ oggi al domani) poi il vero problema e’ che abbiamo perso la centralita’ dell’ uomo.
Insomma e’ l’ uomo che dovrebbe essere al centro di tutto, l’ economia la finanza ecc. ecc. dovrebbero essere strumentali ai bisogni dell’ uomo non viceversa come mai troppo spesso accade.
Hai ragione quando dici che non c’e’ nulla di inventare in economia basta studiarsi il passato e le grandi teorie…ma allargherei il discorso a tante altri lati della vita moderna dove gia’ in passato e’ stato scritto tanto.
Per quello che riguarda la speranza essa deve essere sempre ben salda nei cuori dei marinai quando si viaggia in acque sconosciute ma bisogna aver ben fermo nella mente che il punto d’ arrivo (dopo tutto quanto succedera’ nei mercati) dovrebbe consegnare condizioni migliori del punto di partenza…
Quindi grazie di nuovo per tracciare nelle nostre menti rotte immaginarie in un mondo vero !
Pronti ai posti di manovra !
Saluti Massimo

Scritto il 19 gennaio 2008 at 13:20

grande capitano
di questa ciurma di barracani sempre pronti a sbranarsi tra di loro.
Stiamo viaggiando ancora nell’immenso oceano aperto e credo che ci vorrà molto tempo , e dovremo affrontare innumerevoli tempeste prima di trovare la terra che ci darà quello tu auspichi
sono anch’io un pirata e faccio molta fatica anche a immaginare questo nirvana in questo mondo cosi dedito al consumismo e alla competizione fino all’ultimo sangue

comunque sogno sempre terra all’orizzonte

utente anonimo
Scritto il 19 gennaio 2008 at 14:02

ciao andrea ,quante volte guardando la gente che ci circonda mi sono chiesto ma come fanno ad avere tutto e dipiù : vacanze ,suv ,villetta a schiera , figli ,abiti sempre alla moda , sempre abbronzati ,cellulari di ogni tipo chi più ne à chi più ne metta : eppure molti lavorano in due come nalla mia famila !!! perchè io non riesco ad avere tutto queto?? e qui casca l,asino ??..un saluto e un grazzie per tutto il tuo lavoro

Scritto il 21 gennaio 2008 at 00:09

rispondo al mess precedente:
magari sono indebitati fino al collo,chi lo sa?
mi permetto di suggerirti solo una cosa:non farti condizionare dagli altri,da quello che ostentano e dal loro modo di vivere.Cerca di vivere con la massima dignità la tua vita,non sono il suv,la villetta,i vestiti o la vacanza a fare la differenza.

Scritto il 21 gennaio 2008 at 02:10

Ciao Andrea e tutti i naviganti: sono tornato da un lungo viaggio chiamato Natale, bambini, nintendo wii ecc. ecc., così ho letto solo gli ultimi articoli, ma l’andamento era già stato delineato da tempo, per cui nessuna sorpresa.
Una bruttina sorpresa l’ho avuta io, quando sono andato a controllare la composizione dei fondi che avevo acquistato nel marzo 2007. Seguendo Andrea e condividendo pienamente le sue considerazioni avevo comprato delle quote in dollari e franchi svizzeri, tra marzo e giugno, in fondi JPM e Julius Baer, cercando fra quelli che potessero contenere solo buoni del tesoro di stati sovrani (USA, Germania, Svizzera), così ero tranquillo.
Intorno al 18-19 dicembre ho chiesto di trasformare il fondo obbligazionario in US dollar in un fondo azionario “aurifero”, ma mi è stato detto che dal 17 a dopo l’epifania gli switch o i rimborsi erano bloccati. Così ho perso una salita di circa 10%.
Così, vista comunque la scarsa performance, nonostante la diminuzione dei rendimenti, sono andato a vedere la composizione attuale e SORPRESA!!! Nel fondo JPM i titoli tripla A erano solo più il 70% ed in quello JB, controllato questa mattina, solo il 26%, lasciando il posto a AA, A, BBB!!!
CAPITO LA BEFFA?
Hanno piazzato la loro spazzatura nei fondi che dovevano contenere solo titoli di stato, tanto restano un po’ in guadagno e chi non ha tempo, ho voglia, o non è particolarmente attento e attaccato ai soldi non se ne accorge.
E poi si lamentano se la gente se ne va dai fondi. Ovviamente domani smobilizzo tutto, prima che la A e le AA diventino BBB—.
Quindi, pur sapendo tutto in anticipo, grazie alle illuminazioni di Andrea, sono rimasto fregato. BANCHE=ASSOCIAZIONI A DELINQUERE. Comunque lo sapevamo già. Lo stesso vale per le ASSICURAZIONI.
Passerò al fai da me con ETF.
Fabio, non continuare a dire che hai sbagliato “Ottobre rosso”, la discesa è iniziata il primo di novembre!!!!
Un abbraccio a tutta la ciurma.
Bill

utente anonimo
Scritto il 21 gennaio 2008 at 11:22

George Soros (che non mi sembra proprio l’ultimo arrivato) ha dichiarato che la crsisi finanziaria in corso è la peggiore dalla seconda guerra mondiale.
Scusate, ma quelli che ci davano dei catastrofisti e che additavano Andrea come ad un gufo dove sono finiti?

saluti all’equipaggio,

Marco

utente anonimo
Scritto il 21 gennaio 2008 at 15:34

Ciao Andrea, dalle vittorie l’uomo non ha mai imparato nulla.
solo le sconfitte ti insegnano qualcosa.
speriamo che sia la vlta buona.
Mariano

Icebergfinanza presenta: ” Viaggio attraverso la tempesta perfetta “
Segui IcebergFinanza su
http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/ http://www.facebookloginhut.com/facebook-login/
Articolo dal Network
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Si è affermato negli anni come il termometro dell'economia mondiale e anche nel terzo millennio
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Un rapido aggiornamento sulle nuove fantasie inflattive in attesa di smontare in Maggio, pezzo p
Signori, stiamo parlando di numeri impressionanti. Tanto per cominciare, guardate i dati sugli u
Setup e Angoli di Gann FTSE MIB INDEX Setup Annuale: ultimi: 2016/2017 (range 15017/23133 ) )
Non sono certo successe tantissime cose nell'ultima ottava. Anche se le aspettative su un elemento
DISCLAIMER : Qualsiasi informazione, notizia, nozione, previsione, valore, prezzo o tec
Il Ftse Mib apre la nuova settimana in leggera correzione dopo lo spunto rialzista messo a segno nel
Guest post: Trading Room #281. Siamo quindi arrivati al target tanto atteso: area 24000 punti del